La NFL pubblica il calendario 2017

Nella notte italiana tra il 20 e il 21 aprile la NFL ha reso noto il calendario 2017 delle 32 squadre. Come sempre tutti hanno qualcosa da recriminare contro gli schedule maker della lega, ma alla fine bisogna mettersi l’anima in pace e pensare a preparare bene la stagione.

Raiders_regular_season_schedule_2017_recap

Lo schedule 2017 degli Oakland Raiders – orari della costa ovest (Elaborazione grafica: Raiders.com)
(+9 ore per l’orario italiano)

I Raiders inizieranno con una trasferta a casa dei Titans e chiuderanno con una trasferta nella nuova casa dei Chargers; la bye week sarà nella decima settimana e ci saranno ben cinque partite in prima serata, un record per la squadra. Andiamo ad analizzare più nel dettaglio il calendario dei nero-argento. 

REGULAR SEASON 2017

Raiders_regular_season_schedule_2017

Lo schedule 2017 degli Oakland Raiders – orari della costa est (NFL.com)
(+6 ore per l’orario italiano)

Oltre alle classiche doppie sfide contro i rivali di Division (Broncos, Chargers e Chiefs), nel 2017 sono previste partite contro le quattro squadre della AFC East (Patriots, Dolphins, Bills e Jets), contro le quattro squadre della NFC East (Cowboys, Giants, Redskins e Eagles) e contro le seconde classificate nel 2016 della AFC South (Titans) e AFC North (Ravens).

Come si può notare i Silver & Black inizieranno con tre trasferte nelle prime quattro partite, il che significa che se gli A’s mancheranno l’accesso ai playoff vedremo la terra del campo da baseball al Coliseum solo per una partita, l’esordio casalingo contro i Jets in week 2.

Seguiranno tre partite in casa, compreso il Thursday Night Football game contro i Kansas City Chiefs. In quella occasione dovremmo vedere nuovamente i Raiders in versione Color Rush, con maglia e pantaloni bianchi e numeri argento.

Prima della bye week ci saranno due trasferte nella costa est, prima a Buffalo e poi a Miami, e i Silver & Black sembrano intenzionati a rimanere ad est per due settimane per evitare i viaggi ravvicinati e stancanti da una costa all’altra. E’ probabile che scelgano di allenarsi alla IMG Academy di Bradenton, Florida, lo stesso posto dove si sono allenati lo scorso anno per preparare la sfida contro i Buccaneers dopo la vittoria di Jacksonville contro i Jaguars.

Dopo la bye week i Silver & Black andranno per il secondo anno consecutivo a Città del Messico; all’Estadio Azteca i Raiders “ospiteranno” i New England Patriots. A differenza dello scorso anno non sarà però una sfida in prime time ma una semplice partita pomeridiana.

Così come ad inizio stagione, anche nelle ultime quattro partite ci saranno tre trasferte.

A meno di modifiche dettate dai risultati i Raiders avranno cinque partite in notturna (alcune partite potrebbero subire una modifica di orario a seconda di come andrà la stagione delle varie squadre per permettere ai network di trasmettere in prima serata quelle con il maggiore appeal).

Oltre al già citato TNF contro i Chiefs in week 7 i nero-argento dovrebbero prender parte a tre Sunday Night Football game (week 3 a casa dei Redskins, week 9 a casa dei Dolphins e week 15 al Coliseum di Oakland contro i Cowboys) e un Monday Night Football (il 25 dicembre a casa degli Eagles).

ANALISI

Fare una analisi del calendario in base ai risultati del 2016 è un gioco fine a sé stesso visto che siamo ben consapevoli che nella NFL tutto può cambiare da un anno all’altro. Inoltre non si è ancora svolto il Draft e sono incominciati solo da pochi giorni gli allenamenti della offseason; predire quanto sarà competitiva ciascuna squadra ad aprile è quasi come sperare di vincere al Superenalotto analizzando i numeri usciti nelle estrazioni precedenti.

Messo in chiaro che si tratta di un esercizio fine a sé stesso, andiamo a fare una analisi in base ai record 2016 degli avversari dei Raiders.

I Silver & Black affronteranno cinque squadre che nel 2016 hanno partecipato ai playoff, per un totale di sei partite (doppia sfida con i Chiefs e poi Dolphins, Patriots, Giants e Cowboys).

Se i record 2016 avessero un qualche valore anche per la prossima stagione potremmo dire che i Raiders hanno il quarto calendario più difficile dell’intera NFL. Le avversarie 2017 hanno infatti una percentuale media di vittorie pari a 0,564. Chi sono le tre squadre che, sulla carta, hanno un calendario più difficile? Le avversarie storiche della AFC West: Broncos (0,578), Chiefs (0,576) e Chargers (0,568).

I nero-argento giocheranno 11 partite contro squadre che hanno ottenuto almeno 8 vittorie (0,500) e 5 partite contro squadre che hanno concluso il 2016 con un record negativo.

Più facile in casa o in trasferta? Il record medio delle squadre che i Raiders affronteranno al Coliseum di Oakland è 0,563, e se consideriamo anche la partita “casalinga” di Città del Messico contro i Patriots la “forza” degli avversari aumenta ancora arrivando a 0,602. In trasferta invece il record medio degli avversari è 0,522 rendendo sulla carta più abbordabili le sfide fuori casa.

Se dividiamo per quarti la stagione, nelle prime quattro partite i Raiders affronteranno squadre con un record medio di 0,492. Nel Q2 ci saranno squadre con una media di 0,500, il Q3 si prospetta tosto con squadre con record medio di 0,688 e nelle ultime quattro partite di regular season la media scende a 0,578.

Vi propongo nella tabella sottostante un riepilogo di quanto descritto. Le squadre riportate in maiuscolo sono quelle che i Raiders affronteranno in casa.

analisi_schedule_2017

Analisi del calendario 2017 in base ai risultati ottenuti dagli avversari dei Raiders nella stagione 2017. (Fonte: Raiders Italia)

Un grazie al nostro affezionato Doherty per lo spunto da cui è partita questa analisi.

PRESEASON

Nelle quattro partite di preseason i Raiders affronteranno Cardinals, Rams, Cowboys e Seahawks.

Le partite contro Cardinals e Cowboys saranno in trasferta mentre quelle contro Rams e Seahawks verranno giocate al Coliseum.

COME SI COSTRUISCE IL CALENDARIO?

Maledetta NFL, il calendario è stato creato con l’intento di danneggiare la mia squadra!“, quante volte avete sentito… o addirittura fatto… un ragionamento di questo tipo?

La verità è che creare un calendario di 256 partite in 17 settimane non è impresa facile ed è fatto parzialmente anche a mano da quattro dirigenti della lega, Howard Katz, Blake Jones, Charlotte Carey e Michael North, sulla base di tantissimi fattori.

La NFL deve infatti trovare il giusto compromesso tra le esigenze dei fan, delle squadre e dei Network che trasmettono le partite, rispettando alcuni parametri fissi e tenendo in considerazione un numero altissimo di altri fattori esterni.

Partiamo dalle cose facili: ogni anno ciascuna squadra gioca 16 partite, 6 contro le tre rivali di Division, quattro contro le squadre di un’altra Division all’interno della stessa Conference (due partite in casa e due in trasferta), quattro contro le squadre di una particolare Division dell’altra Conference (due partite in casa e due in trasferta) e le ultime due contro due squadre prese da ciascuna delle due Division residue all’interno della stessa Conference della squadra (una partita in casa e una in trasferta).

Quali sono le regole? Ogni squadra deve affrontare tutte le squadre di ciascuna Division all’interno della propria Conference ogni tre anni, e questo è assicurato da un sistema di rotazioni. Ogni quattro anni poi ciascuna squadra deve affrontare tutte le squadre delle quattro Division dell’altra Conference. Le due partite residue saranno contro le due squadre delle due Division residue della stessa Conference della squadra in esame, classificatesi nella stagione precedente nella stessa posizione. Tutto questo assicura che ogni squadra giochi contro le altre 31 almeno una volta ogni quattro anni.

Facciamo un esempio pratico per chiarirci le idee. Come detto, nel 2017 ai Raiders il sistema di rotazioni ha assegnato come avversarie le quattro squadre della AFC East (Patriots, Dolphins, Bills e Jets) e le quattro squadre della NFC East (Cowboys, Giants, Redskins e Eagles). Le ultime due partite dovevano essere contro una squadra della AFC South e contro una della AFC North. Poiché i Raiders nel 2016 sono arrivati secondi nella AFC West le avversarie designate sono state quelle classificatesi seconde in queste Division (Titans e Ravens).

Il meno è fatto, ora c’è da definire le partite settimana dopo settimana. La NFL deve considerare tantissimi fattori esterni come eventuali altri eventi in programma nello stesso stadio o nelle vicinanze, incastri relativi ai riposi o ai viaggi (i Raiders per esempio avevano richiesto due partite consecutive nella costa est in modo tale da poter programmare di restare in zona e limitare i viaggi da costa a costa), altri eventi in programma nel Network incaricato di trasmettere una determinata partite, ecc. Questa è una semplice panoramica, ma c’è tanto altro in gioco.

Vi consiglio caldamente di leggere questo articolo che spiega come è creato il calendario:

Dopo che i computer della lega hanno creato tutte le combinazioni possibili in base ai parametri e ai vincoli impostati, i quattro dirigenti vagliano a mano ciascuna alternativa in modo da scegliere quella che presenta il minor numero di disagi per il maggior numero di squadre possibile. Ovviamente nessuno si dirà mai contento del risultato.

Annunci

One thought on “La NFL pubblica il calendario 2017

  1. grazie per avermi citato..:-)
    le tue analisi e le tue tabelle sono sempre perfette…

    a me il calendario sulla carta sembra simile a quello dell’anno scorso..
    piu’ semplice in trasferta
    terzo quarto piu’ difficile
    primo quarto piu’ facile
    bye alla 10

    nel 2016 arrivammo alla bye week con un buon ed insperato 7-2…diciamo che farei la firma per ottenere lo stesso risultato,per poi giocare le ultime 7 senza l’acqua alla gola

    non partiamo battuti contro nessuna,ma sicuramente con KC e NE sara’ durissima
    fortunatamente abbiamo in casa DAL e NYG

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...