Offseason Program 2017 – il mini-camp obbligatorio

Dal 13 al 15 giugno i Raiders hanno tenuto il mini-camp obbligatorio con il quale hanno concluso ufficialmente l’Offseason Program 2017. Inizia ora la pausa estiva e i giocatori si ritroveranno direttamente il 28 luglio per il Training Camp che anche quest’anno si svolgerà a Napa, California.

2017-06-15_MiniCamp_Day3_QBs_Cook-Carr-Manuel_2

Connor Cook (18), Todd Downing, Derek Carr (4) e EJ Manuel (3) durante il mini-camp 2017. (Foto: Raiders.com)

Ripercorriamo l’ultima tre giorni di allenamenti e le notizie più importanti di questa settimana, compresa la consegna a Khalil Mack del prestigioso Butkus Award

MINI-CAMP OBBLIGATORIO

Francamente è ormai quasi inutile aggiungere “obbligatorio” quando si parla del mini-camp che conclude l’Offseason Program, visto che negli ultimi anni l’adesione agli allenamenti volontari è stata quasi del 100%. Sono ormai lontani gli anni in cui le star e i veterani preferivano allenarsi a casa loro anziché unirsi ai compagni nei campi d’allenamento della squadra; è importante fare gruppo ed è importante lavorare quanto più possibile sull’affiatamento visto che gli allenamenti sono sempre meno intensi e meno numerosi durante la stagione per via degli accordi stipulati tra la NFL Player Association e la Lega.

I reporter hanno avuto accesso a tutte e tre le giornate di allenamento ed hanno raccontato di un Connor Cook in difficoltà e di un EJ Manuel pronto a giocarsi le sue chance per il ruolo di backup. Jack Del Rio ha confermato che i due QB si alterneranno con le seconde linee anche durante il Training Camp.

“[EJ Manuel is] a good, young man. He has some abilities. He’s been really good in the room. I think that room is strong right now, the quarterback room. Really healthy environment. I think he’s come in and he and Connor [Cook] are battling for the backup spot. They’ve alternated days, who’s working with the second group, who’s with the third group. They’ve alternated all throughout the offseason. We’ll continue that through training camp until we feel like someone’s earned that designation.” [Jack Del Rio]

Austin Howard non ha fatto mancare la sua presenza ma non ha ancora ricevuto l’OK dei medici per tornare ad allenarsi dopo l’operazione alla spalla. Il favorito per il posto da RT al momento è Marshall Newhouse, ma anche lui ha dovuto saltare il mini-camp, lasciando il posto con i titolari a Vadal Alexander. Anche il rookie David Sharpe è in lotta per l’unico posto aperto in una ottima linea offensiva.

Oltre a Austin Howard anche il DT Darius Latham e il DE Fadol Brown si sono allenato a parte nel performance center della squadra.

La scorsa settimana abbiamo raccontato dell’infortunio al ginocchio destro subito dal backup OL Jon Feliciano. Del Rio, che nella offseason non entra nel dettaglio riguardo agli infortuni, non ritiene che sia nulla di particolarmente serio ma ovviamente Feliciano è stato tenuto a riposo. Al suo posto è stato Oni Omoile a giocare la maggior parte degli snap come backup C.

I Raiders hanno ospitato un paio di giocatori in prova di cui, ovviamente, non hanno reso noti i nomi. Si tratta di un OL e di un DL ed entrambi hanno indossato la maglia numero 60. Al momento non ci sono state modifiche al roster.

Anche Jihad Ward ha saltato il mini-camp. Il rookie Treyvon Hester si è allenato con i titolari ed ha ricevuto lodi sia dai reporter che dal coaching staff. Denico Autry ha fatto da backup di Mario Edwards Jr.

“He’s done a good job. For all the big guys, it’s more about what we do when we get the pads on. It looks like [Hester] has a natural ability to rush inside, interior push. Look forward to seeing that with pads.” [Jack Del Rio]

Tyrell Adams e Cory James continuano ad essere gli inside linebacker titolari. Il rookie Marquel Lee, l’ex Dolphins Jelani Jenkins e Ben Heeney potranno lottare per il posto, ma per tutta l’offseason sono stati Adams e James i “titolari”.

Il rookie CB Gareon Conley ha saltato gli allenamenti del secondo e terzo giorno, seguendoli da bordo campo.

I Reporter hanno cantato le lodi del S Shalom Luani, scelto dai Raiders nel settimo round del Draft 2017. A quanto pare il rookie ha il potenziale per essere un playmaker anche se ovviamente è troppo presto per dare un giudizio accurato.

Tante belle parole sono state spese anche per il WR Cordarrelle Patterson, arrivato in Free Agency dopo quattro anni con i Vikings. Patterson è velocissimo e sta ricevendo qualunque passaggio lanciato nella sua direzione. Sarà compito dell’OC Todd Downing trovare il modo di sfruttare le qualità del WR. Ovviamente conosciamo bene le sue doti di returner, ma lo ST coordinator Seely ha detto che Patterson sta facendosi notare anche in kick coverage.

L’ultima giornata del mini-camp è stata caratterizzata da un allenamento più corto e soprattutto dal fatto che i titolari sono stati tolti dal campo presto per evitare inutili rischi di infortunio.

Dopo il primo giorno hanno parlato in conferenze stampa l’head coach Jack Del Rio (VIDEO), il QB Derek Carr (VIDEO) e i RB Jalen Richard (VIDEO) e DeAndre Washington (VIDEO). Il secondo giorno hanno parlato lo special teams coordinator Brad Seely (VIDEO) e il K Sebastian Janikowski (VIDEO) e Cordarrelle Patterson (VIDEO) e il terzo giorno hanno parlato Jack Del Rio (VIDEO), il S Karl Joseph (VIDEO) e l’edge rusher Khalil Mack (VIDEO).

Ovviamente i Raiders vogliono arrivare a vincere il Super Bowl nel 2017, ma Jack Del Rio è un uomo concreto e sa che per ottenere quello che si vuole è necessario seguire un processo di crescita, lavorare sodo ad ogni allenamento per migliorare.

“What I expect is us to put everything we have out there every time we come on the field, walk out on the field. I don’t spend a lot of time talking about other things beyond that. It’s more about the process of putting together good practices. Developing your skill. Working on things like being unselfish. I think you have to train yourself mentally to work at that. Building that mindset, we’re going to be a resilient team. We’re going to fight for 60 minutes. We’re going to scratch and claw and find a way as a team to come out with victories, and we’re going to enjoy it while we do it. We’re going to enjoy the process, coming in here every day and putting in the work.” [Jack Del Rio]

Derek Carr ha detto che in questa fase della offseason è molto importante arrivare ad essere una macchina ben oliata. Evitare errori stupidi o perdite di tempo nello schierarsi dopo aver chiamato lo schema nell’huddle (tutti devono conoscere bene il playbook) e assicurarsi di correre le tracce alla giusta profondità, e la squadra sembra aver fatto un buon lavoro al riguardo.

Jalen Richard ha dichiarato di star lavorando duramente per migliorare sotto tutti gli aspetti, soprattutto in pass protection, ed ha raccontato che Marshawn Lynch è molto attivo nel dare consigli ai giovani RB che i Silver & Black hanno nel roster.

Janikowski si avvicina inesorabilmente ai 40 anni ma non ha nessuna intenzione di smettere di giocare. Il K ha detto che il suo obiettivo è arrivare a calciare per i Raiders quando la squadra si trasferirà a Las Vegas (quindi non prima di tre anni) ed ha detto che smetterà solo quando i Raiders lo cacceranno via.

“Until they kick me out” [Sebastian Janikowski]

Il K polacco è maturato moltissimo negli ultimi anni e per prolungare la sua carriera ha iniziato a prendersi cura del suo corpo ed ha iniziato ad allenarsi in maniera differente. Brad Seely ha detto che Janikowski è molto recettivo e il kicker ha aggiunto che da quando Seely è arrivato ad Oakland lui ha iniziato a guardare con il coach i filmati dei suoi calci per migliorare alcuni aspetti.

Ecco alcuni brevi video distribuiti dai Silver & Black.

A conclusione del mini-camp, il messaggio di Del Rio ai suoi giocatori è stato chiaro: riposatevi, ricaricate le batterie, ma tenetevi in forma per essere pronti ad affrontare un duro Training Camp. E soprattutto state lontani dai guai.

“The message for our guys, I told our guys two major things; make sure that you’re taking care of your bodies so you arrive in camp ready to work. We’re going to have a tough camp and we have a tough schedule ahead of us. We have to be ready to put in the work. So don’t let all the good things we just did go away. You have to take ownership of this time in the next five weeks to do the right things. Getting ready, get your body ready. Recharge your batteries a little bit. But two, stay out of trouble. Be safe. Make good decisions. That’s what we expect of our guys all the time, but just a reminder. This time of year, more occurrences than ever happen this time of year. Just don’t take any liberties. Don’t take any chances. Don’t take anything for granted. Appreciate where we are and the opportunity that we have and remember that it’s all about the team. [Jack Del Rio]

KHALIL MACK VINCE IL BUTKUS AWARD

Khalil Mack ha ricevuto il Butkus Award come miglior LB professionista della stagione 2016 direttamente dalle mani dell’Hall of Famer Dick Butkus, il leggendario LB dei Bears.

2017-06-14_Dick_Butkus-Khalil_Mack_Raiders

L’Hall of Fame LB Dick Butkus consegna il Butkus Award all’edge rusher dei Khalil Mack. (Foto: Tony Gonzales/Raiders.com)

In questo video pubblicato dagli Oakland Raiders potete vedere il momento in cui, a sorpresa, Khalil Mack è stato chiamato a ritirare la prestigiosa statuetta.

“That was amazing, man. I had no clue. Coming in and I was walking passed him and I was like, ‘Whoa, what’s going on here today?’ Then [he was] introduced. Walked in and saw the cameras and I’m like, ‘What’s going on today? Coach got something going on today. […] And out of nowhere, they show us highlights and his highlights are crazy. Dick Butkus highlights are crazy. And I’m like, ‘What’s going on today!? We getting a presentation, like what’s going on?’ Out of nowhere he announced it and I was like, ‘What?’ got up, it was a pleasant surprise man. In college I wanted to win it, and being like I won it now, it’s a surreal thing.” [Khalil Mack]

MEDIA DAY

Il mini-camp obbligatorio è la prima occasione ufficiale in cui tutto il 90-men roster si riunisce nella struttura della squadra, anche se come abbiamo detto ormai sempre più spesso la presenza è quasi del 100% anche per gli allenamenti non obbligatori.

Tradizionalmente è durante il mini-camp che si programma il “media day”, il giorno in cui si registrano filmati da utilizzare durante l’anno sia per scopi interni alla squadra che per le trasmissioni televisive nazionali.

E’ stata l’occasione per vedere alcuni dei nuovi giocatori nero-argento indossare la divisa completa.

 

A proposito di maglie, NFL Shop ha comunicato che la maglia numero 24 di Marshawn Lynch è stata la più venduta nel mese di maggio. Al secondo posto si è piazzato Tom Brady e al terzo Dak Prescott. Nella top 25 anche Derek Carr (6°) e Khalil Mack (15°).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...