2018 week 4 – Browns 42 – Raiders 45 (OT)

Finalmente è arrivata la prima, attesissima, vittoria per i Raiders di Jon Gruden. La partita si può dividere in diverse fasi, in alcune delle quali i Silver & Black sono stato davvero brutti da guardare, mentre in altre hanno fatto vedere di poter essere una squadra competitiva.

2018_w04_Browns-Raiders_Matt_McCrane

Il kicker degli Oakland Raiders Matt McCrane (3) calcia il game-winning field goal all’overtime contro i Cleveland Browns all’Oakland-Alameda County Coliseum. (Foto: Kyle Terada/USA TODAY Sports)

Tanti tackle mancati, cosa anomala per la difesa di quest’anno, e tantissimi big play concessi agli avversari. La W infonde fiducia nell’ambiente, ma c’è ancora tanto su cui lavorare

Forse la partita più brutta fra quelle giocate nel primo quarto di regular season, ma quella dove i nero-argento hanno mostrato più carattere e voglia di lottare. La squadra deve ringraziare Marshawn “Beast Mode” Lynch, impossibile da fermare per la difesa avversaria e autore di una ottima prestazione con 20 corse per 130 yard. Per la prima volta in stagione non ha segnato, ma se non fosse stato per la sua grinta e la sua fisicità i Raiders avrebbero molto probabilmente preso una batosta in casa.

Derek Carr ha chiuso con un 35/58 per 437 yard e 4 TD sporcato però da 2 intercetti lanciati che potevano e dovevano essere evitati. Per una volta le yard su passaggio sono state divise su più ricevitori e sia Amari Cooper (8 ricezioni per 128 yard e 1 TD) che Jared Cook (8 per 110 e 2 TD) hanno superato le 100 yard.

Ottima prestazione anche per il WR/RS Dwayne Harris, che si è meritato il titolo di AFC Special Teams Player of the Week per la sua prestazione al Coliseum: 5 punt return per 98 (19.6 di media) e un ritorno da 49 yard.

INATTIVI

Raiders: LB Shilique Calhoun, DL Tank Carradine, T T.J. Clemmings, S Karl Joseph, WR Brandon LaFell, T Justin Murray, RB DeAndré Washington

Browns: LB James Burgess Jr., OL Austin Corbett, TE Seth DeValve, DL Devaroe Lawrence, WR Damion Ratley, QB Tyrod Taylor, DB Tavierre Thomas

LA PARTITA

Per questa settimana, se volete il recap della partita, potete andare a leggere l’articolo scritto per Huddle Magazine. Qui riporto i filmati delle azioni salienti della partita.

La palla della partita, ovviamente, è andata all’head coach Jon Gruden che finalmente, per la prima volta dal lontanissimo 2008, assapora nuovamente il gusto della vittoria.

POLEMICHE

La partita non è stata esente da polemiche e gli arbitri hanno attirato critiche sia lato Browns che lato Raiders. Uno degli episodi più controversi è stato un fumble di Derek Carr non dato dalla crew arbitrale, che ha interpretato erroneamente il gioco morto prima che il QB perdesse la palla. Potete vedere l’azione al minuto 2:38 in questo video:

Poco è cambiato però per Cleveland; i Raiders dopo il sack sono andati al punt e i Browns hanno segnato il TD del 42-34 tre azioni dopo con la corsa da 41 yard di Chubb.

I Browns hanno protestato anche per un primo down inizialmente dato a Carlos Hyde a 1:38 dalla fine del quarto periodo, con i Browns in vantaggio e i Raiders con un solo timeout residuo. Dopo aver rivisto i replay gli arbitri hanno giudicato che il RB era corto dalla linea di primo down e i Browns sono stati costretti al punt; nel drive successivo i Raiders hanno segnato il TD e la conversione da 2 che hanno mandato le squadre all’overtime.

Le polemiche lato Raiders giungono da Maeshawn Lynch, fermato dagli arbitri quando era evidente che era in procinto di rompere un placcaggio e potenzialmente involarsi in end zone. Lynch si è molto arrabbiato ed ha calciato via la palla e gli arbitri hanno aggiunto errore ad errore non penalizzandolo per questo gesto.

Un’altra decisione davvero inspiegabile, e la NFL sta diventando piuttosto ridicola ultimamente, è stata la penalità per Roughing the Passer contro Arden Key.

Quando dalla giusta idea di proteggere i giocatori si arriva alla farsa forse è il caso di fermarsi un attimo e riflettere, perché sta diventando spesso penoso guardare le partite.

Inizialmente la crew arbitrale aveva lanciato il fazzoletto giallo per Unnecessary Roughness contro Dominique Rodgers-Cromartie in questa azione:

Per fortuna si sono poi rimagiati la chiamata.

Una chiamata mancata, che ha favorito i Raiders, è stata su una azione in cui Lynch ha abbassato la testa per iniziare il contatto con un difensore. Ora quel tipo di gesto è considerato fallo, ma gli arbitri non lo hanno visto.

SOUNDS OF THE GAME

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...