In ricordo di Warren Wells, Duane Benson e Wade Wilson

Tra la fine del 2018 e l’inizio del 2019 la famiglia nero-argento ha dovuto dire addio a tre ex Raiders: Warren Wells, Duane Benson e Wade Wilson.

Warren_Wells-Duane_Benson-Wade_Wilson

Warren Wells, Duane Benson e Wade Wilson

Wells è venuto a mancare il 27 dicembre, Benson il 26 gennaio e Wilson il 1° febbraio. Raiders Italia vuole salutarli e ricordare la loro storia… Once a Raider, always a Raider.

WARREN WELLS

Warren Wells, nato il 14 novembre 1942 a Franklin, Louisiana, è deceduto per un attacco cardiaco all’età di 76 anni il 27 dicembre 2018 a Beaumont, Texas, la città dove era cresciuto.

Dopo essersi diplomato alla Hebert High School di Beaumont, Wells ha frequentato la Texas Southern University. Scelto dai Detroit Lions 160° assoluto al 12° round del Draft NFL del 1964, Wells ha giocato in Michigan una sola stagione prima di essere chiamato tra le fila dell’esercito americano, nel quale ha servito per due anni prima di tornare al football. Tagliato dai Kansas City Chiefs dopo la preseason del 1967, Wells ha firmato per gli Oakland Raiders, con i quali ha giocato per quattro stagioni vincendo un titolo AFL nella stagione 1967 ed arrivando ad un passo dal Super Bowl anche nelle stagioni successive. Nel 1968 è stato inserito tra gli All-Star della AFL e nel 1970 è stato chiamato al Pro Bowl NFL.

In cinque anni da professionista Wells ha giocato 65 partite, ricevendo 158 passaggi per 3655 yard e 42 TD. La sua media yard a ricezione di 23.1 è stata un record NFL fino a che la lega non ha stabilità di prendere in considerazione solamente i giocatori con almeno 200 ricezioni all’attivo. Il suo anno migliore è stato il 1969, quando ha fatto registrare 47 ricezioni per 1260 yard (26.8 di media) e 14 TD.

Wells è stato uno dei ricevitori più temibili della sua era, ma grossi problemi fuori dal campo hanno messo fine alla sua carriera troppo presto. Accusato nell’aprile 1969 di aggressione sessuale, all’inizio del 1971 è stato arrestato per aver violato i termini della libertà vigilata ed è finito in carcere.

Il giudice a gennaio del 1972 ha ordinato al ricevitore di entrare in una organizzazione chiamata Synanon, che si dipingeva come un “paradiso” per chi avesse bisogno di disintossicarsi dall’uso di droghe e alcolici ma che in realtà era una setta fondata sulla violenza psicologica. Liberato dopo sei mesi, dall’esperienza Wells è uscito distrutto e successivamente altri guai con la legge, dovuti in parte ai persistenti seri problemi di alcolismo, hanno definitivamente fatto deragliare la sua vita.

Poco dopo la morte di Wells è stato pubblicato un interessante documentario di Ted Griggs sulla sua tormentata storia: Split End – The Curious Case of Warren Wells.

Il documentario purtroppo pecca nel non raccontare quanto accaduto a Wells dopo il tentativo fallito di comeback con i Raiders nell’estate del 1972 e gli ultimi anni della sua vita, un “buco nero” sul quale il regista non ha fatto luce preferendo concentrarsi sull’esperienza in Synanon del giocatore.

I Raiders sul proprio sito ufficiale hanno ricordato Wells con un articolo dello storico della squadra Jerry Knaak, che ha raccolto le testimonianze delle leggende nero-argento Cliff Branch e Fred Biletnikoff.

 

“John Madden told me that if Warren Wells could have kept his life straight, he would have been the greatest receiver in the history of the Oakland Raiders.” [Cliff Branch]

Recentemente Wells, finalmente sobrio, aveva ritrovato un po’ di equilibrio seppur colpito da demenza e da problemi fisici ed era tornato ad Oakland nel 2015 per accendere la fiaccola dedicata ad Al Davis prima della partita del 20 dicembre contro i Packers, e poi nel 2017 in occasione della reunion per commemorare la squadra campione AFL nel 1967.

Warren_Wells_2015

L’ex WR degli Oakland Raiders Warren Wells fotografato nella sede della squadra ad Alameda, California il 19 dicembre 2015

 

“The Raiders mourn the passing of Warren Wells, who was an integral part of the Raiders’ vaunted vertical passing game. He will forever be a part of Raiders lore. The thoughts and prayers of the entire #RaiderNation are with the Wells family at this time.” [Raiders/Twitter]

(Fonti principali: The New York Times, archivi online di vari giornali)

DUANE BENSON

Duane Dean Benson, nato il 5 agosto 1945 a Belmond, Iowa, si è spento all’età di 73 anni il 26 gennaio 2019 al Mayo Clinic Hospital di Rochester, Minnesota, dopo una lotta contro il cancro durata cinque anni.

Cresciuto in Minnesota, dopo essersi diplomato nel 1963 alla Grand Meadow High School si era iscritto alla Hamline University di St. Paul dove si è laureato in Storia nel 1967 con il massimo dei voti. Alla Hamline si è distinto sia nel football che nell’atletica, ed è stato inserito nella Hall of Fame dell’università nel 1973.

La piccola università, impegnata nella Minnesota Intercollegiate Athletic Conference (MIAC), ha vinto il titolo di Conference con un record di 6-1 nel 1966 dopo 45 anni di digiuno quando Benson (linebacker ed occasionalmente offensive tackle) era capitano della squadra. Quell’anno Benson è stato nominato Most Valuable Player della MIAC, è stato inserito nell’All-Conference e nell’All District team ed ha ricevuto la Little All-American Honorable Mention.

I Raiders lo hanno scelto nell’11° round del Draft 1967, 280° assoluto. Era il primo Draft comune tra AFL e NFL dopo l’accordo per la fusione fra le due leghe, che sarebbe avvenuta ufficialmente nel 1970.

In nero-argento Benson ha giocato 5 stagioni, vincendo il titolo della American Football League nel suo anno da rookie e partecipando al Super Bowl II, perso dai Raiders contro i Green Bay Packers di Vince Lombardi.

Durante la sua carriera ha vestito per due stagioni la divisa degli Atlanta Falcons e per tre stagioni quella degli Houston Oilers.

Dopo essersi ritirato alla fine della stagione 1976, Benson è tornato stabilmente in Minnesota con la famiglia, composta dalla moglie Melissa Donehower (conosciuta alla Hamline e sposata a St. Paul nel 1968) e dai figli Brooke (nata nel 1971) e Jess (nato nel 1978).

Nel 1980 Benson è stato eletto al Senato ed ha rappresentato il sud-est del Minnesota per circa 14 anni.

La sua carriera post-football lo ha visto impegnato anche come executive director della Minnesota Business Partnership e executive director della Minnesota Early Learning Foundation (MELF). E’ stato anche membro della Minnesota Sports Facilities Authority (MSFA), la struttura pubblica che ha costruito ed ora gestisce lo U.S. Bank Stadium di Minneapolis, dove giocano i Vikings.

Benson era proprietario di una fattoria di 240 acri vicino a Lanesboro.

Duane_Benson_2018_(Michael_Stoll-Austin_Daily_Herald)

L’ex LB degli Oakland Raiders Duane Benson fotografato nel 2018 mentre mostra una sua foto scattata nel 1967. (Foto: Michael Stoll/Austin Daily Herald)

 

“The Raiders family is saddened by the recent passing of Duane Benson, who was drafted by the Silver and Black in 1967 and played linebacker for 10 pro seasons. Benson was a member of the Raiders’ 1967 AFL Championship team. The hearts of the Raider Nation are with the Benson family at this difficult time.” [Raiders.com]

(Fonti principali: Riley Funeral Homes, Star Tribune, Hamline Athletics)

WADE WILSON

Charles Wade Wilson, nato a Greenville, Texas, il 1° febbraio 1959 è morto all’improvviso nella sua casa a Coppell, Texas, il 1° febbraio 2019, nel giorno del suo sessantesimo compleanno.

Scelto dai Minnesota Vikings 210° assoluto nell’8° round del Draft 1981 da East Texas State (ora Texas A&M-Commerce).

Durante la sua carriera universitaria, Wilson è stato nominato National Association of Intercollegiate Athletics (NAIA) All-American nel 1980 ed è stato anche nominato Lone Star Conference Outstanding Back of the Year nel 1980 ed è stato per due volte selezionato per il First Team All-Conference. Nel 2002 Wilson è stato inserito nella Hall of Fame della sua università e nel 2003 nella Lone Star Conference Hall of Honor.

La sua carriera da professionista è durata 19 anni, undici con i Vikings (1981-1991), uno con i Falcons (1992), due con i Saints (1993-1994), tre con i Cowboys (1995-1997) e due con i Raiders (1998-1999). In tutto ha giocato in NFL 125 partite completando 1391 passaggi su 2428 tentativi (57.3%) per 17283 yard, 99 TD e 102 INT.

Nel 1985 gli era stato diagnosticato il diabete.

Per gran parte della carriera Wilson è stato un backup, ma ha conquistato la convocazione al Pro Bowl dopo la stagione 1988. Come backup di Troy Aikman a Dallas ha fatto parte della squadra che ha vinto il Super Bowl XXX.

Dopo aver chiuso la carriera da giocatore ad Oakland, Wilson è tornato in Texas come QBs coach dei Cowboys (2000-2002). Dopo una breve parentesi con i Chicago Bears (2004-2006) è tornato ad allenare i QB a Dallas (2007-2017).

 

“The Raiders family mourns the loss of former quarterback Wade Wilson. The thoughts and prayers of the #RaiderNation are with the Wilson family at this time.” [Raiders/Twitter]

(Fonti principali: Dallas Morning News)

Annunci

2 thoughts on “In ricordo di Warren Wells, Duane Benson e Wade Wilson

  1. Pingback: In ricordo di Bob Zeman | Raiders Italia

  2. Pingback: In ricordo di Cliff Branch | Raiders Italia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...