I Raiders hanno presentato la richiesta per il trasferimento a Las Vegas

Era una notizia che si attendeva da giorni e certamente non prende alla sprovvista nessuno, eppure giovedì 19 gennaio diventa una data importante nella storia dei Raiders: i Silver & Black hanno ufficialmente presentato alla NFL la richiesta di trasferimento a Las Vegas.

2016-04-28_mark_davis-las_vegas_raiders

Il proprietario degli Oakland Raiders Mark Davis fotografato al suo arrivo alla riunione del Southern Nevada Tourism Infrastructure Committee, il 28 aprile 2016.

Per ottenere l’autorizzazione a lasciare Oakland e trasferirsi in Nevada i Raiders avranno bisogno di 24 voti da parte dell’assemblea dei proprietari delle altre squadre. La votazione dovrebbe avvenire a fine marzo, quando ci sarà il meeting annuale della NFL a Phoenix, Arizona, tra il 26 e il 29. 

La notizia della presentazione della richiesta non è stata data dalla squadra ma dal politico Steve Sisolak, capo della commissione della Contea di Clark.

La notizia è stata confermata poco dopo dalla stessa NFL con un comunicato ufficiale.

2017-01-19_nfl-raiders-las_vegas

La squadra aveva ottenuto ad ottobre dal governo del Nevada la promessa di un finanziamento pubblico di 750 milioni di dollari per la costruzione di uno stadio da circa 65000 posti e dal costo totale previsto di circa 1.9 miliardi di dollari (in questo articolo trovate un video e delle elaborazioni grafiche dello stadio).

I Raiders contribuiranno con 500 milioni e il gruppo guidato dal magnate dei casinò Sheldon Adelson dovrebbe mettere gli altri 650 milioni. L’accordo con Adelson non è ancora stato ufficializzato e, visti i dubbi della NFL sul miliardario, i Raiders hanno illustrato recentemente alla lega una strada alternativa che prevede un finanziamento da parte di Goldman Sachs qualora si decidesse di procedere senza il contributo della Las Vegas Sands Corp..

L’idea di portare la NFL a Las Vegas, fino ad un anno fa ritenuta quasi una pazzia, sta guadagnando velocemente consensi fra i proprietari delle squadre NFL anche perché è sotto gli occhi di tutti che Oakland non è stata capace finora di presentare una controproposta concreta. La città e la contea, andando contro i suggerimenti della lega, hanno stretto un accordo esclusivo con il gruppo guidato dall’Hall of Famer Ronnie Lott ma al momento nessuna proposta è stata sottoposta ai Raiders o alla NFL. Il tempo sta scadendo e per la città che ha visto nascere i Raiders nel 1960 il rischio di perdere per la seconda volta la sua squadra di football si fa sempre più concreto.

I Raiders giocheranno ancora al Coliseum di Oakland nel 2017 e quasi sicuramente anche nel 2018 visto che Mark Davis aveva firmato due opzioni annuali con l’autorità che gestisce lo stadio. Lo stadio di Las Vegas non dovrebbe essere pronto infatti prima del 2020.

Nonostante l’autorità che gestisce l’Oakland-Alameda County Coliseum avesse praticamente quadruplicato l’affitto, passando dai 925 mila dollari del 2015 ai 3.5 milioni del 2016, la squadra aveva mantenuto invariati i prezzi degli abbonamenti annuali della stagione appena conclusa. Per il 2017 i prezzi sono stati decisamente aumentati, anche per via della buona stagione e del ritorno dei Raiders ai playoff.

abbonamenti_raiders_2017

Costo degli abbonamenti per le partite dei Raiders per la stagione 2017

Sarà interessante vedere quale sarà la reazione della tifoseria qualora a marzo la NFL dovesse approvare il trasferimento dei Silver & Black nella “città del peccato”. Ci sarà comunque il tutto esaurito al Coliseum oppure la popolazione inizierà il distacco dalla sua squadra?


EDIT:

Non è tardata ad arrivare la reazione delle autorità di Oakland, per voce del sindaco Libby Schaaf.

Schaaf è ancora convinta, almeno a parole, che la città abbia ancora una chance di convincere la NFL a bocciare la richiesta di trasferimento dei Raiders a Las Vegas.

Queste le parole del sindaco:

“Non siamo sorpresi che i Raiders abbiano presentato richiesta di trasferimento. Oakland accoglie la possibilità di mostrare a loro e ai proprietari delle altre squadre perché Oakland è la sola casa dei Raiders e sempre lo sarà. La nostra squadra vincente composta dal gruppo di Ronnie Lott, dalla Contea e dai miei colleghi del Consiglio Comunale di Oaklnad ha ottenuto grandi risultati in questi ultimi mesi. Abbiamo identificato i meccanismi che ci permetteranno di finanziare in maniera responsabile il rinnovamento delle infrastrutture pubbliche, abbiamo nel gruppo di Lott un partner privato disposto a finanziare la costruzione dello stadio ed abbiamo un’area dove costruire uno stadio NFL di prim’ordine e nuove aree di sviluppo capaci di migliorare l’esperienza dei tifosi ed al contempo rinforzare l’economia della zona est di Oakland.”

“Ma non è tutto qui quello che Oakland ha da offrire”, ha aggiunto il sindaco. “Lo stadio dei Raiders ad Oakland sarà situato nell’area più facilmente accessibile della nazione per quanto riguarda i trasporti, nel sesto più grande mercato televisivo ed in una delle regioni più ricche e innovative del mondo. Ma soprattutto, Oakland ha qualcosa che nessuna altra città avrà mai – una fan base appassionata e leale che vuole vedere i Raiders stare nella città dove sono stati fondati. Solo Oakland può offrire ai Raiders e alla NFL una proposta competitiva sullo stadio e anche tradizione e lealtà. Mi aspetto che la lega dia al nostro gruppo una possibilità di competere”.

Belle parole, che però suonano vane e non sembrano altro che fumo negli occhi di una fan base che già si prepara al distacco. Qual è la proposta della città e del gruppo di Lott? Ancora non è stato mostrato alla NFL niente di concreto e la sabbia nella clessidra sta velocemente finendo… Siamo alle battute finali cara Schaaf, la nave sta salpando e non è più tempo per le chiacchiere; solo una proposta concreta e ben strutturata potrebbe portare ad una inversione di rotta.

Annunci

6 thoughts on “I Raiders hanno presentato la richiesta per il trasferimento a Las Vegas

    • Anche io sono parecchio preoccupato… la soluzione Las Vegas non mi ha mai convinto… non voglio arrendermi all’idea, ma sta accadendo… non è fatta, ma è molto probabile ormai… Ci sono solo due motivi per cui i proprietari potrebbero far mancare il loro voto positivo: 1) proposta concreta e praticabile da Oakland, 2) dubbi su Las Vegas come mercato/dubbi sul coinvolgimento di Adelson. Sulla prima possibilità… mai dire mai… ma francamente non ci spero più… sulla seconda pare che i Raiders siano convinti di poterne trarre un beneficio e quindi avranno come pezze d’appoggio tanti documenti sul ritorno economico del trasferimento a LV e su Adelson pare che abbiano la possibilità di procedere anche senza di lui se la NFL mettesse il veto… mah… io attendo e nel mentre riporto quello che accade con quanta più obiettività possibile, cercando di non farmi coinvolgere dai sentimenti

      Mi piace

      • Una base ci sarà di sicuro, anche dei tifosi di Los Angeles e zone limitrofe. Il mio dubbio è: quale percentuale di biglietti verrà acquistata da hotel e casino e verrà data a turisti che andranno allo stadio per curiosità mentre sono in visita in città ma che non sono tifosi dei Raiders? Questo porterà ad avere lo stadio pieno (e quindi un ritorno economico) ma a non avere un vero effetto dodicesimo uomo? Il rischio è concreto per me… e non mi piace!

        Mi piace

  1. Pingback: Las Vegas: Sheldon Adelson ritira il suo appoggio ai Raiders | Raiders Italia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...