2016 week 11 – Texans vs Raiders la parola agli avversari

Texans vs Raiders parola agli avversari

Passata questa settimana di bye week per i Raiders si ritorna a parlare di football giocato con il consueto appuntamento settimanale che vede l’ospite avversario farci visita per illustrarci meglio i lati positivi e negativi dei nostri prossimi avversari. Il prossimo Monday Night vede i nostri Silver and Black affrontare gli Houston Texans nello Stadio Azteca di Città del Messico per quello che sarà il primo “Monday Night Football” fuori dai confini statunitensi. Questa gara fa parte degli “international series” che sbarcano quest’anno anche in Messico.
Per conoscere meglio la franchigia texana abbiamo ospitato Davide Pari, che ringraziamo per la sua disponibilità, uno degli amministratori della pagina FB “Houston Texans Italia” nonché reporter per “Footballnation.it“.

2009_w04_raiders-texans

Un’azione di gioco fra Texans e Raiders del 04/10/2009. In primo piano il DT dei Texans #92 Jeff Zgonina. (Foto: Greg Nelson/Gettyimages)

1- Ciao Davide com’è nata la tua passione per i Texans?

Ciao Raf e ciao a tutti i Raiders! Grazie per avermi “invitato”, è sempre un piacere fare chiacchiere di football.
La mia passione per i Texans ha un’origine un po’ particolare. Io sono tifoso Packers e quella sarà sempre la mia squadra del cuore; tuttavia ho iniziato a seguire i Texans ormai diversi anni fa per “lavoro” diciamo, in quanto ero incaricato di scrivere del team di Houston per endzone.it prima e per footballnation.it ora. Poi è successo che questi texannacci mi hanno fatto innamorare di loro (grazie anche a JJ) e ora gioisco (e piango purtroppo) come se fossero la mia prima squadra.

2- Sei soddisfatto dei risultati finora raggiunti dai Texans?

Devo dire che con 6-3 a metà stagione e 3-0 in division di certo non ci possiamo lamentare. Vero che la AFC South non è di certo tra le division più competitive, vero che abbiamo ancora più di un problema da sistemare, ma tutto sommato siamo davanti e speriamo di esserci anche in week 17.

3- Anche quest’anno siete primi nella AFC South. Pensi che riuscirete a mantenere questa posizione o ci potrebbero essere delle sorprese?

Credo che arrivati a week 11, i Texans siano assolutamente padroni del loro destino. La seconda parte di calendario sembra, almeno sulla carta, più abbordabile che la prima e noi ci arriviamo con un 6-3. Ci sono sicuramente scontri difficili (come contro i Raiders per esempio), ma abbiamo anche 3 scontri divisionali che se giocati bene possono assicurarci la testa della division. Speriamo bene!

2014_w02_texans-raiders_derek_carr-jj_watt

Il DE JJ Watt (99) insegue il QB D. Carr (4) durante il
Match del 14/09/2014 (Foto: Kyle Terada/ USA TODAY Sports)

4- Chiunque ami questo sport non può non essere dispiaciuto dell’infortunio di un grande personaggio come JJ Watt. È cambiato qualcosa nella difesa di Houston o ci sono delle valide alternative nel roster?

Come scrissi quando arrivò l’annuncio della season ending, JJ Watt è insostituibile prima che come giocatore, come uomo spogliatoio. E’ stata una botta durissima, per me per primo, per i tifosi e credo per il roster stesso. Vedere che anche gli immortali ogni tanto cadono fa un gran effetto. Parlando del gioco, non può esserci un vero degno sostituto, tuttavia l’HC O’Brien è stato molto bravo a non cercare un singolo giocatore al posto di JJ, ma ad aggiustare una difesa senza JJ, i Linebackers Mercilus e Clowney ne hanno sicuramente giovato ed ora trascinano la difesa.

5- 72 milioni di dollari in 4 anni per il QB B. Osweiler! Pensi che sia stato un po’ sopravvalutato o è la scelta giusta per il prossimo futuro della franchigia texana?

Eheh. Sapevo che questa mi sarebbe toccata. Dunque non so se Osweiler potrà essere il franchise QB dei prossimi anni, nè se vale davvero quei 72 milioni. Quello che so però è che i Texans in estate avevano bisogno di un QB e purtroppo nel mercato NFL attuale quello è il prezzo di uno starter QB. Sicuramente Osweiler non sta facendo miracoli, anzi, ma credo anche che le critiche che sta ricevendo sono davvero esagerate. Ha una OL che non lo aiuta e come ha anche detto O’Brien: “praticamente è un rookie QB”. Io direi: diamogli tempo.

2016_w03_texans-patriots_brock_osweiler

Il QB Brock Osweiler (17) durante il match con i Patriots del 22/09/2016. (Foto: Greg M. Cooper/USA TODAY Sports)

6- Will Fuller, Nick Martin, Braxton Miller…. come valuti la classe “rookie 2016” approdata a Houston? Sei soddisfatto o deluso delle scelte fatte?

Per quanto mi riguarda, estremamente soddisfatto (infortuni a parte purtroppo).
Il WR Will Fuller per ora ha mostrato talento puro ed è stato un innesto eccezionale per togliere un po’ di pressione ad Hopkins, totalmente solo prima dell’arrivo del rookie. Sta avendo un po’ di problemi fisici, come tanti purtroppo, ma è sicuramente un giocatore che ha impattato tanto nel gioco dei Texans.
Insieme a lui è arrivato anche il WR Braxton Miller per migliorare un reparto un po’ povero; il ragazzo però è stato sfortunatissimo e troppo spesso “tra i rotti”. Ha sicuramente del potenziale, se resta sano.
Nick Martin è il grande rimpianto di quest’anno forse. Per migliorare una OL molto traballante ci si è giocati un secondo giro che però purtroppo non ha contribuito e non contribuirà quest’anno a causa dell’infortunio in pre-season. Per lui bisognerà aspettare l’anno prossimo.
Infine molto bene anche il TE undrafted Anderson che sta giocando molto bene e ha aumentato la qualità del reparto.

7- Come arrivate mentalmente e fisicamente alla gara contro i Raiders?

Prima di tutto speriamo di arrivarci concentrati. Troppo spesso quest’anno l’errore più grande dei Texans è quello di perdere la concentrazione troppo facilmente. Sicuramente O’Brien gioca per vincere, sempre e contro chiunque, a volte finisce bene a volte finisce a bastonate.

8- Quali sono secondo te i punti deboli ed i punti forti dei Texans quest’anno?

Si potrebbe riassumere semplicemente così: l’attacco è il punto debole, la difesa il punto forte. Non è sempre così ovviamente e sto semplificando molto, ma troppo spesso il vero problema nei match dei texani è quello di non riuscire a mettere punti, mentre la difesa contiene gli avversari.
Se dovessi trovare il punto più debole direi la OL, quello più forte la D#.

9- Cosa temi dei Raiders e quale giocatore/i in particolare?

Ciò che temo di più dei Raiders, e che potrebbe fare davvero male ai Texans, è la determinazione e il non mollare mai. Ho visto Oakland riaprire partite praticamente chiuse e questo potrebbe costare caro ai Texans che così spesso si deconcentrano. Carr è sicuramente uno dei giocatori che meglio sono maturati in questi anni e lo reputo un QB ormai pericoloso. La difesa dei Texans ha le capacità per fermarlo, ma sarà comunque durissima.

10- Che gara prevedi per lunedì notte?

Tutto dipenderà anche da come entrano in campo i Texans. Ci sono tutte le carte in tavola per vedere una partita tirata e bella da vedere, sia in attacco che in difesa. Se però Houston dovesse perdere la bussola già da subito subendo tanti punti, potrebbe diventare una carneficina (speriamo per noi di no).

11- Se vuoi lasciare un pronostico per la prossima gara!

Pronostici non ne faccio, finirei per darvi vincenti per scaramanzia. Scherzi a parte, vedo i Raiders un po’ più solidi e quindi leggermente favoriti, ma si vedrà.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...