Quando si imbarca acqua i topi scappano

La flotta nero-argento è in mezzo ad una tempesta e molti iniziano a mettere in dubbio che l’ammiraglio Gruden sappia cosa sta facendo. Alcune mosse dell’head coach, già dalla offseason, hanno fatto storcere il naso a diversi osservatori e tifosi ed ora che i risultati sul campo non sono in linea con le aspettative di inizio stagione è arrivato il momento di sparare a zero sul front office dei Raiders e sui pochi giocatori rappresentativi rimasti.

2018_w01_Rams-Raiders_Derek_Carr-Jon_Gruden_sideline

Il QB degli Oakland Raiders Derek Carr (4) discute con l’head coach Jon Gruden. (Foto: Kyle Terada/USA TODAY Sports)

Ho deciso di trattare in questo articolo alcune delle polemiche che ci sono state ad Oakland in questi ultimi giorni. C’è un ammutinamento sulla nave pirata? Gruden dovrà guardarsi le spalle dalla sua ciurma di veterani? E’ vero che il rapporto fra capitan Derek Carr e i compagni si è incrinato?  Continua a leggere

Annunci

La NFL accoglie la richiesta di trasferimento a Las Vegas dei Raiders

La NFL ha approvato la richiesta di trasferimento a Las Vegas dei Raiders con 31 voti favorevoli ed un solo voto contrario. Il risultato era ormai scontato vista l’assenza di una alternativa concreta ad Oakland, ma colpisce vedere le proporzioni dell’appoggio ottenuto da Mark Davis. Soltanto il proprietario dei Dolphins ha votato contro.

NFL: Oakland Raiders-Las Vegas Relocation

Welcome to Fabulous Las Vegas (Foto: Kirby Lee/USA TODAY Sports)

Il football NFL arriva nella Sin City, ma non è il caso di bruciare le tappe visto che il nuovo stadio non sarà pronto prima del 2020. Nel mentre i Raiders resteranno ad Oakland, per lo meno per la stagione 2017. Ricostruiamo la storica giornata dei Silver & Black.  Continua a leggere

Pro Bowl 2016 – Le uniformi del futuro

Nota: questo articolo è stato originariamente scritto per essere pubblicato su Huddle Magazine. La versione proposta qui sul blog presenta solo qualche piccola modifica.

E’ arrivata come ogni anno la settimana della parata delle stelle NFL. Il 31 gennaio all’Aloha Stadium di Honolulu si sfideranno il team di Jerry Rice e quello di Michael Irvin.

Per il terzo anno consecutivo infatti il Pro Bowl verrà giocato con il formato “unconferenced”, cioè non vedrà di fronte il meglio della AFC contro il meglio della NFC ma, teoricamente, il meglio del meglio NFL distribuito tra i due team tramite un vero e proprio Draft. Questo è stato fatto per cercare di creare un po’ di interesse intorno al più noioso e meno competitivo degli All-Star Game.

Che poi in campo ci sia davvero il meglio del meglio è un altro discorso, visto che tra giocatori “infortunati” e giocatori delle squadre che si affronteranno nel Super Bowl le assenze importanti saranno tantissime (ne abbiamo parlato qui). Ma questo è un discorso che ci interessa tanto quanto.

Pro_Bowl_2016_uniforms

Le uniformi del Pro Bowl 2016 – Nike Vapor Untouchable

Questo è un articolo sul lato estetico del Pro Bowl, quindi limitiamoci alle uniformi che verranno usate.  Continua a leggere

Ken Stabler nominato per la Hall of Fame 2016 dal Seniors Committee

Poche ore fa è iniziata a circolare la notizia che il QB dei Raiders Ken Stabler e la guardia di Lions e Redskins Dick Stanfel, entrambi recentemente deceduti, sono i finalisti senior per l’ammissione alla Hall of Fame nella classe 2016.

La prima reazione, quando ho letto la notizia, è stata pensare “era ora”, ma pochi secondi dopo è sopraggiunta la rabbia per questa farsa. Kenny avrebbe dovuto indossare la giacca d’oro già da molto tempo, e invece non avrà mai la soddisfazione di poterlo fare.

Ken_Stabler

E’ ovvio che la sua nomina da parte del Seniors Committee è dovuta alle polemiche scatenate dai sostenitori di Stabler dopo la sua morte.

Si sono confrontate statistiche, sono state trasmesse nuovamente le immagini delle tante partite indimenticabili giocate da The Snake ed è stato sottolineato da molti che era stata una cantonata colossale (pun intended… la Hall of Fame ha sede a Canton, Ohio) lasciare fuori dal tempio del football un simbolo come Stabler.

Quattro volte invitato al Pro Bowl, MVP della NFL nel 1974, un anello del Super Bowl, una percentuale di vittorie nei 10 anni in Silver & Black di circa 71,9% (69-26-1) e la nomina nell’All-decade team NFL per gli anni ’70.

Certo, la percentuale di completi in carriera non è altissima (59,8%) se confrontata con i migliori QB attuali, ma Stabler era considerato uno dei più precisi della sua era; le statistiche devono anche saper essere interpretate. Ha lanciato 194 TD e 222 INT nei suoi 15 anni nella lega ma a quell’epoca lanciare più intercetti che touchdown era molto comune (per confronto Joe Namath in carriera ha lanciato 173 TD e 220 INT)

Si dice che per verificare se un giocatore è degno di essere eletto nella Hall of Fame basta chiedersi “si può pensare al football senza nominare quel giocatore?”. Il nome di Stabler, quando si pensa alla NFL negli anni ’70, è collegato a tantissime partite memorabili e grandi comeback; quanti QB possono dire di aver giocato e brillato in partite che sono diventate leggendarie tanto da meritarsi un nome? Ghost To The Post, Sea Of Hands, Immaculate Reception, Holy Roller… chi può scordare questi nomi? E Stabler, in un modo o nell’altro è stato protagonista di tutte queste splendide sfide.

Tempo fa avevo letto un bell’articolo di Ron Borges (Talk of Fame Network), che è stato riproposto a luglio quando si è saputo della morte di Stabler.

Per essere eletto nella Hall of Fame con la classe 2016 Snake dovrà ricevere l’approvazione di almeno l’80% dei votanti.

Troppo poco e troppo tardi, Hall of Fame… troppo poco e TROPPO TARDI.

Uni Watch Power Rankings 2015

Ogni anno Paul Lukas, fondatore di Uni Watch (blog dedicato allo studio anche dei più piccoli dettagli delle uniformi da gioco) e collaboratore di ESPN, pubblica una classifica di gradimento delle divise delle squadre delle maggiori leghe professionistiche americane.

Il formato è cambiato negli anni, ma i Raiders rimangono sempre nelle posizioni di vertice.

Quest’anno Lukas ha deciso di costruire una classifica che valutasse insieme tutte le squadre di una determinata città o regione geografica. I Raiders sono stati inseriti quindi nell’area della baia di San Francisco insieme ai 49ers (NFL), Giants e A’s (MLB), Sharks (NHL) e Warriors (NBA).

UniWatchPowerRankings2015_SFBayArea Continua a leggere

FOOTBALL IS BACK! Inizia la preseason 2015

FOOTBALL IS BACK! Ok, calma… è solo la prima di presea… FOOTBALL IS BAAAAAAACK!

Vallo a dire ad un tifoso che la preseason non conta nulla, che non c’è un game plan, che in campo si vedranno per lo più giocatori destinati ad essere tagliati prima dell’inizio della stagione… siamo rimasti a stecchetto per mesi e mesi… ci siamo dovuti accontentare di qualche video girato durante gli allenamenti… ora finalmente sentiamo che la stagione sta per incominciare, è dura non andare su di giri!

season_matchups_2015_PRE1_Rams-Raiders

Mi allontano dal mio classico formato serioso e imparziale da “giornalista” che uso quando scrivo gli articoli e mi ributto nei miei comodi panni di tifoso e blogger per scaricare la tensione!  Continua a leggere

Pro Bowl 2015 – Il giorno dopo

Si, lo ammetto, ho guardato il Pro Bowl…

No… non tutto… “solo” i primi tre quarti. Non so spiegarmi perché ho dedicato buona parte della nottata a guardare una partita dove abbracciare l’avversario equivale a far registrare un tackle… c’è più agonismo nelle partite domenicali di flag football che organizzo con gli amici. Eppure ogni anno mi piazzo davanti al video e mi torturo, rovinandomi il fegato per lo spettacolo scadente e gli occhi per le assurde divise utilizzate. Ogni anno, tra l’altro, resto come un idiota in attesa che si decidano a far toccare palla al Raider di turno.

NFL: Pro Bowl Continua a leggere