Oakland lancia l’Hail Mary pass all’ultimo secondo

Troppo poco, troppo tardi? Secondo il sindaco di Oakland Libby Schaaf sono tutte stronzate (citazione letterale). Le autorità e il gruppo guidato da Ronnie Lott hanno presentato il loro ultimo piano alla NFL per convincere la lega a far rimanere i Raiders ad Oakland.

Oakland-Alameda_County_Coliseum_Ezra Stoller_Esto

L’Oakland-Alameda County Coliseum (Foto: Ezra Stoller / Esto)

Il sindaco ha inviato alla NFL una lettera ed ha poi indetto un raduno nell’area del Coliseum per dire ai tifosi locali che c’è ancora speranza. La NFL ha però risposto con una lettera di Goodell che sembra tagliare definitivamente le gambe a qualunque tipo di speranza. I proprietari si riuniranno a Phoenix dal 26 al 29 marzo ed è previsto il voto sulla richiesta di trasferimento a Las Vegas presentata dai Raiders. 

QUESTA E’ LA VOSTRA CASA, L’HAIL MARY PASS

Dopo anni buttati alle ortiche le autorità di Oakland e il gruppo guidato da Ronnie Lott e supportato dal Fortress Investment Group hanno presentato alla NFL un piano per la costruzione di uno stadio ad Oakland per i Raiders dal costo previsto di 1.3 miliardi di dollari.

Secondo il sindaco Libby Schaaf il nuovo piano è stato studiato per superare le perplessità della lega, ma a quanto pare la NFL continua ad avere diversi dubbi sulla concretezza e la fattibilità della proposta del gruppo di Lott.

Andiamo per gradi.

Avevamo scritto ad inizio marzo un articolo che conteneva alcune informazioni sulla proposta inviata da Oakland alla NFL, che la lega aveva ritenuto sostanzialmente uguale a quelle già bocciate in precedenza. In quello stesso articolo avevamo comunicato che i Raiders avevano ricevuto l’appoggio della Bank of America per il finanziamento della costruzione dello stadio a Las Vegas.

Il sindaco Schaaf, nella sua lettera alla NFL datata 23 marzo che potete scaricare in PDF qui, ha risposto alle perplessità sollevate dalla lega ed inviate all’ufficio del sindaco il 17 marzo.

Schaaf ha ringraziato la NFL per i feedback ed ha detto che sono stati usati per rendere la proposta della città più chiara e specifica, sono state dettagliate meglio le tempistiche e chiariti diversi punti. Ha specificato che il Fortress Investment Group è disposto a mettere sul piatto un investimento di 600 milioni di dollari, che uniti ai 500 dei Raiders e della NFL e ai 200 che le autorità sono disposte a investire per le infrastrutture permetterebbe di finanziare completamente la costruzione di un nuovo stadio in un’area di 55 acri adiacente all’attuale Coliseum.

Come sapete gli A’s hanno un contratto che consente loro di giocare nel Coliseum per diversi anni ancora. La NFL aveva chiesto ad Oakland di garantire che sarebbe stata usata la clausola che permetterebbe all’autorità che gestisce lo stadio di interrompere prima del tempo il rapporto con gli A’s, ma il sindaco ha fatto presente che questa richiesta non è giustificata e che si potrebbe costruire il nuovo stadio dei Raiders accanto al Coliseum, consentendo nel mentre alla squadra di baseball di continuare a giocare in quello stadio.

Il sindaco ha concluso sottolineando che ritiene di avere una proposta concreta, in un mercato già testato e forte (la Bay Area è il sesto mercato televisivo degli Stati Uniti mentre Las Vegas è il quarantesimo). Inoltre visto il clima favorevole della contea di Alameda non sarebbe necessario costruire uno stadio coperto come invece è previsto a Las Vegas, e questo consentirebbe di risparmiare circa 600 milioni di dollari. La lettera si conclude con la speranza che la NFL convinca i Raiders a tornare a sedersi al tavolo delle trattative.

Alla NFL è stata poi inviata la documentazione relativa alla nuova proposta (qui il PDF). Come potrete vedere sono state previste due opzioni, una che prevede la costruzione in futuro anche di un nuovo stadio per gli A’s ed una senza il secondo stadio.

In questo video potete seguire il discorso fatto da Libby Schaaf davanti ai manifestanti.

Il reporter Vincent Bonsignore ha fatto un breve riassunto dei principali dubbi che la NFL e i Raiders hanno sollevato.

La risposta della NFL non si è fatta attendere e Roger Goodell ha inviato al sindaco una nuova lettera inviata il 24 marzo e che potete leggere nella sua interezza su Scibd.

Il Commissioner ha ringraziato il sindaco per gli sforzi profusi nel cercare di creare una proposta che permettesse ai Raiders di restare in città e per la collaborazione dimostrata nel rispondere ai quesiti della lega, ma ha anche sottolineato che certe problematiche che la lega ritiene molto importanti non potrebbero essere superate in tempi brevi.

Goodell ha specificato chiaramente nella sua lettera che su certi aspetti la proposta del gruppo di Lott non è per niente chiara e specifica come invece detto dal sindaco.

In that respect, the information sent today does not present a proposal that isclear and specific, actionable in a reasonable timeframe, and free of major contingencies. [Roger Goodell]

La NFL ha dato ad Oakland due anni di tempo per trovare risposte precise alle domande della lega e queste risposte, purtroppo, non sono arrivate. Goodell ha detto che la NFL ha rimandato ogni decisione sulla richiesta di relocation dei Raiders ed ha offerto di aggiungere ai 200 milioni già previsti per la costruzione di un nuovo stadio altri 100 milioni qualora fosse stata trovata una soluzione ad Oakland. La sabbia nella clessidra sembra essere però ormai finita e non c’è più tempo per altre trattative. I proprietari voteranno la proposta di trasferimento dei Raiders in base alle informazioni in loro possesso. Serviranno 24 voti positivi su 32 per approvare la richiesta di trasferimento a Las Vegas.

Despite all of these efforts, ours and yours, we have not yet identified a viable solution. Itis disappointing to me and our clubs to have come to that conclusion. [Roger Goodell]

Questa frase sembra mettere il chiodo finale sulla bara di Oakland. Difficile credere che ai Raiders sia negato il diritto di trasferirsi.

Annunci

4 thoughts on “Oakland lancia l’Hail Mary pass all’ultimo secondo

    • Tecnicamente credo di si, ma a che pro? La squadra deve finalizzare l’acquisto dell’area dove costruire lo stadio a Las Vegas, trovare l’accordo definitivo con l’autorità che gestirà il futuro stadio, organizzare tutti i dettagli per iniziare i lavori al più presto… non credo che possa permettersi di concedere altro tempo ad Oakland dopo che avrà l’eventuale OK degli altri proprietari al trasferimento

      Mi piace

  1. Pingback: La NFL accoglie la richiesta di trasferimento a Las Vegas dei Raiders | Raiders Italia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...