Giorgio Tavecchio torna in nero-argento: i Raiders annunciano i “Reserve/Future contracts”

Alla fine della regular season le squadre mettono sotto contratto diversi giocatori con accordi che rientrano nella categoria “Reserve/Future”. Solitamente si tratta di giocatori della practice squad che il coaching staff non vuole rischiare di perdere, ma c’è sempre qualche sorpresa.

Nei giorni scorsi i Raiders hanno annunciato i primi nomi e tra questi c’è il nostro Giorgio Tavecchio. Il kicker milanese avrà una nuova opportunità dopo le esperienze durante la preseason 2014 e 2015.

2015-09-03_PRE4_Raiders-Seahawks_Giorgio_Tavecchio-Marquette_King

Giorgio Tavecchio (6) calcia un FG durante la partita di preseason del 3 settembre 2015 contro i Seattle Seahawks. (Foto: Raiders.com)

Acco i nomi ufficializzati finora dai Silver & Black:

George Atkinson III, RB
Mitch Bell, G
Chris Hackett, DB
Colton Underwood, LB
Garrett Gilbert, QB
Giorgio Tavecchio, K

I primi cinque dell’elenco durante la stagione 2015 hanno fatto esperienza nella practice squad nero-argento, mentre Tavecchio aspettava pazientemente la sua occasione. 

Dopo la terza partita della preseason 2014 il kicker italiano, fino a quel momento in forza ai Lions, fu tagliato dalla squadra del Michigan e venne preso via waivers dai Raiders per dare un po’ di riposo all’indiscusso titolare del ruolo, Sebastian Janikowski, sofferente per un infortunio al quadricipite.

Le possibilità di soppiantare il cannone polacco per Tavecchio erano minime, e nonostante il 2 su 2 con il FG più lungo da 47 yard e il 5 su 5 negli extra point, fu tagliato a fine preseason.

I Raiders avevano però visto in lui delle potenzialità e così Tavecchio, mancino come Janikowski (cosa non trascurabile vista l’importanza della coordinazione tra snapper, holder e kicker), è stato richiamato anche nel 2015. Nelle quattro partite di preseason Tavecchio ha messo tra i pali 3 FG su 4 ed ha convertito tutti e tre gli extra point calciati. Anche in questo caso però la probabilità di rubare il posto a Janikowski era bassissima.

La storia, nel 2016, potrebbe però essere molto diversa. Janikowski a marzo compirà 38 anni e nonostante abbia ancora una grande potenza nella gamba, le sue statistiche non sono tali da giustificare l’alto ingaggio. La stagione appena conclusa lo ha visto convertire 21 FG su 26 (80.8%) e 38 extra point su 39 (97.4).

SeaBass ha segnato tutti e 7 i FG entro le 29 yard, 5/6 tra le 30 e le 39 yard e 4/5 da 50 o più yard. Dove il numero 11 ha commesso più errori sono stati i FG da 40-49 yard; solo 5/8 quelli convertiti.

Janikowski dovrebbe guadagnare poco meno di 4 milioni di dollari nel 2016, mentre se venisse tagliato il suo contratto peserebbe solo per 720 mila dollari come dead money contro il salary cap.

Se Tavecchio calcerà bene e sarà costante durante il training camp e la preseason avrà con tutta probabilità l’occasione di forzare la mano al coaching staff, che potrà decidere di investire altrove i soldi risparmiati.

I tifosi dei Raiders sono certamente affezionati a Janikowski, ma forse è giunto il momento di voltare pagina. Giorgio Tavecchio potrebbe essere al posto giusto al momento giusto e noi italiani dal cuore nero-argento non possiamo che tifare perché abbia successo. Forza Giorgio!

RESERVE/FUTURE CONTRACTS

Cosa sono esattamente questi contratti stipulati a regular season fnita? Perché sono definiti “Reserve/Future”?

La risposta è semplice. Sono a tutti gli effetti dei contratti che garantiscono alle squadre i diritti sul giocatore, ma che entrano in vigore all’inizio dell’anno sportivo successivo (quindi a marzo 2016).

Questo significa che se anche la squadra si fosse qualificata per i playoff, il giocatore messo sotto contratto Reserve/Future non è eleggibile per giocare nella stagione 2015 ma viene inserito in una particolare Reserve list fino all’inizio ufficiale dell’anno NFL 2016. A quel punto il contratto peserà sul salary cap 2016 e il giocatore verrà contato nel 90-men roster della offseason.

A cosa serve mettere sotto contratto un giocatore se questo contratto non ha effetto immediato? Anche in questo caso la risposta è ovvia. Anche se il contratto ha effetto dal marzo 2016, la semplice stipula dello stesso vincola il giocatore alla squadra. E’ un impegno ufficiale e nessuna altra squadra potrà fargli proposte alternative.

Come immagino sappiate, infatti, un giocatore nella practice squad non è vincolato a restare con la squadra ed è libero di firmare con qualunque squadra a patto che questa lo inserisca nel 53-men roster o, se siamo a fine stagione, gli offra un contratto Reserve/Future. Le squadre vogliono quindi tutelarsi e proteggere l’investimento fatto nel formare durante l’anno gli acerbi ma promettenti giovani della practice squad, vogliono accaparrarsi i migliori talenti grezzi ed assicurarsi i loro servizi. Il contratto Reserve/Future garantisce che nessun altro possa mettere le mani sui giocatori più interessanti.

Ma chi può firmare un contratto Reserve/Future? Qualunque giocatore che alla fine della regular season non si trova sotto contratto con nessuna squadra oppure si trova in una practice squad. Come detto la maggior parte dei giocatori che una squadra “prenota” sono provenienti dalla propria practice squad, ma i GM sono sempre pronti a depredare le practice squad delle altre squadre se identificano giocatori interessanti.

Tecnicamente qualunque unrestricted free agent può firmare un contratto Reserve/Future. Un Tim Tebow, un Knowshon Moreno, un Reggie Wayne o un Mathias Kiwanuka, tanto per nominare qualche giocatore d’esperienza che nella stagione 2015 è risultato free agent, sarebbero liberissimi di firmare un contratto di questo tipo. Solitamente questo non avviene perché i giocatori che le squadre “prenotano” sono più che altro giovani di belle speranze con poca esperienza che vengono messi sotto contratto all’incirca per il minimo salariale per competere per un posto nel roster durante il training camp e la preseason.

Molti giocatori che hanno firmato contratti Reserve/Future con le 32 squadre NFL finiranno per essere tagliati durante il training camp. Qualcuno dovrà trovare un altro lavoro per mantenere la famiglia, qualcuno finirà in una practice squad a maturare ancora, qualcuno invece troverà posto nel 53-men roster.

Volete degli esempi? Alla fine della stagione 2014 il WR Seth Roberts, dopo un anno nella practice squad, ha firmato un contratto Reserve/Future con i Raiders e nel 2015 è risultato il terzo ricevitore della squadra con 32 ricezioni per 480 yard e 5 TD. Alla fine del 2013 il CB Neiko Thorpe ha firmato un contratto Reserve/Future ed ha finito per ritagliarsi un posto nel 53-men roster nelle stagioni 2014 e 2015. L’altra faccia della medaglia? Qualcuno di voi si ricorda del WR Jeremy Gallon, del LB Justin Jackson, del DT Kona Schwenke messi sotto contratto Reserve/Future alla fine del 2014, o del LB Frank Beltre e del C Jarrod Shaw messi sotto contratto alla fine del 2013?

La speranza è pescare il diamante dal mucchio di fondi di bottiglia.

Annunci

6 thoughts on “Giorgio Tavecchio torna in nero-argento: i Raiders annunciano i “Reserve/Future contracts”

  1. Pingback: Raiders 2016 – I free agent e i giocatori a rischio taglio | Raiders Italia

  2. Pingback: 75-men roster, Leon Orr e Giorgio Tavecchio fra i tagliati | Raiders Italia

  3. Pingback: Archiviata la stagione 2016 i Raiders annunciano i “Reserve/Future contracts” | Raiders Italia

  4. Pingback: Free Agency 2017 – I Raiders mettono sotto contratto Giorgio Tavecchio | Raiders Italia

  5. Pingback: 4th and inches: The Oakland Raiders | Giorgio Tavecchio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...