Preseason 2018 – Week 1 – Lions 10 – Raiders 16

Finalmente è tornato il football giocato! Certo, è solo preseason, ma per gli affamati fan della NFL basta questo… l’importante era spezzare il lungo digiuno. La partita del Coliseum tra Lions e Raiders rappresenta anche il ritorno sulla sideline di Jon Gruden.

2018_PRE1_Lions-Raiders_Jon_Gruden

L’head coach dei Raiders Jon Gruden durante la partita di preseason contro i Lions al Coliseum di Oakland. (Foto: Raiders.com)

I Silver & Black hanno battuto la squadra di Detroit con meno di un TD di scarto, hanno commesso tanti errori (in particolar modo tante penalità), ma hanno anche mostrato diverse buone cose. Ecco gli appunti della sfida. 

I titolari in attacco hanno giocato, come c’era da aspettarsi, solamente un drive. Marshawn Lynch ha dimostrato di essere già in forma regular season, con un TD su corsa da 60 yard annullato da un holding del rookie LT Kolton Miller.

La linea d’attacco che ha iniziato la partita era formata, da sinistra a destra, da Kolton Miller, Kelechi Osemele, Rodney Hudson, Gabe Jackson e Ian Silberman. Miller ha giocato i primi due drive prima di lasciare il posto a Jylan Ware, che ha giocato il resto della partita a sinistra. Sarebbe stato interessante poter osservare il rookie scelto al primo round un po’ più a lungo per poterlo valutare meglio. Il LT Donald Penn è ancora nella PUP list e potrebbe rientrare già dalla settimana prossima; quando il veterano sarà di nuovo disponibile chi tra lui e Miller si schiererà con le prime linee?

A destra, assenti Breno Giacomini e il rookie Brandon Parker, è partito titolare il duttile Ian Silberman, che si è alternato con David Sharpe sia nel primo che nel secondo tempo. Sharpe ha giocato la maggior parte degli snap (70%) visto che il coaching staff ha bisogno di valutarlo approfonditamente.

Usciti i titolari la linea è stata completata da Oday Aboushi a sinistra, Jon Feliciano al centro e Denver Kirkland a destra. Kirkland nel corso del secondo tempo si è spostato nel ruolo di LG lasciando spazio a destra prima a James Stone e poi a Cameron Hunt. Hunt e Stone si sono alternati come centro nel finale di partita.

Connor Cook ja giocato quasi tutto il primo tempo, se escludiamo il drive iniziale di Derek Carr. Il numero 18 ha chiuso con un 11/19 per 141 yard e un bel TD pass per Ryan Switzer.

Cook è sembrato sicuro e non si è mai fatto prendere dal panico nei momenti in cui è arrivata la pressione da parte della difesa. Bello anche il passaggio lungo per il TE Paul Butler.

Gruden apprezzava molto l’ex Michigan State ai tempi del college. Durante il Training Camp lo ha pungolato, dicendo ai reporter che lo vuole vedere più continuo, e Cook sta rispondendo bene. Al momento è in lotta con E.J. Manuel per il posto di QB2 e per la prima volta da quando è professionista sembra meritarselo.

Se in attacco i titolari sono usciti dal campo dopo un drive, in difesa alcuni hanno giocato più a lungo; Emmanuel Lamur (32% degli snap difensivi), Karl Joseph (32%) e Mario Edwards (21%) quelli più coinvolti.

La partita è stata interrotta troppo spesso dal lancio di fazzoletti gialli: 8 penalità per una perdita di 69 yard per i Lions e 9 penalità per 75 yard per i Raiders (tanti gli holding, sia in attacco che in difesa). Gruden a fine partita ha mostrato di non aver gradito questo aspetto della performance della squadra, e dovrà lavorare tanto per eliminare gli errori da parte dei suoi giocatori.

Interessante vedere all’opera la difesa guidata da Paul Guenther. Si è iniziata a vedere un po’ di pressione dall’interno della linea con i rookie P.J. Hall e Maurice Hurst e anche qualche safety blitz. Hall ha messo a segno un sack e Hurst ha aggiunto un QB hit.

Il safety blitz di Karl Joseph ha portato un altro sack alla difesa nero-argento. Il numero 42 ha fatto festa con un tributo a Khalil Mack.

Il WR Griff Whalen ha fatto da kick returner e punt returner nel primo tempo mentre il rookie Nick Nelson lo ha sostituito nel secondo tempo. Il WR Dwayne Harris, nella prima depth chart non ufficiale indicato come principale KR/PR, non ha giocato contro i Lions. Niente ritorni per Jalen Richard dopo gli errori commessi lo scorso anno.

Richard è in lotta con DeAndre Washington e Chris Warren per un posto nel 53-men roster. Contro i Lions, con Lynch e Doug Martin impegnati solo nel primo drive, Washington ha portato palla 6 volte per 38 yard (6.3 di media) e Warren 13 volte per 86 yard (6.6 di media). Richard ha corso 5 volte per un totale di 13 yard (2.6 di media) ma è stato coinvolto con successo come ricevitore dal backfield, chiudendo con 4 ricezioni per 35 yard.

Con Khalil Mack che prosegue l’holdout (saltando la partita sarà multato di 814 mila dollari), a partire titolare come DE è stato l’ex 49ers Tank Carradine. Il promettente rookie Arden Key è stato tenuto a riposo per un problemino alla caviglia e dovrebbe esordire la settimana prossima contro i Rams. Contro le terze e quarte linee dei Lions sono arrivati anche i sack di Shilique Calhoun e di James Cowser. Lo strip sack del numero 47 ha permesso ai Silver & Black di interrompere il tentativo di comeback dei Lions.

Eddy Piñeiro ha chiuso con un perfetto 3/3 nei field goal (21 yard, 48 yard e 45 yard) e 1/1 nei PAT. Gruden lo ha appositamente mandato a calciare il FG da 48 yard in chiusura del primo tempo dalla terra del campo da baseball, in modo da fargli prendere confidenza con la particolarità del terreno di gioco condiviso con gli A’s della MLB.

Annunci

One thought on “Preseason 2018 – Week 1 – Lions 10 – Raiders 16

  1. Pingback: Preseason 2018 – Week 2 – Raiders 15 – Rams 19 | Raiders Italia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...