Draft 2017 – Al secondo round i Raiders scelgono il DB Obi Melifonwu

Con la scelta numero 24 del secondo round (56a assoluta), gli Oakland Raiders hanno scelto l’interessante DB di  Connecticut Obi Melifonwu. Difficile non essere d’accordo con questa scelta, che sul palco di Filadelfia è stata annunciata dalla leggenda Willie Brown.

Obi_Melifonwu_UConn

Obi Melifonwu, DB, Connecticut (Foto: Stew Milne/Associated Press)

Le prime due scelte del Draft son state usate per rinforzare la secondaria, il cui rendimento era stato ritenuto alla fine della scorsa stagione la causa principale delle brutte prestazioni difensive. I nero-argento avevano iniziato da subito la “rivoluzione” licenziando il DB coach Marcus Robinson. 

Togliamoci subito il dente e rispolveriamo una delle massime più abusate in questo periodo dell’anno: il Draft non è una scienza esatta. Diversi giocatori che gli “esperti” avevano catalogato come materiale da primo round si sono trovati a dover attendere che il loro nome fosse chiamato nella seconda giornata.

Alcuni dei nomi accostati ai Raiders nelle settimane che hanno preceduto il Draft sono usciti quasi subito: il T Cam Robinson è stato scelto dai Jaguars con la seconda scelta del round (Jacksonville ha ceduto la sua scelta al secondo round – 35 – e quella al sesto round  – 187 – per salire di una posizione e rinforzare la linea offensiva) e il talentuoso ma troppo discontinuo DT Malik McDowell è stato scelto subito dopo dai Seahawks. A McKenzie non piace dar via scelte al Draft per fare trade up e quindi in attesa che si arrivasse alla scelta numero 24 un altro possibile obiettivo dei Raiders, il LB di Ohio State Raekwon McMillan, è stato scelto dai Dolphins alla 22. Ovviamente è impossibile dire in che posizione si trovassero questi giocatori nella lista di preferenze dei Silver & Black.

Quando è arrivato il turno dei Raiders erano ancora disponibili due giocatori che potevano colmare evidenti buchi nel roster nero-argento, oltre a Melifonwu c’era infatti anche il LB di Vanderbilt Zach Cunningham.

I Raiders, almeno dalle indiscrezioni, non erano sembrati molto colpiti da Cunningham, che alcuni esperti considerano un ottimo atleta ma anche un giocatore colpevole di mancare troppi placcaggi. La scelta è ricaduta su Obi Melifonwu e, almeno sulla carta, c’è da rallegrarsi.

Melifonwu (6’4” per 224 libbre, circa 1.93 m per 102 kg) è considerato un talento da primo round, un giocatore capace di marcare i TE ma anche i ricevitori vista la sua velocità (4.40 sulle 40). Con Reggie Nelson nella fase calante della carriera, l’accoppiata Karl Joseph – Obi Melifonwu (entrambi hanno la capacità di giocare FS e SS) potrebbe rappresentare non solo il futuro ma addirittura il presente per i Raiders anche se c’è un po’ di lavoro da fare sulla tecnica.

Giusto per ricordare una statistica di cui non andare fieri:

Molti paragonano il DB di Connecticut al S dei Seahawks Kam Chancellor. Ovviamente Melifonwu dovrà dimostrare sul campo il suo valore, ma le premesse ci sono perché abbia un’ottima carriera tra i professionisti.

Al college ha giocato 4 anni ed ha preso parte a 48 partite, mettendo a segno 351 placcaggi, 11 per perdita di yard e 8 intercetti secondo la scheda disponibile sul sito dell’università.

Potete farvi un’idea del giocatore leggendo la scheda di Pro Football Focus, l’analisi pre-Draft con video fatta da Ted Nguyen e quella di Ryan Lopes.

Ecco il riepilogo del secondo round:

1 (33) – Packers (from Browns) – Kevin King, CB, Washington
2 (34) – Jaguars (from Seahawks through 49ers) – Cam Robinson, OT, Alabama
3 (35) – Seahawks (from Jaguars) – Malik McDowell, DT, Michigan State
4 (36) – Cardinals (from Bears) – Budda Baker, S, Washington
5 (37) – Bills (from Rams) – Zay Jones, WR, East Carolina
6 (38) – Chargers – Forrest Lamp, OG, Western Kentucky
7 (39) – Jets – Marcus Maye, S, Florida
8 (40) – Panthers – Curtis Samuel, WR, Ohio State
9 (41) – Vikings (from Bengals) – Dalvin Cook, RB, Florida State
10 (42) – Saints – Marcus Williams, S, Utah
11 (43) – Eagles – Sidney Jones, CB, Washington
12 (44) – Rams (from Bills) – Gerald Everett, TE, South Alabama
13 (45) – Bears (from Cardinals) – Adam Shaheen, TE, Ashland
14 (46) – Colts – Quincy Wilson, CB, Florida
15 (47) – Ravens – Tyus Bowser, OLB, Houston
16 (48) – Bengals (from Vikings) – Joe Mixon, RB, Oklahoma
17 (49) – Redskins – Ryan Anderson, OLB, Alabama
18 (50) – Buccaneers – Justin Evans, S, Texas A&M
19 (51) – Broncos – Demarcus Walker, DE, Florida State
20 (52) – Browns (from Titans) – DeShone Kizer, QB, Notre Dame
21 (53) – Lions – Teez Tabor, CB, Florida
22 (54) – Dolphins – Raekwon McMillan, LB, Ohio State
23 (55) – Giants – Dalvin Tomlinson, DT, Alabama
24 (56) – Raiders – Obi Melifonwu, S, Connecticut
25 (57) – Texans – Zach Cunningham, LB, Vanderbilt
26 (58) – Seahawks – Ethan Pocic, C, LSU
27 (59) – Chiefs – Tanoh Kpassagnon, DE, Villanova
28 (60) – Cowboys – Chidobe Awuzie, CB, Colorado
29 (61) – Packers – Josh Jones, S, N.C. State
30 (62) – Steelers – JuJu Smith-Schuster, WR, USC
31 (63) – Bills (from Falcons) – Dion Dawkins, OG, Temple
32 (64) – Panthers (from Patriots) – Taylor Moton, OG, Western Michigan

Il CB di Oakland Kevin King è stato l’unico tra gli invitati a presenziare al Draft non scelto nella giornata iniziale che ha deciso di presentarsi in sala anche venerdì; la sua attesa non è stata lunga e i Packers lo hanno scelto con la prima scelta del secondo round.

I Vikings hanno ceduto la scelta numero 48 assoluta (sedicesima del secondo round) e una scelta nel quarto round (la numero 128) ai Cincinnati Bengals per salire di sette posizioni e scegliere il forte ma problematico RB Dalvin Cook, per talento giocatore da primo round. L’arrivo di Cook a Minneapolis è una brutta notizia per l’ex Raiders Latavius Murray, che aveva firmato un contratto con i Vikings in Free Agency nella speranza di essere l’indiscusso sostituto di Adrian Peterson.


UPDATE

Dopo la conclusione del terzo round l’head coach Jack Del Rio si è presentato in conferenza stampa (VIDEO) per fare il punto della situazione dopo due giorni di Draft.

Del Rio si è detto contento della scelta di Melifonwu, che ha descritto come un ragazzo atleticamente molto dotato e capace di ricoprire tanti ruoli diversi. Certamente la sua prestazione alla Scouting Combine di Indianapolis è stata molto buona (44″ in elevazione è stato il miglior risultato tra i DB e 4.40 sulle 40 yard è sinonimo di velocità) ma quello che ha convinto i Raiders sono stati i filmati delle partite e la sua prestazione al Senior Bowl ha confermato il suo valore.

Non è un mistero, ha aggiunto Del Rio, che i Raiders hanno avuto problemi a marcare i TE avversari, e Melifonwu ha le caratteristiche fisiche per dare una grossa mano per eliminare il problema.

I reporter hanno poi avuto l’occasione di porre qualche domanda al DB in una conferenza stampa telefonica. Melifonwu ha detto di aver fatto un colloquio formale con il DB coach Rod Woodson, con l’head coach Jack Del Rio e con il GM Reggie McKenzie durante la Combine, di essere rimasto soddisfatto di come era andato l’incontro ma di non aver più sentito nulla dai Raiders fino alla chiamata del Draft.

Obi, nativo dell’Inghilterra, ha sottolineato che i suoi pregi maggiori sono la capacità di coprire bene il campo e di seguire la palla in modo da poter intervenire difendendo il passaggio o mettendo a segno un intercetto. Si è detto convinto di poter vincere il duello in copertura con la maggioranza dei TE avversari sfruttando la sua velocità e le sue doti di marcatore.

Del Rio ha detto che Melifonwu molto probabilmente giocherà negli Special Team indipendentemente dal fatto che diventi titolare in difesa e il DB ha confermato che, viste le sue caratteristiche, crede di poter essere un ottimo gunner.

Annunci

3 thoughts on “Draft 2017 – Al secondo round i Raiders scelgono il DB Obi Melifonwu

  1. Pingback: Draft 2017 – Al terzo round i Raiders scelgono il DT Eddie Vanderdoes | Raiders Italia

  2. Pingback: Draft 2017 – Day 3 picks: Sharpe, Lee, Luani, Ware, Hood, Hester | Raiders Italia

  3. Pingback: Draft 2017 – Analisi della AFC West | Raiders Italia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...