Free Agency 2017 – I Raiders mettono sotto contratto Giorgio Tavecchio

Il kicker italiano Giorgio Tavecchio torna in nero-argento per il terzo anno consecutivo. Dopo aver fatto esperienza nei training camp di 49ers, Packers e Lions, Tavecchio ha attirato l’attenzione dei Raiders, che da diversi anni tengono d’occhio i suoi progressi in vista di un possibile ritiro di Janikowski.

2016_PRE1_Raiders-Cardinals_Giorgio_Tavecchio

Il K Giorgio Tavecchio (3) impegnato a calciare nella partita di preseason 2016 contro i Cardinals. (Foto: Raiders.com)

Il sogno NFL può continuare per il ventiseienne milanese dopo cinque anni in cui la sua avventura si è interrotta prima dell’inizio della regular season.  Continua a leggere

2016 week 3 – Raiders at Titans Matchups

Raiders vs Titans Matchups.

Siamo solo alla terza settimana ma quella di domenica sembra già una gara verità. La verità è che tutti si aspettavano molto di più da questi Raiders soprattutto nel reparto difensivo che era stato continuamente elogiato, nel pre-season, dagli addetti ai lavori per il buon mix che si era costruito fra giovani e veterani. Purtroppo proprio da Mack&Co. sono arrivate le maggiori delusioni. Quella di domenica a Nashville contro i Titans è, a detta degli insider, alla nostra portata visto il valore delle contendenti ma come è capitato nell’ultima giornata il responso del campo può essere diverso. Sia i Titans che i Raiders si trovano sul 1-1 ma i team arrivano da due risultati opposti. I Titans hanno vinto a Detroit di un solo punto grazie a una gara di carattere mentre i Raiders sappiamo com’è andata a finire.

Vediamo allora i probabili Matchups da guardare che potrebbero influire sul risultato finale della gara.

2016_week3_matchups_justin_ellis-dan_williams-demarco_murray

Matchup Ellis (78), Williams (90) vs Murray (29) – week 3 (Foto: Raiders Italia)

Continua a leggere

Babbo Natale non esiste – Raiders Free Agency 2015

Sono sicuro che è capitato a ciascuno di voi nel corso della vostra infanzia; che sia stato un compagnetto di scuola più scafato, un fratello maggiore dispettoso o un genitore esasperato, prima o poi qualcuno ha cancellato tutta la magia dicendovi che “Babbo Natale non esiste!” (ecco, se ancora ci credevate al buon vecchietto con la barba bianca, adesso sono stato io il cinico bastardo a rovinare la vostra ingenua fanciullezza).

I fan dei Raiders avevano spedito all’uomo di rosso vestito una lunga lettera dove avevano espresso tutti i loro desideri. Si aspettavano regali costosissimi: Ndamukong Suh, Randall Cobb o Jeremy Maclin, Julius Thomas, Orlando Franklin o Mike Iupati, Rodney Hudson e magari anche Darrelle Revis e DeMarco Murray se fosse bastato lo spazio sulla slitta.

Reggie McKenzie non è Babbo Natale, è più come la zia che ti regala un comodo e pratico pigiama e un caldo maglione quando tu desideravi l’ultimissimo videogioco per la Play Station. McKenzie ha disatteso le aspettative e molti fan chiedono a gran voce la sua testa… io vado controcorrente: il maglione non mi dispiace per nulla e attendo di vedere come mi sta il pigiama…

Per ora sono arrivati Rodney Hudson (C), Lee Smith (TE), Dan Williams (DT), Malcolm Smith (LB), Roy Helu (RB), Curtis Lofton (MLB) e Nate Allen (S).

FA_Raiders

Da sinistra: Rodney Hudson, Roy Helu Jr., Dan Williams, Lee Smith, Malcolm Smith, Curtis Lofton e Nate Allen

Certi articoli sono andati esauriti prima ancora che aprissero i negozi (Randall Cobb e il DE Jerry Hughes hanno rinnovato con le rispettive squadre), per altri c’era molta ressa e alcuni dei possibili acquirenti avevano il vantaggio di non pagare l’IVA (Suh) e infine alcuni giocattoli, per quanto all’apparenza molto belli, lasciavano qualche dubbio sul rapporto qualità-prezzo (Julius Thomas). Reggie McKenzie ha sicuramente provato a sventolare i bigliettoni da 100 dollari, ma ha deciso di non partecipare ad aste folli (i più cattivi diranno che invece lo ha fatto ma i free agent hanno rifiutato l’offerta pur di non andare ad Oakland). C’è anche un’altra cosa da apprezzare: McKenzie continua a strutturare i contratti in modo che siano il più possibile “cap-friendly”; in questa maniera i Raiders avranno una buona liquidità anche nelle prossime stagioni.

Smettiamola di frignare per i regali che non sono arrivati e vediamo cosa è stato messo sotto l’albero.  Continua a leggere