I Raiders ufficializzano l’accordo con il LB Derrick Johnson. Riviviamo il rookie mini-camp 2018 e le transazioni della settimana

Lo aveva confermato lo stesso Gruden venerdì scorso dopo il primo allenamento del rookie mini-camp ed ora è arrivata l’ufficialità: i Raiders hanno messo sotto contratto il LB Derrick Johnson. All’ex stella dei Chiefs è richiesto di portare esperienza e leadership nel ruolo di MLB, rimasto vacante vista l’impossibilità di trovare un accordo con NaVorro Bowman.

Derrick_Johnson

Il LB Derrick Johnson. (Foto: Chiefs.com)

I Silver & Black hanno inoltre messo sotto contratto alcuni undrafted rookie, due rookie scelti al Draft e tre dei free agent che hanno partecipato in prova al rookie mini-camp. Tra i giocatori tagliati c’è il RB Elijah Hood, scelto lo scorso anno nel settimo round del Draft. 

DERRICK JOHNSON

Johnson compirà 36 anni a novembre e certamente dopo il secondo grave infortunio al tendine d’Achille subito nel 2016 non è più lo stesso giocatore eccezionale che i Raiders ben conoscono per averci giocato contro due volte all’anno dal 2005, eppure il LB nel 2017 è stato comunque produttivo, soprattutto in copertura.

Scelto dai Chiefs al primo round (15° assoluto) da Texas nel Draft 2005, Johnson ha giocato da titolare tutte le partite del suo anno da rookie. In totale, nelle 13 stagioni passate a Kansas City, ha giocato 182 partite (169 partendo titolare) ed ha messo a segno 1151 tackle (938 da solo), 27.5 sack, 23 fumble forzati, 8 fumble recuperati, 14 intercetti di cui 4 riportati in endzone e 78 passaggi difesi.

Alla fine della stagione 2011 è arrivata per lui la prima di tre convocazioni al Pro Bowl consecutive (2011, 2012 e 2013) e l’inserimento nel First-Team All-Pro della Associated Press.

Nella partita d’esordio della stagione 2014 Johnson si è rotto il tendine d’Achille ed è finito nella Reserve/Injured list per il resto della stagione. Nel 2015 il LB ha risposto con una stagione che gli è valsa la quarta convocazione al Pro Bowl e l’inserimento nel Second-Team All-Pro. A dicembre 2016 il secondo infortunio al tendine d’Achille della sua carriera lo ha costretto nuovamente a concludere in anticipo la stagione.

Dopo la stagione 2017 i Chiefs hanno scelto di guardare al futuro ed hanno lasciato andare via uno dei loro giocatori simbolo, salutandolo con tutti gli onori.

“Few players in recent history have meant more to the Chiefs franchise and the Kansas City community than Derrick Johnson. His tireless work ethic and passion for the game made him one of the most productive defensive players to ever wear a Chiefs uniform and one of the most respected players both in our locker room and around the league. Over the last 13 seasons, Derrick represented himself and the Chiefs organization with integrity and class, and he will always be a part of our Chiefs family.” [Chiefs Chairman and CEO Clark Hunt]

“Pochi giocatori nel recente passato hanno significato tanto quanto ha significato Derrick Johnson per i Chiefs e per la comunità di Kansas City”, ha detto Clark Hunt, il figlio del fondatore dei Chiefs Lamar Hunt, in un comunicato pubblicato sul sito della squadra del Missouri. “la sua etica del lavoro e la sua passione per questo sport lo hanno reso uno dei più produttivi difensori che hanno vestito la maglia dei Chiefsed uno dei più rispettati giocatori sia nel nostro spogliatoio che nella Lega. In questi 13 anni, Derrick ha rappresentato se stesso e la squadra con integrità e classe, e farà per sempre parte della famiglia Chiefs”.

“Letting go of a player like Derrick is particularly tough because of how much respect I have for him as a player and as a person. He’s had a tremendous career here in Kansas City, and we wish him nothing but the best moving forward.” [Chiefs General Manager Brett Veach]

Il GM Veach ha aggiunto che “lasciare andare un giocatore come Derrick è molto difficile per il rispetto che provo per lui come persona e come giocatore. Ha avuto una splendida carriera a Kansas City e non gli auguro che il meglio per il futuro”.

“I’m grateful I had the opportunity to coach a player like Derrick. He’s a passionate football player and a natural leader. I value the amount of quality work he put in every day for us, including teaching our younger players what it means to be a pro. I think he will make an incredible coach when he is done playing the game, if he chooses.” [Chiefs head coach Andy Reid]

“Sono davvero felice di avere avuto l’opportunità di allenare un giocatore come Derrick”, ha dichiarato Reid. “E’ un giocatore che ha passione per il football ed è un leader naturale. E’ importante per me il lavoro che ha fatto ogni giorno per noi, incluso insegnare ai giovani compagni cosa significa essere un professionista. Credo che sarà un fantastico allenatore quando smetterà di giocare se lo vorrà”.

A quanto pare Reid aveva sondato il terreno per capire se Johnson fosse interessato ad appendere le scarpette al chiodo e ad unirsi al suo coaching staff, ma il LB sente ancora il desiderio di giocare e inseguire il Lombardi Trophy.

In una intervista rilasciata a Terez Paylor per Yahoo Sports, Johnson ha raccontato uno scambio di battute con Gruden durante il loro incontro nella sede dei Raiders. “Hai giocato 13 anni a Kansas City… potresti cavalcare verso il tramonto”, gli ha detto Gruden. “Perché vuoi ancora giocare?”. Il LB ha dato una risposta semplice ma sincera “Si, hai ragione. Ma la fiamma brucia ancora. Sono ancora in grado di giocare ad alti livelli e voglio dimostrarlo”.

Secondo Paylor, il contratto firmato con i Raiders sarebbe per un anno ed un massimo di 3 milioni di dollari.


UPDATE 10 MAGGIO

Secondo quanto riportato da Tom Pelissero di NFL Network il contratto firmato da Johnson sarebbe un annuale da 1.5 milioni, di cui 500 mila dollari garantiti. Il LB potrebbe arrivare a guadagnare fino a 2.25 milioni con gli incentivi.


Per far posto a Johnson nel roster è stato tagliato il DB Darius Hillary.

ROOKIE MINI-CAMP

Dal 4 al 6 maggio i Raiders hanno tenuto il rookie mini-camp. Prima di iniziare le attività sono state ufficializzate le acquisizioni di 6 undrafted rookie:

Marcus Baugh, TE, Ohio State
Saeed Blacknall, WR, Penn State
Jason Cabinda, LB, Penn State
Alex Officer, C, Pittsburgh
Eddy Piñeiro, K, Florida
Nick Sharga, FB, Temple

Poiché il roster della offseason può avere in totale un massimo di 90 giocatori è stato necessario tagliare due uomini, e la scure è casuta sul DE Armonty Bryant (non-football illness) e sul LB Cory James (failed physical).

Questa la lista dei giocatori sotto contratto che hanno potuto partecipare al rookie mini-camp:

Al mini-camp hanno partecipato poi diversi giocatori in prova.

Ecco alcuni video della tre giorni dedicata ai novellini.

E’ stata la prima occasione per vedere tutti assieme i nove ragazzi scelti al Draft.

Raiders_2018_Draft_class

Raiders Draft Class 2018: Johnny Townsend, Azeem Victor, Arden Key, Brandon Parker, Kolton Miller, Marcell Ateman, Maurice Hurst Jr., P.J. Hall, Nick Nelson (Foto: Raiders.com)

Con l’arrivo di Derrick Johnson il rookie Azeem Victor ha ceduto al veterano il numero 56 ed ha preso il 57.

Al termine del mini-camp tre giocatori in prova hanno convinto il coaching staff e si sono conquistati un contratto. Si tratta di:

Paul Butler, TE, California (Pa.)
Henry Poggi, FB, Michigan
Chris Warren III, RB, Texas

Butler è rimasto fuori dal football per tutto il 2017 dopo aver partecipato in prova al rookie mini-camp con gli Steelers. Quest’anno ha preso parte alla Spring League e, a quanto pare, ha convinto i SIlver & Black a dargli una chance vincendo il titolo di MVP dell’attacco durante il mini-camp.

2018-05-07_Paul_Butler_contract

Il TE Paul Butler firma il contratto con i Raiders il 7 maggio 2018. (Foto: Paul Butler/Twitter)

2018-05-07_Henry_Poggi_contract

Il FB Henry Poggi firma il contratto con i Raiders il 7 maggio 2018. (Foto: Henry Poggi/Instagram)

Warren è il figlio di Chris Warren, ex RB di Seahawks, Cowboys e Eagles dal 1990 al 2000.

2018-05-07_Chris_Warren_III_contract

Il RB Chris Warren III firma il contratto con i Raiders il 7 maggio 2018. (Foto: Chris Warren III/Twitter)

Per fare posto a questi tre giocatori sono stati tagliati il RB Elijah Hood, il DL Joby Saint Fleur e il FB Nick Sharga.

AZEEM VICTOR E P.J. HALL FIRMANO IL CONTRATTO

Con l’accordo tra NFL e associazione giocatori i rischi di holdout dei rookie sono ormai ridotti al minimo visto che i contratti sono pressoché fissati in base alla posizione in cui si viene scelti al Draft. I Silver & Black hanno già messo sotto contratto due dei propri rookie.

2018-05-05_Azeem_Victor_contract

Il LB Azeem Victor, scelto al sesto round del Draft 2018, firma il suo contratto il 5 maggio. (Foto: Raiders.com)

2018-05-06_PJ_Hall_contract

Il DT P.J. Hall, scelto al secondo round del Draft 2018, firma il suo contratto il 6 maggio. (Foto: Raiders.com)

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...