2016 week 1 – Raiders at Saints preview

Finalmente si comincia a fare sul serio; inizia la stagione 2016 dei Raiders che domani giocheranno a New Orleans contro i Saints. La squadra è stata accompagnata durante Training Camp e preseason dalla cantilena dei media americani che non facevano che ripetere quanto fossero migliorati i Silver & Black.

season_matchups_2016_w01_raiders-saints

Del Rio ha assicurato che il suo staff e i giocatori non stanno minimamente dando peso all’esaltazione generale e sono concentrati sull’obiettivo: vincere la AFC West, tornare ai playoff e puntare più in alto possibile. 

INFORTUNI

I Raiders sono usciti quasi incolumi dalla preseason e i giocatori più importanti sono rimasti integri nonostante Jack Del Rio li abbia lasciati in campo, in molti casi, decisamente più di quanto ci si aspettasse. Certamente è stato un rischio, ma l’head coach ha deciso che alcuni giocatori avevano necessità di tornare in forma, altri di fare esperienza e per altri serviva più materiale per una corretta valutazione in vista della riduzione del roster.

Lo sfortunato LB Neiron Ball salterà anche la stagione 2016 mentre per il DE Mario Edwards Jr, unico titolare ad aver subito un infortunio di grossa entità durante la preseason, si prospetta la riattivazione fra 8 settimane se tutto andrà per il meglio nel processo di guarigione dell’infortunio all’anca (ne abbiamo parlato qui).

2016_week01_injury_report_raiders

Il T Austin Howard non si è allenato mercoledì, giovedì e venerdì per l’infortunio alla caviglia subito contro i Seahawks ed è stato dichiarato Out. Il DL Denico Autry ha tolto la protezione rigida dal braccio.

2016_week01_injury_report_saints

I Saints hanno attualmente ben 10 giocatori nella Reserve/Injured list e tra questi compare il nome di Sheldon Rankins, scelto al primo round (12° assoluto) del Draft 2016.

Questa settimana dovranno inoltre fare a meno del LB titolare Dannell Ellerbe, che non si è allenato per un problema al quadricipite. Ci sono poi dubbi sulle condizioni di tre giocatori che sono stati indicati come Questionable e quindi la loro presenza in campo è in dubbio.

Ricordiamo che da quest’anno la NFL ha eliminato lo status Probable ed ha semplificato il significato degli altri stati: Questionable significa che il giocatore è in dubbio, Doubtful significa che il giocatore molto probabilmente non giocherà ed Out indica che il giocatore non sarà della partita.

STATISTICHE

Non ci ha sfiorato minimamente il pensiero di confrontare le statistiche fatte registrare in preseason dalle due squadre. Per non lasciare tristemente vuota questa sezione nella preview della prima stagionale gettiamo quindi uno sguardo a quanto successo lo scorso anno.

Drew Brees ha concluso la regular season 2015 con un 428/627 per 4870 yard, 32 TD e 11 INT in 15 partite giocate. Per yard lanciate il QB dei Saints è stato il leader dell’intera NFL.

Derek Carr si è fermato alla posizione numero 13, con 3987 yard. Pel lui un 350/573 (61.1% di completi), 32 TD e 13 INT in 16 partite.

Il leading rusher dei Saints, nonostante abbia giocato solo 12 partite, è stato Mark Ingram con 166 corse per 769 yard (4.6 di media) e 6 TD. Il numero 22 ha aggiunto 50 ricezioni per 405 yard.

Per i Raiders c’è stato solo Latavius Murray, che in 16 partite ha corso 266 volte per un totale di 1066 yard (4.0 di media) ed ha segnato 6 TD. Murray ha messo a statistica anche 41 ricezioni per 232 yard.

Brees ama distribuire palla, ma il suo ricevitore preferito è stato Brandin Cooks con 84 ricezioni per 1138 e 9 TD. Per yard ricevute Cooks è risultato a fine stagione al numero 14 della classifica NFL. Il secondo ricevutore della squadra è stato il rookie Willie Snead con 69 ricezioni per 984 yard e 3 TD.

Il TE Benjamin Watson si è piazzato al terzo posto con 74 ricezioni per 825 yard e 6 TD, ma i Raiders non si devono preoccupare di lui visto il suo passaggio ai Ravens. A dir la verità nessuna difesa si dovrà preoccupare di lui nel 2016 visto che lo sfortunato Watson ha subito un infortunio al tendine d’Achille ed è finito in IR. Ai Saints per sostituirlo è arrivato l’ex Colts Coby Fleener.

Lo scorso anno, soprattutto nella prima metà della stagione, la difesa dei Raiders si è rivelata incapace di difendere sui TE. Vedremo se questo problema è stato definitivamente corretto.

Le maggiori armi di Carr sono state il rookie Amari Cooper (72 ricezioni per 1070 yard e 6 TD) e Michael Crabtree (85 ricezioni per 922 yard e 9 TD) .

Il rookie TE Clive Walford ha catturato l’attenzione del pubblico e dei media ma ha fatto solo intravedere le sue qualità per via di alcuni infortuni che lo hanno rallentato. Per lui 28 ricezioni per 329 yard e 3 TD.

Abbiamo quindi due QB di ottimo livello (un probabile futuro Hall of Famer e un giovane in ascesa) e dei ricevitori interessanti. Chissà se le difese di entrambe le squadre avranno fatto passi avanti rispetto alla scorsa stagione; la difesa sui passaggi dei Raiders è finita alla posizione 26 (258.8 passing yard concesse in media a partita) e quella dei Saints è riuscita a fare addirittura peggio, finendo penultima (284.0 di media).

I Raiders hanno sostituito Charles Woodson con il FS Reggie Nelson (che con 8 intercetti nel 2015 ha guidato la NFL a pari merito con Marcus Peters dei Chiefs), è arrivato dal Draft lo SS Karl Joseph (big hitter con la rara abilità di giocare anche per l’intercetto) e dalla Free Agency è arrivato il CB Sean Smith. Vedremo se questi giocatori faranno fare il salto di qualità alla difesa. Sarà interessante seguire anche David Amerson, reduce dalla cosiddetta breakout season, per capire se sarà in grado di ripetersi o addirittura migliorarsi. Sarà DJ Hayden o TJ Carrie a giocare come slot CB la maggior parte degli snap? Sarà Nate Allen o Karl Joseph a giocare la maggior parte degli snap come SS? Che ruolo avrà Dexter McDonald, decisamente migliorato rispetto al suo anno da rookie? Resta per il momento il mistero su Antonio Hamilton, undrafted rookie tenuto a sorpresa nel 53-men roster dopo una preseason che definire anonima è dire poco.

I Saints schierano all’esterno due giocatori al secondo anno NFL: i CB Delvin Breaux (16 partite da titolare, 45 placcaggi e 3 INT nella sua stagione da rookie nel 2015) e P.J. Williams (che aveva passato in IR tutto il 2015). I rookie De’Vante HarrisKen Crawley sono momentaneamente i backup, ma tutto potrebbe cambiare quando Sterling Moore si adatterà agli schemi ed entrerà in sintonia con i compagni. I veterani Jairus ByrdKenny Vaccaro dovrebbero partire titolari come S e i backup saranno Roman Harper (ritornato a casa dopo due anni ai Panthers), il rookie Von BellErik Harris.

INCROCI (GLI EX)

Jack Del Rio, head coach dei Raiders, è entrato nella NFL come LB nel 1985 dopo essere stato scelto proprio dai Saints nel terzo round del Draft di quell’anno. A New Orleans Del Rio ha giocato per due anni (1985-1986) ed è successivamente tornato in veste di coach; assistant strength coach nel 1997 e linebackers coach nel 1998.

Il defensive coordinator dei Saints Dennis Allen è una vecchia conoscenza dei nero-argento. E’ stato l’head coach dei Raiders dal 2012 al 2014, quando è stato licenziato dopo la figuraccia di Londra contro i Dolphins. Per lui un record di 8-28 e 10 sconfitte consecutive alla guida dei Silver & Black.

L’offensive assistant dei Saints Ronald Curry ha giocato con i Raiders dal 2002 al 2008 dopo essere stato scelto al settimo round (235° assoluto) del Draft 2002. Uscito da North Carolina come QB, è stato convertito dai Raiders in WR ed ha messo a statistica nelle 76 partite giocate in nero-argento 193 ricezioni per 2347 yard e 13 TD.

Anche il WR coach di New Orleans John Morton ha un passato in Silver & Black. Preso come undrafted rookie WR dai Los Angeles Raiders nel 1993 ha fatto parte della practice squad nel 1993 e nel 1994. Appeso il casco al chiodo ha fatto parte dello staff nero-argento dal 1997 al 2004. Nel 1997 ha lavorato nel personnel department, nel 1998 e 1999 ha lavorato con i WR con il ruolo di offensive assistant e nel 2000 e 2001 con quello di offensive quality control coach. Nel 2002, l’anno del Super Bowl perso contro i Buccaneers, è stato nominato senior offensive assistant ed ha mantenuto il ruolo anche nel 2003. Nel 2004 è diventato infine TE coach per una stagione.

Il CB Sterling Moore, recentemente acquisito dai Saints, è entrato nella NFL come undrafted free agent nel 2011 con i Raiders ed ha fatto parte per alcune settimane della practice squad prima di essere tagliato.

Il LB Nathan Stupar è stato scelto dai Raiders nel settimo round (230° assoluto) del Draft 2012 ed ha fatto parte, per pochissimo tempo, della practice squad. L’ex QB dei Raiders Jeff Hostetler è lo zio di Stupar.

I Saints avevano nel 75-men roster anche altri due ex nero-argento, l’OL Khalif Barnes e il DL C.J. Wilson. I due sono stati tagliati il 3 di settembre quando la squadra ha ridotto il roster a 53 giocatori.

ALL-TIME RECORD E UN PO’ DI STORIA

Quella di domenica sarà la partita numero 13 in regular season tra le due squadre e i Saints hanno un leggero vantaggio sui Silver & Black. Nei 12 incontri finora giocati New Orleans ha ottenuto 6 vittorie, 5 sconfitte e 1 pareggio.

Di queste 12 partite la metà sono state giocate a New Orleans ed in queste sfide i padroni di casa sono in vantaggio 3-2-1.

Non c’è stata nessuna sfida di postseason tra Raiders e Saints anche perché fanno parte di Conference diverse e l’unica sfida possibile sarebbe un eventuale Super Bowl.

Parlando di Super Bowl, i Raiders hanno vinto nel Superdome di New Orleans il loro secondo titolo battendo il 25 gennaio 1981 i Philadelphia Eagles per 27-10.

RAPPRESENTANTI DEI GIOCATORI

La NFL Player Association ha reso noti i nomi dei rappresentanti dei giocatori di ogni squadra. Per i Raiders è stato eletto il TE Lee Smith. Le sue “riserve” sono il LB Malcolm Smith e il LS Jon Condo.

TRIBUTI

Domenica, in occasione del 15° anniversario della caduta delle Torri Gemelle, le squadre scenderanno in campo con un adesivo commemorativo sul retro del casco.

Come si può notare dalla foto di Murray, i Raiders continueranno a portare l’adesivo “AL” in tributo di Al Davis.

I Saints, oltre all’adesivo 9-11, avranno anche l’adesivo “Smith 91” in ricordo dell’ex DE ucciso in aprile. Sulla maglia la squadra di New Orleans avrà una speciale patch raffigurante il numero 50, per commemorare la 50 stagione dalla nascita del team.

Ecco come appare la patch sulla maglia.

LETTURE CONSIGLIATE

L’inizio della regular season ha reso prolifici i nostri reporter di riferimento, che avevano preparato tantissimo materiale da pubblicare per gli speciali dei rispettivi giornali. Vi segnaliamo alcuni dei ritratti più interessanti.

“It was a decision. Do I want to continue to go down that road and end up where I knew I was going to end up? That’s either dead or in jail. Or did I want to use my God-given ability and just leave it all out there and take a chance? I made a decision to go for it, and there’s no turning back.” [Bruce Irvin]

“I’ve seen first-round picks come in here and think the world should be handed to them. They’re prima donnas. They don’t think they have to work. They don’t think they have to practice. Khalil does what everyone else does — and then some.” [Marcel Reece]

“He’s got a big-time arm. He can make all the throws. He’s got very good mobility. I’d like to see him use his legs a little more, because I think he can and he should.” [Rich Gannon]

“Winning in this league is hard. For us, it’s just about preparing our butts off and then competing our butts off. All that other stuff is just talk.” [Jack Del Rio]

“Every single day, every time I step on the field, I have to prove myself. There are going to be new backs that come in every year and I have a spot to keep. I am going to do what I have to do to make sure I am the guy on the field.” [Latavius Murray]

“We know what we have in Taiwan and we’re anxious to let him do his thing. He’s a special-teams ace. He’s a gifted return guy. He’s an explosive weapon for us on offense.” [Jack Del Rio]

“I woke up that morning, and I said to myself, S—, I am retired. I knew it right then. I didn’t want to play anymore. That was the weirdest feeling I have ever had.” [Charles Woodson]

Annunci

3 thoughts on “2016 week 1 – Raiders at Saints preview

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...