Offseason Program 2016 – week 1 – Il roster e i numeri di maglia

Come abbiamo scritto nello scorso articolo, il 18 aprile i Raiders si sono riuniti per iniziare la preparazione fisica. Facciamo quindi il punto su quello che è accaduto durante questa prima settimana.

2016-04-16_Raiders_Offseason_Workouts

I Raiders si sono ritrovati per incominciare la preparazione fisica. (Foto: Raiders.com)

I RFA e ERFA che avevano ricevuto una proposta di contratto annuale hanno accettato l’offerta messa sul piatto dai Silver & Black, i giocatori arrivati in Free Agency hanno scelto i numeri di maglia e qualcuno dei giovani già nel roster nel 2015 ha ceduto il suo numero ad uno dei nuovi compagni. I reporter hanno potuto intervistare i giocatori e Reggie McKenzie e Jack Del Rio hanno tenuto la conferenza stampa pre-Draft. 

RFA E ERFA ACCETTANO IL CONTRATTO ANNUALE

I Raiders avevano fatto un’offerta di contratto annuale a quattro dei loro Restricted Free Agent (in tutto i RFA erano sei ma Larry Asante e Jeremy Ross non rientravano più nei piani di Del Rio). Tre di questi sono stati trattenuti mentre il quarto, Benson Mayowa, ha trovato un contratto migliore con i Cowboys e i Raiders hanno deciso di non pareggiare l’offerta lasciando quindi andare il giocatore.

Restano quindi in nero-argento il QB Matt McGloin, il CB Neiko Thorpe e il T Matt McCants.

Per quanto riguarda gli Exclusive-Rights Free Agent non ci sono state ovviamente sorprese e tutti hanno accettato di buon grado l’accordo con i Raiders visto che gli ERFA non possono trattare con altre squadre.

OFFSEASON PROGRAM – SI RICOMINCIA

I Raiders si sono riuniti al centro di allenamento della squadra lunedì 18 e dal giorno successivo hanno iniziato a lavorare in palestra e a sudare sul campo.

Potete trovare sul sito ufficiale Raiders.com delle gallerie fotografiche (dalle quali abbiamo estratto la foto di copertina di questo articolo); riportiamo qui un video riepilogativo della prima settimana di allenamenti.

NUMERI DI MAGLIA

Solitamente i giocatori sono molto attaccati al loro numero di maglia, e quando un free agent cambia squadra spesso fa di tutto per mantenere il numero che lo ha accompagnato durante la sua carriera. A volte il suo numero è di proprietà di un giovane o di un giocatore di seconda fascia e dopo un po’ di contrattazioni si trova un accordo, altre volte il numero è sulla maglia di un giocatore importante ed allora il free agent deve mettersi l’anima in pace e scegliere un numero differente.

Sapevamo che Bruce Irvin, il LB arrivato dai Seahawks, era da tempo in trattative con Ben Heeney per avere da lui i “diritti” sul numero 51 che indossava a Seattle.

2016-04-21_CIRCA_Ben_Heeney-Bruce_Irvin

Ben Heeney ha ceduto il numero 51 a Bruce Irvin. (Foto: Bruce Irvin su Instagram)

Irvin ha indossato il numero 11 al college a West Virginia e il 51 nei suoi quattro anni a Seattle. Heeney al college a Kansas giocava con il numero 31 e per il 2016 ha scelto il numero 50.

Il CB Sean Smith, arrivato dai Chiefs, ha ottenuto di mantenere il suo numero 21 “strappandolo” a Dexter McDonald, che è passato al 23.

Smith ha giocato al college a Utah con la maglia numero 4 e nella NFL ha vestito il 24 per quattro anni a Miami, il 27 nel suo primo anno a Kansas City e il 21 nel 2014 e 2015. McDonald ha vestito il 12 al college a Kansas ed ha indossato il 21 nel suo anno da rookie ad Oakland nel 2015.

Per Kelechi Osemele la questione era più complicata, visto che il suo numero 72 in Silver & Black è sulla maglia di Donald Penn. Non sappiamo se ci siano state o meno trattative al riguardo, fatto sta che il nuovo LG dei Raiders vestirà il numero 70 dopo una intera carriera a Iowa State e con i Ravens durante la quale ha indossato il 72.

Reggie Nelson continua a cambiare numero… Aveva iniziato la sua carriera a Florida con il 32 per passare poi all’1. Nella NFL ai Jaguars ha avuto la maglia numero 25 e ai Bengals la numero 20. Ad Oakland il 25, almeno per ora, è sulle spalle di DJ Hayden e il 20 su quelle di Nate Allen, e così Nelson ha scelto il 27.

Ecco i nuovi numeri dei free agent e di chi ha ceduto il suo vecchio numero.

ROSTER

Ecco il roster in attesa del Draft e della firma degli undrafted free agent.

2016-04-22_Raiders_Roster_Offseason_Program

Aldon Smith, vista la sua sospensione di un anno, non può partecipare agli allenamenti della squadra e non prenderà parte neanche al training camp e alla preseason. Marcel Reece, sospeso per le prime partite del 2016, può invece allenarsi con i compagni e potrà partecipare al training camp e alla preseason. Il FB tornerà nella lista dei sospesi solo quando inizierà la stagione.

INTERVISTE

Il 18 aprile i reporter hanno potuto incontrare il C Rodney Hudson (qui il video della conferenza stampa), il QB Derek Carr (video) e il LB/DE Khalil Mack (video).

Hudson ha parlato della linea offensiva, rinforzata dall’arrivo di Kelechi Osemele, ed ha detto che sarà importante continuare a lavorare insieme ai compagni di reparto per conoscersi meglio. Da questo punto di vista è importante il ritorno di Donald Penn perché dà continuità. Il C ha detto inoltre di aver passato del tempo in questa offseason a lavorare con la guardia Jon Feliciano.

L’opinione dei media nazionali è che i Raiders sono pronti a fare il salto di qualità dopo l’ottima Free Agency, ma Hudson ha detto che la squadra non deve pensare ai giudizi positivi e continuare a lavorare e a crescere.

Potete leggere la trascrizione di alcune delle risposte di Hudson qui.

E’ stato poi il turno di Derek Carr davanti ai microfoni, ed il QB ha parlato per circa un quarto d’ora con i reporter, mostrando il suo solito atteggiamento allegro e da ragazzo alla mano.

“On paper, it looks great right now. Paper champs, all those kind of things, everyone’s picking us to do this and that – none of that matters unless we put the work in, and everyone knows that.” [Derek Carr]

Carr sa che i giudizi positivi sulla squadra non sono importanti, anche se ovviamente fanno piacere soprattutto perché rappresentano un riconoscimento per quello che la squadra ha fatto per migliorarsi. Quello che conta però è il risultato del campo e c’è ancora molto da lavorare. Un record di 7-9 lo scorso anno è stato visto come un netto miglioramento rispetto alla stagione precedente ma quest’anno è necessario fare meglio.

Dopo aver cambiato due head coach nel suo primo anno nella NFL, quest’anno Carr ritrova lo stesso coaching staff dello scorso anno e non è difficile immaginare quanto ritenga importante questa continuità. Non deve imparare nuove terminologie e un nuovo playbook e si può concentrare sul lavoro da fare per migliorere se stesso e aiutare i compagni. Il QB ha inoltre speso parole importanti per Jack Del Rio, definito un grande leader.

Carr è contento per i rinnovi di Andre Holmes e Seth Roberts perché oltre al talento che hanno sono due giocatori che lavorano duro per migliorarsi. Per quanto riguarda Donald Penn, Carr ha detto che hanno parlato molto quando il suo LT era free agent e non si sapeva ancora se si sarebbe trovato un accordo con i Raiders.

Ovviamente il QB è contentissimo per l’arrivo di Kelechi Osemele, che ha definito un “freak of nature”. Osemele (6-5 per 330 libbre) è un gigante, ma quello che ha stupito Carr è la sua forma fisica; il LG è scolpito e slanciato. Quando si sono incontrati Carr lo ha abbracciato e gli ha detto che era contento che fosse arrivato ad Oakland ed Osemele gli ha risposto “avrai tutto il giorno [per lanciare]”.

Non ci sono più Charles Woodson e Justin Tuck, e Carr è cosciente che ora tocca a lui e a Khalil Mack assumere il ruolo di leader della squadra. Carr ha poi dato giudizi molto positivi sul CB Sean Smith e sul WR Amari Cooper.

Qui una trascrizione di parte delle sue risposte.

Anche Khalil Mack è pronto a diventare un leader di questa squadra formata da giovani di talento. Woodson lo ha spinto già dallo scorso anno ad assumere un ruolo di guida per i compagni, e l’All-Pro non si è tirato indietro anche se è più un tipo da “lead by example“.

“Yeah, ‘C-Wood’ wanted me to prepare and get ready for that role, but at the same time, just taking it day by day and slowly, slowly seeing what happens. The leadership role definitely is in effect at this point.” [Khalil Mack]

Mack ha detto che lui e i suoi compagni sono stati in contatto continuo con Aldon Smith da quando è iniziata la squalifica e che è molto contento che il LB abbia rinnovato con i Silver & Black. Mack non vede inoltre l’ora di allenarsi e di giocare con Bruce Irvin, con il quale era in contatto durante la free agency.

Il numero 52 non ha mancato di elogiare il suo DC Ken Norton Jr, definendolo un grande coach, intelligente e capace di portare entusiasmo e caricare i suoi giocatori.

“Coach Ken Norton, man, having him a second year is almost like cheating. The guy that brings enthusiasm, energy, all the necessary things as far as football smarts, just everything you need as a player. He’s a great coach, and I’m glad that he’s on my team.” [Khalil Mack]

Qui la trascrizione di alcune delle sue risposte.

Infine, venerdì è stato il turno del GM Reggie McKenzie e dell’head coach Jack Del Rio, che si sono presentati davanti ai microfoni per la conferenza stampa pre-Draft (video).

Sono state decisamente poche le notizie interessanti. McKenzie non ha certamente scoperto le carte per quanto riguarda il Draft ed anche sullo stato di salute di Mario Edwards Jr. è stato piuttosto elusivo. Il DE si sta allenando con i compagni ma per ora non ci sono novità da comunicare.

L’obiettivo, neanche a dirlo, è vincere la Division e accedere ai playoff.

“We want to get to the playoffs, then, that’s when the season starts. We want to try to bring home the trophy after that; but it starts with the work. This whole offseason, we have to work” [Reggie McKenzie]

McKenzie ha anche detto che i Raiders sono felici della decisione di dare una nuova opportunità ad Aldon Smith e che si augurano che il LB si rimetta in carreggiata prima di tutto come persona. Smith, a detta del GM, era di ottimo umore il giorno che ha firmato il nuovo contratto con i Silver & Black.

Annunci

5 thoughts on “Offseason Program 2016 – week 1 – Il roster e i numeri di maglia

  1. insomma fin qui’ tutto bene..ci sono grandi speranze…
    certo che mancano ancora piu’ di tre mesi alla preseason…non vedo l’ora..

    secondo te chi dovremmo prendere al primo giro del draft ?
    pensi che la tua scelta sara’ la stessa dello staff ?

    Mi piace

    • Alla 14 c’è secondo me una discreta possibilità di fare trade down.

      Non sono esperto di college football quindi mi baso solo su ciò che leggo. Se ci fosse il RB Ezekiel Elliott andrei su di lui. Non sarebbe male un pass rusher visto che partiremo senza Aldon Smith e Mario Edwards è un grande punto interrogativo visto il problema al collo. Come CB sento parlare sempre meglio di William Jackson III anche se per settimane parlavano di Eli Apple alla 14… Ora leggo che visti i problemi al ginocchio potrebbe scivolare fuori dalla top 10 Myles Jack, ma nonostante il suo talento indiscusso mi spaventerebbe non poco scegliere lui… i Raiders non possono permettersi ancora di “sprecare” un primo round…

      McKenzie sicuramente valuterà vari aspetti e di sicuro se non ci sarà un chiaro game changer scivolato fino alla 14 valuterà possibili trade down…

      Non vedo l’ora che arrivi questo maledetto Draft!

      Mi piace

  2. condivido per elliott…
    una cosa di cui sono convinto è che abbiamo pochi wr…crabtree-cooper-roberts-homes….sono solo 4…poi c’è debose,ma tu hai detto che probabilmente fara’ il ritornatore…
    per me ne servirebbe almeno un altro di valore…per essere meno prevedibili (l’anno scorso nella seconda parte della stagione lo siamo stati) e per tutelarci dagli infortuni

    Mi piace

    • Si, il reparto WR è da rinforzare, però non credo prenderanno nessuno ai primi giri del Draft. Cooper e Crabtree sono gli starter, Roberts è il terzo e Holmes (almeno nei progetti) l’arma per le palle contese… contando poi che lo scorso anno quasi sempre erano attivi il giorno della partita solo 4 ricevitori (Rod Streater lasciato in borghese) e che nel 2016 dovrebbe essere molto più coinvolto Clive Walford non mi aspetto arrivi un “big”… se poi troviamo un buon prospetto ai giri bassi o undrafted o tra i tagliati delle altre squadre gli daremo l’opportunità di mostrare il suo valore. Poi a meno di trade abbiamo ancora anche Mychal Rivera.

      Sarebbe ottimo trovare un WR che sia anche un buon ritornatore in modo da occupare un posto solo nel roster e coprire 2 ruoli. Chissà che Debose non faccia il colpaccio 🙂

      Mi piace

  3. Pingback: Offseason Program 2016 – week 2 e 3 | Raiders Italia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...