Hall of Fame 2016 – Ken “Snake” Stabler finalmente eletto

Finalmente giustizia è fatta: Ken “Snake” Stabler è ufficialmente un Hall of Famer.

Stabler è stato uno dei migliori QB degli anni ’70, una figura carismatica della NFL, un mago delle rimonte nei secondi finali delle partite, un personaggio pittoresco che “studiava il playbook alla luce del jukebox”, che aveva una vita sregolata ma che in campo era concentrato e preciso come pochi.

Ken_Snake_Stabler_Hall_of_Fame_2016

Ken “Snake” Stabler eletto nella Hall of Fame con la Classe 2016

La Classe 2016 è composta dal coach Tony Dungy, dal QB Brett Favre, dal DE/LB Kevin Greene, dal WR Marvin Harrison, dal T Orlando Pace, dai due candidati senior, il QB Ken Stabler e la G Dick Stanfel, e dal contributor Eddie DeBartolo

Stabler è nella Hall of Fame ma non può godersi questo momento. Non potrà indossare la giacca d’oro né festeggiare con i vecchi compagni, non potrà preparare il suo discorso da leggere durante la cerimonia che si terrà a Canton il 6 agosto né emozionarsi sollevando il telo per scoprire il busto realizzato da uno degli abili scultori a cui si affida la Hall of Fame.

Ken Stabler è morto l’8 luglio 2015 a causa di un cancro al colon e l’elezione postuma è una beffa oltre che una vergogna.

Quando il Seniors Committee ad agosto scorso aveva scelto Stabler come uno dei due candidati senior avevo pubblicato un post che conteneva un piccolo sfogo.

In quell’articolo c’erano riassunti i motivi principali per i quali Stabler sarebbe dovuto essere nella Hall of Fame da tantissimo tempo.

Quattro volte invitato al Pro Bowl, MVP della NFL nel 1974, un anello del Super Bowl, una percentuale di vittorie nei 10 anni in Silver & Black di circa 71,9% (69-26-1) e la nomina nell’All-decade team NFL per gli anni ’70.

Certo, la percentuale di completi in carriera non è altissima (59,8%) se confrontata con i migliori QB attuali, ma Stabler era considerato uno dei più precisi della sua era; le statistiche devono anche saper essere interpretate. Ha lanciato 194 TD e 222 INT nei suoi 15 anni nella lega ma a quell’epoca lanciare più intercetti che touchdown era molto comune (per confronto Joe Namath in carriera ha lanciato 173 TD e 220 INT)

Si dice che per verificare se un giocatore è degno di essere eletto nella Hall of Fame basta chiedersi “si può pensare al football senza nominare quel giocatore?”. Il nome di Stabler, quando si pensa alla NFL negli anni ’70, è collegato a tantissime partite memorabili e grandi comeback; quanti QB possono dire di aver giocato e brillato in partite che sono diventate leggendarie tanto da meritarsi un nome? Ghost To The Post, Sea Of Hands, Immaculate Reception, Holy Roller… chi può scordare questi nomi? E Stabler, in un modo o nell’altro è stato protagonista di tutte queste splendide sfide.

Ken Stabler ha giocato con i Raiders in 5 AFC Championship consecutivi dal 1973 al 1977, un record che è stato pareggiato quest’anno da Tom Brady e dai Patriots.

Le statistiche di Stabler in carriera le trovate qui.

Bando alla tristezza, è tempo di festeggiare l’ingresso di un altro Silver & Black nell’olimpo del football. Potete leggere le reazioni di tanti ex Raiders in questo articolo pubblicato dalla squadra.

La famiglia di Stabler ha comunicato che sarà il suo head coach John Madden a presentarlo alla cerimonia che si terrà a Canton.

Sono ora 25 gli Hall of Famer che hanno vestito il nero-argento. Ecco l’elenco completo:

Ron Mix T 1971 1979
Jim Otto C 1960-1974 1980
George Blanda QB/K 1967-1975 1981
Willie Brown CB 1967-1978 1984
Gene Upshaw G 1967-1982 1987
Fred Biletnikoff WR 1965-1978 1988
Art Shell T 1968-1982 1989
Ted Hendricks LB 1975-1983 1990
Al Davis Owner 1963-2011 1992
Mike Haynes CB 1983-1989 1997
Eric Dickerson RB 1992 1999
Howie Long DE 1981-1993 2000
Ronnie Lott S 1991-1992 2000
Dave Casper TE 1974-1980, 1984 2002
Marcus Allen RB 1982-1992 2003
James Lofton WR 1987-1988 2003
Bob Brown T 1971-1973 2004
John Madden Head Coach 1969-1978 2006
Rod Woodson S 2002-2003 2009
Jerry Rice WR 2001-2004 2010
Warren Sapp DT 2004-2007 2013
Ray Guy P 1973-1986 2014
Ron Wolf Personnel 1963-74, 1979-89 2015
Tim Brown WR/PR 1988-2003 2015
Ken Stabler QB 1970-1979 2016

Se volete leggere qualcosa di interessante sui Raiders di Kenny Stabler vi suggerisco caldamente questo libro di Peter Richmond.

“I started my life third and long,” Stabler told me. “I skipped practices. I got kicked off my high-school team. I got kicked off my college team. I left pro football in 1969. I’ve had third and 15 my whole life. Everybody’s had rocky moments from day one. But sometimes you pick up third and long, and that’s where you make your money. That’s where the satisfaction comes, from the game and from life.”

Peter_Richmond_Badasses

Badasses: The Legend of Snake, Foo, Dr. Death, and John Madden’s Oakland Raiders

Potete acquistarlo su Amazon.

“I would never second-guess. I can’t do it any other way. I did it that way. That was me.” [Ken Stabler]

Annunci

One thought on “Hall of Fame 2016 – Ken “Snake” Stabler finalmente eletto

  1. Pingback: Raiders 2015 – La difficile arte di interpretare le statistiche | Raiders Italia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...