2016 week 15 – Raiders at Chargers la parola agli avversari

Raiders vs Chargers la parola agli avversari

Tre gare alla fine di un altro campionato e per la prima volta, dopo parecchi anni, stiamo qui a parlare di playoff invece che di Draft. Tre gare da vincere a tutti costi nella speranza che i nostri rivali Chiefs commettano qualche passo falso per sperare di arrivare primi della Division e garantirci la settimana di bye post-season. Questa settimana i Raiders (10-3) volano a San Diego per affrontare i Chargers (5-8) che sulla carta sono ancora in corsa per le wild card ma probabilmente stanno già pensando al prossimo futuro. Questo però non deve far pensare ad una partita facile soprattutto per la rivalità che c’è fra le due franchigie.
Questa settimana abbiamo il piacere di riavere come ospite sul nostro blog Maurizio Desenzani di “San Diego Chargers Nation – Italia” che per via delle sue passioni per il punk-rock e lo skate si è innamorato di San Diego e della sua franchigia.
Ringrazio nuovamente Maurizio per la disponibilità e per le due chiacchiere scambiate.

2016_w05_chargers-raiders_derek_carr

Derek Carr (4) degli Oakland Raiders durante la gara del 09/10/16 al Oakland-Alameda County contro i San Diego Chargers. (Foto: Thearon W. Henderson/Getty Images)


1- Siamo quasi alla fine della regular season ed già ora di tirare le somme per alcuni team. Cosa pensi di questa stagione? Avevi altre aspettative ad inizio stagione?

Ovviamente le aspettative erano alte e, come ho scritto anche in un post sulla pagina, con un QB d’élite, un RB che sta facendo davvero grandi numeri, un CB con il numero di intercetti più alto della lega e un DE proiettato ad essere una stella nel futuro, ci si aspettava una stagione di un certo calibro, ma a quanto pare il problema è da cercare altrove…

2- La matematica vi tiene ancora in gioco per le wild card ma sembra quasi impossibile la qualificazione. Pensi che a San Diego stiano già incominciando a guardare al prossimo Draft magari rinunciando a qualche altra vittoria?

Si, tecnicamente siamo ancora vivi, ma in pratica sarà davvero molto difficile dato che devono concatenarsi troppe cose affinché si possa conquistare uno slot alle wild card, per cui si, un occhio è già indirizzato al prossimo Draft dove osservare sicuramente almeno un uomo per linea offensiva, un WR e, perché no, un QB da iniziare ad affiancare a Rivers.

3- Nella nostra ultima intervista parlavamo della serie infinita di infortuni subiti dai Bolts quest’anno ed ecco che anche nell’ultima gara ce ne sono stati altri due, M. Gordon e J. Bosa. Cosa ci puoi dire a riguardo, Quali sono i tempi di recupero?

Esatto, siamo a quota 15 infortuni, la più alta della lega, il primo tra tutti proprio Allen nella prima metà della week 1 a KC, sembrava avere ripreso da dove aveva lasciato l’anno prima, era implacabile. Degli ultimi 2 invece, fortunatamente Bosa sembra sia già a pieno regime e per cui sarà in campo già questa Domenica, mentre Gordon, nonostante lui si senta già pronto per tornare a correre in campo, la squadra preferisce andarci cauta.

2016_w05_chargers-raiders_derek_carr-joey_bosa

Joey Bosa (99) dei San Diego Chargers mette a segno un sack contro Derek Carr (4) dei Raiders durante la gara disputata al Oakland-Alameda County Coliseum. (Foto: Ezra Shaw/Getty Images)

4- Joey Bosa ha visto il suo debutto proprio contro i Raiders nel week 5. A distanza di qualche mese ha dato l’impressione di saperci fare totalizzando, per esempio, 6,5 sacks. A San Diego saranno felici di questa scelta. Pensi che abbia le qualità caratteriali per diventare il nuovo leader del reparto difensivo come sta facendo K. Mack per i Raiders?

Assolutamente si, ritengo sia quel giocatore attorno al quale iniziare a costruire una difesa: è giovane, ha dimostrato alla grande di essere all’altezza della NFL e, soprattutto, dà il 100% in ogni singolo snap: basti vedere come abbia portato a termine un sack su Cam Newton mentre era, molto probabilmente, inconscio dopo l’urto subito al volto.

2016_w14_chargers-panthers_kenneth_farrow

Il running back Kenneth Farrow (27) dei San Diego Chargers corre dopo aver perso l’elmetto durante la gara con i Carolina Panthers disputata l’11/12/16 al Bank of America Stadium di Charlotte. (Foto: Jim Dedmon/Icon Sportswire/Getty Images)

5- Prima l’infortunio di D. Woodhead ora quello di M. Gordon nel suo momento migliore della stagione, 12 touchdown all’attivo, hanno reso il reparto corse di San Diego più prevedibile. Pensi che possa essere l’occasione giusta per vedere all’azione il rookie K. Farrow o i Chargers opteranno per altre soluzioni.

Farrow, con la scusa di un Gordon esplosivo, ha visto i campo davvero pochissimo, ma ha fatto un’ottima impressione a tutti nella sua ultima performance in Carolina, per cui credo proprio abbia scalato la depth dopo gli infortuni anche di, ricordiamolo, Brandon Oliver.

2016_w05_chargers-raiders_mike-mccoy

L’Head coach Mike McCoy dei San Diego Chargers durante la gara del 09/10/16 contro gli Oakland Raiders disputata al Oakland-Alameda County Coliseum. (Foto: Ezra Shaw/Getty Images)

6- Nell’ultima intervista avevi detto che lo staff coach era il punto debole del team. Sei ancora di questa idea e se si pensi che sia arrivato il momento di cambiarlo, partendo dal HC McCoy?

Si, tutt’ora penso che McCoy non sia un coach all’altezza della situazione: da 3 anni ad ora ha un record 27-34 con i Chargers, e continua ad infondere una sensazione di sfiducia con atteggiamenti a bordo campo che sono tutt’altro che incoraggianti. Un coach deve essere aggressivo, scatenare l’adrenalina nei giocatori, lui invece è sempre fin troppo calmo, nei momenti decisivi si inginocchia a terra quasi come impaurito…queste sono cose che i giocatori vedono e sentono.

7- Stai seguendo la situazione stadio a San Diego? Pensi che l’anno prossimo la squadra giocherà ancora a San Diego o si trasferirà a Los Angeles?

Si, sto seguendo la vicenda ma sono cose che discutono agli altissimi piani sia della franchigia che della città di San Diego, quindi tutto ciò che possiamo sapere risale a rumors o indiscrezioni, non si sa nulla di certo.
Certo, San Diego è notoriamente una città militare, gli abitanti provengono da ogni parte degli USA, per cui non abbiamo mai avuto un VERO home field advantage, per cui uno spostamento a LA non lo escluderei a questo punto.

8- Come arrivate mentalmente alla prossima gara?

Rivers & co. hanno già detto nelle conferenze stampa che vogliono giocare col cuore, ormai sanno anche loro che una qualificazione nella post season è davvero dura, per cui giocheranno sicuramente sapendo di avere poco da perdere e, come sappiamo entrambi, in questo sport quando si gioca a cuore leggero, spesso si fa la differenza.

2016_w05_crargers-raiders_amari_cooper-steve_williams

Amari Cooper (89) dei Raiders e Steve Williams (41) dei Chargers durante la gara del 09/10/16 disputata al Oakland-Alameda County Coliseum di Oakland, California. (Foto: Thearon W. Henderson/Getty Images)

9- Conoscendo i punti deboli dei tuoi Chargers, quale tattica dovrebbero usare i Raiders per poter vincere a San Diego?

Sicuramente non lanciare la palla verso Amari Cooper che sarà sicuramente marcato da Hayward e facilmente verrà intercettata! Scherzi a parte, penso che una tattica sia tentare lanci lunghi: la nostra depth nei CB è stata decimata dagli infortuni, quelli in campo sono praticamente quasi le terze scelte, per cui ad esperienza possono venir battute.

10- Invece cosa dovrebbero fare i Chargers per poter battete i Silver and Black?

Mantenere il possesso di palla il più possibile senza far entrare la vostra offense e, ovviamente, limitare un Mack che, dopo un inizio lento, sembra proiettato verso una stagione da ricordare.

11- Chi vincerà, secondo te, il match di domenica?

Come dicevo prima, è possibile che il giocare senza pressioni possa fare la differenza: 17-21 per SD.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...