2016 week 1 – Raiders 35 – Saints 34

It was big, it wasn’t easy“… potremmo riassumere così la vittoria dei Raiders al Superdome di New Orleans, città conosciuta come The Big Easy. E’ stata una vittoria conquistata con il carattere, soffrendo, inseguendo e superando i tanti errori commessi.

2016_w01_raiders-saints_seth_roberts_td

I Raiders festeggiano il TD di Seth Roberts (10). (Foto: Raiders.com)

I Raiders sono una squadra giovane e ricca di talento, ed in questa offseason sono stati al centro delle attenzioni dei media americani, che considerano il team di Jack Del Rio il favorito per la vittoria nella AFC West. Questi discorsi lasciano il tempo che trovano e ad Oakland sanno che c’è tanto lavoro da fare, ma come ha detto Del Rio a fine partita si lavora meglio con il sorriso in faccia per una vittoria. 

INATTIVI

Raiders: QB Connor Cook, CB Dexter McDonald, CB Antonio Hamilton, G Vadal Alexander, T Austin Howard, TE Mychal Rivera

Saints: DB Sterling Moore, RB C.J. Spiller, DE Obum Gwacham, LB Dannell Ellerbe, OL Landon Turner, TE Chris Manhertz, WR Tommylee Lewis

LA PARTITA

I Raiders vincono il lancio della monetina e, come da tradizione, rimandano la decisione al secondo tempo. E’ di Janikowski, alla sua 17a stagione, il primo kickoff del 2016 e dopo il touchback i Saints partono dalle proprie 25.

La difesa titolare si presenta con due novità rispetto a quanto indicato nella depth chart pubblicata prima della gara. E’ Keith McGill a partire titolare come SS e non Nate Allen. Stacy McGee parte titolare nella linea insieme al rookie Jihad Ward e al NT Justin Ellis. I primi due lanci di Brees sono imprecisi ed al terzo tentativo il QB tiene troppo palla permettendo a Bruce Irvin di mettere a segno uno strip-sack (VIDEO). Jihad Ward recupera il fumble dando all’attacco un’ottima posizione di campo.

2016_w01_raiders-saints_bruce_irvin_strip-sack

Il pass rusher nero-argento Bruce Irvin (51) mette a segno uno strip-sack sul QB dei Saints Drew Brees. (Foto: Raiders.com)

Il primo drive offensivo nero-argento parte dalle 21 dei Saints ma un holding di Michael Crabtree fa perdere subito 10 yard. Tra penalità, chiamate conservative ed errori la squadra in tre azioni guadagna 2 yard e Janikowski è chiamato a convertire un FG da 47 yard: 3-0 Raiders.

Uno degli aspetti maggiormente positivi della preseason dei Raiders sono state le coperture su punt e kickoff. Anche contro i Saints gli special teamer dei Silver & Black iniziano forte, fermando il KR Marcus Murphy sulle 11.

I Saints prendono le misure alla difesa e alternando corse a rapidi passaggi riescono a guadagnare terreno. Quando poi metti Malcolm Smith in marcatura su Willie Snead IV allora stai invitando Drew Brees a nozze. Uno screen pass per Ingram fa guadagnare ai padroni di casa 20 yard e li porta nella red zone (VIDEO), ma la difesa dei Raiders reagisce e soprattutto grazie alla pressione di Denico Autry ferma l’apparentemente inarrestabile avanzata dell’armata di Brees. Un Intentional Grounding fischiato al QB costringe i Saints ad accontentarsi di un FG da 42 yard di Wil Lutz: 3-3.

I Raiders a seguito di un holding sul ritorno di kickoff partono dalle proprie 9. La parità regge poco meno di 5 minuti e soprattutto grazie a due ottime ricezioni lunghe di Amari Cooper rispettivamente da 35 yard (VIDEO) e 34 yard (VIDEO) i Raiders si portano sulle 6 e Latavius Murray, sfruttando due gran bei blocchi di Rodney Hudson e di Kelechi Osemele, entra in endzone per il 10-3 (VIDEO).

2016_w01_raiders-saints_latavius_murray_td

Il RB Latavius Murray (28) segna un TD contro i Saints. (Foto: Raiders.com)

Ad inizio secondo quarto le cose iniziano a farsi difficili per i DB nero-argento, soprattutto per Sean Smith che viene bruciato da Willie Snead per un guadagno di ben 49 yard (VIDEO). Dalle 9 servono poi quattro giochi (e un Encroachment fischiato a Shilique Calhoun) per arrivare in endzone con un passaggio da una iarda per Snead (VIDEO). Il punteggio è 10 pari al Superdome.

NFL: Oakland Raiders at New Orleans Saints

Il WR dei New Orleans Saints Willie Snead (83) riceve palla dopo essersi liberato della marcatura del CB degli Oakland Raiders Sean Smith (21). (Foto: Chuck Cook/USA TODAY Sports)

Una penalità per Holding fischiata allo special teamer Daren Bates costringe i Raiders a partire dalle proprie 15 anziché dalle 29. Il drive si conclude con il primo punt della partita e l’unico highlight è la corsa con capriola volante per guadagnare il primo round da parte di Derek Carr (VIDEO).

Brees è preciso come un chirurgo e i defensive back di Oakland faticano a marcare i ricevitori dei Saints; il CB Sean Smith sembra essere quello che soffre di più la rapidità dei WR avversari. Il drive si conclude con un TD pass da 15 yard di Brees per Brandin Cooks (VIDEO) e i padroni di casa sono per la prima volta in vantaggio: 10-17.

Un Holding fischiato al TE Clieve Walford cancella una corsa di Murray che avrebbe dato il primo down e Marquette King viene chiamato in causa per il secondo punt della giornata. Anche i Saints sono costretti al punt e la palla torna a Derek Carr per l’ultimo drive del primo tempo che si conclude con un nulla di fatto. Unico fatto degno di nota è l’infortunio subito da Menelik Watson, il quale è costretto a lasciare il campo (groin injury).

Nel secondo tempo al posto di Watson come RT si schiera Matt McCants. I Saints forzano un three-and-out ed iniziano il drive offensivo dallle proprie 10 ma sono costretti anch’essi a restituire palla agli avversari con un punt.

Jalen Richard guadagna 26 yard sul ritorno di punt, ma l’ennesimo Holding, questa volta di Trawick, annulla il guadagno. I Raiders non vanno da nessuna parte e King entra nuovamente a calciar via la palla. Con la collaborazione di Andre Holmes il punter nero-argento piazza la palla sulle 2 avversarie. Drew Brees dovrà partire con le spalle al muro.

Spalle al muro? Brees, protetto bene dalla sua linea, ha il tempo di lanciare lungo per Brandin Cooks. Il numero 10 semina Sean Smith e dopo aver ricevuto palla si invola verso la endzone per una cavalcata da 98 yard totali (VIDEO). I Saints quest’anno festeggiano le cinquanta stagioni e quello di Brees per Cooks diventa immediatamente il TD offensivo più lungo della storia della squadra. Il risultato inizia a diventare pesante e recuperare 14 punti a questi Saints sembrerebbe essere una impresa.

Il successivo drive dei Raiders è caratterizzato dagli infortuni del CB dei Saints Delvin Breaux (frattura del perone) e del backup RT dei Raiders Matt McCants. Con Austin Howard e Vadal Alexander inattivi e con Menelik Watson e Matt McCants fuori dai giochi l’OL coach Mike Tice deve inventarsi qualcosa e rimescola gli uomini di linea. Donald Penn passa RT, Kelechi Osemele diventa LT ed entra in campo Jon Feliciano come LG.

NFL: Oakland Raiders at New Orleans Saints

Dopo Menelik Watson anche il backup T Matt McCants (73) lascia il campo per infortunio. E’ emergenza per l’OL dei Raiders. (Foto: Chuck Cook/USA TODAY Sports)

Janikowski converte un FG da 31 yard e il risultato diventa 13-24 per i Saints.

Jack Del Rio lascia in panchina Sean Smith e sposta all’esterno DJ Hayden. I Saints avanzano abbastanza agevolmente fino alle 33 di Oakland ma poi non convertono un terzo-e-5. Wil Lutz calcia un FG da 50 yard ma la palla va fuori bersaglio.

Come succede spesso, quando sbagli vieni punito e Derek Carr guida i Raiders con un bel lancio da 43 yard per Cooper (VIDEO) e subito dopo uno da 25 yard per Crabtree (VIDEO). Le due yard residue le corre il bulldozer Jamize Olawale (VIDEO). La conversione da 2 non va a buon fine ed il punteggio diventa 19-24 per i Saints.

NFL: Oakland Raiders at New Orleans Saints

Il FB degli Oakland Raiders Jamize Olawale (49) segna un TD contro i New Orleans Saints. (Foto: Chuck Cook/USA TODAY Sports)

La squadra di casa avanza grazie a due penalità probabilmente concesse con troppa generosità contro Malcolm Smith e DJ Hayden e grazie ad una corsa di potenza da 17 yard di Mark Ingram. Nella red zone i Saints si fermano ancora una volta e Lutz prova un FG da 20 yard che viene parzialmente bloccato da Denico Autry ma centra ugualmente i pali. I Saints sono a +8 a 8:42 dalla fine.

I Raiders, nonostante tutto, non si arrendono. E’ il momento della fiaba per l’undrafted rookie Jalen Richard. Originario della Louisiana, Richard dopo essere stato snobbato al Draft è stato invitato dai Raiders al rookie mini-camp per un provino. I Silver & Black gli hanno offerto un contratto e Richard ha entusiasmato durante il Training Camp. Nonostante un infortunio lo abbia limitato e costretto a saltare le prime due partite di preseason il RB di Southern Mississippi ha convinto il coaching staff a dargli fiducia. La sua prima corsa da professionista è una galoppata da 75 yard che si chiude in endzone (VIDEO). Il passaggio di Carr per Cooper va a buon fine per i due punti aggiuntivi e i Raiders raggiungono il pareggio: 27-27.

2016_w01_raiders-saints_jalen_richard_td

Jalen Richard (30) semina la difesa dei Saints e segna un TD con una corsa da 75 yard. (Foto: Raiders.com)

Ovviamente non è finita e Brees e i suoi ripartono alla carica. DJ Hayden commette una Pass Interference nel tentativo di limitare Michael Thomas. Aumenta la pressione della linea di difesa ma Brees sa evitare i sack e il suo lancio lungo è ricevuto da Snead. Il WR commette fumble per l’intervento di Hayden ma per sua fortuna la palla è recuperata dal compagno Thomas sulle 2 di Oakland (VIDEO). Brees trova Cadet in endzone (VIDEO) ed i Saints tornano sopra di 7: 27-34.

I Raiders non sono ancora pronti a gettare la spugna e ripartono in attacco. A piccoli passi e con un pizzico di aiuto dagli arbitri, consumando molti minuti arrivano sulle 10 di New Orleans. Carr trova Seth Roberts che entra i endzone portando i suoi ad un punto dal pareggio (VIDEO).

Del Rio deve fare una scelta: andare per il pareggio oppure andare da 2 per la vittoria? Sembra una pazzia, ma ragioniamo: Drew Brees sta facendosi beffe dei DB nero-argento da tutta la partita e concedergli un’occasione ai supplementari potrebbe essere letale, quindi cercare di trasformare da 2 e mettere tutto nelle mani della difesa sembra l’opzione più saggia.

Carr manda Crabtree a correre una fade route, fa un lancio perfetto e i Raiders vanno in vantaggio 35-34 (VIDEO).

2016_w01_raiders-saints_michael_crabtree_2pt_conv

Michael Crabtree (15) riceve in endzone il passaggio di Derek Carr (4) che vale 2 punti e la vittoria al Superdome di New Orleans contro i Saints. (Foto: Raiders.com)

Brees quasi riesce nel colpaccio di rimontare ma i Saints si fermano sulle 43 di Oakland. Lutz calcia da 61 yard ma il pallone va fuori, anche se di poco.

Cliccando su questo link trovate gli highlight della partita.

Non perdetevi il filmato “Sounds of the Game” realizzato dalla “Silver and Black Productions”.

CONCLUSIONI

I Raiders possono festeggiare una vittoria ottenuta con il carattere, ma sono consapevoli che c’è ancora tantissimo lavoro da fare.

2016_w01_raiders-saints_khalil_mack

Il pass rusher Khalil Mack è stato contenuto molto pene per quasi tutta la partita dalla OL dei Saints. (Foto: Raiders.com)

La tanto criticata linea offensiva dei Saints ha concesso pochissimo ai tanto decantati pass rusher nero-argento. Anche la linea dei Raiders ha retto molto bene nonostante gli infortuni e i rimescolamenti.

I CB di Oakland, soprattutto Sean Smith, hanno avuto difficoltà a contenere i WR avversari. La secondaria era un punto di domanda prima delle acquisizioni in Free Agency e l’arrivo di Smith e di Reggie Nelson sembrava aver rinforzato parecchio un reparto che lo scorso anno concedeva 258.8 yard su passaggio a partita. Contro i Saints Brees ha lanciato per 423 yard e al netto del sack le yard su passaggio concesse dai Raiders sono state 419, che fanno partire Oakland dal fondo della classifica in questo settore.

STATISTICHE

Drew Brees ha lanciato per 423 yard e 4 TD, dimostrando di essere ancora uno dei migliori QB della NFL. Derek Carr ha risposto con 319 yard e 1 TD.

I Raiders hanno corso bene. Murray, seppur non spettacolare, ha fatto registrare 59 yard con un buon 4.2 di media e Richard ha ottenuto 84 yard e 1 TD in 3 corse. In totale sono state fatte 26 corse per 167 yard (6.4 di media) e 3 TD.

Per quanto riguarda i ricevitori, a Snead (9 ricezioni per 172 yard e 1 TD) e Cooks (6 ricezioni per 143 yard e 2 TD) hanno risposto Amari Cooper con un 6 ricezioni per 137 yard e Crabtree con 7 per 87 yard.

Per quanto poco significativo dopo una sola partita, i Raiders sono primi per yard corse e ottavi nella NFL per yard su passaggio. In difesa sono quattordicesimi per yard concesse su corsa (88) e trendaduesimi per yard concesse su passaggio.

Karl Joseph, scelto a primo round del Draft 2016, non ha giocato neanche una azione difensiva; per lui solo 9 snap con gli special team. Anche il contributo di Nate Allen è stato decisamente limitato.

Penalità: 14 per 141 yard… davvero troppe per una squadra che vuole essere competitiva.

LA PAROLA AI PROTAGONISTI

Festa negli spogliatoi

Conferenze stampa:

Dopo la partita ESPN ha fatto delle considerazioni sulla decisione di andare per la vittoria anziché per il pareggio. Jack Del Rio ha risposto scherzosamente con una frecciatina su Twitter.

Annunci

6 thoughts on “2016 week 1 – Raiders 35 – Saints 34

  1. sinceramente sul 10-24 non pensavo che ce l’avremmo fatta…
    abbiamo avuto in generale fortuna (anche se in alcuni episodi invece è successo il contrario)
    è come aver vinto un 10000 metri al fotofinish…poteva finire in qualsiasi modo..
    comunque se si vince anche giocando male è un ottimo segno,è ovvio che se vogliamo andare ai playoff bisogna migliorare..

    Mi piace

  2. alla fine le mie coronarie son state messe a dura prova…

    grande offensive line
    bene carr ,wr,rb,special team

    male la difesa:
    poca pressione sul qb,secondaria in difficolta’ costante…a me smith era gia’ parso in difficolta’ coi titans..o sbaglio ?
    hayden,povero, è anche sfortunato..per una volta che causa un fumble i compagni non lo ricoprono

    una marea di penalita’..quante pass interference ci hanno chiamato ?!

    servono aggiustamenti…per fortuna il calendario,come ho scritto altre volte,sembra sia dalla nostra parte ed abbiamo almeno un paio di partite alla nostra portata per sistemare le cose e nello stesso tempo trovarci 3-0

    Mi piace

    • Io sono ancora in terapia intensiva… 😀

      Concordo con i tuoi giudizi, premio speciale per la OL vista la crisi affrontata per via degli infortuni.

      Anche a me Smith è sembrato in difficoltà a tratti anche durante la preseason, ma da quel che ho visto nella sua carriera mi sembra un giocatore più che valido quindi sono fiducioso.

      Hayden, a parte il fumble forzato che è un qualcosa in più, a me è piaciuto in copertura. Stare dietro a quei ricevitori non sarà facile per nessun DB.

      Pass Interference: 4 di cui 1 offensiva (Crabtree). Quelle difensive 1 a Malcolm Smith e 2 ad Hayden… ma almeno 2 sono state chiamate errate degli arbitri… non per fare polemica, semplice considerazione.

      Mi piace

  3. Pingback: 2016 week 2 – Falcons at Raiders preview | Raiders Italia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...