P.J. Hall ai Vikings, Marquel Lee tra i tagliati e l’arrivo di Jeremy Hill

E’ arrivato il giorno dei primi tagli per i Las Vegas Raiders e la squadra ha portato il roster a 80 giocatori (79 attivi al momento) in modo da poter procedere con un unico gruppo in palestra e sul campo. Nella lista dei giocatori lasciati andare è finito anche il DT P.J. Hall, spedito ai Vikings in cambio di una scelta del settimo round del Draft 2021 che verrà ceduta solo qualora Hall rimanga nel 53-men roster di Minnesota per almeno sei partite.

2018-08-24_Packers-Raiders_PJ_Hall

L’ex DT dei Raiders P.J. Hall (Foto: Kyle Terada/USA TODAY Sports)

Tra i giocatori tagliati è rientrato anche il LB veterano Marquel Lee, con l’etichetta “failed physical”. Lee era stato messo nella Active/PUP ad inizio Training Camp. I Raiders hanno ufficializzato di aver messo sotto contratto il RB Jeremy Hill.

UPDATE: il 4 agosto vari insider hanno comunicato che P.J. Hall non ha superato le visite mediche, rendendo nullo lo scambio.In serata la notizia è stata confermata ufficialmente dal sito dei Raiders, che hanno anche comunicato l’attivazione dalla Reserve/COVID-19 list del RB Devontae Booker. Il LB Ukeme Eligwe è invece stato inserito nella Reserve/Opt-Out list.

P.J. HALL AI VIKINGS, RIFLETTORI SU KEY E HURST

Hall era stato nominato da Jon Gruden durante la conferenza stampa di inizio Training Camp. “P.J. Hall, sono ansioso di vedere il suo peso”, aveva detto l’head coach. “Lo scorso anno si è presentato in sovrappeso e questo non può accadere per il ruolo in cui gioca“. Anche Arden Key e Maurice Hurst sono sotto la lente di ingrandimento del coaching staff, visto che il pass rusher non ha ancora dimostrato il suo valore (3 sack in due anni e un infortunio che lo ha limitato nel 2019) e per il defensive tackle è arrivata una spietata concorrenza (gli ex Cowboys Maliek Collins e Daniel Ross) che ha familiarità con il nuovo defensive coordinator.

“P.J. Hall, [Maurice] Hurst, [Arden] Key, those are three guys that we used high draft picks on. Arden has to stay healthy, P.J. Hall, I’m anxious to see where his weight is, he came in overweight last year and at that position that can’t happen. Maurice Hurst has had some good moments, but we need these guys to burst on the scene no question. Getting Rod Marinelli is the best thing I can do to allow that to happen.” [Jon Gruden]

Per Pro Football Focus Hurst, a differenza dei giovani compagni, si è dimostrato in crescita nel finale della scorsa stagione. Un estratto dell’articolo a pagamento pubblicato a maggio:

“Hurst graded out as one of the worst defensive linemen in the NFL over the first eight weeks of the season, particularly as a run defender. […] Hurst started to pick things up in that area toward the second half of the season, however, and more importantly, he was among the league’s best at getting after the quarterback on the interior. Hurst finished behind only Aaron Donald, Kenny Clark and Chris Jones in pass-rushing grade and pass-rush win rate over the last nine weeks of the season.”

Tornando ad Hall, i Raiders erano pronti a tagliarlo ma all’ultimo momento si è presentata la possibilità di ottenere qualcosa in cambio. I Vikings hanno offerto una scelta al settimo round, a condizione che il DT resti nel roster della regular season per almeno sei partite.


UPDATE 04/08

Un colpo di scena sul caso Hall. Il DT sembrerebbe non aver superato le visite mediche con i Vikings, annullando di fatto lo scambio,


La nuova radio ufficiale dei Raiders, Raider Nation Radio 920 AM, ha intervistato Mike Mayock lunedì, e il General Manager ha spiegato il motivo della scelta di tagliare Hall. “Alla fine ogni giocatore ha una finestra temporale entro la quale deve dimostrare di essere costante”. “P.J. è stato scelto al secondo round tre anni fa. Ha molto talento e penso sia un bravo ragazzo”, ha aggiunto il GM, “ma alla fine più di ogni altra cosa si tratta di dimostrare costanza. Lo pretendiamo da tutti i giocatori”.

Con l’addio di P.J. Hall si archivia l’ennesima scommessa fallita dei Raiders di Reggie McKenzie nel secondo round. Nessuno dei giocatori scelti nel secondo round tra il 2015 e il 2018 è rimasto nel roster per tutto il suo contratto da rookie, come sottolineato dal giornalista della Associated Press Josh Dubow:

LOST GENERATION

Il taglio di Marquel Lee mette il fiocco ad un Draft 2017 che raffigura alla perfezione l’incapacità di costruire dal Draft dimostrata dai Raiders nelle stagioni passate.

1 Gareon Conley, CB – mandato a Houston via trade nel 2019
2 Obi Melifonwu, S – tagliato nel 2018
3 Eddie Vanderdoes, DT – tagliato nel 2019 (stagione 2018 saltata per infortunio)
4 David Sharpe, OT – tagliato nel 2018 e poi richiamato in squadra
5 Marquel Lee, LB – tagliato nel 2020
7a. Shalom Luani, S – mandato a Seattle via trade nel 2018
7b. Jylan Ware, OT – tagliato nel 2018
7c. Elijah Hood, RB – tagliato nel 2018
7d. Treyvon Hester, DT – tagliato nel 2018

I Raiders non hanno più nel roster nessun giocatore scelto al Draft nel 2015 e nel 2016 e del Draft 2017 resta al momento solo David Sharpe. Del Draft 2014 restano solo Derek Carr e Gabe Jackson.

La speranza ora è riposta nelle capacità di Mike Mayock, ex esperto di Draft della TV. Alcune scelte dello scorso anno hanno mostrato un buon potenziale e per la squadra sarà importante poter contare su giovani cresciuti internamente, in modo da limitare in futuro la necessità di spendere tanto in Free Agency per giocatori lasciati andare da altre squadre.

JEREMY HILL

Il RB Jeremy Hill, scelto nel secondo round (55° assoluto) dai Cincinnati Bengals nel Draft NFL 2014, è ufficialmente un giocatore dei Raiders. Hill aveva postato una foto su Instagram il 2 agosto in cui comunicava l’accordo.

In quattro stagioni a Cincinnati (2014-2017) Hill ha giocato 54 partite di cui 43 partendo titolare, portando palla 704 volte accumulando 2873 yard su corsa e 29 TD. In maglia Bengals ha aggiunto alle sue statistiche 67 ricezioni per 484 yard e 1 TD. Hill nel 2018 aveva firmato per i Patriots, ma la sua carriera a Boston è durata una sola partita per via di un bruttissimo infortunio al ginocchio (rottura completa del legamento crociato anteriore e del legamento mediale collaterale e rottura parziale del legamento crociato posteriore).

LE TRANSAZIONI

Oltre allo scambio che ha mandato Hall a Minneapolis e al taglio dell’undrafted rookie WR Siaosi Mariner, già comunicato nell’articolo sull’inizio del Training Camp, i Silver & Black hanno fatto altri sacrifici per poter mettere la squadra nelle condizioni di potersi allenare come un gruppo unico.

Ecco tutte le transazioni ufficializzate lunedì sera.

Messo sotto contratto:

  • Jeremy Hill, RB

Tagliati:

  • Jordan Brown, DB
  • Paul Butler, TE
  • Dominik Eberle, K
  • Marquel Lee, LB (Failed Physical)
  • Erik Magnuson, C
  • Liam McCullough, LS
  • Anthony Ratliff-Williams, WR

Trade:

  • P.J. Hall, DT

Inseriti nella Reserve/Opt-Out list:

  • D. J. Killings, DB
  • Jeremiah Valoaga, DE

“Tutte le squadre della lega stanno tagliando giocatori in tempi diversi per arrivare a 80 ed è straziante dover tagliare dei giovani che non hanno neanche avuto la possibilità di indossare casco e protezioni”, ha dichiarato Mayock a Raider Nation Radio 920 AM. “Noi lo abbiamo fatto ieri e non è giusto e non è bello. Capisco però perché dobbiamo farlo; siamo in mezzo ad una pandemia”.

Il General Manager ha detto che la scelta della squadra è stata quella di non tagliare subito i giocatori, come fatto da altre squadre. I Raiders si sono presi qualche giorno in più per osservare il materiale a disposizione, vederlo all’opera nelle riunioni virtuali e nei walkthrough, in modo da poter eventualmente richiamare qualcuno in caso di necessità. Nonostante tutte le precauzioni prese, c’è sempre il rischio di un focolaio o comunque che degli infortuni rendano necessari dei ritocchi al roster; i Silver & Black hanno le idee un po’ più chiare sul potenziale dei giocatori lasciati andare.

Con la necessità di ridurre il roster si è spenta sul nascere la competizione tra i K Daniel Carlson e l’undrafted rookie Dominik Eberle e quella tra il LS Trent Sieg e l’undrafted Liam McCullough; Gruden e Mayock hanno preferito concentrarsi su altri ruoli dove la profondità di reparto è essenziale.

RISCHIO COVID

La NFLPA, l’associazione che rappresenta i giocatori, ha messo a disposizione sul proprio sito uno studio che mostra i dati della pandemia nelle zone che ospitano squadre NFL. L’ultimo aggiornamento vede Las Vegas salire al secondo posto dietro Miami per media giornaliera di casi in un periodo di 14 giorni: 40 casi ogni 100000 abitanti.

2 thoughts on “P.J. Hall ai Vikings, Marquel Lee tra i tagliati e l’arrivo di Jeremy Hill

  1. Pingback: Maxx Crosby nella COVID-19 list e aggiornamenti dal Training Camp dei Raiders | Raiders Italia

  2. Pingback: I Raiders attivano Maxx Crosby e mettono sotto contratto Datone Jones | Raiders Italia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...