2016 week 8 – Raiders 30 – Buccaneers 24 (OT)

I Raiders arrivano alla partita del Raymond James Stadium di Tampa con un record positivo di 5-2 che maschera diverse falle mostrate dalla squadra nella prima parte della stagione. I Silver & Black sono primi nella AFC West insieme ai Denver Broncos e in vista della sfida diretta di domenica 6 novembre con i rivali di Division hanno bisogno di un risultato positivo contro i Tampa Bay Buccaneers, reduci da due vittorie consecutive che hanno permesso di portare il record stagionale a 3-3.

2016_w08_raiders-buccaneers_donald_penn

Il T dei Raiders Donald Penn (72) festeggia dipo aver ricevuto un TD pass contro i Buccaneers al Raymond James Stadium. (Foto: Joseph Garnett Jr./Getty Images)

I Buccaneers hanno due armi temibili a disposizione del QB Jameis Winston, il WR Mike Evans (in testa alla classifica NFL di TD segnati su ricezione insieme al nero-argento Michael Crabtree) e il RB Jacquizz Rodgers (che ha corso per più di 100 yard nelle ultime due partite). 

INATTIVI

Raiders: QB Connor Cook, CB Dexter McDonald, CB Antonio Hamilton, T Menelik Watson, T Matt McCants, TE Ryan O’Malley, DT Stacy McGee

Buccaneers: QB Ryan Griffin, RB Doug Martin, CB Johnthan Banks, T Leonard Wester, DE Channing Ward, G. Caleb Benenoch, DT Clinton McDonald

Nonostante Menelik Watson abbia ripreso gli allenamenti i Raiders preferiscono tenerlo ancora a riposo ed affidarsi anche stavolta ad Austin Howard. L’assenza di Stacy McGee permetterà di vedere in campo più spesso Darius Latham.

I Buccaneers ritrovano, dopo quattro partite in cui era stato inattivo, il DE titolare Robert Ayers.

LA PARTITA

Derek Carr carica i suoi: “Siamo venuti in Florida per una ragione… per ottenere due vittorie. Ne abbiamo ottenuto una, ce ne serve un’altra!”

I Raiders vincono il lancio della monetina ma rimandano la decisione al secondo tempo e quindi i Buccaneers ricevono palla per primi. Nella seconda azione della partita il CB Sean Smith subisce un infortunio alla spalla ed è costretto a lasciare il campo. La difesa nero-argento concede all’accoppiata Winston-Evans solo un primo down e Tampa Bay è costretta al punt.

2016_w08_raiders-buccaneers_sean_smith

Il CB dei Raiders Sean Smith (21) si fa male mentre difende su un passaggio di Jemeis Winston. (Foto: Buccaneers.com)

Dopo il punt da 50 yard di Bryan Anger i Silver & Black partono dalle proprie 16. Derek Carr coinvolge subito Amari Cooper e Michael Crabtree ma dopo essere arrivato ad una iarda dalla conversione del down l’ex 49ers viene penalizzato per Taunting. E’ la prima di una lunga serie di penalità stupide commesse dalla squadra di Oakland. Un abbordabile terzo e 1 diventa terzo e 13 e Carr è impreciso nel lancio su Seth Roberts. Marquette King restituisce palla ai Buccaneers con un punt da 67 yard a cui Tampa Bay aggiunge 10 yard per un Holding durante il ritorno.

Winston riprende le operazioni dalle proprie 10 e i Bucs provano a mettere in moto il gioco di corse. Cinque corse di Rodgers per un totale di 30 yard sono intervallate da un passaggio da 18 yard per lo spilungone Evans (6-5 di altezza) su cui David Amerson (6-1) non può intervenire (VIDEO). Winston sotto grande pressione trova il WR Adam Humphries per un guadagno di 17 yard e i Buccaneers si portano nella red zone. La difesa nelle ultime 20 yard dei Raiders quest’anno è stata piuttosto buona ed anche grazie ad un sack di Khalil Mack (VIDEO) anche in questo caso riesce a limitare i danni e costringe Roberto Aguayo al FG. Il tanto discusso rookie K converte da 41 yard portando i suoi avanti 3-0.

2016_w08_raiders-buccaneers_mike_evans-david_amerson

Il WR Mike Evans sfrutta la sua altezza per ricevere un passaggio. Il CB dei Raiders David Amerson (29) non riesce ad intervenire. (Foto: Buccaneers.com)

Un Holding di Gabe Jackson cancella una bella corsa da 14 yard di Jalen Richard ma Derek Carr rimendia subito trovando il TE Mychal Rivera per un guadagno di 27 yard (VIDEO). La difesa di Tampa Bay sale in cattedra e Noah Spence batte Austin Howard e trova il varco giusto per mettere a segno uno strip-sack su Carr. Il DE Howard Jones recupera la palla sulle 34 di Oakland (VIDEO).

In chiusura di primo quarto Winston trova il TE Cameron Brate per un guadagno di 17 yard e nel primo gioco del secondo quarto il QB lancia in end zone per il numero 89 Russell Shepard. DJ Hayden è vicino ma non riesce ad intervenire e il WR fa un’ottima ricezione (VIDEO) da 19 yard. L’extra point di Aguayo porta Tampa Bay sul 10-0.

2016_w08_raiders-buccaneers_russell_shepard_td

Il WR Russell Shepard riceve un TD pass battendo la copertura del CB dei Raiders DJ Hayden (25). (Foto: Buccaneers.com)

Dopo due corse di Latavius Murray i Raiders sul terzo e 6 si affidano a Jalen Richard e il rookie regala un nuovo set di down con una corsa da 20 yard (VIDEO). Sul terzo e 7 Carr sente la pressione e lancia un Intentional Grounding che fa deragliare il drive. King va al punt e Tampa Bay riparte dalle proprie 19.

Dopo un buon inizio di partita Winston diventa impreciso e sbaglia due lanci per Evans, un primo down di Humphries è cancellato perché un uomo di linea dei Bucs è oltre la linea di scrimmage prima del passaggio e i Silver & Black forzano il primo three-and-out dei Buccaneers.

Un Holding di DJ Hayden sul ritorno di punt fa partire i Raiders dalle 29 e Derek Carr trova il FB Jamize Olawale liberissimo sulla sideline di destra per un guadagno di 68 yard (VIDEO). Olawale viene fermato sulle 3, ma nell’azione successiva Carr commette una grossa disattenzione ed il Delay of Game fa perdere 5 preziosissime yard. Un TD pass per Crabtree viene annullato per una evidentissima spinta del ricevitore e un altro lancio in end zone per il numero 15 viene difeso benissimo dal rookie CB Vernon Hargreaves (VIDEO). Sebastian Janikowski da 31 yard mette i primi 3 punti nero-argento sul tabellone.

Le cose iniziano a farsi ridicole in casa Raiders… ben due penalità (un Offside di Malcolm Smith e un Holding di David Amerson) vengono declinate perché Winston ha completato un lancio da 14 yard per Evans. Nell’azione successiva il QB sfugge alla grande pressione e va in scivolata con i piedi in avanti dopo un guadagno di 9 yard e Malcolm Smith lo colpisce alla testa a gioco fermo regalando ai Buccaneers altre 15 yard. Nonostante tutto la difesa regge e costringe Anger al punt.

Derek Carr riparte con le spalle al muro dalla linea di 1 iarda ma nonostante la terribile posizione di campo il drive inizia bene con un quick pass per Crabtree che porta ad un guadagno di 17 yard ed una corsa di Murray per altre 6. I Buccaneers non riescono a placcare DeAndre Washington ed il rookie RB guadagna 28 yard con una corsa che sembrava senza pretese (VIDEO) e porta i suoi in territorio avversario. I Raiders riprendono a farsi male con le penalità e Vadal Alexander viene punito per essersi schierato come lineman aggiuntivo sulla linea senza dichiararsi eligible receiver. Il momentum si interrompe e dopo tre azioni Marquette King va al punt.

Un bruttissimo secondo quarto si conclude con due corse di Rodgers. I Buccaneers in vantaggio 10-3 non vogliono rischiare turnover.

Derek Carr ha la palla per primo nel secondo tempo e dopo due chiamate offensive discutibili il QB trova Amari Cooper per un guadagno di 28 yard (VIDEO). I DB di Tampa Bay non hanno risposte contro il numero 89. Dopo due passaggini per Murray e Cooper, Carr converte un terzo e 6 con un difficile passaggio da 13 yard per Seth Roberts (VIDEO). Carr lancia lungo per Cooper in end zone e Brent Grimes commette una Pass Interference che regala quattro tentativi ad Oakland da 1 iarda. A Carr basta un tentativo: il QB finge di dare palla ad Olawale e invece lancia per un liberissimo Donald Penn, che segna il quarto TD su ricezione della sua carriera (VIDEO). L’ex Buccaneers aveva dichiarato di avere ancora il dente avvelenato contro la sua ex squadra per essere stato tagliato, e questo TD ha sicuramente un gusto particolare per il LT.

2016_w08_raiders-buccaneers_donald_penn_td

Il T degli Oakland Raiders Donald Penn (72) riceve in end zone nel terzo quarto della sfida contro i Tampa Bay Buccaneers. (Foto: Jason Behnken/AP Photo)

I Raiders sono usciti dagli spogliatoi carichi come molle mentre i Buccaneers sono ancora sotto shock per aver permesso agli avversari di raddrizzare la partita. Khalil Mack mette a segno il suo secondo sack (VIDEO) e Winston lancia troppo lungo due volte di seguito mancando i suoi ricevitori. Three-and-out velocissimo e dopo il punt i Raiders possono ripartire dalle proprie 33.

Un raro drop di Crabtree viene seguito da una ricezione da 16 yard di Cooper. Su un terzo e 6 i Silver & Black decidono di essere aggressivi e Carr lancia lungo per Cooper in end zone. Il numero 89 si libera della marcatura del S Chris Conte e riceve un TD pass da 34 yard (VIDEO) che dopo la conversione di Janikowski porta i nero-argento sul 17-10.

Oakland Raiders v Tampa Bay Buccaneers

Il WR degli Oakland Raiders Amari Cooper (89) riceve un TD pass da 34 yard da Derek Carr battendo il S Chris Conte (23) dei Tampa Bay Buccaneers. (Foto: Brian Blanco/Getty Images)

Il terzo quarto vede per ora in campo solo gli uomini di Del Rio. Rodgers guadagna l’unico primo down per Tampa Bay che è costretta nuovamente al punt.

Due penalità contro Penn e Alexander tagliano le gambe all’attacco che si raffredda e stenta nuovamente. Le chiamate di Musgrave si fanno nuovamente conservative e King è costretto al punt dalla propria end zone. Il punt è per una volta brutto ma il rimbalzo favorisce Oakland, che però con Cory James regala per un Ineligible Man Downfield durante il punt 5 yard agli avversari.

Winston ha tempo per lasciar sviluppare le tracce dei suoi ricevitori e trova Humphries per un primo down intorno alle 30. TJ Carrie sbaglia completamente il placcaggio e si fa sfuggire il ricevitore che riesce a correre fino alle 5 per un guadagno totale di 42 yard (VIDEO) allo scadere del terzo quarto. L’azione successiva Cameron Brate semina Malcolm Smith con una facilità disarmante e il TE riceve il TD pass di Winston (VIDEO). Incredibilmente ma non troppo Aguayo sbaglia l’extra point e i Raiders restano in vantaggio.

2016_w08_raiders-buccaneers_cameron_brate_td

Il TE Cameron Brate riceve un TD pass dopo aver eluso la copertura del LB dei Raiders Malcolm Smith. (Foto: Buccaneers.com)

L’end around per Johnny Holton non prende più alla sprovvista nessuno e il WR guadagna appena 2 yard. Cooper chiude il down e poi Musgrave prova ad affidarsi ai suoi RB che guadagnano 11 yard e un nuovo set di down con tre corse. Dopo un incompleto Carr trova “Mr. first down” Crabtree per un guadagno di 13 yard (VIDEO) ma poi arrivato sulle 39 di Tampa Bay l’attacco va in stallo e dopo aver perso un paio di yard lascia il campo per permettere il punt di Marquette King.

Dalle 18 Winston prova a guidare i suoi verso la end zone ma il drive dei Buccaneers sembra destinato a finire dopo soli tre giochi con l’incompleto sul terzo e 7. Lo SS Karl Joseph viene però giustamente punito per essere andato casco contro casco sull’indifeso Shepard e l’ingenuità del rookie regala il primo down alla squadra di casa. Winston lancia troppo lungo per Evans e poi si affida a Rodgers per un guadagno di 9 yard. Sul terzo e 1 Oakland regala un altro primo down schierando 12 uomini in campo. Dopo un completo per primo down per il TE Luke Stocker il QB va nuovamente lungo su Evans e DJ Hayden viene punito per Defensive Pass Interference. Altro terzo e 1 e, assurdo anche solo pensare che sia vero, i Raiders sono di nuovo in 12 in difesa. Le ultime 7 yard se le dividono Winston (6) e Rodgers (1) per il TD del sorpasso (VIDEO). Con la conversione da 2 per Evans i Buccaneers sono avanti 24-17.

Le emozioni al Raymond James Stadium non sono certo finite. I Raiders non hanno nessuna intenzione di arrendersi senza lottare.

“Cosa? È finita? Hai detto finita? Non finisce proprio niente se non l’abbiamo deciso noi. È forse finita quando i tedeschi hanno bombardato Pearl Harbour? Col cazzo che è finita! E qui non finisce, perché quando il gioco si fa duro… i duri cominciano a giocare.” [John Belushi/Bluto, Animal House]

Dopo aver mancato Crabtree Derek Carr trova Seth Roberts per 15 yard e un primo down. Ancora un incompleto diretto al 15 seguito da una ricezione per primo down, questa volta di Clive Walford che guadagna 17 yard. Un lancio lungo da 31 yard per Amari Cooper porta i Silver & Black sulle 12 di Tampa Bay (VIDEO). Dopo due incompleti per Roberts e Crabtree e una ricezione da 7 yard di Cooper (VIDEO) i Raiders affrontano un quarto e 3 e questa volta è Tampa Bay a farsi male con una penalità. Adjei-Barimah è punito per Defensive Holding dando quattro nuovi tentativi all’attacco nero-argento sulle 2. Dopo una False Start dei Raiders Carr trova Mychal Rivera in end zone per un TD pass da 7 yard (VIDEO) che mette Del Rio davanti al bivio: andare da 2 per la vittoria o far calciare Janikowski? L’head coach sceglie la seconda strada e il K con 1:38 sul cronometro pareggia i conti: 24-24.

NFL: Oakland Raiders at Tampa Bay Buccaneers

Il TE dei Raiders Mychal Rivera (81) riceve un TD pass da Derek Carr contro i Buccaneers al Raymond James Stadium. (Foto: Kim Klement/USA TODAY Sports)

La difesa forza un rapidissimo three-and-out e dopo un ottimo ritorno di punt da 20 yard di Jalen Richard l’attacco nero-argento con 44 secondi a disposizione ha l’occasione di vincere la partita prima dell’overtime. Carr guadagna 10 yard e un primo down con un lancio su Crabtree e poco dopo lancia lungo per Cooper. Il numero 89 semina il suo difensore ma commette un brutto drop, l’unico errore della sua splendida partita. Sul terzo e 10 dalle 45 di Tampa Bay il QB utilizza le sue gambe per guadagnare 13 yard e chiudere il down (VIDEO). Allo scadere Sebastian Janikowski calcia un FG da 50 yard ma manca il bersaglio costringendo le due squadre al supplementare.

I Raiders sono i primi ad aver palla in attacco e su un terzo e 3 Carr trova Crabtree per un primo down. Una serie di tackle mancati dai Buccaneers consentono al ricevitore di guadagnare 45 yard prima di essere fermato sulle 23 di Tampa Bay (VIDEO). Ai Raiders non piace vincere “facile” e Cooper si fa penalizzare per Unnecessary Roughness dopo una ricezione regalando 15 yard (colpisce violentemente con una mano il casco di Hargreaves). Una False Start di Donald Penn fa perdere altre 5 yard. Poteva essere un facile FG per Janikowski dopo la ricezione di Crabtree ed invece per via delle penalità il polacco è costretto a calciare nel vento di Tampa da una distanza di 52 yard. Il FG manca anche questa volta il bersaglio dando ai Buccaneers un’ottima posizione di campo e l’occasione di vincere la partita.

Winston prova lungo per Evans ma la palla cade incompleta. I Raiders forzano un three-and-out e dopo il punt e un Holding di DJ Hayden ripartono dalle proprie 10.

Dopo un completo per Crabtree da 5 yard Murray ne guadagna altre 19 con una corsa. Carr trova Crabtree per un guadagno di 41 yard che viene però cancellato da una doppia penalità Holding offensivo di Donald Penn e una Defensive Pass Interference di Brent Grimes. Quick slant per Cooper e i Raiders guadagnano 20 yard (VIDEO). Quasi in raggio da FG i Silver & Black continuano a mettersi da soli i bastoni fra le ruote e prima con una Illegal Formation poi con un Holding e poi con un Illegal Block in the Back perdono abbastanza yard da essere costretti al punt.

Con Rodgers fuori per infortunio i Buccaneers si affidano a Antone Smith. Khalil Mack forza un fumble ma il RB è fortunato a recuperare palla. Tampa Bay va al punt dopo soli tre giochi e i Raiders hanno una nuova occasione per evitare il pareggio.

Dopo il punt Carr riprende le operazioni dalle proprie 40 e conquista un primo down con un passaggio da 12 yard per Latavius Murray. Due incompleti inframezzati da una ricezione da 7 yard di Crabtree mettono di nuovo Del Rio davanti ad una scelta difficile. Con 1:55 da giocare e in una situazione di quarto e 3 dalle 41 di Tampa Bay l’head coach deve decidere se andare al punt sperando di riuscire a preservare il pareggio, tentare un FG da circa 60 yard oppure giocare alla mano il quarto down con il rischio, in questi ultimi due casi, di regalare un’ottima posizione di campo ai Buccaneers.

Del Rio ci ha abituato a scelte rischiose ma ragionate e decide di affidarsi a Derek Carr. Il QB trova Seth Roberts per un primo down… anzi no, molto di più… i DB dei Buccaneers continuano la loro assurda prestazione negativa mancando il placcaggio sulle 27 e il numero 10 si invola verso la end zone per il TD della vittoria (VIDEO).

2016_w08_raiders-buccaneers_seth_roberts_td

Il WR Seth Roberts (10) segna il TD della vittoria all’overtime contro i Buccaneers. (Foto: Raiders.com)

Un incredibile 30-24 è il risultato finale di una sfida che i Raiders hanno vinto contro sé stessi prima ancora che contro i Buccaneers.

Cliccando su questo link trovate gli highlight della partita.

CONCLUSIONI

I Raiders si ritrovano a metà stagione primi nella AFC West a pari merito con i Broncos con un record di 6-2 e con un incredibile 5-0 in trasferta. Nella prossima partità i Silver & Black dovranno affrontare al Coliseum di Oakland proprio i Denver Broncos ed il risultato di quella sfida sarà molto importante visto che la Division è combattutissima e che i Chiefs sono ad una sola vittoria di distanza.

2016_w09_preview_afc_west_standing

Se non fosse stato per le 23 penalità commesse che sono costate ben 200 yard i Raiders, pur anemici nel primo tempo, avrebbero avuto vita facile contro dei Bucs non all’altezza della sfida. Ma con i se e con i ma non si va da nessuna parte e Del Rio dovrà mettere una pezza e rendere più disciplinati i suoi uomini se vorrà davvero riportare i nero-argento ai playoff. I Raiders hanno fatto registrare il nuovo record NFL per penalità accettate dagli avversari e tante, troppe, penalità erano pre snap. Due volte nello stesso drive la difesa si è fatta trovare con 12 uomini in campo e contro un attacco meno appannato probabilmente neanche la spettacolare prestazione di Derek Carr e Amari Cooper sarebbe stata sufficiente a togliere dai guai i Raiders.

STATISTICHE

I Raiders hanno guadagnato 626 yard in totale, contro le 270 concesse a Tampa Bay. La parte del leone l’ha fatta l’attacco aereo con 498 yard al netto dei due sack subiti da Derek Carr.

La difesa ha giocato bene ed ha concesso solo 168 yard su passaggio e 102 yard su corsa. C’è da dire però che Jemeis Winston è stato decisamente impreciso per gran parte della partita.

Khalil Mack ha messo a segno 2 sack ed ora è a quota 5 in stagione. Il numero 52 ha aggiunto anche 7 tackle e 1 fumble forzato alle sue statistiche.

Derek Carr ha concluso con uno spettacolare 40/59 per 513 yard, 4 TD e 0 INT ed ha permesso a due suoi ricevitori di andare oltre le 100 yard.

Amari Cooper ha fatto registrare 12 ricezioni per 173 yard e 1 TD e Michael Crabtree 8 ricezioni per 108 yard.

Sulle corse i Raiders hanno ruotato i RB e Latavius Murray ha portato palla 11 volte per 48 yard, per una media di 4.4 yard a portata. I due rookie Jalen Richard e DeAndre Washington hanno chiuso con 5 corse ciascuno, rispettivamente per 34 e 32 yard.

RECORD

Le 513 passing yard fatte registrare da Derek Carr sono il nuovo record per un QB dei Silver & Black. Il record precedente era di Cotton Davidson ed era stato fatto registrare il 25 ottobre 1964 ai tempi della AFL contro i Denver Broncos.

Carr diventa anche il terzo quarterback nella storia della NFL a lanciare per 500+ yard, 4 TD e 0 INT. Prima di lui ci erano riusciti Y.A. Tittle con i Giants contro i Redskins nel 1962 e Ben Roethlisberger con gli Steelers contro i Colts nel 2014. A differenza dei due colleghi a Carr l’impresa è riuscita in trasferta.

LA PAROLA AI PROTAGONISTI

In questo video la festa negli spogliatoi dopo la vittoria e il discorso di Del Rio:

Ecco i link alle conferenze stampa post partita:

Annunci

5 thoughts on “2016 week 8 – Raiders 30 – Buccaneers 24 (OT)

  1. positivo:abbiamo vinto nonostante tutto( si è sconfinato nel grottesco con le penalita’..incomprensibile..)
    negativo: con la maggior parte delle altre squadre nfl avremmo perso..

    dopo le prime 8 “dovevamo” essere almeno 6-2 e lo siamo..

    la seconda meta’ del calendario è piu’ impegnativa (.540 è il record medio delle avversarie contro .474 della prima parte- 4 hanno record positivo,1 pari,3 negativo)

    inutile dire che le partite piu’ importanti sono le 2 coi broncos e quella coi chiefs..
    poi vengono quelle coi bills e coi chargers..
    e poi quelle coi texans,colts e panthers…

    credo che dobbiamo vincerne almeno 4 per avere la wc…
    6 per vincere la division…anche se sono calcoli puramente teorici

    quelle che è certo che domenica una vittoria potrebbe fare un gran bella differenza,pero’ servira’ la migliore prestazione di quest’anno…sarebbe la prova che ci meritiamo i playoff

    Mi piace

    • Registrando la puntata di Scusate il Disturbo per Huddle Magazine ho pronosticato la vittoria dei Raiders specificando diversi “SE”… SE si limiteranno le penalità stupide, SE la difesa eviterà dormite, SE l’attacco sarà in palla…
      Sono tanti SE, e grandi come montagne… ma si può fare. Io penso che le penalità possano essere drasticamente ridotte… le squadre di Del Rio sono sempre state abbastanza disciplinate se non ricordo male… La difesa contro Jaguars e Bucs ha giocato meglio… ci sono stati i soliti big play concessi e certamente il livello dell’avversario era basso, ma l’attacco di Denver non è che sia fenomenale. Il nostro attacco faticherà… la difesa di Denver è prima contro il gioco aereo… ma se saremo capaci di variare un po’ e coinvolgere i TE potremmo riuscire a creare spazi per Crabtree e Cooper.
      Diciamo che dobbiamo fare una partita quasi perfetta ma possiamo spuntarla.

      Per andare ai playoff penso anche io che altre 4 vittorie siano il minimo e potrebbero non bastare se nella AFC West continueranno a marciare con questo ritmo sia i Broncos che i Chiefs…
      Texans, Panthers, Bills e Colts sono alla nostra portata e vincere qualche partita contro rivali divisionali varrà doppio…

      In realtà ai playoff ancora non ci sto minimamente pensando e salto a piè pari gli articoli della serie “se la stagione finisse oggi”… fra 3 partite inizierò eventualmente a fare qualche pensierino alla postseason magari, ma per ora penso a vincere una partita per volta 🙂

      Mi piace

  2. credo che il modo piu’ semplice per evitare i sack sia far funzionare le corse…mi sembra che la loro difesa sotto questo aspetto non sia cosi’ devastante come negli altri…il ns attacco dovra’ variare il più possibile…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...