Franchise/Transition tag 2016

Le 32 squadre NFL hanno avuto fino alle 4 PM ET (le 22 italiane) del 1° marzo per assegnare il Franchise o Transition tag ad un giocatore in scadenza di contratto che vogliono assolutamente trattenere o per il quale vogliono avere il diritto di poter eventualmente pareggiare l’offerta fatta da un’altra squadra.

2016-03-01_Franchise-Transition_tag

Da sinistra in alto – Franchise player: Justin Tucker (Ravens), Cordy Glenn (Bills), Josh Norman (Panthers), Alshon Jeffery (Bears), Von Miller (Broncos), Eric Berry (Chiefs), Trumaine Johnson (Rams), Muhammad Wilkerson (Jets), Kirk Cousins (Redskins). Transition player: Olivier Vernon (Dolphins)

Arrivata la deadline sono stati resi noti ufficialmente i nomi dei 10 giocatori “taggati”. Potete scaricare qui il PDF ufficiale della NFL. 

Von Miller è l’unico designato exclusive-rights Franchise player, mentre Olivier Vernon è l’unico a cui è stato apposto il Transition tag.

I Raiders per il terzo anno di fila non hanno usato il tag; l’ultima volta che un Silver & Black è stato designato Franchise player è stato nel 2012 (il S Tyvon Branch).

FRANCHISE E TRANSITION TAG

Ne abbiamo già parlato qui, ma vale la pena ripetersi. Cosa sono il Franchise e il Transition tag?

I tag per la precisione sono tre, visto che il Franchise tag può essere “exclusive-rights” oppure “nonexclusive“.

L’exclusive-rights Franchise tag lega per un anno il giocatore alla squadra, senza consentire al suo agente di intavolare trattative con altre squadre. In cambio il giocatore ottiene un contratto che gli garantisce la cifra più alta tra il 120% del suo precedente stipendio e l’importo medio degli stipendi dei cinque giocatori più pagati nella sua posizione.

Il nonexclusive Franchise tag è sempre una offerta di contratto annuale come la precedente, ma lascia al giocatore la possibilità di cercare un contratto migliore con un’altra squadra. Qualora un’altra squadra faccia una proposta allettante, il team che ha apposto il Franchise tag potrà decidere se pareggiare l’offerta e mantenere il giocatore oppure lasciarlo andare ed ottenere in cambio due scelte al primo round al Draft.

Il Transition tag, infine, è una offerta di contratto annuale ad una cifra pari alla media degli stipendi dei 10 giocatori più pagati della NFL nel ruolo. Anche il questo caso il giocatore potrà cercare un contratto migliore con un’altra squadra ed il suo team avrà solo il diritto di pareggiare l’offerta per trattenerlo. Qualora il team decidesse di lasciarlo andare non riceverebbe nessuna compensazione.

Nel calcolo del costo del Franchise e del Transition tag per le varie posizioni viene considerato anche il salary cap stabilito per la stagione.

Il salary cap per il 2016 è stato fissato a 155.27 milioni di dollari e nella immagine sottostante sono indicati, ruolo per ruolo, gli importi dei contratti annuali che i giocatori designati come Franchise o Transition player firmeranno qualora non si trovi un accordo per un contratto pluriennale.

2016_Franchise-Transition_tag

E ADESSO?

Non ci sono state grandi sorprese, ma andiamo a vedere cosa significa questa giornata per i Raiders.

I Silver & Black hanno tanti soldi da spendere (lo spazio sotto il salary cap è di circa 74.5 milioni di dollari) e devono rinforzare tanti reparti. Se è vero che non c’erano molte illusioni di poter arrivare al CB dei Panthers Josh Norman o al S dei Chiefs Eric Berry è anche vero che le mosse fatte dalle squadre che hanno usato il tag hanno conseguenze dirette sulla prossima free agency della squadra di Mark Davis.

I Los Angeles Rams avevano in scadenza due giocatori potenzialmente appetibili per i Raiders: Trumaine Johnson (stats) e Janoris Jenkins (stats). Sembrerebbe che i Rams vogliano tenerli entrambi e cercheranno sicuramente di trovare un accordo pluriennale sia con Johnson che con Jenkins prima dell’inizio della free agency.

La scelta di apporre il franchise tag su Johnson toglie dal mercato probabilmente il migliore tra i due CB (per i curiosi qui un articolo di PFF sui due giocatori). Sicuramente Jenkins firmerà un ricchissimo contratto in questa offseason e sarà uno dei top CB insieme a Sean Smith dei Chiefs. Altri buoni CB che probabilmente saranno sul mercato il 9 marzo sono Casey Heyward (Packers), Prince Amukamara (Giants), Patrick Robinson (Chargers), Brandon Boykin (Steelers) e Jeremy Lane (Seahawks).

La conferma ufficiale che Eric Berry è fuori dai giochi porterà i Raiders a puntare gli occhi soprattutto su Eric Weddle dei Chargers (stats) e su Tashaun Gipson dei Browns (stats), anche se ci sono diversi altri giocatori interessanti come George Iloka dei Bengals (stats) e Husain Abdullah dei Chiefs (stats).

Una pesante conseguenza sulla offseason dei Raiders la ha sicuramente il tag sul tackle dei Bills Cordy Glenn. Tolto dal mercato Glenn il valore di Donald Penn cresce e McKenzie non ha ancora trovato un accordo per il rinnovo di contratto. Le due parti sembra stiano trattando, ma di sicuro il fatto che i Raiders non abbiano iniziato prima le trattative ha indispettito il LT che aveva più volte dichiarato il suo desiderio di chiudere la carriera in Silver & Black (qui un articolo di PFF sui migliori OT in scadenza di contratto – NOTA: uno dei più interessanti sul mercato è Kelechi Osemele dei Ravens che PFF ha inserito nella lista delle migliori guardie visto che è un jolly della linea offensiva).

Veniamo al DE Olivier Vernon (stats) sul quale i Dolphins hanno deciso di usare solo il Transition tag. I Raiders possono e forse devono fare un pensierino sul giocatore visto che è giovane (25 anni) e abbastanza produttivo (29 sack in 4 anni, 7.5 nel 2015). I Dolphins potranno al massimo pareggiare l’offerta per tenere Vernon a Miami, ma se non lo faranno lo perderanno senza ricevere nessuna compensazione. Con la sospensione di Aldon Smith (che per di più sarà ufficialmente free agent a novembre) e la situazione fisica di Mario Edwards Jr. ai Raiders serve un giocatore da accoppiare con Khalil Mack e Vernon è sicuramente un investimento più proiettato verso il futuro di quanto non sarebbe Mario Williams (stats), il campione trentunenne appena tagliato dai Bills.

Si sta per mettere in moto la centrifuga della free agency… saranno giorni interessanti i primi della settimana prossima.

Non è certo la bibbia, ma potreste trovare interessante per prepararvi alla free agency la lista dei 75 migliori probabili free agent redatta da Pro Football Focus.

Annunci

5 thoughts on “Franchise/Transition tag 2016

  1. Grazie per l’articolo, molto interessante anche questo!
    PS: non pensavo che il DE fosse la posizione più pagata dopo il QB, avrei scommesso sui WR (anche se vedo da wikipedia che il divario si sta assottigliando piano piano)

    Mi piace

  2. Pingback: Free Agency 2016 – team needs (DIFESA) | Raiders Italia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...