Free Agency 2018 – I Raiders rinforzano la difesa con il LB Kyle Wilber e il DE Tank Carradine

Stare al passo con le acquisizioni dei Raiders ultimamente è difficile; Reggie McKenzie e Jon Gruden stanno facendo shopping sfrenato nel mercato dei free agent. Sabato 17 marzo sono state ufficializzate le acquisizioni del LB Kyle Wilber e del DE Tank Carradine. I due contribuiranno a creare competizione in difesa e Wilber sarà certamente coinvolto tantissimo negli Special Teams.

Free_Agency_2018_Kyle_Wilber-Tank_Carradine

Free Agency 2018 – I nuovi Raiders Kyle Wilber e Tank Carradine (Elaborazione grafica: RaidersITALIA)

I Silver & Black hanno tanti buchi da coprire e non tantissimo spazio sotto il tetto salariale; non si sono quindi potuti permettere di partecipare alle aste per i più rinomati free agent, ma questo non è necessariamente un male. Quante volte i “re del mercato” arrivano a vincere il campionato? Quante volte il “grande nome” ha deluso nella nuova piazza? A volte servono anche dei gregari come sembra essere Wilber o delle ex promesse da cercare di recuperare, come nel caso di Carradine.

KYLE WILBER

Oakland Raiders

Il LB Kyle Wilber firma il contratto con i Raiders il 17 marzo 2018. (Foto: Raiders.com)

Il LB Kyle Wilber, 29 anni ad aprile, è stato scelto dai Dallas Cowboys nel 4° round (113° assoluto) del Draft 2012 da Wake Forest.

Nelle sei stagioni in Texas Wilber ha giocato 89 partite, 16 partendo titolare o come DE o come Strongside LB. Le sue statistiche sono abbastanza asciutte: 119 tackle di cui 81 da solo, 3.5 sack, 2 passaggi difesi, 3 fumble forzati e 5 fumble recuperati.

Wilber a Dallas è stato prevalentemente impiegato negli Special Teams e in nero-argento ritroverà il suo vecchio coordinatore Rich Bisaccia, unitosi allo staff di Gruden, e l’altro ex Cowboys Keith Smith, messo sotto contratto giovedì.

Andando a fare una analisi del suo utilizzo nella squadra di Dallas si può immaginare che i Raiders vedano Wilber come uno special teamer che occasionalmente possa dare una mano anche in difesa.

Kyle_Wilber_snap_counts

La tabella riportata sopra, realizzata sfruttando i dati forniti dal sito Pro Football Reference, mostra anno per anno il numero di snap giocati da Wilber in difesa (snap DEF) e negli Special Teams (snap ST) e la parcentuale di utilizzo rispetto agli snap totali giocati durante tutta la regular season dal reparto difensivo e dagli Special Teams dei Cowboys. Per chiarire con un esempio, lo scorso anno il giocatore è stato impiegato in appena 39 azioni con la difesa, e cioè è stato schierato solo nel 3.73% delle azioni in cui la difesa di Dallas era in campo. In compenso Wilber ha partecipato a ben 351 azioni con gli Special Teams, e cioè l’83.18% delle volte che gli Special Teams sono stati chiamati in causa lui era in campo.

I dettagli del contratto di Wilber non sono ancora stati diffusi, ma pare si tratti di un biennale.


UPDATE 21 MARZO

Adam Caplan ha confermato che il contratto firmato da Wilber è un buennale dal valore massimo di 2.75 milioni di dollari. E’ previsto un salario base di 790 mila dollari e un roster bonus di 110 mila dollari per il 2018. Il roster bonus nel 2019 sarà di 500 mila dollari quindi, se la matematica non ci inganna, lo stipendio base per il 2019 sarà di 1.35 milioni di dollari.


TANK CARRADINE

Oakland Raiders

Il DE Tank Carradine firma il contratto con i Raiders il 17 marzo 2018. (Foto: Raiders.com)

Il DE Cornellius “Tank” Carradine, 28 anni compiuti a febbraio, è stato scelto dai 49ers nel 2° round (40° assoluto) del Draft 2013 da Florida State, dove si era trasferito dopo un periodo al Butler Community College in Kansas. A San Francisco ha giocato 44 partite in cinque anni, 8 delle quali partendo titolare. Ha fatto registrare in totale 76 tackle (54 da solo), 5.5 sack e 1 fumble forzato.

La sua biografia sul sito dei 49ers (qui il PDF) indica che Carradine è cresciuto in una famiglia povera in un quartiere malfamato di Cincinnati e grazie al football ha trovato il modo di uscire da un ambiente pericoloso. Il soprannome Tank gli è stato affibbiato dalla mamma quando era piccolo, perché si portava sempre dietro un carro armato giocattolo.

Carradine, un buon pass rusher ai tempi dell’università, nel 2013 ha iniziato la stagione nella Reserve/Non-Football Injury list per via di un infortunio (rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio destro) subito a Florida State e quindi precedente alla sua entrata tra i professionisti. Attivato come da regolamento dopo l’ottava partita della stagione, il DE è stato tenuto inattivo per cinque settimane ed alla fine i 49ers hanno preferito prendersi il sicuro e metterlo nella Reserve/Injured list per permettergli di recuperare completamente dall’infortunio.

Perdere un’intera stagione significa rimanere indietro rispetto ai compagni e Carradine lo ha imparato sulla sua pelle nel 2014 quando, pur ripresosi completamente dal punto di vista fisico, è rimasto inattivo in sette delle prime otto partite.

“He was never healthy last year and now he’s getting a chance to learn and show what he can do mentally. He’s got a ways to go there yet. Like I’ve said, sitting in those meetings doesn’t mean you’ve learned it, and he’s living proof of that. So he’s got to do better from an assignment standpoint for us to feel comfortable to play him. Right now he’s missing too many things mentally.” [Vic Fangio, defensive coordinator dei 49ers nel 2014]

Carradine ha concluso la stagione 2014 giocando 9 partite e mettendo a segno 17 tackle e 3 sack.

Nel 2015 Carradine ha preso parte a 14 incontri partendo titolare in una occasione, ed ha registrato 22 tackle, 1 sack ed 1 fumble forzato. L’anno successivo, convertito in outside LB, ha giocato 13 partite mettendo a segno 18 tackle e nessun sack.

Nel 2017 Carradine, ritornato nel ruolo di DE, ha iniziato bene la stagione partendo titolare in due delle prime tre partite e mettendo a segno un sack. Un problema alla caviglia (high ankle sprainha costretto i 49ers a metterlo momentaneamente nella Reserve/Injured list, dove è rimasto per otto settimane. Riattivato dalla lista infortunati, Carradine ha ripreso il posto da titolare giocando cinque delle ultime sei partite mettendo però a segno solamente mezzo sack.

Nella tabella sottostante trovate anche per Carradine il numero di snap giocato e la sua percentuale di utilizzo.

Tank_Carradine_snap_counts

A questo punto della sua carriera l’ex promessa non sembra destinata ad esplodere ed il suo contributo ad Oakland sarà probabilmente minimo, anche perché dal suo storico non risulta sia stato preso per essere utilizzato negli Special Teams.

ALTRE NOTIZIE

Con l’arrivo del nuovo defensive coordinator Paul Guenther ci si aspetta il passaggio dei Raiders ad una più convenzionale difesa base 4-3, con quattro uomini di linea e tre LB.

Jon Gruden aveva già anticipato alla stampa che vede il LB Bruce Irvin più idoneo a giocare da pass rusher che schierato in copertura su TE e RB. D’altronde lo scorso anno abbiamo potuto apprezzare il netto miglioramento delle prestazioni di Irvin quando le redini della difesa sono passate in mano a John Pagano e il LB è stato messo in condizioni di fare quello che sa fare meglio. Degli 8 sack messi a segno dal numero 51, 5.5 sono arrivati nelle ultime sei partite.

Secondo indiscrezioni, nel 2018 Irvin sarà convertito in DE ed il suo compito sarà difendere contro le corse ed abbattere quanto più spesso possibile il QB avversario. Il giocatore sembra aver accolto con gioia la notizia, pubblicando due tweet in cui non ha nascosto quanto odiasse le azioni in cui gli veniva chiesto di giocare in copertura.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...