In ricordo di Tony Cline e Tony Sparano

Nel weekend la famiglia nero-argento ha subito due lutti. Sono morti l’ex DE Tony Cline e l’ex OL coach e interim head coach Tony Sparano.

Tony_Cline-Tony_Sparano

Cline ha vestito la maglia dei Raiders dal 1970 al 1975, chiudendo poi la carriera con due anni nei San Francisco 49ers. Sparano ha iniziato la sua carriera da allenatore nella NFL con i Cleveland Browns nel 1999 e nel suo girovagare ha ricoperto il ruolo di head coach dei Miami Dolphins (2008-2011) e di interim head coach degli Oakland Raiders (2014). 

TONY CLINE

Tony Cline, nato il 25 luglio 1948, è stato scelto dai Raiders nel quarto round (102° assoluto) del Draft 1970, l’anno della fusione tra la National Football League e la American Football League. In nero argento ha giocato 72 partite tra il 1970 e il 1975.

I sack sono diventati una statistica ufficiale NFL solamente nel 1982, ma alcuni ricercatori indicano Cline come il detentore del record AFC di sack par un rookie, con 17.5.

Cline è morto nel weekend, ma al momento non è nota la data esatta né le cause della morte.

La notizia ha iniziato a circolare a seguito di un post su Facebook della moglie di Fred Biletnikoff e nella notte del 22 luglio i Raiders hanno pubblicato sul sito ufficiale il seguente comunicato:

“The Raiders are saddened by the passing of Tony Cline. Cline, a standout defensive end for the Silver and Black from 1970-75, will be missed dearly by the Raiders family. The thoughts and prayers of the Raider Nation are with the Cline family at this time.”

“I Raiders sono rattristati dalla morte di Tony Cline”, recita il comunicato. “Cline, un eccezionale defensive end per i Silver & Black dal 1970 al 1975, mancherà tantissimo alla famiglia Raiders. I pensieri e le preghiere della Raider Nation in questo momento sono per la famiglia Cline”.

TONY SPARANO

Tony Sparano, nato il 7 ottobre 1961, è stato assunto dai Raiders nel 2013 come assistant head coach & offensive line coach nello staff di Dennis Allen. Nel 2014, quando i Silver & Black hanno deciso di licenziare Allen dopo l’umiliante sconfitta a Londra contro i Miami Dolphins, Sparano ha assunto la guida della squadra come interim head coach.

Presa in mano una squadra allo sbando, con un record di 0-4 in stagione e reduce da 10 sconfitte consecutive, Sparano ha cercato di caricare i suoi giocatori e cambiarne la mentalità. Famosissimo è diventato il gesto di seppellire un pallone nei terreni del centro di allenamento ad indicare che da quel momento si incominciava una nuova avventura e si seppelliva il passato.

I risultati sono tardati ad arrivare (le prime sei partite con lui al comando sono state tutte perse), ma la squadra ha cercato di reagire, vincendo tre delle ultime sei partite della stagione. Sparano, amato e apprezzato dai giocatori, è stato in lizza per diventare head coach nel 2015 ma Mark Davis ha preferito affidare la squadra a Jack Del Rio.

Sparano ha passato la stagione 2015 a San Francisco come TEs coach e poi è entrato a far parte dello staff dei Minnesota Vikings come offensive line coach nel 2016.

La sua morte è stata improvvisa. Secondo Adam Schefter e Chris Mortensen l’allenatore aveva sentito dei dolori al petto e giovedì si era recato in ospedale per un controllo. I medici lo avevano dimesso venerdì dopo aver fatto alcuni test. Domenica mattina lui e la moglie si stavano preparando per andare in chiesa quando la signora Jeanette lo ha trovato a terra, privo di conoscenza, in cucina. Ogni tentativo di rianimarlo è stato vano.

I Raiders hanno ricordato Sparano sul sito ufficiale con un comunicato ed un messaggio personale di Reggie McKenzie:

“The Raiders family was deeply saddened to learn of Tony Sparano’s passing this morning. Tony had a deep passion for football and was embraced by the Raider Nation during his time with the Silver and Black. Tony will be sadly missed by the entire NFL community. Our hearts are with Jeanette and the Sparano family during this extremely difficult time.”

“Tony was extremely passionate about the game and took great pride in his job as a football coach. I enjoyed working with Tony during his time with the Raiders and everyone who knew him will miss him dearly. My prayers and heartfelt condolences are with the Sparano family at this time.” [Reggie McKenzie]

“La famiglia Raiders è profondamente addolorata di apprendere della morte, questa mattina, di Tony Sparano”, riporta il sito della squadra. “Tony aveva una profonda passione per il football ed è stato accolto calorosamente dalla Raider Nation nel periodo passato in Silver & Black. Tony mancherà tanto all’intera comunità della NFL. I nostri cuori sono con Jeanette e con la famiglia Sparano in questo momento tanto difficile”.

Reggie McKenzie ha aggiunto: “Tony aveva una grande passione per il football ed era orgoglioso del suo lavoro da allenatore. Ho avuto piacere a lavorare con Tony nel suo periodo con i Raiders e chiunque lo conosceva ne sentirà la mancanza. Le mie preghiere e sentite condoglianze vanno alla famiglia in questo momento”.

Tanti giocatori hanno voluto postare sui social un ricordo ed un saluto a Sparano. Il coach era apprezzato per la sua sincerità e per l’interesse che mostrava verso i suoi ragazzi non solo come giocatori ma come uomini.

La morte di Sparano sembrerebbe essere dovuta ad un problema al cuore che i medici hanno identificato come “arteriosclerotic heart disease”, che ha causato l’occlusione delle arterie.

Annunci

One thought on “In ricordo di Tony Cline e Tony Sparano

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...