Week 16 – Chargers 20 – Raiders 23 (OT) – Una vittoria per Charles Woodson

NOTA: questo articolo è stato scritto originariamente per essere pubblicato su Huddle Magazine. Il testo dell’articolo è esattamente lo stesso, l’unica differenza è l’impaginazione e l’aggiunta di alcuni link.

La partita del giovedì notte della vigilia di Natale non ha implicazioni per i playoff, eppure gli occhi di tutti sono puntati sul Coliseum perché la sfida tra Oakland Raiders (6-8) e San Diego Chargers (4-10) potrebbe entrare nella storia sotto tanti punti di vista. Sicuramente è l’ultima partita casalinga di Charles Woodson, che ha annunciato che si ritirerà a fine stagione, potrebbe essere l’ultima partita ad Oakland per i Raiders e potrebbe addirittura essere l’ultima vera sfida della rivalità che dura da 56 anni tra Raiders e Chargers. Se infatti le squadre andranno davvero a “convivere” a Carson, Los Angeles, quasi sicuramente ad una delle due sarà chiesto di cambiare non solo Division, ma addirittura Conference.

2015_w16_Chargers-Raiders_Charles_Woodson_farewell

Il S dei Raiders Charles Woodson (24) saluta i tifosi alla fine dell’ultima sua partita casalinga. (Foto: Raiders.com)

INATTIVI

Chargers: WR Stevie Johnson, CB Steve Williams, LB Kyle Emanuel, OL Jeffrey Linkenbach, LT King Dunlap, WR Vincent Brown, NT Sean Lissemore

Raiders: S Nate Allen, RB Roy Helu Jr., CB Neiko Thorpe, LB John Lotulelei, OL Matt McCants, WR Rod Streater, TE Gabe Holmes

LA PARTITA

“As good as this feels man, to have this turnout, to have people cheering my name, I just want ya’ll to understand something. It’s bigger than me. It always has been bigger than me. If you understand that, you understand it’s bigger than you too. It ain’t about one individual. It never is. We can never get done what we want to accomplish with one individual. So I share this night with my teammates, with my brothers, you understand? Because it’s bigger than me, it’s bigger than you, but it ain’t bigger than us. So we gonna go out here tonight, and we gonna ride. This thing is about family, it’s about love and it’s about the fight to go out there and win.” [Charles Woodson]

I Raiders vogliono vincere per Charles Woodson, ma l’inizio non è certo promettente. Derek Carr si vede deviare e intercettare un passaggio dal DE Kendall Reyes (VIDEO).

I Chargers partono dalle 32 di Oakland e dopo 7 azioni si portano in vantaggio. La difesa fa il possibile per contenere San Diego tranne che in due occasioni, un passaggio per un liberissimo Donald Brown (VIDEO), lasciato solo dal LB Ben Heeney in blitz, e un passaggio da 12 per Dontrelle Inman che coglie impreparata la difesa su un terzo e 9. Oakland ferma il tentativo di Danny Woodhead di sfondare da una iarda ma all’azione successiva è Donald Brown ad entrare in end zone (VIDEO).

I Raiders rispondono con un bel drive nel quale conquistano ben quattro primi down, l’ultimo dei quali con un bel lancio da 22 yard di Carr per il TE Clive Walford su un terzo e 17 (VIDEO) dopo il sack subito ad opera del rookie LB Denzel Perryman. Le ultime 22 yard le percorre Latavius Murray, che sfruttando degli ottimi blocchi entra intoccato in end zone (VIDEO). Dopo l’extra point di Janikowski il risultato è 7-7 (VIDEO-ANALISI DEL DRIVE).

2015_w16_Chargers-Raiders_Latavius_Murray_TD

Il RB Latavius Murray (28) entra in end zone per il TD del momentaneo pareggio contro i Chargers. (Foto: Raiders.com)

Le due squadre vanno entrambe al punt, quello di King deve avvenire da dentro la sua end zone e aggiungendo una penalità per Face Mask contro Keith McGill i Chargers tornano in attacco nel secondo quarto dalle 33 di Oakland, un’altra ottima posizione di campo che Rivers e compagni trasformano in 7 punti sfruttando il gioco aereo. Alla fine è Inman a ricevere il TD pass da 7 yard per il 14-7 (VIDEO).

I Raiders provano a reagire ma il drive non è molto ispirato. E’ Latavius Murray a portarsi la squadra sulle spalle fino alle 31 di San Diego. Sebastian Janikowski calcia un FG da 50 yard per il 10-14 (VIDEO); è il suo cinquantaduesimo FG da 50+ yard, record NFL condiviso con Jason Hanson. Nel drive Murray raggiunge le 1000 yard su corsa in stagione; era dal 2010 che un RB nero-argento non arrivava alla fatidica soglia.

2015_w16_Chargers-Raiders_Latavius_Murray_1000_yards

Il maxischermo del Coliseum festeggia le 1000 yard su corsa di Latavius Murray. (Foto: Raiders.com)

Un three-and-out per i Chargers è seguito da un three-and-out per i Raiders. In realtà Oakland gioca 4 azioni, ma un fake punt nel quale Larry Asante guadagna 21 yard su corsa e un primo down viene cancellato da una Illegal Formation. Si lavora un anno intero per un gioco del genere, è assurdo sbagliare lo schieramento.

San Diego ottiene buoni risultati con il gioco aereo, soprattutto sull’asse Rivers-Inman, ma la difesa dei Raiders riesce a forzare un FG. Josh Lambo segna da 47 yard e i Raiders si ritrovano nuovamente sotto di 7 punti con 31 secondi da giocare nel primo tempo.

Dopo un ottimo ritorno da 36 yard di Taiwan Jones i Silver & Black hanno 60 yard da percorrere per un touchdown. Le speranze di segnare subiscono un colpo decisivo quando Carr viene abbattuto dal S Jahleel Addae per una perdita di 12 yard. Carr ne recupera 11 con una corsa e poi i Raiders ripetono il ridicolo gioco di lateral che già aveva portato l’intera NFL a ridere di loro dopo la partita contro Tennessee (VIDEO).

La difesa dei Raiders inizia forte il secondo tempo. Jack Del Rio perde un challenge quando contesta una ricezione di John Phillips (VIDEO) ma i suoi giocatori annullano il gioco di corse dei Chargers con Malcolm Smith (VIDEO) costringendo gli ospiti al punt.

Il terzo è il periodo delle difese. In tutto si giocano 8 drive, quattro per parte, e sette si concludono con un punt (4 three-and-out per i Raiders, 1 per i Chargers). Marquette King continua la sua fenomenale stagione con quattro punt dentro le 15 avversarie.

Manca un drive di San Diego all’appello, e anche in questo drive è la difesa a spadroneggiare. Sul terzo e 13 Denico Autry mette a segno un sack in end zone su Philip Rivers e gli arbitri chiamano la safety (VIDEO). I 2 punti portano il risultato sul 17-12.

2015_w16_Chargers-Raiders_Denico_Autry_sack

Il DE Denico Autry (96) mette a segno un sack sul QB dei Chargers Philip Rivers per una safety. (Foto: Raiders.com)

Il quarto periodo inizia con un lungo drive dei Chargers, ed è il drive che probabilmente cambia la partita. L’offensive line di San Diego subisce un altro duro colpo con l’uscita per commozione cerebrale della G Orlando Franklin. I Raiders aumentano la pressione su Rivers, ma il QB trova Woodhead che sfugge a Malcolm Smith per un guadagno di 21 yard (VIDEO). I Silver & Black riescono a forzare un FG che Josh Lambo converte da 53 yard. Khalil Mack però viene punito per Holding durante il FG e i Chargers decidono di rinunciare ai 3 punti e continuare il drive. La decisione sembra vincente visto che Rivers lancia un TD pass da 30 yard per il backup TE Ladarius Green ma gli arbitri riguardano le immagini e cambiano la chiamata: incompleto. Dopo una penalità e altri due giochi Lambo calcia un altro FG, questa volta da 48 yard, e lo sbaglia.

I Chargers forzano il quinto three-and-out consecutivo e Marquette King costringe San Diego a partire dalle proprie 10. La difesa e gli special team dei Raiders stanno facendo la loro parte per tenere in partita i Raiders, ma l’attacco ancora una volta è una delusione completa.

Danny Woodhead fa la corsa più lunga della partita dei Chargers, 27 yard (VIDEO) dopo un placcaggio mancato da Charles Woodson. Due giochi dopo però Rivers completa un passaggio corto per il terzo TE David Johnson, Malcolm Smith forza il fumble e il DE Benson Mayowa recupera la palla e arriva fino alle 3 di San Diego (VIDEO).

2015_w16_Chargers-Raiders_Benson_Mayowa_fumble_recovery

Il DE Benson Mayowa (95) riporta un fumble fino alle 3 dei Chargers. (Foto: Raiders.com)

Lancio perfetto di Derek Carr per Michael Crabtree e i Raiders per la prima volta passano in vantaggio (VIDEO). Dopo la conversione da due punti con il passaggio di Carr per Seth Roberts il risultato vede i Silver & Black avanti 20-17.

NFL: San Diego Chargers at Oakland Raiders

Il WR degli Oakland Raiders Michael Crabtree (15) riceve il TD pass inseguito dal CB dei San Diego Chargers Craig Mager (29) nel quarto quarto. (Foto: Kelley L Cox/USA TODAY Sports)

I Chargers marciano con calma fino ad oltre la metà campo, con la difesa che concede spazio pur di non farsi fregare sul profondo. Su un terzo e 10 Rivers lancia un incompleto ma DJ Hayden viene punito giustamente per Pass Interference regalando 15 yard e un nuovo set di down. I nero-argento non concedono più nulla e per poco Taylor Mays non riesce a chiudere la partita con un intercetto. Lambo pareggia i conti con un FG da 45 yard.

I Raiders non riescono a muovere la catena e il punt da 65 yard di King arriva fino alle 12 di San Diego allo scadere. Si va all’overtime.

Il tempo supplementare inizia con i Raiders in attacco. La squadra prova a destarsi dal torpore ma il drive è pieno di penalità. Due fazzoletti gialli per Holding e False Start costringono Carr a giocare un secondo e 29 e il QB completa corto per Crabtree per un guadagno di sole 8 yard, ma il LB Denzel Perryman viene punito per Unnecessary Roughness per aver iniziato il placcaggio con il casco. Sono 15 yard e un primo down importantissimi per i Silver & Black. Con un po’ di fatica i Raiders conquistano un altro primo down e i Chargers, già privi di Eric Weddle e Jason Verrett perdono anche il CB Patrick Robinson. In una situazione di terzo e 8 Carr lancia per Seth Roberts e il WR è fortunato a controllare la palla dopo un primo errore in ricezione; sono 33 preziosissime yard che portano l’attacco sulle 10 di San Diego (VIDEO). Addirittura a giocare safety per i Chargers visti gli infortuni c’è il WR Dontrelle Inman.

NFL: San Diego Chargers at Oakland Raiders

Il S dei Raiders Charles Woodson (24) corre con la palla contro i San Diego Chargers durante l’overtime. (Foto: Kelley L Cox/USA TODAY Sports)

Charles Woodson ha finalmente occasione di giocare un down in attacco come promesso dal coaching staff. Lo schema, battezzato Heisman pass, dovrebbe permettergli di scegliere se passare o correre e Woodson, non trovando il ricevitore libero perde tre yard su corsa (VIDEO). Carr lancia per Crabtree in end zone, il passaggio è perfetto ma lo è anche la difesa di Greg Ducre che impedisce al numero 15 di completare la ricezione. Dopo 15 giochi, 6 minuti e 55 secondi consumati, 5 penalità offensive e 1 difensiva, il FG da 31 yard di Janikowski perta i Raiders avanti 23-20.

I Chargers non riescono ad avanzare in quattro tentativi e i Raiders vincono la settima partita della stagione.

CONCLUSIONI

Brutta partita, noiosa, dominata dalle difese. I Raiders in attacco hanno prodotto talmente poco che la prestazione è stata al limite dell’imbarazzante eppure la difesa è stata brava a non concedere la fuga a Rivers e compagni. Per quanto brutta, è stata una vittoria importante ed i Silver & Black potranno puntare all’8-8 nell’ultima partita contro i Chiefs.

STATISTICHE

Philip Rivers è stato limitato a 277 yard con 31 passaggi completati su 49, 1 TD e solamente un sack subito nonostante gli infortuni della linea offensiva.

Il gioco di corse dei Chargers è stato inesistente: 72 yard in 25 tentativi (2.9 di media). Donald Brown ha corso 14 volte per 17 yard e Danny Woodhead 11 per 55 yard, di cui 27 sono arrivate con un’unica corsa.

Dontrelle Inman è stato l’unico ricevitore a mettere in crisi la difesa nero-argento ed ha chiuso la gara con 8 ricezioni per 82 yard e 1 TD.

Derek Carr ha sentito la pressione della difesa di San Diego: 23/38 per 204 yard, 1 TD, 1 INT e 3 sack subiti.

Latavius Murray ha giocato abbastanza bene ed ha superato le 1000 yard su corsa in stagione. Contro i Chargers 19 corse per 79 yard e 1 TD e 5 ricezioni per 38 yard (HIGHLIGHTS). Dietro di lui c’è però il nulla, tanto che Derek Carr è secondo in yard su corsa con 126 yard e in corse fatte con 31.

Tra i ricevitori il più cercato è stato come spesso accade Michael Crabtree, per lui 6 ricezioni per 39 yard e 1 TD.

LA PAROLA AI PROTAGONISTI

“Though this is my last game in the Coliseum, just know that I’ll never leave you. Go Raiders!” [Charles Woodson]

Ovviamente a fine partita, negli spogliatoi, la palla della vittoria è andata a Charles Woodson.

Conferenze stampa e interviste:

Annunci

4 thoughts on “Week 16 – Chargers 20 – Raiders 23 (OT) – Una vittoria per Charles Woodson

  1. io continuo a chiedermi che fine ha fatto l’attacco che ha segnato piu’ di 30 punti agli steelers…
    sono sempre piu’ piacevolmente sorpreso dalla difesa…siamo sulla buona strada…
    si era gia’ visto in passato che king è un grande punter ma nelle ultime partite si è superato

    ora sarebbe bellissimo vincere coi chiefs…basterebbe giocare come all’andata senza gli intercetti..:-)

    Mi piace

    • King è stato giustamente nominato “AFC Special Teams Player of Week 16” dalla NFL… MERITATISSIMO!

      Speriamo di battere i Chiefs…
      1) è sempre bello battere i Chiefs 🙂
      2) finiremmo 8-8 e sarebbe una gran cosa

      adesso inizio a mettermi all’opera per l’articolo di preview…

      Mi piace

  2. Pingback: 2016 week 5 – Chargers at Raiders preview | Raiders Italia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...