2016 week 9 – Broncos at Raiders preview

Raiders e Broncos arrivano alla sfida dell’Oakland-Alameda County Coliseum appaiate in testa alla AFC West con il record di 6-2. La Division è combattutissima e ogni sconfitta potrebbe costare doppiamente cara.

Per i Silver & Black sarà una prova di maturità e sarà importante non commettere errori stupidi e giocare bene sia in attacco che in difesa per superare la squadra del Colorado.

season_matchups_2016_w09_broncos-raiders

Per i tifosi nero-argento è certamente piacevole poter parlare di speranze di arrivare ai playoff dopo metà stagione. E’ palese però che diverse vittorie sono arrivate grazie a episodi e grazie al carattere di Jack Del Rio che si riflette sui suoi giocatori. Tanti, troppi, sono ancora gli errori commessi dalla squadra e contro una difesa forte come quella dei Broncos ogni regalo potrebbe essere pagato a caro prezzo.  Continua a leggere

2016 week 2 – Falcons 35 – Raiders 28

I Raiders (1-0) hanno ospitato gli Atlanta Falcons (0-1) al Coliseum di Oakland nella speranza di partire con due vittorie per la prima volta dal 2002, l’anno del Super Bowl. Dopo una vittoria al fotofinish contro i Saints c’era la speranza di vedere progressi in difesa dopo la brutta prestazione di New Orleans.

2016_w02_falcons-raiders_sean_smith-julio_jones

Il CB Sean Smith (21) ha avuto una brutta giornata contro il WR dei Falcons Julio Jones (11). (Foto: Raiders.com)

Come vedremo nel seguito di questo articolo la difesa ha giocato ancora peggio rispetto all’esordio stagionale e nonostante l’attacco abbia ancora una volta lottato non c’è stato modo di spuntarla. E’ stata una brutta sconfitta e c’è la necessità di correre ai ripari al più presto.  Continua a leggere

Hall of Fame 2016 – Ken “Snake” Stabler – La gioia e i rimpianti

“Sea of Hands”, “Holy Roller”, “Ghost to the Post”, “Immaculate Reception”: quanti possono dire di essere stati protagonisti di così tante partite talmente epiche da meritarsi un nome?

Kenny “Snake” Stabler è stato uno dei più grandi QB della storia del football, uno dei più precisi e vincenti della sua epoca, un maestro delle rimonte, un giocatore capace di giocate spettacolari.

2016-08-06_HOF_Ken_Stabler_bust

Il busto di Ken Stabler durante la cerimonia della Pro Football Hall of Fame al Tom Benson Hall of Fame Stadium di Canton, Ohio il 6 agosto 2016. (Foto: Ben Liebenberg/NFL)

Ora Snake è anche, finalmente, un Hall of Famer. Un onore concesso purtroppo dopo la sua morte per le conseguenze del cancro al colon avvenuta l’8 luglio 2015. E’ un peccato e una vergogna che il QB non si sia potuto godere questa gioia.  Continua a leggere

Hall of Fame 2016 – Ken “Snake” Stabler finalmente eletto

Finalmente giustizia è fatta: Ken “Snake” Stabler è ufficialmente un Hall of Famer.

Stabler è stato uno dei migliori QB degli anni ’70, una figura carismatica della NFL, un mago delle rimonte nei secondi finali delle partite, un personaggio pittoresco che “studiava il playbook alla luce del jukebox”, che aveva una vita sregolata ma che in campo era concentrato e preciso come pochi.

Ken_Snake_Stabler_Hall_of_Fame_2016

Ken “Snake” Stabler eletto nella Hall of Fame con la Classe 2016

La Classe 2016 è composta dal coach Tony Dungy, dal QB Brett Favre, dal DE/LB Kevin Greene, dal WR Marvin Harrison, dal T Orlando Pace, dai due candidati senior, il QB Ken Stabler e la G Dick Stanfel, e dal contributor Eddie DeBartoloContinua a leggere

Hall of Fame 2016: i finalisti

Giovedì 7 gennaio la Pro Football Hall of Fame ha reso noti i nomi dei 15 giocatori/allenatori dell’era moderna che hanno superato le semifinali e sono diventati finalisti.

HOF_2016_Gold_Jacket_Finalists_logo

Erano partiti in 108 a settembre, soltanto 25 erano passati in semifinale a novembre, ora sono in 15 e il 6 febbraio saranno al massimo 5 a poter vestire la giacca d’oro e posare per il busto da esporre a Canton, Ohio.

Chi sono i 15 ancora in corsa?

il K Morten Andersen, il S Steve Atwater, il coach Don Coryell, il RB Terrell Davis, il coach Tony Dungy, la G Alan Faneca, il QB Brett Favre, il LB/DE Kevin Greene, il WR Marvin Harrison, il T Joe Jacoby, il RB Edgerrin James, il S John Lynch, il WR Terrell Owens, il T Orlando Pace e il QB Kurt WarnerContinua a leggere

In ricordo dei Silver & Black che ci hanno lasciato nel 2015

Non si può salutare il 2015 senza ricordare i Silver & Black che ci hanno lasciato. Sono stati tanti gli ex Raiders che sono morti quest’anno.

RaidersITALIA_RIP_logo

  • 3 aprile – Charlie Sumner (DB coach 1963-68, DC 1979-84 e 1987-88)
  • 4 aprile – Dick Wood (QB #18, 1965)
  • 6 aprile – Art Powell (WR #84, 1963-1966)
  • 16 aprile – John Brooks (co-fondatore)
  • 4 maggio – Marv Hubbard (RB #39, 1969 – #44, 1970-1975)
  • 8 luglio – Ken Stabler (QB #12, 1970-1979)
  • settembre – Al LoCasale (executive assistant)
    (articolo)
  • 9 novembre – Richard Romanski (equipment manager)
  • 11 novembre – Gordon “Scotty” Stirling (general manager)
    (articolo su Romanski e Stirling)
  • 5 dicembre – Marty Feldman (Assistant coach 1960-61, HC 1961-62)

NOTA: se dovesse essermi sfuggito qualcuno vi prego di segnalarmelo.

Raiders at Titans preview

I Raiders (4-6) hanno perso 3 partite di seguito, sono terzi nella AFC West dietro ai Broncos (8-2) e ai Chiefs (5-5), sono decimi nella AFC (ai playoff accedono solo 6 squadre per Conference) ma soprattutto al momento sono ad un passo dallo scegliere nella top 10 al prossimo Draft. Insomma, la matematica ancora permette di sognare i playoff ma bisogna prepararsi ad una gara per aggiudicarsi uno dei migliori prospetti che usciranno dal college.

Domenica i Silver & Black faranno visita ai Tennessee Titans (2-8), una squadra ben più ostica di quanto il record faccia pensare.

season_matchups_2015_w12_Raiders-Titans

I Titans hanno cambiato head coach in corsa passando ad inizio novembre da Ken Whisenhunt a Mike Mularkey, l’ex assistant head coach/TE coach.

La squadra sembra destinata a lottare fino all’ultimo per la prima scelta assoluta nel Draft 2016, ha una offensive line decisamente mediocre ed è terzultima nella NFL dopo 49ers e Rams per punti fatti (182) eppure, come detto, per i Raiders potrebbe essere complicato uscire vittoriosi dal Nissan StadiumContinua a leggere