Il contratto di Derek Carr

Il 22 giugno abbiamo dato la notizia dell’accordo tra Derek Carr e i Raiders per l’estensione di cinque anni del contratto. Il giorno successivo il QB si è presentato nella sede della squadra per firmare ufficialmente il contratto e per tenere, insieme al GM Reggie McKenzie, una conferenza stampa.

2017-06-23_Derek_Carr_Raiders_contract

Il QB dei Raiders Derek Carr mette la sua firma sul contratto che lo legherà ai Raiders fino al 2022. (Foto: Raiders.com)

In questo articolo vogliamo fare il punto della situazione, dare alcuni dettagli sul contratto del giocatore, condividere alcuni video di highlight di Carr e fare un sunto di quanto è stato detto durante la conferenza stampa. 

Come avevamo anticipato, l’estensione del contratto di Carr terrà legato il giocatore ai Silver & Black per i prossimi sei anni (fino al 2022) in quanto il QB aveva ancora un anno residuo del suo contratto da rookie. Potete scaricare qui il PDF del comunicato stampa con il quale i Raiders hanno ufficializzato l’accordo.

Nel prossimo futuro i Raiders dovranno affrontare diversi rinnovi onerosi di alcuni dei campioni attualmente nel roster ed era quindi molto importante capire come fosse stato strutturato il contratto per farsi un’idea di quale spazio di manovra avrà McKenzie per confermare i migliori giocatori della squadra.

Dan Graziano di ESPN ci ha fornito i dettagli che cercavamo:

Il contratto prevede quindi un garantito alla firma di 70.2 milioni di dollari, ma di questi “solo” 40 milioni di dollari sono completamente garantiti, gli altri sono garantiti solamente in caso di infortunio.

Lo stipendio base per il 2017 sarà di 5 milioni di dollari, con un roster bonus di 7.5 milioni di dollari da pagare il 30 giugno ed un bonus garantito alla firma di 12.5 milioni di dollari. Nel 2018 lo stipendio base salirà a 7.4 milioni e il QB riceverà in aggiunta una porzione del bonus garantito alla firma pari a 15 milioni. Dal 2018 fino alla fine del contratto Carr riceverà anche un workout bonus di 100 mila dollari all’anno. Solo dal 2019 lo stipendio base del franchise QB farà un salto al circa 20 milioni. C’è da considerare che negli anni il tetto salariale crescerà e quindi il peso degli anni successivi del contratto di Carr sarà inferiore a quanto si possa pensare leggendo i numeri oggi. Il peso sul salary cap di Carr nel 2017 è cresciuto di circa 14 milioni rispetto a quanto previsto nel contratto da rookie, arrivando a circa 15.7 milioni, mentre nel 2018 salirà a 25 milioni.

Nonostante i numeri sembrino alti, il contratto è stato strutturato in maniera tale da dare ai Raiders flessibilità per lavorare anche sui rinnovi di Gabe Jackson (in scadenza alla fine di quest’anno) e di Khalil Mack (in scadenza nel 2018). Per Amari Cooper i nero-argento potranno esercitare l’opzione sul quinto anno di contratto prevista per i giocatori scelti al primo round e spostare la necessità di rinnovo al 2019.

Nella conferenza stampa Carr ha confermato di non aver puntato al massimo profitto, ma di aver chiesto al suo agente di lavorare con i Raiders per trovare un accordo che permettesse ovviamente a lui di assicurarsi una discreta tranquillità economica per il futuro ed al contempo alla squadra di avere margine di manovra per mantenere la squadra competitiva. Non è poi da trascurare il fatto che i Silver & Black dovrebbero trasferirsi a Las Vegas a partire dalla stagione 2020 se tutto procederà come previsto per la costruzione dello stadio; poiché il Nevada non prevede tasse statali mentre la California prevede tasse fino al 13.3%, non dispiacerà a Carr di spostare una buona parte del peso del contratto a quando la squadra sarà nella Sin City.

Nel video sottostante trovate la conferenza stampa integrale di Derek Carr e Reggie McKenzie. Analizzeremo solo i punti salienti, ma potete trovare la trascrizione completa in questo PDF distribuito dalla squadra.

Carr ha esordito dicendo che il suo desiderio è essere un Raider a vita e che si trattava solamente di lavorare sui dettagli per rendere possibile il rinnovo e, allo stesso tempo, fare in modo che i Raiders potessero avere margini per mantenere intatto il nucleo della squadra.

“I just wanted to be a Raider. It’s more than just a team to me. It’s more than just that. It’s family. […] We figured out a way to do it so that we have the opportunity to sign the other guys that I think are important to this organization. That was really important to me, not to just take every single dime that we could and I hope that’s known. [Derek Carr]

Per Carr era importante sottolineare fin dall’apertura della conferenza stampa che il suo obiettivo non era arraffare quanti più soldi possibile ma di guadagnare il giusto in proporzione al trend per la sua posizione ed allo stesso garantire alla squadra di poter essere competitiva.

Carr aveva fissato come data ultima entro la quale parlare del rinnovo l’inizio del Training Camp, ma sia il QB che McKenzie hanno confermato che erano molto fiduciosi che tutto si sarebbe concluso ben prima. Le trattative, a detta dei due, sono state semplici perché Carr voleva fortemente restare in nero-argento e i Raiders non avevano alcuna intenzione di lasciarsi sfuggire il franchise QB che tanto disperatamente avevano cercato per anni.

A Carr è stato chiesto se essere diventato il giocatore più pagato della NFL abbia aumentato il livello di pressione e la necessità di dimostrare il suo valore. Da persona matura, il QB ha risposto che non sente nessuna differenza rispetto a prima. Carr sa di avere talento e la passione che ha verso questo sport lo porta a dare sempre il 100%, indipendentemente dallo stipendio. Per lui non contano le statistiche personali ma la vittoria della squadra.

“If I had to up my standards that I set for myself, I don’t think that they would have signed me. I think that I’ve set a standard for myself, for this organization, for this team. Personally, no amount of money is going to matter. It doesn’t matter. […] You could give me a dollar, you could give me $25 million, it doesn’t matter. To me, my number one goal is to make sure that I give everything that I have to this organization. There’s no pressure.” [Derek Carr]

IL MEGLIO DI DEREK CARR

Vi presentiamo alcuni bei filmati su Derek Carr.

Annunci

One thought on “Il contratto di Derek Carr

  1. Pingback: Il Training Camp 2017 si avvicina | Raiders Italia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...