Preseason 2016 – Week 1 – Raiders 31 – Cardinals 10

I Raiders sono usciti vittoriosi dall’University of Phoenix Stadium di Glendale, dove hanno fatto l’esordio stagionale contro gli Arizona Cardinals; è certamente positivo aver iniziato con una vittoria, ma ci sono state luci e ombre.

2016_PRE1_Raiders-Cardinals

Gli Oakland Raiders scendono in campo per la prima partita di preseason della stagione 2016 contro gli Arizona Cardinals. (Foto: Raiders.com)

Ci sono state delle conferme e delle belle sorprese, ma anche alcune prestazioni notevolmente al di sotto delle aspettative. Ovviamente qualche errore era da mettere in conto alla prima di preseason e sarà importante verificare se si prenderanno le giuste contromisure per evitare di commettere gli stessi errori in futuro. 

Cliccando su questo link potrete vedere le azioni salienti della partita ed altri video verranno segnalati nel seguito, ma non analizzeremo la partita facendo un play-by-play.


UPDATE del 15 agosto

Non perdetevi questo splendido video della Silver and Black Productions.


SEGNATURE

Ecco come si è arrivati al 31-10 finale. NOTA: tra parentesi trovate le informazioni sul drive che ha portato alla segnatura (giochi-yard, durata drive).

1° quarto:

ARZ – FG – C. Catanzaro 25 yd. Field Goal (10-73, 4:56)
OAK – FG – S. Janikowski 53 yd. Field Goal (7-29, 2:00)
OAK – C. Walford 19 yd. pass from M.McGloin (G.Tavecchio kick) (1-19, 0:06)
OAK – A. Holmes 10 yd. pass from M.McGloin (G.Tavecchio kick) (2-12, 0:51)

2° quarto:

ARZ – A. Ellington 5 yd. run (C.Catanzaro kick) (7-83, 2:49)

3° quarto:

OAK – G. Atkinson 53 yd. run (G.Tavecchio kick) (4-91, 2:08)

4° quarto:

OAK – G. Atkinson 35 yd. run (G.Tavecchio kick) (2-44, 0:54)

ASSENTI

Il RB Jalen Richard, il CB Antonio Hamilton e il S Jimmy Hall sono stati dichiarati out prima che la partita cominciasse. Richard, che ha stupito tutti durante il Training Camp, ha un problemino al ginocchio.

Nonostante Taiwan Jones fosse tornato ad allenarsi con i compagni dopo aver saltato due allenamenti la settimana scorsa ed avesse fatto il riscaldamento con la squadra, il coaching staff ha deciso di tenerlo a bordo campo per preservarlo.

NOTE SPARSE

Come detto la partita è stata caratterizzata da luci ed ombre ed è evidente che c’è ancora tanto su cui lavorare. Derek Carr (3/7 per 44 yard) è rimasto in campo due drive prima di lasciare spazio a Matt McGloin. Il QB titolare ha provato diversi lanci lunghi, seppur con alterne fortune, e il play calling lascia ben sperare; lanciare lungo permetterà alla squadra di allungare la difesa e liberare spazio in mezzo per i TE e per i RB.

Derek Carr si è detto contento di aver avuto la possibilità di provare qualche lancio lungo.

“Oh yeah, especially in the preseason you can get away with a few more than normal, but it is good to take those shots and get real live reps. Practice is one thing, but when they really count, when the lights are on and those kinds of things, it is good to take those shots and see what can happen.” [Derek Carr]

Uno dei giovani più importanti della difesa, il DL Mario Edwards Jr, si è infortunato all’anca durante un tentativo di placcaggio nella prima azione del secondo drive difensivo  (l’ultimo giocato dalla difesa titolare). Dopo essere stato aiutato ad uscire dal campo Edwards è stato poi portato via con l’injury cart e la cosa ha decisamente allarmato i tifosi. Il giocatore aveva le stampelle quando ha lasciato gli spogliatoi dopo la partita. Del Rio non commenta gli infortuni ma secondo il reporter Vic Tafur un esponente della squadra avrebbe detto che non si tratta di nulla di serio.

Anche l’insider di ESPN Adam Caplan conferma che l’infortunio di Edwards non dovrebbe essere grave. Purtroppo lo stesso non si può dire dell’infortunio alla caviglia subito dal TE Gabe Holmes, che potrebbe essere abbastanza serio da farlo finire nella Injured Reserve list.

Nella depth chart non ufficiale che i Raiders hanno pubblicato la settimana scorsa DeAndre Washington è indicato come prima riserva sia nel ruolo di KR che nel ruolo di PR. Con l’assenza di Taiwan Jones è stato proprio Washington a riportare l’opening kickoff (31 yard). Il rookie RB si è schierato anche come punt returner.

Alcuni backup si sono dimostrati in palla e renderanno certamente duro il lavoro al coaching staff quando arriverà il momento dei tagli. Tra i rookie si sono distinti James Cowser e Cory James. James ha giocato ILB dopo l’uscita dal campo di Ben Heeney

Non male Johnny Holton, che con un ritorno di kickoff da 43 yard ha messo il suo nome nella lista di chi spera di guadagnare un posto nel roster grazie al contributo negli special team. Il WR ha anche ricoperto un fumble dei Cardinals durante un ritorno di punt. In ricezione Holton non ha però sfruttato l’occasione avuta.

Karl Joseph aveva anticipato che i coach avrebbero potuto tenerlo fuori per precauzione ma alla fine ha giocato un solo drive prima di lasciare il posto a Dewey McDonald che, come vedremo nel seguito, ha purtroppo deluso le aspettative dopo un’ottima offseason.

Nate Allen (VIDEO) e Neiko Thorpe (VIDEO) hanno messo a segno un intercetto ciascuno e Korey Toomer ha forzato un fumble (VIDEO) durante un ritorno di punt.

2016_PRE1_Raiders-Cardinals_Korey_Toomer_forced_fumble

Il LB Korey Toomer forza un fumble su ritorno di punt. (Foto: Raiders.com)

Dopo l’uscita dal campo della linea offensiva titolare i Raiders hanno schierato, da sinistra verso destra, Matt McCants, Vadal Alexander, Jon Feliciano, Denver Kirkland e Austin Howard.

Dan Williams, ottimo nel 2015 al centro della linea difensiva, sta faticando in questo inizio di stagione. E’ arrivato al Camp fuori forma e si è visto superato da Justin Ellis per il ruolo di NT titolare. Del Rio lo vuole rimettere in riga e l’ex Cardinals si è ritrovato in campo nel terzo quarto in mezzo a tanti backup e giocatori con poche chance di superare i tagli.

L’offensive coordinator Bill Musgrave ha studiato per Connor Cook (7/11 per 71 yard) dei giochi che permettessero al rookie QB di liberarsi della palla velocemente. L’ex Michigan State non ha certo impressionato, ma non ha neanche commesso errori particolarmente evidenti.

“Coach Musgrave was calling a lot of quick gain stuff, so I could get the ball out of my hands really quickly. Guys were open. It wasn’t like there was super, super tight coverage. Guys were making plays after the catch too. DeAndre (Washington) had the one run after the catch. The screens that I was chucking out there, those guys were getting some positive yardage. Coach Musgrave was calling some great plays.” [Connor Cook]

Se l’attacco e la difesa hanno avuto alti e bassi (la difesa ha concesso un po’ troppi big play e sono stati mancati malamente diversi placcaggi) gli special team hanno giocato piuttosto bene, soprattutto le squadre di copertura nei kickoff e punt.

CONFERME

Sebastian Janikowski ha calciato l’unico FG dei Raiders e da una distanza di 53 yard non ha avuto problemi a metterlo fra i pali (VIDEO). Se il polacco continuerà su questa strada sarà molto difficile per il nostro Giorgio Tavecchio poter trovare posto nel roster nero-argento.

Matt McGloin non è decisamente stato impeccabile durante il Training Camp ed i reporter hanno spesso dovuto raccontare di intercetti lanciati dall’ex Penn State. McGloin ha però dimostrato anche negli anni scorsi di esaltarsi durante la preseason e contro i Cardinals non ha fatto eccezione concludendo con un 5/11 per 41 yard e 2 TD, uno per il TE Clive Walford (VIDEO) e l’altro per Andre Holmes. Il ruolo di backup di Carr sembra saldo nelle sue mani.

James Cowser sta facendo bene in allenamento e il pass rusher ha decisamente l’occasione di entrare nel 53-men roster se saprà farsi notare durante la preseason. Contro Arizona ha iniziato col piede giusto giocando anche qualche snap con i titolari in sostituzione di Khalil Mack.

Andre Holmes lo inseriamo tra le conferme ma per lui questa definizione non ha nulla di positivo. Holmes si conferma infatti il solito Dr. Jekyll e Mr. Hyde. Dopo una ricezione stupenda per 6 punti (VIDEO) il numero 18 ha commesso un brutto fumble.

SORPRESE

Se si cerca “nepotismo”  sul vocabolario si trova la foto di George Atkinson III. Il RB di Notre Dame è stato tenuto nella practice squad per due anni (facendo addirittura una comparsata nel 53-men roster nel 2014) solamente per il cognome che porta, ma non ha mai dimostrato di poter essere un giocatore affidabile a livello NFL. Magari la sua prestazione contro i Cardinals (5 corse per 97 yard, 2 TD da 53 e 35 yard rispettivamente) si rivelerà un caso isolato, ma… ragazzi… che spettacolo!

“I saw the defense kind of flow to the right a little bit so I went that way and I saw Joe (Hansley) made a great block. Cut the crap out that guy on the outside and kind of sprung me to go to the outside and use my speed.” [George Atkinson III]

“He is very determined and very hungry to be a part of the team. He has improved. There is no question about his speed and his eagerness to help on (special) teams. […] I think where we need to see growth with him will be in pass protection. We will give him more opportunities to continue to  grow in areas like that. George is a great young man and working his tail off.” [Jack Del Rio]

2016_PRE1_Raiders-Cardinals_George_Atkinson

George Atkinson III semina Durell Eskridge. (Foto: Raiders.com)

“The O-line did a great job today. The coaching staff put me and the O-line in great position to make big plays. […] Coach Bernie (Parmalee) really emphasized in the offseason reading the defense and knowing the blocks before they happen and trusting in the line. They are going to make those blocks. That’s all I did tonight and it was a great night.” [George Atkinson III]

Restiamo in tema RB: se Atkinson è la sorpresa delle sorprese, il rookie DeAndre Washington rientra comunque nella categoria. Durante il Training Camp il numero 33 non ha esaltato anche se non ha fatto male, e gli occhi di tutti sembravano puntati sul collega di reparto Jalen Richard, quasi una fotocopia di Washington per altezza, peso e stile di gioco. Richard ha dovuto saltare la prima di preseason e Washington (8 corse per 43 yard, 5.4 di media a portata) ne ha approfittato per conquistare un po’ di vantaggio.

DELUSIONI

Certamente la delusione più grande è stato Dewey McDonald, che ha mancato malamente alcuni placcaggi, si è fatto battere in un paio di occasioni quando era in copertura e si è fatto anche sanzionare per holding rendendo inutile il bel ritorno di punt da 22 yard di Jaydon Mickens.

2016_PRE1_Raiders-Cardinals_Troy_Niklas-Dewey_McDonald

Il TE Troy Niklas (87) rende vano il tentativo di placcaggio di Dewey McDonald (35). (Foto: Rick Scuteri/AP Photo)

Joe Hansley sembrava un “fenomeno” durante l’Offseason Program ma quando è arrivato il Training Camp il numero 9 è scomparso dai radar. La sua unica possibilità di rientrare tra i 53 fortunati è dimostrarsi un ottimo returner. Venerdì l’occasione è stata sprecata visto che il WR ha commesso un fumble durante un ritorno di punt.

DISCIPLINA

Jack Del Rio e Derek Carr avevano sottolineato quanto fosse importante evitare di commettere errori stupidi, soprattutto le penalità pre-snap.

In totale i Silver & Black hanno commesso 11 penalità per 86 yard ed alcune di queste erano penalità evitabili: False start (2: Osemele, Omoile), Delay of Game (Carr), Offside on Free Kick (2)

“Yes. It felt good to just throw against someone else. It felt good to play real football, not with a red jersey on. It’s always good to get out there, and obviously, we need to be cleaner. This is year three for me and there is no excuse for those kinds of things. I take that stuff personal. We have to make sure we are cleaner on the pre-snap stuff. That stuff can’t happen. We are too good of a football team and we have worked too hard to let things like that kill a drive.” [Derek Carr]

Greg Townsend Jr. è stato penalizzato per Roughing the Passer per aver buttato a terra il QB avversario che si era già liberato della palla. La sua pressione aveva costretto Barkley a lanciare un incompleto e i Cardinals sarebbero stati costretti al punt, ma l’irruenza del rookie ha regalato 15 yard ai padroni di casa e un nuovo set di down. E’ necessario evitare questi errori per non dare seconde occasioni agli avversari.

CONFERENZE STAMPA E INTERVISTE

APPROFONDIMENTI

Link ad articoli relativi alla prima di preseason e ai protagonisti:

Annunci

3 thoughts on “Preseason 2016 – Week 1 – Raiders 31 – Cardinals 10

  1. secondo me la nota piu’ positiva è stato lo ST contro i ritornatori …mi sembra che abbia sempre concesso poche yards.
    anche se incredibili 2 penalita’ per offside consecutive su nostro kick off

    contento per atkinson e washington

    contento per la OL

    contento perchè anche se il risultato non conta vincere in arizona vuol dire almeno che i nostri back up sono migliori dei loro…e non è poco secondo me..

    Mi piace

  2. buona la tenuta in red zone nel primo quarto quando li abbiamo costretti ad accontentarsi del FG
    anche se in difesa mi sembra che abbiamo concesso troppo ai TE come al solito ..o sbaglio?

    del rio aveva messo l’accento sulle penalita’ pre snap e siam partiti subito con false start e delay of game…

    la penalita per r. the passer per me è stata un po’ eccessiva…ci hanno chiamato poi nel 4th una pass interference in attacco secondo me inesistente…

    abbiamo preso solo un TD ed in quel drive allen si è fatto scivolare dalle mani un possibile intercetto…

    insomma nel complesso possiamo essere soddisfatti…:-)

    Mi piace

  3. Pingback: Raiders Training Camp 2016 – Day 12 e 13 – Arrivederci Napa | Raiders Italia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...