2016 week 4 – Raiders 28 – Ravens 27

I Raiders (2-1), ospiti degli imbattuti Ravens (3-0) al M&T Bank Stadium di Baltimora, cercano conferme. Il record positivo dopo tre partite, con due vittorie in trasferta, non dice tutta la verità sulla squadra di Oakland. Certamente i Silver & Black hanno dimostrato di avere carattere, di saper lottare fino alla fine senza demoralizzarsi, ma hanno anche per molti aspetti deluso le aspettative della maggior parte dei tifosi che si erano fatti un po’ trascinare dall’entusiasmo della offseason.

2016_w04_raiders-ravens_joe_flacco-terrance_west

Joe Flacco (5) consegna la palla al RB Terrance West (28) nella sfida tra Ravens e Raiders del 2 ottobre 2016. (Foto: baltimoreravens.com)

La squadra ha in ogni caso fatto registrare timidi miglioramenti in difesa nell’ultima partita contro i Titans e la difficile trasferta nel Maryland è l’occasione per dimostrare che non si è trattato di un semplice colpo di fortuna imputabile alla prestazione sotto tono degli avversari. 

INATTIVI

Raiders: QB Connor Cook, S Nate Allen, RB Taiwan Jones, CB Antonio Hamilton, T Menelik Watson, OL Matt McCants, T Austin Howard

Ravens: CB Sheldon Price, RB Justin Forsett, RB Kenneth Dixon, CB Will Davis, DT Willie Henry, OT Ronnie Stanley, OLB Matt Judon

LA PARTITA

Khalil Mack ha avuto un inizio di stagione difficile. Le aspettative sono alte ma dopo tre partite nella casella dei sack c’è ancora uno zero e il pass rusher non riesce a sbloccarsi. Durante la offseason Mack aveva accettato l’eredità di Charles Woodson ed aveva dichiarato di essere pronto ad assumere un ruolo di leadership nella squadra. Prima della partita ha caricato i compagni chiedendo loro di rilassarsi, pensare solo a giocare e a dominare la gara.

I capitani designati, quelli con la C sul petto, sono Carr, Mack e Nelson, ma per la partita contro i Ravens Jack Del Rio ha nominato capitani anche i due ex, Trawick e Osemele.

I Raiders si presentano a casa dei Ravens con il secondo migliore attacco della NFL per yard totali, ma dovranno affrontare la seconda miglior difesa della lega in termini di yard concesse agli avversari. E’ emergenza nel lato destro della linea vista l’assenza per infortunio del titolare Menelik Watson, del principale backup Austin Howard e di Matt McCants. Tocca al rookie Vadal Alexander affrontare i feroci difensori dei corvi.

Anche la linea offensiva dei Ravens ha subito due defezioni importanti ed il lato sinistro è da rivoluzionare. Oltre a Ronnie Stanley, dichiarato inattivo prima della gara, manca infatti anche il LG Alex Lewis. Al loro posto giocano titolari James Hurst e Ryan Jensen. E’ l’occasione giusta per i pass rusher nero-argento per iniziare a produrre visto che nelle prime tre partite sono stati tenuti a bada dagli avversari.

Prima della partita si era diffusa la notizia che a Justin Forsett era stato tolto il titolo di starter ma il RB, deludente in questo inizio di 2016, è stato addirittura dichiarato inattivo.

Con Taiwan Jones out per un problema al ginocchio è Jalen Richard ad occupare il ruolo di kick returner. L’attacco nero-argento parte dalle proprie 29 ma non muove la catena e Marquette King calcia il primo dei suoi 8 punt (4 dei quali dentro le 20 avversarie).

I Raiders schierano i due S, Nelson e Joseph, sul profondo. La difesa inizia forte ed anche grazie a due costose penalità dei Ravens costringe i padroni di casa al punt, che Jalen Richard riporta per 20 yard fino alle 31 di Oakland.

L’inizio di partita non è dei migliori per Carr e compagni e l’attacco esce dal campo dopo soli tre giochi per la seconda volta. Il perfetto punt da 55 yard di King costringe i Ravens a partire dalle proprie 8. Flacco non ottiene molto sia per una False Start di Jensen sia per la bravura nel placcaggio prima di Joseph e poi di Hayden. I Ravens rendono palla ai Raiders con un bel punt di Koch.

Le penalità si sprecano in questo primo quarto e una False Start di Lee Smith costringe Carr ad iniziare il drive dalle proprie 20; una Pass Interference chiamata contro Amari Cooper fa perdere altre 10 yard. Uno screen pass da 8 yard per DeAndre Washington, una corsa da 6 yard di Jalen Richard ed un completo da 13 yard per Amari Cooper permettono a Carr di muovere finalmente la catena. Arrivati quasi a metà campo i Raiders non riescono a convertire un terzo e 1 con Olawale e sono costretti nuovamente al punt; Marquette King calcia una bellezza da 49 yard che Johnny Holton ferma sulle 5 di Baltimora.

Dopo un rapido three-and-out (ottima la difesa di DJ Hayden su un passaggio per Pitta in situazione di terzo e 9) Koch va al punt ma Jalen Richard fa un ottimo ritorno da 47 yard (VIDEO) che manda in campo Derek Carr sulle 6 dei Ravens. Il QB trova Seth Robert per il TD del vantaggio (VIDEO).

2016_w04_raiders-ravens_jalen_richard_punt_return

Il rookie RB Jalen Richard è fermato dal punter dei Ravens Sam Koch dopo un ritorno di punt di 47 yard. (Foto: Raiders.com)

Il successivo kickoff è un disastro per lo special team nero-argento, che consente a Devin Hester di guadagnare 60 yard ed arrivare fino alle 47 di Oakland. I Ravens avanzano anche grazie ad una bella ricezione di Steve Smith, che sfugge per un momento a Sean Smith e guadagna 17 yard in chiusura di primo quarto (VIDEO). Come spesso è accaduto in questo inizio di stagione i Raiders consentono agli avversari di arrivare in red zone ma poi limitano i danni. Anche questa volta la squadra di Del Rio concede solo tre punti forzando un field goal da 24 yard di Tucker. Il risultato è 7-3 Raiders.

Vadal Alexander commette il suo primo Holding della partita. Il rookie deve usare ogni mezzo per proteggere il suo QB contro una difesa pericolosa come quella di Baltimore. Sul primo e 20 dalle 25 di Oakland l’offensive coordinator Bill Musgrave decide di chiamare schemi a basso rischio ed il risultato è l’ennesimo punt di King.

Terrance West sfrutta degli ottimi blocchi del lato destro della sua linea per guadagnare 21 yard (VIDEO) ma l’attacco non riesce a carburare per via della grande pressione su Flacco e grazie ai rookie Cory James e Karl Joseph, che si dimostranto bravissimi nel chiudere il placcaggio senza concedere yard aggiuntive all’avversario. Dopo la corsa di West l’unico altro primo down i Ravens lo ottengono per una Pass Interference fischiata a Malcolm Smith. I Raiders forzano un punt che finisce in end zone per un touchback.

Oakland Raiders v Baltimore Ravens

Il TE Lee Smith (86) viene aiutato ad uscire dal campo dal QB Derek Carr (4) e dal RB Latavius Murray (28). (Foto: Rob Carr/Getty Images)

I Silver & Black perdono per infortunio il blocking TE Lee Smith, che sembra fratturarsi qualcosa all’altezza della caviglia durante un placcaggio (VIDEO). Carr trova Crabtree per un guadagno di 16 yard (VIDEO) ed i due iniziano ad apparecchiare la tavola per il banchetto che seguirà. Dopo una serie di passaggini corti un pitch all’apparenza senza pretese per DeAndre Washington viene trasformato dal rookie numero 33 in un guadagno di 28 yard (VIDEO). Sul primo e goal dalle 5 Carr trova il suo amico Crabtree per il TD del 14-3 (VIDEO).

2016_w04_raiders-ravens_michael_crabtree_td1

Michael Crabtree (15) segna il suo promo TD della partita. (Foto: Raiders.com)

La difesa nero-argento forza un altro three-and-out e dopo un ritorno da 18 ard di TJ Carrie l’attacco torna in campo dalle proprie 43. Un primo down guadagnato da Derek Carr con i suoi piedi viene annullato da un altro Holding di Vadal Alexander. Sul terzo e 16 Musgrave chiama una corsa di Richard ed il rookie fa quel che può tra un mare di viola e guadagna 9 yard. King va al punt che costringe i Ravens a partire dalle proprie 12.

La difesa fa il possibile per limitare i Ravens ma Flacco riesce a muovere la catena con completi da 15 yard per Perriman e da 20 yard per Smith (VIDEO). Flacco lancia in end zone e per poco non viene intercettato da Karl Joseph ed i Ravens si accontentano di altri 3 punti grazie ad un FG da 43 yard di Tucker. Dopo il kickoff Carr si inginocchia e le due squadre vanno negli spogliatoi sul 14-6 per i Raiders.

I Ravens son fortunati ed il fumble di Hester sul kickoff è ricoperto dallo stesso ritornatore. I padroni di casa guadagnano un paio di primi down ma vengono ben contenuti dalla difesa e sono costretti al punt. Oakland ricambia il favore dopo tre giochi inframezzati da una False Start del solito Vadal Alexander. Da sottolineare l’ennesimo drop stagionale, questa volta ad opera del TE Clive Walford.

West guadagna 12 yard con una corsa e altre 14 nell’azione successiva. Cory James forza un fumble durante il placcaggio ma i Ravens sono fortunati ed è Zuttah ad uscire da sotto la pila di uomini con la palla in mano. Nonostante la grande pressione Flacco converte due passaggi per il TE Gillmore ed ottiene due primi down. West con un’altra ottima corsa porta i suoi sulle 2 di Oakland ma la difesa sembra reggere botta ancora una volta nella red zone. Visto lo svantaggio Harbaugh sceglie di giocare il quarto e 1 alla mano ed è direttamente Joe Flacco a portare palla in end zone (VIDEO). I Ravens vanno da 2 alla ricerca del pareggio ma il passaggio di Flacco è intercettato in end zone da Sean Smith.

La difesa dei Ravens forza il sesto three-and-out della partita dei Raiders. L’attacco dei Silver & Black è andato in letargo.

Ben Heeney è in campo al posto di Malcolm Smith, che ha subito un infortunio nella zona inguinale, e il numero 50 si fa notare per l’ennesimo placcaggio mancato della sua sciagurata stagione. Indicato ad inizio 2016 come grande promessa e nominato starting MLB e play caller difensivo, Heeney ha deluso ed è stato praticamente accantonato dal coaching staff in favore del rookie Cory James.

Nella seconda azione del quarto periodo Bruce Irvin batte il RT Wagner e arriva alle spalle di Flacco forzando un fumble che viene ricoperto da Denico Autry (VIDEO). I Silver & Black tornano in attacco sulle 29 di Baltimora.

2016_w04_raiders-ravens_bruce_irvin_strip-sack

Bruce Irvin (51) mette a segno un sack su Joe Flacco e causa un fumble che viene ricoperto da Denico Autry (96). (Foto: Raiders.com)

I Raiders hanno qualche difficoltà ad avanzare ma decidono di giocare un quarto e 1 alla mano sulle 20 di Baltimora. La decisione rischiosa paga e Brandon Williams viene punito per un Offside che significa 5 yard ed un primo down per i Silver & Black. Derek Carr sfrutta l’occasione regalando a Michael Crabtree il suo TD numero 2 (VIDEO). Raiders 21 – Ravens 12, sembra che i nero-argento possano chiudere la partita.

2016_w04_raiders-ravens_michael_crabtree_td2

Michael Crabtree resiste al duro colpo inferto da Eric Weddle (32) e tiene palla in end zone per il suo secondo TD della giornata. (Foto: Raiders.com)

I Ravens provano a reagire ed arrivano quasi a metà campo ma un Holding fischiato a Jensen li rimanda indietro di 10 yard. Khalil Mack mette finalmente a segno il suo primo sack della stagione (VIDEO) e il terzo e 23 che segue è impossibile da convertire per Flacco e compagni.

2016_w04_raiders-ravens_khalil_mack_sack

Khalil Mack (52) festeggia con Bruce Irvin (51) e Jihad Ward (95) il suo primo sack del 2016. (Foto: Raiders.com)

L’ennesimo three-and-out è seguito da un ritorno di punt da 20 yard di Hester che unito ad una penalità contro Andre Holmes dà nuova vita alle speranze dei Ravens. L’accoppiata Flacco-Smith riapre la partita con un TD da 52 yard (VIDEO). Smith riceve, atterra David Amerson con un ottimo stiff arm e semina Reggie Nelson sulla strada verso la end zone. In un battito di ciglia i Ravens sono a meno 2 dal pareggio.

2016_w04_raiders-ravens_steve_smith_td-reggie_nelson

Steve Smith Sr (89) semina Reggie Nelson (27) e si invola verso la end zone per un TD da 52 yard. (Foto: baltimoreravens.com)

Alexander viene punito per Holding ancora una volta e nell’azione successiva DeAndre Washington non protegge bene la palla e Lawrence Guy forza un fumble che viene ricoperto dal CB Tavon Young sulle 17 di Oakland (VIDEO). Come compromettere una partita quasi vinta.

I Raiders hanno perso anche Ben Heeney per infortunio ed in campo c’è lo special teamer Daren Bates, che ferma West dopo un guadagno di 5 yard. Ai Ravens bastano però quattro azioni per mandare il RB in end zone (VIDEO). La conversione da due di Flacco per Wallace ha successo e i Ravens si portano sul 27-21. Partita ribaltata.

Derek Carr ha 3:36 sul cronometro per percorrere 66 yard. Il numero 4 si rimbocca le maniche e inizia a produrre primi down. Crabtree per 15 yard, ancora Crabtree per altre 11 e dopo un drop di Richard Carr trova Walford per altre 17 yard. Le ultime 23 yard Derek Carr le regala al suo bersaglio preferito Michael Crabtree, che riceve sul fondo della end zone dopo aver seminato con una stupenda finta di corpo il suo marcatore Shareece Wright (VIDEO). L’unico neo di questo drive meraviglioso è che ha consumato poco tempo.

2016_w04_raiders-ravens_michael_crabtree_td3

Michael Crabtree (15) segna il TD del nuovo sorpasso ricevendo in end zone il passaggio di Derek Carr. (Foto: Raiders.com)

I Raiders sono sopra di un punto e Joe Flacco ha 2:07, 2 timeout e il two-minute warning per arrivare a distanza da FG. West guadagna subito 18 yard e due completi consecutivi per Steve Smith (VIDEO) fanno ottenere un altro set di down. Un costosissimo drop del rookie Chris Moore ed altri due incompleto mettono Flacco davanti ad un difficile quarto e 10 da metà campo. Il QB sembra trovare Kamar Aiken per il primo down; il WR ha un leggero vantaggio su DJ Hayden ma il FS Reggie Neson colpisce duramente con la spalla l’avversario separandolo dalla palla (VIDEO). E’ l’azione della vittoria e Derek Carr può inginocchiarsi per far scorrere il cronometro fino a zero.

2016_w04_raiders-ravens_kamar_aiken-reggie_nelson

Il FS dei Raiders Reggie Nelson separa il WR dei Ravens Kamar Aiken dal pallone permettendo ai Silver & Black di conservare il punto di vantaggio e vincere la partita. (Foto: baltimoreravens.com)

Cliccando su questo link trovate gli highlight della partita.


UPDATE del 5 ottobre

Ecco un bellissimo video della Silver & Black Production con tante immagini inedite della partita


CONCLUSIONI

L’ingresso in campo di Cory James e Karl Joseph e la correzione di alcuni errori di comunicazione ha cambiato la difesa nero-argento, rendendola competitiva. C’è tanto da lavorare ma la strada è quella giusta.

Finalmente i Silver & Black hanno messo pressione con continuità al QB avversario in questo 2016. Joe Flacco ha subito solo due sack, ma in tante occasioni il numero 5 ha dovuto affrettare il lancio o buttare via la palla per evitare conseguenze ben peggiori.

E’ stata una vittoria sofferta ma in fin dei conti meritata. Certamente Derek Carr ha dimostrato di saper gestire la pressione ed ha regalato un altro comeback.

STATISTICHE

I Raiders hanno concesso ai Ravens 412 yard totali (un piccolo passo avanti rispetto alle 476 di media delle prime tre partite), 130 sul terreno e 282 via aria al netto delle yard perse da Joe Flacco per via dei sack.

Terrance West ha superato le 100 yard su corsa (113 con 21 corse per una ottima media di 5.4 a portata) con corsa più lunga da 21 yard e Steve Smith Sr. le 100 yard su ricezione (111 in 8 ricezioni) ed entrambi hanno segnato un TD. Certamente c’è tanto lavoro da fare in difesa per limitare i big play.

Cory James è stato il leading tackler della sfida con 15 placcaggi (12 da solo) e Karl Joseph ne ha messi a segno 8 (5 da solo). La cosa che colpisce dei due rookie è la capacità di chiudere il placcaggio con sicurezza, impedendo all’avversario di sgusciare via e guadagnare altre yard.

2016_w04_raiders-ravens_kyle_juszczyk-cory_james

Il FB dei Ravens Kyle Juszczyk (44) si trova la strada sbarrata dal MLB dei Raiders Cory James (57). (Foto: baltimoreravens.com)

Le corse non hanno proprio funzionato per i Raiders. Sono state solo 62 le yard guadagnate sul terreno con 19 corse, per una media globale di 3.3 yard a portata.

Latavius Murray ha guadagnato solo 19 yard con 8 corse (2.4 di media) mentre hanno fatto un po’ meglio i due rookie. DeAndre Washington 5 corse per 30 yard (6.0 di media) ma un fumble potenzialmente fatale e Jalen Richard con 2 corse per 15 yard (7.5 di media).

Nessun ricevitore dei Raiders ha raggiunto le 100 yard ma Michael Crabtree con il suo 7 ricezioni per 88 yard e 3 TD è stato decisivo. Amari Cooper è risultato un po’ assente, specialmente nel secondo tempo. Il numero 89 ha concluso comunque con 5 ricezioni per 48 yard.

Derek Carr ha chiuso con un ottimo 25/35 per 199 yard, 4 TD, 0 INT, 0 sack subiti ed un passer rating di 123.4.

Joe Flacco ha risposto con un 32/52 per 298 yard, 1 TD, 0 INT, 2 sack subiti ed un passer rating di 83.7.

Marquette King, ha fatto registrare la miglior prestazione di sempre per un punter secondo i parametri di PFF. Per lui 8 punt per una media di 51.8 ed al netto dei ritorni una media di 46.5. Quattro dei suoi punt sono rimasti dentro le 20 dei Ravens.

INFORTUNI

Lee Smith si è fratturato la caviglia e subirà un intervento chirurgico che quasi certamente lo costringerà nella IR per il resto della stagione. Anche l’infortunio di Ben Heeney porterà ad un lungo stop ed anche per il LB si parla di IR. L’altro LB Malcolm Smith ha subito un infortunio nella zona inguinale ma non si conosce al momento l’entità dell’infortunio e la tempistica di recupero.

LA PAROLA AI PROTAGONISTI

Ecco il video del discorso di Jack Del Rio negli spogliatoi dopo la partita. La palla della vittoria è andata a Derek Carr, il nuovo “captain comeback“.

“Una grande vittoria! Hey, abbiamo affrontato una buona squadra, a casa loro, un posto difficile dove giocare, e abbiamo resistito”. Queste le parole di Del Rio, che ha aggiunto “Ho qui questa palla per colui che ha continuato a rimetterci in corsa… con lui abbiamo sempre una possibilità di spuntarla… il numero 4!”

Questi i link alle conferenze stampa post-partita:

Annunci

4 thoughts on “2016 week 4 – Raiders 28 – Ravens 27

  1. non abbiamo giocato benissimo ma abbiamo vinto ed è una gran cosa…

    tutto sommato per me ha giocato un poco meglio la difesa dell’attacco (special team abbastanza bene a parte il ritorno lungo di kickoff concesso)

    la cosa positiva dell’attacco è che sfrutta le occasioni..pero’ in 2 soli drive abbiamo superato la meta’ campo (2 td, gli altri 2 sono venuti da un fumble ed un ritorno di punt) col risultato che la difesa è stata costantemente sotto pressione( in campo 10 minuti in piu’ dell’att) e calcolando che un td che abbiamo subito è venuto da un nostro fumble e se non ricordo male un FG da un ritorno di kickoff,non posso dire che abbia giocato male ( a parte il td concesso con la ricezione lunga)

    certo i ravens son forti in difesa,ma si poteva fare qualcosa di più

    in altre parole la difesa ha preso almeno 9 punti non solo per colpa sua ,ne ha salvati 2 con l’intercetto sulla trasf e con il fumble ha contribuito a farne 7…
    l’attacco ne ha fatti 14 con l’aiuto di difesa e st e ce ne ha fatti subire 7 per il fumble…

    Mi piace

  2. menzione speciale per:

    tutta la OL …fantastici ..alexander ha faticato ma,è più che giustificato…
    jalen richard… gran ritorno di punt
    marquette king…grazie a lui si capisce quanto sia importante il suo ruolo
    tutta la difesa..ed in particolare james….stanno migliorando
    la freddezza di carr
    le ricezioni di crabtree

    Liked by 1 persona

  3. Pingback: 2017 week 5 – Ravens at Raiders preview | Raiders Italia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...