Draft 2018 – Day 3 picks: Nelson, Hurst, Townsend, Victor, Ateman. Dai Cowboys arriva via trade Ryan Switzer, ceduto Jihad Ward.

Nell’ultima giornata del Draft 2018 i Raiders hanno selezionato cinque giocatori: il CB Nick Nelson nel quarto round, il DT Maurice Hurst e il P Johnny Townsend nel quinto round, il LB Azeem Victor nel sesto round e il WR Marcell Ateman nel settimo round.

NFL_Draft_2018_stage_Raiders

Vista del palco costruito nell’AT&T Stadium per il Draft 2018. (Foto: Tim Warner/Getty Images)

E’ stata una giornata sulla carta molto proficua, visto che sono arrivati due potenziali titolari (Nelson e soprattutto Hurst) ed il P che dovrebbe sostituire Marquette King. i Silver & Black hanno poi preso un ILB che sembra essere una scommessa e un WR a chiudere la tre giorni texana. Dopo il Draft i Raiders hanno concluso un trade con i Cowboys che ha spedito a Dallas Jihad Ward in cambio di Ryan Switzer. Inoltre i nomi dei primi undrafted rookie associati ai Silver & Black. 

Ecco il resoconto delle scelte effettuate dai Silver & Black in questo Draft:

Round 1, Pick 15 (15) – Kolton Miller, T, UCLA (articolo)
Round 2, Pick 25 (57) – PJ Hall, DT, Sam Houston State (articolo)
Round 3, Pick 1 (65) – Brandon Parker, T, North Carolina A&T
Round 3, Pick 23 (87) – Arden Key, DE, LSU (articolo)
Round 4, Pick 10 (110) – Nick Nelson, CB, Wisconsin
Round 5, Pick 3 (140) – Maurice Hurst Jr., DT, Michigan
Round 5, Pick 36 (173) – Johnny Townsend, P, Florida
Round 6, Pick 42 (216) – Azeem Victor, LB, Washington
Round 7, Pick 10 (228) – Marcell Ateman, WR, Oklahoma State

Chi sono i giocatori scelti nel terzo giorno del Draft?

NICK NELSON

Nick_Nelson_Wisconsin

Il CB dei Wisconsin Badgers Nick Nelson (11) riporta un punt in touchdown durante la partita contro i Michigan Wolverines. (Foto: Jeff Hanisch/USA TODAY Sports)

Il CB Nick Nelson, scelto nel quarto round, è un prospetto decisamente interessante che è scivolato più del dovuto anche per via di un infortunio al menisco subito durante un workout pre-Draft con i Lions. Il CB dovrà stare a riposo per un totale di sei settimane (due già passate) e sarà pronto per il Training Camp.

Nelson ha giocato nel 2014 e 2015 a Hawai’i prima di trasferirsi a Wisconsin. Per i regolamenti NCAA ha dovuto saltare completamente la stagione 2016 ed ha poi ripreso nel 2017. E’ un giocatore molto aggressivo che è specializzato in passaggi difesi (6 nel 2014, 15 nel 2015 e ben 21 nel 2017). Nel 2017 ha concesso ai QB che hanno lanciato nella sua direzione una percentuale di completi di appena 37.7.

Un altro aspetto positivo è che è un buon placcatore. Non si possono però nascondere due grosse pecche: in carriera non ha mai messo a segno un intercetto e commette un po’ troppe penalità (11 nel 2017).

Al college, sia ad Hawai’i che a Wisconsin ha giocato prevalentemente come outside CB, ma i Raiders potrebbero utilizzarlo inizialmente come nickel CB.

MAURICE HURST

 

Maurice_Hurst_Jr_Michigan

Il DT dei Michigan Wolverines Maurice Hurst (73) fotografato durante la partita contro i Michigan State Spartans del 2017. (Foto: Mike Carter/USA TODAY Sports)

Il DT di Michigan Maurice Hurst era inizialmente indicato come uno dei più forti giocatori del Draft. Ottimo interior pass rusher e forte contro le corse, come potete leggere sulla sua scheda di PFF. Un problema al cuore venuto alla luce nelle analisi fatte all’NFL Combine ha spaventato le squadre, e questo ha portato alla sua caduta fino al quinto round anche se i medici gli avevano dato il via libera per riprendere l’attività sportiva.

I Raiders, che lo avevano ospitato in sede e visitato prima del Draft, hanno fatto un trade up per non lasciarselo sfuggire, cedendo agli Indianapolis Colts la scelta 159 e la scelta 185 per salire alla 140.

Hurst ha detto che sta benissimo ed è pronto a mettersi all’opera da subito. McKenzie ha confermato, pur non entrando nei dettagli, che la situazione va tenuta sotto controllo con esami da ripetere ogni anno, ma che i Raiders non sono preoccupati.

JOHNNY TOWNSEND

Johnny_Townsend_Florida

Il P dei Florida Gators Johnny Townsend

Con la seconda scelta del quinto round è arrivato il P Johnny Townsend da Florida. Townsend è l’all-time leading punter nella storia dei Gators con 11090 yard e 240 punt e la sua media di 46.2 in carriera è indice di una gamba potente (11 punt in carriera da oltre 60 yard). Come sappiamo, ovviamente, piazzare i punt a volte è più importante che calciare una bomba e a quanto si dice Townsend è preciso anche nel piazzare la palla quando serve. Townsend è anche un buon holder.

Prima di lui, al quinto giro, erano stati scelti altri due punter (Michael Dickson di Texas dai Seahawks e JK Scott di Alabama dai Packers). Secondo quanto detto da McKenzie a fine Draft, se vogliamo credere alle parole del GM, il punter che i Raiders avevano più in alto nella loro board era proprio l’ex Florida.

Rich Bisaccia, lo Special Teams coordinator dei Raiders, aveva fatto personalmente un provino al punter di Florida prima del Draft.

AZEEM VICTOR

Azeem_Victor_Washington

Il LB di Washington Azeem Victor. (Foto: Elaine Thompson/Associated Press)

Ai Raiders serviva un ILB e finalmente, al sesto round, ne hanno scelto uno. Da Washington arriva Azeem Victor, la cui caduta fino al penultimo giro del Draft è dovuta in parte a problemi fuori dal campo.

Secondo le informazioni reperibili in rete Victor è stato sospeso dalla sua università due volte nel 2017. Ha saltato la prima partita della stagione per via di una “violazione del regolamento interno della squadra” (probabilmente un drug test fallito), ha perso il posto da titolare a metà stagione (è stato spostato nella posizione di DE) ed è stato poi sospeso a stagione in corso per essere stato arrestato per guida in stato di ebbrezza.

Quanto accaduto nel 2017 ha certamente spaventato molti team, che hanno preferito non rischiare di sprecare una scelta. Il giocatore, nominato first-team All-Pac-12 nel 2016, però non è affatto male e se non si fosse rotto una gamba a novembre 2016, saltando le ultime quattro partite della stagione, sarebbe probabilmente uscito dal college da redshirt junior.

MARCELL ATEMAN

Marcell_Ateman_Oklahoma_State

Il WR degli Oklahoma State Cowboys Marcell Ateman (3) durante la partita contro Texas del 2017. (Foto: Erich Schlegel/USA TODAY Sports)

L’ultima scelta a disposizione i Raiders la hanno spesa per il WR di Oklahoma State Marcell Ateman, un possession receiver dal gran fisico.

Dopo i primi due anni da una ventina di ricezioni e meno di 300 yard a stagione, Ateman era diventato titolare nel 2015 da junior, finendo la stagione con 45 ricezioni per 766 yard. Dopo essere stato costretto a saltare l’intero 2016 per infortunio al piede, Ateman è tornato nel 2017 mettendo a statistica 59 ricezioni per 1156 yard e 8 touchdown.

TRADE – JIHAD WARD A DALLAS IN CAMBIO DI RYAN SWITZER

Dopo aver scelto al Draft PJ Hall e Maurice Hurst Jr. i Raiders hanno ceduto ai Cowboys il DL Jihad Ward, seconda scelta del 2016 che non ha mai fatto il salto di qualità che i nero-argento si aspettavano. In cambio Dallas ha ceduto il WR/PR Ryan Switzer, scelto al quarto round nel 2017.

I Raiders ammettono l’errore commesso al Draft e aggiungono competizione nel ruolo di ritornatore.

Switzer lo scorso anno ha riportato in TD un punt per 83 yard mentre il PR dei Raiders Jalen Richard ha faticato anche nel controllo della palla.

UNDRAFTED

Alla fine del Draft le squadre si buttano sui migliori prospetti che non sono stati scelti nei sette round. Bisogna prendere con le pinze le notizie che escono nelle prime ore dopo il Draft perché alcuni undrafted si promettono ad una squadra ma poi cambiano idea ed altri indicano di aver firmato ma in realtà sono stati solo invitati per un provino.

Alcuni dei nomi che sono spuntati fuori in queste ore collegati ai Raiders sono:

Marcus Baugh, TE, Ohio State (tweet)

Saeed Blacknall, WR, Penn State (tweet 1 / tweet 2)

Jason Cabinda, LB, Penn State (tweet 1 / tweet 2)

Brandon Hodges, OL, Pitt (tweet)

Jamarcus King, CB, South Carolina (tweet)

Kishawn McClain, S, North Texas (tweet)

Alex Officer, G, Pitt (tweet)

Eddy Piñeiro, K, Florida (tweet)

 

Nick Sharga, FB, Temple (tweet 1 / tweet 2)

Nick Washington, DB, Florida (tweet)

Interessante la scelta di Piñeiro, sotto diversi punti di vista. I Raiders avevano anticipato che avrebbero messo in squadra un altro kicker per competere con Giorgio Tavecchio, ma ci si aspettava che anche questo kicker sarebbe stato mancino per non mettere in difficoltà l’holder. L’ex Gators Piñeiro calcia con il destro e per di più è già abituato a lavorare con il probabile holder, il punter Johnny Townsend scelto al quinto round.

Nel 2017 Piñeiro ha chiuso la stagione con la miglior percentuale di trasformazione della NCAA, 94.4% (17 su 18). E’ stato perfetto (2 su 2) nei field goal da 50 o più yard ed ha convertito 4 field goal su 5 nel range 40-49 yard.

2 thoughts on “Draft 2018 – Day 3 picks: Nelson, Hurst, Townsend, Victor, Ateman. Dai Cowboys arriva via trade Ryan Switzer, ceduto Jihad Ward.

  1. Pingback: Draft 2018 – Analisi della AFC West | Raiders Italia

  2. Pingback: I Raiders mandano Ryan Switzer a Pittsburgh, Griff Whalen in IR e tagliano Breno Giacomini | Raiders Italia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...