2017 week 2 – Jets at Raiders preview

I Raiders (1-0) hanno iniziato la stagione con una vittoria in trasferta contro i Titans grazie anche al preziosissimo contributo del nostro Giorgio Tavecchio ed ora si preparano ad ospitare al Coliseum di Oakland i New York Jets (0-1), reduci da una brutta sconfitta contro i Buffalo Bills. Visto il calendario impegnativo, i Silver & Black dovranno fare il possibile per sfruttare il fattore casa e portarsi sul 2-0.

season_matchups_2017_w02_Jets-Raiders

I Jets hanno una temibile linea difensiva che metterà alla prova l’OL nero-argento; Leonard Williams, Muhammad Wilkerson e il recente acquisto Kony Ealy sono stati fra i migliori in campo contro i Bills. L’OC dei Raiders Todd Downing dovrà fare il possibile per mettere in difficoltà e confondere i difensori avversari. Andiamo a dare uno sguardo alle notizie della settimana e alle curiosità sulla prossima sfida.

AFC WEST

I Raiders hanno vinto, ma anche le due principali rivali per il titolo divisionale hanno conquistato la W all’esordio. I Chiefs hanno battuto i campioni in carica Patriots con un sonoro 42-27 al Gillette Stadium ed i Broncos hanno resistito al tentativo di comeback dei Chargers vincendo 24-21 allo Sports Authority Field at Mile High.

2017_w02_preview_AFC_West_standing

INFORTUNI

Il CB Sean Smith, reduce da una buona prova contro i Titans, ha saltato l’allenamento di giovedì e per tutta la settimana è stato limitato da problemi al collo; i Raiders lo hanno indicato come questionable e valuteranno all’ultimo la sua condizione prima di decidere se lasciarlo scendere in campo o meno. Questionable anche il FB Olawale e il DB McGill, ma i due giocatori sono in recupero e si sono allenati senza limitazioni sia giovedì che venerdì.

Gareon Conley si è finalmente potuto allenare senza limitazioni ed è certo il suo esordio in NFL; l’head coach Jack Del Rio lo ha confermato.

2017_week02_injury_report_Raiders

La lista infortunati dei Jets è lunga un chilometro, e ben sei giocatori sono stati dichiarati out.

2017_week02_injury_report_Jets

TRANSAZIONI

I Raiders avevano tagliato Max Valles dalla practice squad per fare spazio a Giorgio Tavecchio alla vigilia dell’esordio stagionale. Quando Tavecchio è stato promosso nel 53-men roster al posto di Sebastian Janikowski si è liberato nuovamente un posto nella practice squad ed i Silver & Black hanno richiamato Valles.

La notizia della settimana è però l’estensione del contratto del LT Donald Penn. Il Pro Bowler, all’ultimo anno di contratto, aveva saltato tutto il Training Camp nella speranza di forzare la mano a Reggie McKenzie ed ottenere un nuovo accordo che gli garantisse più soldi. Il GM aveva tenuto duro ed aveva detto più volte che avrebbe iniziato a trattare con Penn solamente dopo che il tackle fosse tornato in squadra. Penn si è presentato in splendida forma nonostante non si sia allenato con il gruppo, e McKenzie è stato di parola. In breve tempo si è trovato l’accordo che legherà Penn ai nero-argento fino al 2019.

2017-09-15_Donald_Penn_Raiders_contract

Il LT dei Raiders Donald Penn mette la sua firma sul contratto che lo legherà ai Raiders fino al 2019. (Foto: Raiders.com)

I Raiders hanno ufficializzato l’estensione del contratto venerdì. Penn ha detto che, pur non avendo ricevuto garanzie dalla squadra, è tornato in gruppo per i compagni ma anche perché non voleva perdere l’occasione di puntare al Super Bowl con una squadra che ha aiutato a far risorgere. Il suo gesto è stato premiato da McKenzie con un ricco nuovo contratto che permette al LT di realizzare il suo sogno: ritirarsi come Raider.

STATISTICHE

I Jets si sono affidati al journeyman Josh McCown ed il QB, che tra l’altro è un ex dei Raiders, non si è comportato poi così male nella prima uscita. McCown ha fatto il suo compitino per quasi tutta la partita, evitando di forzare e prendendo quanto concesso dalla difesa, ma quando i Bills hanno deciso di mettere pressione su di lui sono arrivati i disastri. Per PFF McCown è stato messo sotto pressione in soli 10 dei suoi 40 dropback, ma questo è stato sufficiente per forzare 2 intercetti. Sarà importante che il front 7 dei Raiders faccia una buona partita ed impedisca al QB dei Jets di lanciare comodamente protetto dalla sua linea.

Se possiamo essere sicuri che Khalil Mack e Bruce Irvin faranno la loro parte, è positivo vedere che il rookie DT Eddie Vanderdoes ha iniziato bene la sua carriera da professionista. Il suo contributo, così come quello dei suoi compagni all’interno della linea difensiva, sarà determinante.

Jermaine Kearse, il WR arrivato dai Seahawks, si è già dimostrato il miglior bersaglio di McCown, che lo ha cercato 9 volte completando 7 passaggi per 59 yard.

Anche per via dello svantaggio i Jets non sono stati in grado di mettere in campo un running game degno di questo nome; sia Bilal Powell (7 corse per 22 yard –  3.1 di media a portata) che Matt Forte (6 corse per 16 yard –  2.7 di media) hanno faticato a trovare il ritmo.

In difesa il rookie Jamal Adams ha giocato ben 75 snap (il 97% degli snap difensivi totali della squadra) ma solamente 19 nel ruolo di safety.

Il DC Kacy Rodgers ha schierato Adams a tutto campo: il 59% degli snap lo hanno visto impegnato come LB, il 25% come S, il 12% come slot CB e infine il 4% come edge defender. Adams ha sofferto contro i linemen avversari nella difesa contro le corse ed ha fatto meglio nel gioco aereo. Nei 29 snap in cui è stato impegnato in copertura il rookie è stato preso di mira 3 volte ed ha concesso 2 ricezioni per 39 yard ed ha difeso 1 passaggio (dati PFF).

Buona anche la partita del giovane CB Juston Burris che, sempre per PFF, ha giocato 21 snap in copertura. Il ricevitore da lui marcato è stato cercato una sola volta e Burris non ha concesso ricezioni; il CB ha anche messo a segno un intercetto.

Abbiamo detto che la linea difensiva dei Jets è temibile, ma i Raiders hanno un’ottima offensive line. Gabe Jackson contro i Titans ha giocato una delle partite meno brillanti della sua carriera, ma in ogni caso i tre giocatori all’interno della linea non hanno concesso agli avversari di mettere pressione su Derek Carr.

Come si sono comportati i tackle? I due sack su Carr sono avvenuti quando in campo come RT c’era Vadal Alexander, ma in compenso il solito PFF ha calcolato che il nuovo RT Marshall Newhouse non se l’è cavata male durante la prima uscita. Su 30 snap in pass protection Newhouse non ha concesso nulla alla difesa.

Dove può migliorare la linea offensiva? Complice anche l’opaca prestazione di Gabe Jackson i Raiders non hanno corso con successo sulla destra.

Una analisi della partita tra Jets e Bills ha permesso di evidenziare un dato: contro Buffalo la difesa dei Jets non ha coperto bene i RB/FB. Todd Downing dovrà essere bravo a sfruttare i suoi RB anche nel passing game, e il possibile rientro di Jamize Olawale potrebbe creare matchup interessanti. I Silver & Black potranno sfruttare anche le doti del TE Jared Cook, che ha già dimostrato un buon affiatamento con Carr.

I tifosi dei Raiders sono ancora preoccupati per la tenuta del reparto LB. Vediamo cosa è emerso dalla partita contro i Titans.

Non certo una prestazione esaltante, soprattutto quella di Tyrell Adams. Non bisogna esaltarsi troppo per la buona prestazione di Marquel Lee, dato che il rookie pur partendo titolare ha giocato solamente 21 snap difensivi.

Vediamo qualche confronto statistico tra le due squadre. I dati andranno presi cum grano salis visto che sono frutto di una sola partita giocata.

2017_w02_preview_stats_Jets-Raiders_1

Ecco un’altra infografica sulle statistiche principali.

2017_w02_preview_stats_Jets-Raiders_2

Vediamo come sono distribuiti i punti realizzati dalle due squadre quarto per quarto.

2017_w02_preview_punti_per quarto_Jets-Raiders

Punti segnati in ogni quarto dai Jets, dai Raiders e dai rispettivi avversari nella prima settimana di regular season. (Analisi e tabella di Raiders Italia)

Per concludere ecco, su gentile omaggio di New York, un grafico di confronto dei numeri ottenuti da Raiders e Jets finora nelle principali categorie ed un confronto del ranking di attacco e difesa delle due squadre in varie categorie.

2017_w02_preview_stats_Jets-Raiders_3

Vediamo i leader offensivi delle due squadre:

2017_w02_preview_Jets-Raiders_payers_1

2017_w02_preview_Jets-Raiders_payers_3

Bene Derek Carr, senza forzare, all’esordio e bene Marshawn Lynch al suo ritorno in campo dopo un anno di inattività. Beast Mode ha ancora la capacità di travolgere i poveri difensori che si illudono di poter fermare il RB uno contro uno.

I Jets dovranno ritrovare il running game dopo la falsa partenza di week 1.

Nei tweet di PFF che riportiamo qua sotto c’è l’analisi delle prestazioni di Derek Carr e Josh McCown in week 1.

2017_w02_preview_Jets-Raiders_payers_2

2017_w02_preview_Jets-Raiders_payers_4

Derek Carr continua a cercare con costanza i suoi migliori ricevitori, Cooper e Crabtree. E’ però evidente che il QB dei Raiders ha trovato una discreta affinità anche con il nuovo TE Jared Cook, subito coinvolto negli schemi offensivi.

Come abbiamo detto Jermaine Kearse è stato il bersaglio preferito di Josh McCown. Dietro di lui due TE, l’ex Giants Will Tye (93 ricezioni per 893 yard e 4 TD in tre anni di carriera) e Eric Tomlinson (2 ricezioni per 25 yard e 0 TD in sei partite giocate). Tomlinson è stato dichiarato out, come abbiamo visto. Riuscirà la difesa nero-argento ad evitare che il semisconosciuto Tye prenda le sembianze di un Hall of Famer?

In questa immagine trovate i leader offensivi NFL dopo la prima partita e la posizione dei migliori Raiders.

Le statistiche complete per le squadre e per i giocatori le trovate qui: Jets – Raiders.

INCROCI (GLI EX)

Il WR coach dei Raiders Rob Moore ha iniziato la sua carriera da giocatore con i Jets, che lo avevano scelto nel primo round del Supplemental Draft del 1990. A New York Moore ha giocato cinque stagioni (1990-1994) prima di passare ai Cardinals.

Il RB coach nero-argento Bernie Parmalee ha giocato come RB per due stagioni (1999-2000) con i Jets dopo sette anni passati con i Dolphins.

Lo Special Teams Coordinator dei Raiders Brad Seely ha allenato gli special team dei Jets nel 1994.

L’Offensive Coordinator dei Jets John Morton ha vissuto una esperienza da giocatore e da coach con i Raiders. Arrivato in nero-argento come undrafted rookie nel 1993 ha passato parte del 1993 e 1994 come WR nella practice squad. Morton ha partecipato al Training Camp dei Raiders anche nel 1996. Dopo aver chiuso la carriera da giocatore ha fatto parte dello staff dei Raiders ricoprendo diversi ruoli dal 1997 al 2004. Ha iniziato nel personnel department nero-argento, ha ricoperto il ruolo di offensive assistant, ha allenato per due anni i WR (1998-1999) ed è poi diventato offensive quality control coach nel 2000. E’ tornato ad allenare i WR nel 2001 e nel 2002 è diventato senior offensive assistant/wide receivers coach. Morton è stato poi nominato TE coach nel 2004.

Il QB Josh McCown ha vestito il nero-argento nel 2007, prendendo parte a 9 partite (tutte da titolare). Per lui un modesto 111/190 (58.4% di completi) per 1151 yard, 10 TD e 11 INT.

L’assistant DL coach dei Jets La’Roi Glover ha esordito in NFL in Silver & Black. Scelto nel quinto round del Draft 1996 (166° assoluto) dai Raiders, Glover ha giocato ad Oakland solamente due partite. Dopo una breve esperienza con i Barcelona Dragons, Glover è tornato nella NFL diventando una colonna dei Saints e successivamente dei Cowboys prima di concludere la carriera con tre anni a St. Louis con i Rams.

ALL-TIME RECORD E UN PO’ DI STORIA

La serie in regular season tra Raiders e Jets vede i Silver & Black in vantaggio 22-17-2. In postseason le squadre hanno vinto due partite ciascuna.

La prima sfida in assoluto tra i Raiders e gli allora New York Titans è una partita di preseason giocata il 13 agosto 1960 allo Hughes Stadium di Sacramento, vinta dai Raiders 23-17. La prima sfida ufficiale risale invece al 28 ottobre 1960 a New York, ed i Raiders hanno vinto 28-27. Era il primo anno di vita per entrambe le squadre nella nascente American Football League. L’ultima partita si è giocata invece ad Oakland il 1° novembre 2015 ed i Silver & Black hanno vinto 34-20.

Ecco qualche curiosità e le migliori prestazioni individuali dei Raiders contro i Jets (fonte Raiders).

2017_w02_preview_superlatives_vs_Jets

AFC SPECIAL TEAMS PLAYER OF THE WEEK

Giorgio Tavecchio ha dovuto attendere 6 anni prima di riuscire a giocare la sua prima partita ufficiale in NFL, ma il suo esordio è stato di quelli da ricordare. Perfetto sia nei field goal (4/4 con due calci da 52 yard) che negli extra point (2/2), il K italiano ha ricevuto la palla della partita negli spogliatoi dalle mani dell’head coach Jack Del Rio ed è stato anche nominato dalla NFL come miglior giocatore degli special team dell’intera AFC.

Premi_2017_w01_AFC_ST_POTW_Giorgio_Tavecchio

Giorgio Tavecchio, AFC Special Teams Player of the Week, week 1. (Elaborazione grafica: Raiders Italia)

Tavecchio è il primo giocatore a calciare due field goal da 50+ yard nella sua partita d’esordio ed è il secondo giocatore dei Raiders a calciare due field goal da oltre 50 yard nella stessa partita (l’altro, ovviamente, è Janikowski).

Era dal 2001 che nella casella dei field goal non compariva un nome diverso da Janikowski. L’ultimo a calciare un field goal prima di Tavecchio era stato Brad Daluiso.

Tavecchio il 13 settembre si è presentato davanti ai reporter e con il suo solito contagioso sorriso ha raccontato di essere stato molto vicino ad arrendersi e cercare un altro lavoro, ma non voleva avere rimpianti ed ha deciso di provarci ancora.

“Some people would think it would get easier to get cut, but it actually got harder. Because the further along you go, the more you grow, the more you believe in yourself, the more you love being around your teammates, your coaches. And I consider myself very fortunate to have been called back three years in a row here, whether it was because I’m good looking or I was left-footed, I don’t know. I hope it’s for the former.” [Giorgio Tavecchio]

Nei circa 8 minuti di intervista (qui il video) Giorgio ha avuto modo di mostrare la sua simpatia: “Qualcuno penserà che col tempo sia più facile accettare di essere stato tagliato, ma in realtà è più difficile. Perché più vai avanti, più cresci, più credi in te stesso, più ti affezioni ai compagni e agli allenatori. E mi considero molto fortunato ad essere stato richiamato qui per tre anni di fila, che sia perché sono di bell’aspetto oppure perché sono mancino, non lo so. Spero che sia per il primo motivo” ha detto Tavecchio, strappando una risata ai giornalisti presenti.

Ovviamente l’essere un kicker mancino gli ha dato una marcia in più, ma i Raiders prima di lui avevano chiamato altri kicker mancini per fare da “camp leg” e dare riposo a Janikowski, e nessuno era durato a lungo. Onore a Tavecchio, al suo impegno ed alla sua grande forza di volontà.

HALL OF FAME 2018

La Hall of Fame ha reso noti i nomi dei 108 giocatori e coach dell’era moderna che verranno presi in considerazione per l’elezione della classe 2018 insieme ai candidati “senior” Robert Brazile e Jerry Kramer e al “Contributor” Bobby Beathard.

Mentre Brazile, Kramer e Beathard accederanno direttamente alla finale, i 108 candidati dell’era moderna verranno scremati in due passaggi. A novembre ci sarà la scelta di 25 semifinalisti e a gennaio verranno selezionati i 15 finalisti.

Tra i candidati troviamo diversi ex Raiders: il primo QB della storia della squadra nonché head coach vincitore di due Super Bowl Tom Flores, la G Steve Wisniewski, il DT Greg Townsend, i CB Eric Allen e Albert Lewis, il QB Rich Gannon, il WR Randy Moss, i DT Richard Seymour e La’Roi Glover e il RB Roger Craig.

Vista la lista dei candidati e pensando ad alcuni nomi degli esclusi (Cliff Branch, Lester Hayes, Jack Tatum giusto per citare qualche ex dei Raiders degno di essere preso in considerazione) viene naturale farsi una domanda: siamo sicuri che il metodo di selezione sia ragionevole? Francamente sembra che ci sia qualche stortura che dovrebbe essere corretta quanto prima.

E’ stato reso noto che Tom Flores si è fatto male dopo la partita di preseason contro i Cowboys. Il commentatore radiofonico ed ex QB e coach dei Raiders, ormai ottantenne, pare sia caduto inciampando in un tappeto mentre lasciava lo stadio dei Cowboys e si è fratturato una vertebra, si è rotto il naso ed ha avuto necessità di 13 punti sopra l’occhio sinistro. Al momento Flores è costretto ad indossare il collare ma sembra intenzionato a tornare al fianco di Greg Papa in occasione della partita contro i Jets.

LETTURE CONSIGLIATE

Per voi alcuni articoli interessanti di The Athletic ed un pezzo della AP sulla nuova attività dell’ex FB dei Silver & Black Frank Hawkins:

Poiché la lettura dell’articolo di Tafur potrebbe essere problematica visto che il sito offre per lo più contenuti a pagamento, riporto le parti principali.

McKenzie ha detto che, dopo aver costruito una OL molto fisica, il suo obiettivo quest’anno era aggiungere giovani “aggressivi” e fisici anche in difesa. Certamente, da quanto visto in questo inizio di stagione, la scelta del DT Eddie Vanderdoes sembra sia stata azzeccata.

“I giovani linebacker corrono e colpiscono”, ha detto il GM. “E più giocano più possono crescere e migliorare. Siamo una squadra fisica. Marquel (Lee), Eddie (Vanderdoes), Mario (Edwards). Mi sembra che Karl (Joseph) abbia placcato molto bene e domenica siamo stati in grado di contenere un running game molto forte”.

Tafur ha chiesto conto a McKenzie dell’immobilità in Free Agency per quanto riguarda il ruolo di LB e il GM, con un sorriso, ha risposto: “Non ho mai ritenuto che fosse una situazione di necessità così grave come la dipingeva qualcuno di voi. Il problema è la mancanza di esperienza“. “Tyrell Adams, Marquel, (Nicholas) Morrow e anche Cory (James) — che ha recuperato molto velocemente da un intervento al ginocchio — hanno tutti talento. Semplicemente ancora non sappiamo quanto possono diventare forti. Guarderanno i filmati e in week 2 saranno ancora migliori, perché sono svegli e lavorano sodo” ha aggiunto McKenzie.

McKenzie è felice che dal suo arrivo la percezione della squadra dall’esterno sia cambiata. Ora che ci sono Derek Carr, Khalil Mack, Amari Cooper e compagnia cantante i free agent chiedono ai propri agenti di verificare se ci sono possibilità per loro ad Oakland. I Raiders sono tornati ad essere una squadra dove non si va solo a fare gli ultimi soldi prima del tramonto, ma una squadra dove si va per puntare a vincere.

Il GM è molto contento di aver portato in nero-argento Marshawn Lynch (considerato un grande leader) e Jared Cook.

Tafur ha chiesto update su Aldon Smith, e McKenzie non si è tirato indietro: “Io e Mark Davis parliamo ancora di lui. Vogliamo essere certi che se la stia cavando bene, che stia rimettendo in ordine la sua vita. Che Aldon torni in squadra o meno non importa al momento. Vogliamo che lui riesca ad essere il miglior Aldon Smith possibile”. Al momento la lega non si esprime sul destino del pass rusher, ma McKenzie non fa mancare il suo supporto: “Son certo che dentro di sé lui vuole ancora giocare a football. E noi staremo al suo fianco finché non rimetterà in ordine la sua vita… oppure finché manderà tutto all’aria. Se mi dirà che non ha intenzione di provarci allora ci arrenderemo, ma finché lui continuerà a sforzarsi di rimettersi in riga noi lo terremo nel roster”.

Annunci

6 thoughts on “2017 week 2 – Jets at Raiders preview

  1. Pingback: 2017 week 2 – Jets 20 – Raiders 45 | Raiders Italia

  2. Pingback: 2017 week 3 – Raiders at Redskins preview | Raiders Italia

  3. Pingback: I Raiders danno l’addio a Sebastian Janikowski dopo 18 stagioni | Raiders Italia

  4. Pingback: I Raiders hanno tagliato Aldon Smith | Raiders Italia

  5. Pingback: 2018 week 5 – Raiders at Chargers preview | Raiders Italia

  6. Pingback: 2018 week 12 – Raiders at Ravens preview | Raiders Italia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...