2016 week 5 – Chargers at Raiders preview

I Chargers (1-3) arrivano ad Oakland per affrontare i Raiders (3-1) dopo una sconfitta per un punto arrivata nei due minuti finali che abbatterebbe il morale anche al più inguaribile degli ottimisti. Tutte le partite nascondono insidie ma un osservatore disattento potrebbe pensare che la squadra di Mike McCoy non abbia nessuna chance di battere quella di Jack Del Rio. In realtà i Chargers, nonostante siano capaci come pochi al mondo di darsi da soli la zappa sui piedi ed abbiano l’infermeria piena, sono una squadra capace di mettere KO chiunque.

season_matchups_2016_w05_chargers-raiders

L’attacco di San Diego, con Philip Rivers e Melvin Gordon, è da temere e se i Raiders non scenderanno in campo concentrati e cinici potrebbero esserci sorprese al Coliseum

INFORTUNI

La situazione infortuni, per entrambe le squadre, è seria.

I Raiders sono stati costretti a rinunciare per il resto della stagione all’importantissimo blocking TE Lee Smith, che si è operato per la frattura alla caviglia ed ora inizierà la lenta convalescenza, e al MLB Ben Heeney che, seppur deludente in questo inizio di stagione, è giovane ed atletico e quindi poteva potenzialmente riprendersi dal momento nero.

Oltre ai giocatori finiti in IR i Silver & Black dovranno rinunciare sicuramente anche a due titolari, il RT Menelik Watson e il RB Latavius Murray, ed al backup S Nate Allen.

Lunga è poi anche la lista dei giocatori in dubbio, tra i quali due pedine importanti come il TE Clive Walford e il LB Malcolm Smith.

2016_week05_injury_report_raiders

Si può dire quello che si vuole sui Chargers e sulla loro capacità di perdere partite già vinte, però bisogna ammettere che la squadra di San Diego in questo 2016 ha avuto una sfortuna incredibile: sono ben 15 i giocatori nella Reserve/Injured list (tra cui il RB Branden Oliver e il WR Stevie Johnson, entrambi fuori dai giochi prima ancora che la stagione iniziasse).

Iniziata la regular season c’è stata la moria di titolari: dopo Keenan Allen e Danny Woodhead, persi uno alla prima e uno alla seconda giornata entrambi per rottura del legamento crociato anteriore (il famigerato torn ACL), è stato il turno di Manti Te’o, che si è rotto il tendine d’achille durante la terza partita. Ora i Chargers sono stati costretti a mettere in IR anche il forte CB Jason Verrett che si è parzialmente lesionato il legamento crociato anteriore. Sembra insomma che il dio del football ce l’abbia con la squadra di Mike McCoy, e le porti via un pezzo pregiato ogni settimana.

Nell’injury report di questa quinta giornata compaiono poi altri titolari che sono stati già dichiarati out (lo SS Jahleel Addae, che salterà la sua terza partita, e il CB Brandon Flowers, che ha subito una commozione cerebrale). Della secondaria che aveva iniziato la stagione, contro i Raiders sarà in campo solo Dwight Lowery (che probabilmente starà facendo i debiti scongiuri).

Scorrendo la lista vediamo poi indicati come questionable i titolari Joe Barksdale (RT), King Dunlap (LT), Denzel Perryman (ILB) e Antonio Gates (TE). Perryman sembra quello più in dubbio visto che non si è allenato né giovedì né venerdì. Non è certo di giocare neanche il CB Craig Mager, partito titolare al posto di Flowers contro i Saints.

2016_week05_injury_report_chargers

TRANSAZIONI

Riepiloghiamo, per chi non ha avuto modo di seguirle durante la settimana, le modifiche al roster operate dai Silver & Black.

Al posto del MLB Ben Heeney è stato preso il free agent Perry Riley Jr., ex titolare dei Washington Redskins (qui il nostro articolo). Del Rio è molto contento dell’acquisizione e di come si sta comportando il nuovo arrivato. L’ostacolo più grande è entrare in confidenza con la terminologia usata dalla difesa di Oakland ma all’head coach piacciono molto la sua attitudine, il suo temperamento e l’impegno con cui sta lavorando.

“He’s done a nice job. Veteran guy, so it’s just processing some of the new terminology, really, is the biggest thing for him. You can tell he has terrific instincts. Has great temperament, and we like the way he’s preparing. Looking forward to getting him in.” [Jack Del Rio]

Al posto di Lee Smith è stato promosso dalla practice squad l’undrafted rookie TE Ryan O’Malley (qui il nostro articolo).

Per quanto riguarda la practice squad è tornato in nero-argento James Cowser ed è arrivato il LB Tyrell Adams. Il LB Darnell Sankey è stato tagliato ma richiamato il giorno successivo.

STATISTICHE

Le statistiche di Raiders e Chargers non sono molto differenti, sono invece opposti i modi di gestire le partite. Andando a studiare quarto per quarto i punti fatti e concessi da Chargers e Raiders si può notare che la squadra di San Diego ha finora fatto molti più punti degli avversari nel secondo quarto mentre è stata surclassata nell’ultimo periodo. I Raiders invece sono finora partiti meglio dei propri avversari per poi andare in letargo nel secondo e soprattutto nel terzo quarto prima di orchestrare i tentativi di rimonta nell’ultimo periodo.

2016_w05_preview_punti_per-quarto_chargers-raiders

Punti segnati in ogni quarto dai Chargers, dai Raiders e dai rispettivi avversari delle prime quattro giornate. (Analisi e tabella di Raiders Italia)

I Chargers hanno l’incredibile record negativo di essere stati in vantaggio al two-minute warning dell’ultimo quarto in tutte e quattro le partite e di essere riusciti a perderne ben tre. Contro i Chiefs hanno sprecato un vantaggio di 17 punti, contro i Colts un vantaggio di 2 punti e contro i Saints un vantaggio di 13 nell’ultimo quarto. I Raiders invece hanno già due comeback nelle prime quattro partite.

Nonostante tutti gli infortuni l’attacco dei Chargers produce 30 punti a partita e la difesa, pur vulnerabile nel gioco aereo, sta facendo molto bene contro le corse ed ha tenuto gli avversari sempre sotto le 100 yard su corsa in tutte le partite finora disputate.

I Raiders saranno senza il RB Latavius Murray ed i Chargers saranno senza tre quarti della secondaria titolare. Vedremo quale sarà il game plan studiato dall’offensive coordinator Bill Musgrave. Sarà battaglia aerea tra Rivers e Carr o i due coaching staff cercheranno di sfruttare anche le corse?

2016_w05_preview_stats_chargers-raiders_1

Quelle che vi propongo ogni settimana sono le statistiche principali delle due squadre, ma una statistica fondamentale non è indicata in questi grafici presi in prestito da NFL.com.

I Raiders sono primi nella NFL per percentuale di TD ottenuti dopo essere arrivati nella red zone (le ultime 20 yard prima della goal line avversaria); addirittura al momento hanno insieme ai Colts la percentuale migliore della lega (90.9) dal 2000 ad oggi.

Sono stati 10 i TD sia dei Raiders che dei Colts dalla red zone su 11 tentativi. I Chargers sono 24esimi quest’anno con 9 TD su 18 apparizioni in red zone.

Ecco gli altri confronti statistici.

2016_w05_preview_stats_chargers-raiders_2

I Raiders sono a +4 come differenza tra palle recuperate e palle perse, mentre i Chargers sono a +1. Per i Raiders 3 fumble recuperati e 3 intercetti della difesa e 1 fumble perso ed 1 intercetto lanciato da Derek Carr. Per i Chargers 2 fumble recuperati e 6 intercetti difensivi contro 6 fumble persi e 1 intercetto lanciato da Philip Rivers.

Per quanto riguarda le penalità San Diego è decisamente più disciplinata di Oakland. Sono 23 le penalità accettate contro i Chargers per un totale di 179 yard, mentre i Raiders hanno commesso 43 penalità accettate dagli avversari (sono la squadra con più penalità della NFL) per un totale di 350 yard (terza peggior squadra dopo Jacksonville e Detroit).

Vediamo i leader offensivi delle due squadre:

2016_w05_preview_chargers-raiders_payers_1

Derek Carr si sta pian piano ritagliando uno spazio tra i migliori QB della NFL. E’ freddo, è concreto ed ha dimostrato di saper dare il massimo quando la squadra ha bisogno di lui (potete trovare una bella analisi di PFF tra le letture consigliate alla fine di questo articolo). A Del Rio è stato chiesto un parere sui progressi del suo QB e l’head coach ha sottolineato che Carr si prepara molto diligentemente, sa tenere sotto controllo le emozioni e sta cercando di essere chirurgicamente preciso con i suoi passaggi lasciando poi ai suoi compagni il compito di trasformarli in punti.

“I think it’s really everything with Derek. I think he is super competitive. He is a guy that is very well prepared. He’s really, I think, taken a step forward in terms of emotional control, the poise to be, kind of, surgeon-like and just be accurate with the ball and let his playmakers do their thing. So, it’s a combination of things but I think he’s definitely taken a step forward for us.” [Jack Del Rio]

2016_w05_preview_chargers-raiders_payers_3

Philip Rivers è sempre un pericolo per le difese avversarie e a 34 anni, nella sua tredicesima stagione NFL, è decimo nella lega per yard lanciate (1110), settimo per TD pass (7) e tra i QB con almeno 50 passaggi tentati è settimo per percentuale di completi (67.6) e quinto per passer rating (104.5).

I Chargers hanno poi un Melvin Gordon trasformato rispetto al RB che ha deluso le aspettative di tutti nell’anno da rookie. Certo la media a portata non è entusiasmante (3.2) ma i 6 TD segnati sono un gran bel bottino e attualmente Gordon è il RB più prolifico della NFL.

2016_w05_preview_chargers-raiders_payers_2

Amari Cooper a tratti si è dimostrato fenomenale ed a tratti ha ripreso a commettere brutti drop come era accaduto nel 2015. Pur essendo il leading receiver della squadra, il prodotto di Alabama non ha ancora trovato la end zone. Michael Crabtree è invece una sicurezza e l’affiatamento con Carr si nota ad occhi chiusi. Nella partita contro i Ravens, nel momento del bisogno, il QB ha sempre cercato il numero 15 per mettere punti sul tabellone o semplicemente per ottenere un nuovo set di down.

“I think from Day 1, Michael has been a guy that we all consider very friendly to the quarterback. He has great hands, he understands how to get open. He’s a very competitive guy.” [Jack Del Rio]

2016_w05_preview_chargers-raiders_payers_4

I Chargers hanno perso prima dell’inizio della stagione Stevie Johnson ed alla prima giornata il loro miglior ricevitore, Keenan Allen. Nonostante questo hanno dei giovani promettenti che stanno cercando di colmare il vuoto lasciato da Allen.

Le statistiche complete per le squadre e per i giocatori le trovate qui: Chargers – Raiders.

INCROCI (GLI EX)

Sam Anno, defensive assistant dei Raiders, ha giocato come linebacker e long snapper con i Chargers nel 1992 e nel 1993.

Il T dei Chargers Joe Barksdale è stato scelto dai Raiders nel terzo round del Draft 2011 ed ha giocato in tutte e 16 le partite nel suo anno da rookie.

Il LB Korey Toomer è stato recentemente acquisito dai San Diego Chargers dalla practice squad dei Raiders. Toomer si era unito ai Silver & Black nel 2015 giocando 10 partite per lo più con gli special team e quest’anno era rimasto un po’ deluso dall’essere stato tagliato dopo la preseason e poi richiamato nella practice squad. Certamente ci terrà a fare bene per far vedere a Del Rio e soci cosa si sono lasciati sfuggire.

Nella practice squad dei Chargers c’è il TE Jake McGee, che nella preseason 2016 ha preso parte a tre partite con i Silver & Black.

La avevamo inserita come curiosità nella preview dello scorso anno e la riportiamo anche in questa occasione. Il Director of Player Personnel dei Chargers JoJo Wooden è il fratello minore dell’ex LB dei Raiders Terry Wooden (un anno in Silver & Black nel 1998 in chiusura di carriera dopo 7 anni ai Seahawks e uno ai Chiefs).

ALL-TIME RECORD E UN PO’ DI STORIA

I Raiders hanno battuto i Chargers sia in trasferta che in casa nel 2015 ed hanno allungato nella serie portandosi a 10 vittorie di vantaggio in regular season (60-50-2). In postseason i Raiders hanno vinto l’unica sfida giocata, l’AFC Championship della stagione 1980.

Il 7 ottobre il grande Charles Woodson ha compiuto 40 anni e allora il salto indietro nel tempo lo vogliamo dedicare a lui e alla notte ricca di emozioni in cui lo scorso anno ha annunciato l’addio al football giocato davanti ai suoi tifosi.

Era la notte del 24 dicembre 2015 quando C-Wood, con il microfono in mano, ha detto al popolo di Oakland ed alla Raider Nation disseminata in tutto il mondo “Though this is my last game in the Coliseum, just know that I’ll never leave you. Go Raiders!” (anche se questa è la mia ultima partita al Coliseum, sappiate che non vi lascerò mai. Forza Raiders!)

Qui il nostro articolo su quella partita che i Raiders vinsero 23-20 all’overtime.

RICONOSCIMENTI – CLUTCH PERFORMER OF THE WEEK

Derek Carr è stato votato per la seconda volta nel 2016 Clutch Performer of the Week dai visitatori del sito NFL.com. A far conquistare il riconoscimento al numero 4 nero-argento è stato il comeback orchestrato con il WR Michael Crabtree che ha permesso ai Raiders di battere i Ravens in trasferta.

LUTTO IN CASA CHARGERS

I Chargers piangono la morte di uno dei proprietari di minoranza, il novantottenne George Pernicano.

Pernicano era una istituzione a San Diego ed aveva contribuito a far trasferire nel 1961 i Los Angeles Chargers della allora American Football League nella sua città. In questo articolo, pubblicato dal San Diego Union-Tribune, Nick Canepa fa un bel ritratto di un personaggio amato da tutti per la sua giovialità.

ERBA, SOLO ERBA

Per la seconda partita casalinga i Raiders potranno avere un campo da football in piena regola, senza il dirt infield del campo da baseball degli Oakland A’s.

LETTURE CONSIGLIATE

Questa settimana la rubrica è dedicata a tre articoli di Pro Football Focus.

Questo è un estratto per solleticare il vostro interesse, il mio consiglio è di non perdere questo articolo.

“While he’s always possessed a strong arm, Carr is passing the ball with effortless power and showing an Aaron Rodgers-like ability to throw from different body positions while still maintaining velocity. His well-noted tireless work ethic and desire to be great are clearly visible, as no quarterback has improved as much as Carr with the nuances required to play the position since he came into the NFL in 2014.”

2016_w05_preview_derek_carr_pff

La distribuzione dei passaggi del QB dei Raiders Derek Carr nelle prime 4 partite del 2016. Le statistiche indicate per settore rappresentano [targets] – [completions] – [yards] – [touchdowns] – [interceptions]. (Fonte: PFF)

“Injuries have really struck the Raiders at right tackle this season, causing them to play five different players there in just four games. Kelechi Osemele has proven to be worth the big-money investment in free agency, and has been a dominant run blocker, while also showing his versatility with the ability to kick out to tackle when injuries hit. Donald Penn continues to play some of the best football late into his career, and Rodney Hudson has been solid at center. Gabe Jackson has been relatively disappointing so far on the right side, having moved from left guard over the offseason.”

“Raiders LB Cory James has the most tackles for a linebacker without having a missed tackle this season, at 21. In Week 3, James took over the starting middle linebacker role, and the sixth-round rookie had an eight-stop performance against the Ravens. While he has been blocked by offensive linemen too often, when he gets his hand on a runner, he has been bringing them down. This week he will be responsible for stopping Melvin Gordon, who is having a strong sophomore season. The Chargers don’t have as strong of run blockers as other teams James has faced, so James could have his best game yet.”

Annunci

2 thoughts on “2016 week 5 – Chargers at Raiders preview

  1. Pingback: 2016 week 5 – Chargers 31 – Raiders 34 | Raiders Italia

  2. Pingback: Raiders 2016 – Il ritorno ai playoff | Raiders Italia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...