2018 week 4 – Browns at Raiders preview

Tre partite giocate e tre sconfitte dopo essere stati a lungo in vantaggio; per i Raiders è arrivato il momento di fare un passo avanti e chiudere la gara senza subire il calo che ha contraddistinto le prime tre uscite della stagione. All’Oakland-Alameda County Coliseum arrivano i Cleveland Browns reduci dalla loro prima vittoria dopo 19 partite, guidati dal nuovo starting QB Baker Mayfield, preso con la prima scelta assoluta al Draft 2018.

season_matchups_2018_w04_Browns-Raiders

Non bisogna assolutamente sottovalutare la squadra di Cleveland, a volte sfortunata fino all’inverosimile e di sicuro caratterizzata da una difesa capace di mettere molta pressione sul QB avversario, pressione che i Raiders stanno avendo qualche difficoltà a gestire con il problema perenne nella posizione di RT. Sarà una sfida interessante, che ci farà sicuramente capire qualcosa in più sui Silver & Black in vista del proseguo della stagione. 

AFC WEST

2018_w04_preview_AFC_West_standing

I Raiders sono sul fondo della classifica e meritano di esserlo, tuttavia l’impressione è che la squadra possa ottenere buoni risultati con il tempo. E’ vero, il roster ha dei limiti, ma ciò nonostante per gran parte del tempo nelle tre gare giocate i Silver & Black sono sembrati solidi anche se troppo poco concreti in attacco. A football si gioca ancora su quattro quarti quindi il calo nel secondo tempo contro i Rams ma soprattutto contro Broncos e Dolphins non può essere una scusante. Jon Gruden dovrà trovare il modo di rendere più concreto l’attacco e registrare qualcosa in difesa, difesa che comunque ha fatto vedere buone cose finora.

INFORTUNI

Contro i Dolphins Donald Penn ha mostrato i sintomi di una commozione cerebrale ed ha dovuto lasciare il campo, sostituito da T.J. Clemmings. Se Penn non è stato finora una sicurezza a seguito dello spostamento a destra il suo sostituto è stato un casello col Telepass per i pass rusher di Miami ed è quindi positivo che il numero 72 abbia superato tutti i controlli del concussion protocol e che possa scendere in campo al Coliseum.

A Miami si sono infortunati anche il K Mike Nugent, che pur sofferente all’anca è riuscito a convertire entrambi i field goal (uno da 52 yard) e entrambi gli extra point ma ha faticato tantissimo sui kickoff, e il S Karl Joseph, che ha dovuto lasciare il campo per un problema al bicipite femorale dopo aver tentato invano di inseguire Ryan Tannehill per impedirgli di chiudere il primo down con le sue gambe.

Nugent è finito in IR e Joseph sarà sicuramente out contro i Browns.

P.J. Hall potrebbe recuperare dopo aver saltato due partite ed è stato indicato come questionable, così come Dominique Rodgers-Cromartie, che ha sentito un fastidio al bicipite femorale nell’ultimo allenamento.

2018_week04_injury_report_Raiders

I Browns hanno mandato in campo il rookie QB Baker Mayfield dopo l’infortunio subito da Tyrod Taylor, e sembra che a Cleveland sia iniziata l’era del “Fornaio”.

Il LB di riserva Burgess Jr. non giocherà e tra i giocatori in dubbio c’è il S titolare Damarious Randall, che in queste prime partite della stagione sta stringendo i denti pur di scendere in campo.

2018_week04_injury_report_Browns

Legenda:

Practice Status
DNP – Did not participate in practice
LP – Limited participation in practice
FP – Full participation
(-) – Not listed

Game Status
Out – Player will not play
Doubtful – Player is unlikely to play
Questionable – Player is not certain to play.
(-) – Not listed

TRANSAZIONI

I Raiders, come detto, sono stati costretti a mettere nella Reserve/Injured list il K Mike Nugent. Per sostituirlo è stato scelto l’undrafted rookie Matt McCrane. L’ex Kansas State ha giocato la preseason con i Cardinals finendo 4/4 nei field goal (il più lungo da 54 yard) e 3/3 nei PAT. Ad Oakland vestirà la maglia numero 3.

Tra i giocatori chiamati per un provino c’era anche il nostro Giorgio Tavecchio, ma la scelta è caduta sul rookie (che calcia con il destro).

STATISTICHE

Tre partite iniziano a darci una idea più chiara di cosa ci possiamo aspettare dal resto della stagione, ma una squadra con un nuovo coaching staff e tante facce nuove che devono trovare ancora i giusti equilibri come i Raiders potrebbe ancora nascondere delle sorprese.

Una cosa che è risaltata finora è che il running game fatica, e se non fosse per un Marshawn “Beast Mode” Lynch molto positivo tante corse verrebbero fermate dagli avversari nel backfield. Lynch ha corso 48 volte per 170 yard (3.5 di media) e 3 TD ma ha anche fatto registrare tantissime yard dopo il primo contatto. Stando ai dati di PFF il numero 24 in week 3 avrebbe guadagnato 66 rushing yard dopo il primo contatto, e questo è incredibile se si pensa che ha concluso la partita con 19 corse per 64 yard totali. Tom Cable dovrà lavorare molto sulla offensive line per correggere i problemi che stanno limitando il gioco di corse.

Molto positivo però il fatto che i Silver & Black stiano continuando a correre anche quando il guadagno è limitato, perché questo costringe la difesa a rimanere vigile e impedisce che si concentri solo sul difendere sul gioco aereo. In passato troppo spesso i Raiders erano diventati monodimensionali alle prime difficoltà.

2018_w04_preview_stats_Browns-Raiders_1

Ecco un’altra infografica sulle statistiche principali.

2018_w04_preview_stats_Browns-Raiders_2

Un dato importante, non presente in questi grafici, è la differenza tra palle recuperate (intercetti e fumble) e palle perse. I Browns sono al momento a +9 mentre i Raiders a -4.

Vediamo come sono distribuiti i punti realizzati dalle due squadre quarto per quarto, con i Raiders che purtroppo continuano a confermare i cali del secondo tempo.

2018_w04_preview_punti_per quarto_Browns-Raiders

Punti segnati in ogni quarto dai Browns, dai Raiders e dai rispettivi avversari nelle prime tre settimane di regular season. (Analisi e tabella di Raiders Italia)

Vediamo i leader offensivi delle due squadre:

2018_w04_preview_Browns-Raiders_payers_1

2018_w04_preview_Browns-Raiders_payers_3

Derek Carr ha lanciato finora 2 TD pass e 5 intercetti, ed ha subito 5 sack. Il QB nero-argento ha avuto un esordio molto negativo contro i Rams ma poi è sembrato molto più sicuro di sé sia a Denver che a Miami. Gli ultimi due degli intercetti lanciati sembrano infatti frutto di una ritrovata sicurezza. Gruden il lunedì dopo la partita contro i Dolphins ha detto che Carr deve ancora imparare che in alcune occasioni non è necessario essere così aggressivi e forzare il lancio quando la difesa sta concedendo qualcosa di più sicuro.

“I thought we were too aggressive. I think at times he is trying too hard. We will talk about that extensively here in the next couple of hours, but I thought he played really good under some very tough circumstances. I think sometimes he needs to learn a little bit more patience, and I think he will.” [Jon Gruden]

I Browns in tre partite hanno messo a segno 9 sack, forzato 6 fumble e messo a segno 5 intercetti. Sono una squadra che mette una grande pressione sul QB avversario e i Raiders dovranno essere bravi a limitare l’efficacia dei pass rusher avversari.

Come sarà l’attacco dei Browns dopo l’uscita di scena di Tyrod Taylor e l'”avvento” del rookie Baker Mayfield? Per i Raiders questo avvicendamento è una difficoltà in più nel preparare la partita, visto che i filmati delle prime due partite sono potenzialmente poco rappresentativi di come giocherà la squadra con il nuovo QB. Taylor è anche al secondo posto in squadra per yard guadagnate su corsa.

2018_w04_preview_Browns-Raiders_payers_2

2018_w04_preview_Browns-Raiders_payers_4

Finora i Raiders hanno avuto una grossa fortuna ma anche una grande limitazione; hanno trovato un hot receiver diverso in ciascuna delle prime tre partite, ma allo stesso tempo non sono stati bravi a coinvolgere anche gli altri WR.

In week 1 Jared Cook ha guadagnato 180 yard in 9 ricezioni, in week 2 è stato il turno di Amari Cooper con 116 yard in 10 ricezioni e in week 3 è stato Jordy Nelson a brillare con 173 yard in 6 ricezioni.

Cleveland ha ricevitori dinamici e se Mayfield avrà tempo di scandagliare il campo nella tasca sarà una giornata lunga per i DB nero-argento. Sarà imperativo che la pass rush funzioni e che il “Fornaio” sia costretto a lanciare in fretta e fuori equilibrio.

Dopo la partita contro i Dolphins Derek Carr (27/39 per 345 yard, 1 TD e 2 INT) è passato dall’8° al 6° posto nella classifica dei QB. Marshawn Lynch (19 corse per 64 yard e 1 TD) è passato dal 17° al 16° posto tra i RB e Jared Cook (5 ricezioni per 31 yard) è sceso dal 10° al 14° posto nella classifica dei WR/TE.

Le statistiche complete per le squadre e per i giocatori le trovate qui: Browns – Raiders.

INCROCI (GLI EX)

L’head coach dei Browns Hue Jackson è stato l’ultimo head coach scelto da Al Davis per guidare i Raiders. Ad Oakland Jackson è stato offensive coordinator nel 2010 e head coach nel 2011. In entrambe le occasioni la squadra finì 8-8 e terza nella AFC West.

Il senior offensive assistant dei Browns Al Saunders è stato per quattro stagioni nel coaching staff dei Raiders con il ruolo di offensive coordinator e quarterbacks coach nel 2011 e con il ruolo di senior offensive assistant dal 2012 al 2014.

L’offensive line coach dei Browns Bob Wylie ha ricoperto lo stesso ruolo nello staff di Hue Jackson ad Oakland nel 2011.

Il senior defensive assistant dei Raiders Jim O’Neil è stato il defensive coordinator dei Browns nel biennio 2014-2015.

Il defensive quality control coach dei Browns Eric Sanders è stato quality control coach per i Raiders dal 2010 al 2014.

Il wide receiver coach dei Browns Adam Henry ha iniziato la sua carriera NFL da allenatore con i Raiders come offensive quality control coach (2007-2008) ed è poi diventato tight ends coach (2009-2011).

L’assistant offensive line coach dei Browns Mark Hutson è stato tight ends coach dei Raiders per tre anni (2012-2014).

Il DL dei Raiders Frostee Rucker ha giocato nei Browns nel 2012, partendo titolare in 16 partite e mettendo a segno 4 sack.

Il DL Ahtyba Rubin, attualmente nella Reserve/Injured list dei Raiders, è stato scelto dai Browns nel sesto round pick (190° assoluto) del Draft 2008 ed ha giocato a Cleveland dal 2008 al 2014.

Il DB dei Browns TJ Carrie è stato scelto dai Raiders nel settimo round (219° assoluto) del Draft 2014 da Ohio. Ad Oakland Carrie ha giocato 60 partite dal 2014 al 2017, partendo titolare 36 volte e mettendo a segno 3 intercetti.

Il WR dei Browns Rod Streater ha giocato nei Raiders dal 2012 al 2015, prendendo parte a 36 partite (19 partendo titolare) e mettendo a statistica 109 ricezioni per 1564 yard e 8 touchdown.

Il TE dei Browns Pharaoh Brown, appena inserito nella practice squad giusto in tempo per carpire da lui qualche informazioni sui Silver & Black, ha fatto parte della practice squad dei Raiders nel 2017 ed è stato promosso nel 53-men roster in tempo per giocare 2 partite. Nel 2018 ha fatto il Training Camp e la preseason con i Raiders ma non ha superato i tagli.

Nella practice squad dei Browns ci sono anche il DL Brian Price, che ha avuto una breve apparizione in nero-argento in questo inizio 2018 dopo essere stato tagliato dai Cowboys, e il LB Brady Sheldon, 2 partite con i Raiders nel 2017.

I due head coach Jon Gruden e Hue Jackson sono stati nello stesso coaching staff alla University of the Pacific nel 1989.

Jon_Gruden-Hue_Jackson_Pacific_1989

ALL-TIME RECORD E UN PO’ DI STORIA

I Browns sono nati nel 1946 esordendo nella All-America Football Conference e vincendo il titolo in tutti e quattro gli anni passati in quella lega. Nel 1950 sono entrati a far parte della National Football League, diventando una delle squadre più forti e vincendo il titolo NFL quattro volte (1950, 1954, 1955 e 1964). Nel 1996 il proprietario Art Modell decise di trasferire la squadra a Baltimore, ma fu trovato un compromesso che portò a lasciare nome e storia a Cleveland. I nuovi Cleveland Browns ripresero le attività nel 1999 dopo tre anni in cui la città era rimasta senza football.

Ad Oakland vorrebbero fare qualcosa di simile, e stanno preparando una causa contro i Raiders e la NFL. Difficile che una eventuale causa abbia successo e faccia in modo che il nome, la storia e i colori nero-argento restino nella città californiana.

I Silver & Black hanno affrontato la squadra di Cleveland (nelle versione pre e post rinascita) 24 volte, 22 in regular season e 2 in postseason. I Raiders sono in vantaggio sui Browns negli scontri diretti in regular season: 12-10. Nella postseason i Raiders sono in vantaggio 2-0.

Ecco qualche curiosità e le migliori prestazioni individuali dei Raiders contro i Browns (fonte Raiders).

2018_w04_preview_superlatives_vs_Browns

Annunci

14 thoughts on “2018 week 4 – Browns at Raiders preview

  1. ANALISI STATISTICHE

    OAK OFF-CLE OFF 5-5-1
    yds/game 400.7-325.7 qui bene
    pts./game 17.3 -20.0 qui dove conta di più male ( anche loro non benissimo)
    3rd% 44.1-33.3 piuttosto bene
    yds/play ( media yds per ogni down ) 6.1-4.5 idem
    4th% 0-33 ci è costata un paio di partite
    qb rate ( indice di efficacia qb) 88.3-71.5
    2PT ( conv. da 2 punti ) — / 100 (noi nessuna tentata,loro 1 con ricezione di mayfield !)
    int % 4.5-1.8 hanno lanciato solo 2 int
    penalita’/play 1.1 -0.7 dobbiamo stare più attenti…

    Mi piace

  2. OAK DEF -CLE DEF 3-8-1
    yds/game 374.3-338.3 bisogna migliorare
    pts/game 27-19.7 idem e loro bravi (non facile stare sotto i 20 punti)
    qb rate 105.2-72.4 noi male,loro bravi..occhio agli intercetti…
    sacks 3-9 abbiamo bisogno di una gran prestazione delle 2 linee
    forced fumble rec 1-6 loro molto bravi a recuperare palloni

    Mi piace

  3. TOTALE 16-16-2
    per la prima volta quest’anno non siamo in svantaggio….tuttavia pesa in parte a sfavore di CLE il confronto tra gli s.team…il primo K ha fatto veramente male…probabilmente con un altro sarebbero a 3w 0 L ..quindi sono un po’ preoccupato

    Mi piace

  4. CURIOSITA’
    off fumble lost ( fumble persi in attacco) 0/1 0/6 loro hanno fatto 6 fumble ma non ne hanno perso nemmeno 1 (!!)
    off pass avg ( media yds per ogni pass ) 8.4-6,2
    off pass oltre 20 yds 12-8
    off pass oltre 40 yds 3-1 quindi noi meglio sui passaggi
    off rush avg 3.6-4.1
    off rush +20 0-4
    off rush +40 0-0 quindi loro meglio sulle corse
    punt in 20 3/13 -12/23 la meta’ dei loro punt finisce all’interno delle 20,noi dobbiamo migliorare
    punt ret avg all ( media yds concesse su punt ret ) 4.3-8.5 da sfruttare..
    def pass avg 8.7-7.0
    def pass +20 15-7
    def pass +40 2-2 meglio loro su pass
    def rush avg 5.1-3.7 anche sulle corse
    def int % (% di int) 1.0-4.6 noi male loro molto bene(un int ogni 20 pass circa)

    Mi piace

  5. MATCH UP

    OAK OFF-CLE DEF 3-4-1
    noi meglio nelle (tot yds-pass yds -3rd % )
    loro molto meglio nello (score ,siamo 28emi contro 11emi e turnovers 20emi- 1 °)

    OAK DEF-CLE OFF 3-5
    noi meglio anche se di poco ( tot yds-pass yds-3rd%..come sopra ..! )
    loro molto meglio (turnovers 31emi 2ndi )
    bella lotta (red zone td % 9-7)è l’unica stat dove siamo nei primi 10

    TOTALE 6-9-1
    qui in svantaggio…

    Mi piace

  6. CONCLUSIONI
    non mi farei ingannare dalle passate stagioni…CLE quest’anno è una buona squadra…come ho scritto sopra con un K migliore poteva stare 3-0…

    i punti forti sono :
    in attacco le corse,la capcita’ di perdere pochi palloni…
    in difesa la pass rush,le palle recuperate e comunque una solidità generale
    special team il P sembra bravo ed il nuovo K non ha ancora sbagliato
    off.line lavorano bene sulle corse

    punti deboli :
    attacco i passaggi ( vedremo con il fornaio cosa succederà)
    difesa purtroppo nessuno particolarmente evidente
    s.team concedono qualcosa sul punt ret
    off.line fanno veramente fatica a proteggere il qb

    dobbiamo aver cura della palla e concretizzare le occasioni,sopratutto perchè
    sara’,credo,una parita a punteggio basso

    go raiders !!!!!!!

    Mi piace

  7. Questa,secondo i miei personalissimi pronostici da bar pre-campionato,dovrebbe essere la prima delle 4 W sicure di questa stagione oltre ad Ind. e Den. in casa ed Ariz. in trasferta.
    Clev. però ha iniziato bene (più di quanto non dica la classifica) noi male (meno di quanto non dica la classifica),quindi il “dovrebbe” adesso è un “potrebbe” (W : 55-45 %).

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...