Analisi Depth Chart 2017

CI SIAMO!!!
Ormai manca poco all’inizio di una nuova e speriamo esaltante stagione di football per i nostri amati Raiders. La stagione regolare inizierà fra un mese ma già da domenica, alle 04:00 del mattino, potremo iniziare ad assaporare un po’ di football giocato con la prima delle quattro amichevoli di preseason. Si vola in Arizona per affrontare i Cardinals.

2017-08-08_Training_Camp_helmet

Un casco dei Raiders sul campo di allenamento di Napa. (Foto: Raiders.com)

In vista di questo debutto, lunedì scorso è stata rilasciata la prima Depth Chart; anche se non è quella definitiva ci può dare delle indicazioni su quello che sta succedendo a Napa nel Training Camp e su quelle che potranno essere le gerarchie future. 

Andiamo allora ad analizzare gli aspetti più interessanti di questa lista che potete consultare qui di seguito:

2017-08-07_Raiders_unofficial_depth_chart

Depth Chart Agosto 2017 (Fonte: Raiders.com)

Partiamo dal reparto QB; lo scorso anno dopo l’infortunio di Derek Carr ci siamo resi conto di quanto può essere fondamentale avere un backup affidabile che possa sin da subito prendere per mano la squadra dandole la giusta serenità in caso di necessità. Quest’anno è arrivato da Buffalo il QB E.J. Manuel che va a sostituire Matt McGloin passato agli Eagles. La carriera di Manuel ha visto alti e bassi durante i suoi quattro anni passati a Buffalo ma comunque ha quella giusta esperienza per un backup avendo collezionato 29 partite, di cui 17 da starter, con 3.502 yards lanciate per un totale di 19 TD e, purtroppo, 15 intercetti. L’altro QB a disposizione, Connor Cook, non sembra ancora pronto a tale ruolo e risulta terzo nelle gerarchie di reparto.

2017-05-23_OTAs_EJ_Manuel

Il QB degli Oakland Raiders E.J. Manuel (3) fotografato durante le Organized Team Activities del 23 maggio 2017. (Foto: Kirby Lee)

Per quanto riguarda il reparto ricevitori non ci sono grosse novità rispetto allo scorso anno a parte il neo acquisto Cordarrelle Patterson che sta cercando di dimostrare allo staff che può dire la sua anche come WR e non solo come Kick Returner. Staremo a vedere!!!

Stesso discorso vale per i TE dove titolare resta Lee Smith, ottimo bloccatore, con il neo arrivato Jared Cook preferito a Clive Walford.

Nel reparto Running Back sembra scontata la presenza di Marshawn Lynch dietro Carr. Subito dopo c’è Jalen Richard che dopo l’ottima annata 2016 ha scalzato DeAndre Washington. Da scoprire il nuovo rookie Elijah Hood, di cui si parla bene e potrebbe diventare la nuova sorpresa 2017.

Concludiamo il reparto offensivo con la Offensive Line, delizia della scorsa stagione ma che potrebbe portare dei nuovi grattacapi al nostro GM Reggie McKenzie. Purtroppo il LT Donald Penn non si è presentato a Napa per il Training Camp perché, vista l’ottima stagione disputata lo scorso anno (solo un sack concesso anche se è costato l’infortunio di Carr) chiede un adeguamento del suo contratto in linea con quello percepito dai top ten della Lega nel suo ruolo. La sua richiesta ci può stare visti i suoi 34 anni e il fatto che questo potrebbe essere il suo ultimo contratto prima della pensione. Il GM McKenzie ha detto che è disponibile a rinegoziare il contratto solo dopo il suo arrivo a Napa mentre Donald ha dichiarato che si presenterà in ritiro solo dopo aver raggiunto l’accordo. Brutta gatta da pelare!!! Speriamo che i protagonisti di questa storia scendano dai loro comodi seggioloni “0-12” e magari si incontrino a metà strada sotto il Golden Gate Bridge di San Francisco perché sarebbe un peccato lasciare scoperto il lato cieco di Derek Carr.
Nel frattempo Del Rio sta provando il neo arrivato RT Marshall Newhouse come LT al posto di Penn e a destra partirebbe titolare Vadal Alexander, al suo secondo anno da pro, con il rookie David Sharpe come backup. Letta così questa OL non sembra così solida come quella dello scorso anno, avendo perso pezzi importanti come Austin Howard e il già citato Penn.

Passiamo al reparto difensivo dove ci sono delle novità.

Analizzando i DL troviamo una sorpresa, il rookie DT Eddie Vanderdoes sta sorprendendo tutti e sembra già pronto ad un ruolo da protagonista ed insieme a Justin Ellis, Mario Edwards Jr. e a Khalil Mack dovrebbero comporre la linea di difesa.

2017-05-05_rookie_minicamp_Eddie_Vanderdoes

Il DT degli Oakland Raiders Eddie Vanderdoes (94) fotografato durante il rookie mini-camp del 5 maggio 2017. (Foto: Kirby Lee)

Passando al reparto LB incominciano a sorgere alcuni dubbi. Anche lo scorso anno la copertura sul TE è stata catastrofica fino a quando non è arrivato Perry Riley Jr. e qualcosa è cambiato con discreti risultati ma stranamente Riley non è stato riconfermato ed ora ci troviamo con un rookie come titolare nel ruolo di ILB. Marquel Lee sta affrontando il Training Camp con molto impegno ma l’impressione è che sia ancora acerbo per ricoprire un ruolo di vitale importanza per la difesa. Il coaching staff forse vuole vederlo all’opera durante la preseason per poi valutare se sia il caso di affidarsi a qualcuno più esperto. A parte l’ex Riley ancora senza squadra, ci sono giocatori liberi che poterebbero dare profondità al ruolo, giocatori come Rey Maualuga, 30 anni ex Bengals, oppure Zach Orr, 25 anni ex Ravens, oppure si potrebbero aspettare i tagli ai roster di settembre per cercare l’affare last minute. Invece nella posizione di WLB la corsa come starter è fra Cory James e Jelani Jenkins con il primo più avanti nelle gerarchie. Anche qui l’impressione è che manchi qualcosa e qualche nuovo acquisto potrebbe arrivare a settembre. Unica certezza del reparto è Bruce Irvin come SLB, con un backup in crescita come Shilique Calhoun alle sue spalle.

2017-05-05_rookie_minicamp_Marquel_Lee

Il LB degli Oakland Raiders Marquel Lee (55) fotografato durante il rookie mini-camp del 5 maggio 2017. (Foto: Kirby Lee)

Concludiamo la depth chart con la secondaria. Come CB troviamo titolari gli stessi dello scorso anno ma mentre per Amerson sembra scontata la riconferma non è così per Sean Smith che sta deludendo le aspettative e ha giocato spesso nelle riserve durante questo Training Camp. Diventerebbe così titolare TJ Carrie, con un Smith che potrebbe finire sul mercato oppure addirittura cambiare ruolo e passare SS come fece un tempo Charles Woodson. Staremo a vedere. Intanto la prima scelta di quest’anno, Gareon Conley, sta avendo un po’ di problemi fisici e per il momento è dietro ad Amerson.

Come FS sembra scontata la partenza come starter di Reggie Nelson con dietro di lui Keith McGill, che però salterà i prossimi due mesi per un infortunio al piede rimediato pochi giorni fa.

A detta di molti questa sarà la stagione di Karl Joseph; la Strong Safety di Orlando è al suo secondo anno fra i Pro e sembra pronto per prendere in mano le redini della secondaria di Oakland insieme al più esperto Nelson. Dietro Karl scalpita il nuovo rookie Obi Melifonwu che può giocare, a seconda delle circostanze, sia come Safety aggiunta che come LB in copertura sui TE o sugli extra ricevitori in slot.

Come detto all’inizio questa Depth Chart è solo teorica e sarà soggetta a mutamenti con il passare delle settimane dovuti anche ai tagli di settembre!!!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...