Week 13 – Chiefs 34 – Raiders 20 – La fiera degli errori

NOTA: una versione compressa di questo articolo è pubblicata su Huddle Magazine.

Dopo la vittoria in rimonta a casa dei modesti Titans gli Oakland Raiders (5-6) ospitano una delle squadre più in forma del momento, i rivali di Division Kansas City Chiefs (6-5) reduci da 5 vittorie consecutive.  La posta in palio non è solo il secondo posto nella AFC West, ma anche uno dei due biglietti per la postseason come Wild Card.

2015_w13_Chiefs-Raiders_Charles_Woodson

Il S dei Raiders Charles Woodson (24) entra in campo per la presentazione delle squadre prima della partita contro i Chiefs. (Foto: Raiders.com)

INATTIVI

Chiefs: WR De’Anthony Thomas, S Husain Abdullah, LB Justin Houston, C Mitch Morse, QB Aaron Murray, DL Allen Bailey, DL David King

Raiders: RB Taiwan Jones, CB Keith McGill, LB Neiron Ball, C Rodney Hudson, OL Khalif Barnes, WR Rod Streater, TE Gabe Holmes

I Chiefs devono rinunciare a Justin Houston (7.5 sack), uno dei migliori pass rusher della NFL, ed hanno qualche defezione lungo la linea offensiva. I Raiders si ritrovano ancora una volta senza il loro C titolare Rodney Hudson, ex Chiefs, in assenza del quale la produttività del gioco di corse è andata velocemente diminuendo.

LA PARTITA

I Raiders portano avanti un primo drive molto efficace fatto di passaggi corti e veloci e di corse incisive. Latavius Murray riesce addirittura a fare una corsa da 35 yard, anche se alla fine Marcus Peters gli fa perdere la palla (VIDEO). Per sua fortuna la palla esce dal campo ed il fumble è indolore. Dalle 2 il RB raggiunge l’end zone grazie agli ottimi blocchi di Gabe Jackson in pull e di Jamize Olawale (VIDEO). Inizialmente gli arbitri non danno il TD, ma cambiano idea dopo il challenge di Del Rio. 7-0 Raiders dopo l’extra point di Janikowski.

2015_w13_Chiefs-Raiders_Latavius_Murray_TD

Il RB dei Raiders Latavius Murray (28) segna il primo TD della partita. (Foto: Raiders.com)

Al kicker polacco viene chiesto di calciare uno squib kick ma la pensata non ha l’effetto sperato. Knile Davis fa un lungo ritorno al quale si aggiunge anche una penalità contro Neiko Thorpe e i Chiefs partono dalle proprie 44. Sfruttando il campo corto Alex Smith guida i suoi al pareggio anche grazie alle yard su penalità regalate da Oakland. Unica soddisfazione per i nero-argento è il sack di Mario Edwards Jr., ma due corse di Charcandrick West inframezzate da una ricezione da 16 yard di Jeremy Maclin portano gli ospiti sulle 3. La difesa marca a uomo, il 4-men rush è ben contenuto e ad Alex Smith si apre davanti una autostrada per i TD del 7-7 (VIDEO).

2015_w13_Chiefs-Raiders_Alex_Smith_TD

Il QB dei Chiefs Alex Smith (11) segna il TD del 7-7 contro i Raiders nella partita di week 13 2015. (Foto: kcchiefs.com)

I Chiefs prendono le misure contro le corse e limitano Murray, così Carr passa per vie aeree con un completo da 12 yard per Seth Roberts ed uno da 16 per il TE Clive Walford. Sul secondo e 4 Musgrave chiama un troppo prevedibile bubble screen per Reece che guadagna 3 yard e nel gioco successivo Murray perde una yard e per poco per un suo fumble (il secondo in due drive) Oakland non perde il possesso della palla. Quarto e 2 dalle 35 di Kansas City, sarebbe un FG da circa 53 yard ma Del Rio si fa aggressivo e lascia in campo l’attacco. La chiamata di Musgrave in questo caso è perfetta; Amari Cooper è liberissimo oltre la linea del primo down ma il rookie ancora una volta commette un drop inspiegabile e costosissimo.

I Chiefs riprendono palla in attacco ancora una volta con un’ottima posizione di partenza. Prima della fine del primo quarto c’è spazio per una corsa di Spencer Ware da 6 yard e all’azione successiva i Raiders mettono a statistica il primo turnover della gara. Smith completa per Maclin per un guadagno di 16 yard, Malcolm Smith va al placcaggio e forza un fumble che viene recuperato dal sempreverde Charles Woodson, alla 250 partita della sua incredibile carriera.

I Silver & Black non approfittano dell’occasione e escludendo una bella corsa da 13 yard di Jamize Olawale non mostrano grande incisività, anche per via della grande pressione messa a Carr dalla difesa dei Chiefs. Marquette King va al punt e per poco il returner Frankie Hammond non restituisce palla ad Oakland con un muff sulle proprie 10. Hammond recupera per sua fortuna la palla ma una penalità per Holding ricaccia indietro i Chiefs di altre 5 yard.

Dopo lo scampato pericolo i Chiefs hanno bisogno di recuperare l’equilibrio. La difesa contiene bene Ware e Khalil Mack, in grandissima forma, metta a segno il primo sack della sua ottima giornata. Three-and-out e Dustin Colquitt è costretto a calciar via la palla dalla propria end zone.

I Raiders partono già nella metà campo dei Chiefs, ma sono costretti al punt dopo tre giochi soprattutto per via della chiamata più telefonata della storia, un passaggio laterale di Carr per Cooper che porta ad una perdita di 7 yard. Un’altra ghiotta occasione sprecata.

I Chiefs ripartono dalle proprie 8 e Smith mostra ancora una volta di essere capace di tirarsi fuori dai guai. Il QB sfugge agli inseguitori e guadagna 19 yard e un nuovo set di down (VIDEO). La difesa nero-argento è però solida e concede solo altri tre giochi alla squadra di Andy Reid. Sul terzo e 6 Ben Heeney in blitz rallenta Smith e Khalil Mack finisce il QB; mezzo sach va al numero 51 e mezzo al numero 52.

2015_w13_Chiefs-Raiders_Ben_Heeney-Khalil_Mack

Il LB dei Raiders Ben Heeney (51) festeggia il sack che lui e Khalil Mack (52) hanno messo a segno su Alex Smith (11). (Foto: Raiders.com)

A seguito di una penalità per Face Mask contro i Chiefs durante il punt, i Raiders partono nuovamente nella metà campo avversaria. Con solo 47 yard da percorrere ci si aspetterebbe un po’ più di coraggio, e invece ai tifosi viene offerto uno spettacolo triste. Due corse di Murray per 2 yard totali e un incompleto costringono King agli straordinari. Assurdo vedere ancora dei passaggi da 3 yard su un terzo e 8; Olawale non avrebbe avuto alcuna speranza di guadagnare terreno se anche il lancio fosse stato preciso.

Hammond chiama il fair catch sulle proprie 8 e un Holding manda Kansas City indietro di altre 4 yard. E’ incredibile pensare alla differenza di posizione di partenza dei drive di Chiefs e Raiders. Questa volta Smith riesce a muovere la catena due volte grazie al prezioso contributo di Jeremy Maclin. A cavallo del two-minute warning però il drive va in stallo e Colquitt è costretto al punt.

Carr forza due lanci per Crabtree e Cooper, e Murray guadagna solo 5 yard con una corsa; si va al punt concedendo a Kansas City una buona posizione di campo e abbastanza tempo per colpire.

Un bel ritorno di Hammond, unito a qualche buon blocco e a qualche placcaggio mancato, consente ai Chiefs di ripartire dalle 42 di Oakland con 1:15 sul cronometro. Albert Wilson semina David Amerson ma il lancio di Smith è impreciso. Al secondo lancio del drive il QB completa per Travis Kelce, ma il TE dopo un guadagno di 16 yard si fa letteralmente strappare la palla dalle mani da Charles Woodson (VIDEO). Il DB riporta il fumble fino alle 36 di Kansas City trasformando un potenziale +3 Chiefs in un +7 Raiders.

2015_w13_Chiefs-Raiders_Charles_Woodson_FR2

Il S dei Raiders Charles Woodson (24) recupera il suo secondo pallone della partita dopo averlo strappato dalle mani di Travis Kelce. (Foto: Raiders.com)

Derek Carr infatti conquista un primo down grazie a due completi per  Mychal Rivera e Seth Roberts, corre fuori dal campo per quello che ufficialmente andrà a statistica come un sack senza perdita di yard, e poi trova Michael Crabtree in mezzo a due avversari in end zone (VIDEO). Nonostante venga colpito da Sean Smith e Eric Berry, il numero 15 tiene palla; gran bel lancio, ottima e difficile ricezione. Janikowksi aggiunge il punto addizionale per il vantaggio Raiders 14-7.

2015_w13_Chiefs-Raiders_Michael_Crabtree_TD

Il WR dei Raiders Michael Crabtree (15) mantiene il controllo della palla mentre cade in end zone per il TD del 14-7 contro i Chiefs al Coliseum di Oakland. (Foto: Raiders.com)

Alex Smith si inginocchia dopo il kickoff per tornare negli spogliatoi a riordniare le idee.

Il primo gioco del secondo tempo è una read option. Alex Smith finge bene di tenere palla e congela Mario Edwards quel tanto che basta da far trovare a Charcandrick West una autostrada libera per un guadagno di 18 yard. La difesa si vendica subito e Mack e Dan Williams si dividono un sack. Sfruttando due pessimi tentativi di placcaggio di Amerson e Carrie Albert Wilson guadagna un primo down e ben 17 yard. I Raiders contengono bene West e sul terzo e 6 Alex Smith cerca Travis Kelce. Il TE sfugge al suo marcatore Malcolm Smith e guadagna ben 26 yard. Stop stop BOOM defense (cit.). Sul secondo e 14 Smith trova ancora una volta Maclin per 12 yard e subito dopo Spencer Ware percorre le ultime 10 yard per il TD del 14-14 (VIDEO). A spianare la strada a Ware un altro bruttissimo tentativo di placcaggio, questa volta di Nate Allen.

2015_w13_Chiefs-Raiders_Spencer_Ware_TD

Il RB dei Chiefs Spencer Ware (32) entra in end zone dopo essersi liberato di Nate Allen (20). (Foto: kcchiefs.com)

I Raiders reagiscono con un bel drive, intenso ed efficace. A parte il primo lancio, sul quale Michael Crabtree commette un raro drop, si susseguono guadagni discreti con combinazioni di lanci veloci e corse. I Silver & Black conquistano ben 6 primi down, di cui quattro consecutivi con una corsa di Murray e passaggi per Walford (15 yard), Cooper (13) e Helu (15). Il sesto primo down è regalato dalla difesa per un Roughing the Passer, e Carr ringrazia trovando il blocking TE Lee Smith per un TD da 5 yard (VIDEO). I Chiefs si lamentano per un probabile pick play di Crabtree sul marcatore di Smith e forse non hanno tutti i torti. Janikowski colpisce il palo ed i Raiders si portano in vantaggio solo di 6 punti: 20-14.

2015_w13_Chiefs-Raiders_Lee_Smith_TD

Il TE dei Raiders Lee Smith (86) segna il suo primo TD della stagione. (Foto: Raiders.com)

I Silver & Black sembrano in controllo e gli ospiti sembrano scossi. West perde 5 yard, Ware ne guadagna 3 con un passaggio corto di uno Smith sotto grandissima pressione e poi ne perde 4 dopo aver ricevuto uno screen pass.

Partendo da una posizione di campo ancora una volta molto favorevole, a cavallo tra terzo e quarto periodo Carr coinvolge Murray per quattro volte consecutive. Due corse per 1 sola yard di guadagno e due passaggi, uno shovel pass rischiosissimo sotto pressione e un passaggio dietro la LOS che viene letto bene dalla difesa e fa perdere al RB 3 yard. La scintilla sembra essersi già spenta, e invece Carr trova Cooper per un guadagno di 23 yard. Arrivati sulle 33 di Kansas City i Raiders commettono due grossi pasticci: Carr manca il bersaglio, un liberissimo Crabtree pronto a involarsi verso la end zone, e all’azione successiva balla nella tasca per sfuggire al sack e cercando di fare più del necessario si fa toccare durante il movimento di passaggio e la palla cade nelle mani del LB Josh Mauga, che riporta l’intercetto 66 yard fino alle 2 di Oakland (VIDEO). E’ solo un gran recupero di Andre Holmes a impedire il TD.

2015_w13_Chiefs-Raiders_Josh_Mauga_INT

Il LB dei Kansas City Chiefs Josh Mauga (90), dopo aver intercettato Derek Carr, corre verso la end zone inseguito da J’Marcus Webb (76) e Austin Howard (77). (Foto: Marcio Jose Sanchez/AP Photo)

Il TD arriva comunque dopo due giochi. La goal line defense dei Raiders ferma Ware ma non riesce ad evitare che Maclin, dietro lo scudo di due compagni, riceva da Smith e entri in end zone per i 6 punti del 20-20. Incredibilmente anche l’extra point dei Chiefs fallisce quando Colquitt non riesce a controllare lo snap.

Carr completa passaggi per Crabtree (6 yard), Cooper (15), Murray (4) e Holmes (1) ma poi i Raiders implodono come troppo spesso capita nel quarto periodo. Crabtree prima commette un drop, poi inciampa mentre corre la traccia e il lancio di Carr finisce dritto tra le braccia di Marcus Peters (VIDEO). Il rookie originario di Oakland riporta l’intercetto 58 yard fino alle 13 dei padroni di casa.

2015_w13_Chiefs-Raiders_Marcus_Peters_INT

Il CB dei Chiefs Marcus Peters (22) riporta l’intercetto contro i Raiders. (Foto: kcchiefs.com)

Altri due giochi ed è ancora l’accoppiata Smith – Maclin a portare punti ai Chiefs (VIDEO). Difficile da credere, ma Santos sbaglia l’extra point e i Chiefs vanno in vantaggio solo di 6. La fiera degli errori continua: 26-20 Kansas City.

I Raiders hanno fretta di recuperare e si affidano al loro giovane QB, che dimostra di non essere scosso dai due intercetti lanciati. Ottimi e precisi passaggi per Roberts (2 per 34 yard) e Cooper (1 per 18 yard) portano l’attacco sulle 24 dei Chiefs. I tifosi sono sulla punta della sedia pronti ad esultare, invece per i Silver & Black va tutto in vacca. Sotto pressione Carr lancia un incompleto, subisce un sack da Daniel Sorensen e infine non controlla lo snap ed è costretto a lanciare un incompleto. Janikowski prova ad accorciare le distanze con un FG da 49 yard ma prende ancora una volta il palo.

La difesa fa la sua parte per dare un’ultima occasione a Carr e soci forzando un three-and-out. L’attacco però fallisce ancora una volta sia per gli schemi chiamati, sia per l’esecuzione. Sul terzo e 9 Carr cerca Cooper, il WR in tuffo devia la palla che finisce nelle mani di Tyvon Branch. Cooper mostra la sua inesperienza da rookie e probabilmente ancora abituato alla regola NCAA (dove se il difensore che intercetta cade a terra l’azione si ferma) lascia che l’ex Raiders si alzi indisturbato e riporti l’intercetto sino alla end zone (VIDEO). Questa volta Kansas City va da 2 e Smith trova Kelce per il 34-20 che chiude i giochi.

NFL: Kansas City Chiefs at Oakland Raiders

Il S dei Kansas City Chiefs Tyvon Branch (27) festeggia con i compagni dopo l’intercetto riportato in end zone nell’ultimo quarto della partita contro i Raiders. I Chiefs vincono 34-20. (Foto: Kelley L. Cox/USA TODAY Sports)

I Raiders hanno tempo per un ultimo drive che si conclude con un turnover on downs dopo due sack consecutivi di Frank Zombo su Derek Carr. Alex Smith si inginocchia per mettere il punto e i Chiefs possono festeggiare un grande passo verso la conquista dei playoff.

TIM BROWN E L’ANELLO DELLA HALL OF FAME

Nell’intervallo tra primo e secondo tempo la leggenda dei Raiders Tim Brown, eletto quest’anno nella Hall of Fame, ha ricevuto l’anello della classe 2015 davanti ai suoi tifosi e alla sua famiglia (VIDEO).

2015_w13_Chiefs-Raiders_Tim_Brown_HOF_ring

La leggenda dei Raiders, il WR Tim Brown, riceve l’anello della Hall of Fame classe 2015. (Foto: Raiders.com)

CONCLUSIONI

Una sconfitta pesante per i Raiders. Pesante perché battere questi Chiefs era alla portata della squadra di Del Rio e pesante soprattutto perché cancella definitivamente le illusioni relative ai playoff. Oakland si prepara ad un finale di stagione difficile visto che le prossime due partite saranno contro Broncos e Packers, e la possibilità di scegliere di nuovo nella top 10 al Draft è concreta.

La preoccupazione maggiore, guardando la partita contro i Chiefs, non è data dai tre intercetti lanciati da Derek Carr nel quarto periodo, questi sono dovuti all’inesperienza e voglia di strafare tipiche di un giovane. La cosa che preoccupa è invece la propensione ai drop dei giocatori nero-argento, soprattutto di Amari Cooper, che è eccezionale con la palla in mano ma che spesso ha tagliato le gambe alla squadra facendo andare in stallo drive promettenti.

I Chiefs non hanno fatto niente più che il compitino. Sono stati bravissimi a sfruttare tutti gli errori commessi dai Raiders e si sono affidati all’accoppiata Smith-Maclin per affossare i Silver & Black.

STATISTICHE

Derek Carr ha chiuso con un buon 31/48 per 283 yard e 2 TD, ma ovviamente i 3 intercetti pesano sul giudizio finale. Ha distribuito comunque bene palla, trovando ben 11 ricevitori differenti.

Latavius Murray nel primo drive ha corso 5 volte per un totale di 50 yard e 1 TD. Il suo rendimento è andato calando nel resto della partita, e il risultato finale è stato di 20 corse e 86 yard.

Cooper e Crabtree hanno un po’ deluso per via dei drop. Il numero 89 ha ricevuto 4 lanci per 69 yard, il numero 15 invece ha chiuso con 5 ricezioni per 45 yard e 1 TD.

Alex Smith ha messo a statistica un 16/22 per 162 yard e 2 TD. I suoi 22 lanci lo portano a 305 passaggi consecutivi senza intercetti, a 53 dal record fatto registrare nel 2010 da Tom Brady.

I Chiefs sono stati tenuti sotto  le 100 yard su corsa (22 corse per 89 yard), e i RB Charcandrick West e Spancer Ware hanno fatto registrare rispettivamente 9 corse per 35 yard e 7 corse per 26 yard e 1 TD.

I Chiefs forse lo hanno strapagato, ma Jeremy Maclin sta dando una grossa mano all’attacco. Per lui 9 ricezioni per 95 yard e 2 TD.

Entrambe le difese hanno messo a segno 4 sack.

LA PAROLA AI PROTAGONISTI

Annunci

3 thoughts on “Week 13 – Chiefs 34 – Raiders 20 – La fiera degli errori

  1. stava andando bene..stava succedendoquello che avevamo detto..
    la loro difesa è forte ma commette penalita’
    la loro off line è debole e riuscivamo a mettere pressione a smith

    purtroppo pur avendo fatto un gran lavoro la nostra difesa nei primi tre quarti l’attacco non ha sfruttato le occasioni…dovevamo segnare piu’ punti
    se all’inizio della stagione la difesa era il nostro punto debole,nelle ultime partite sembra che la situazione si sia rovesciata

    la partita è girata sul drive del primo intercetto…
    temo che carr abbia perso la concentrazione dopo lo shovel pass con la mano sinistra andato fortunatamente a buon fine..
    era talmente sorridente (l’hanno inquadrato) che penso si sia creduto inconsciamente in quel momento infallibile..
    ha sbagliato illancio su crabtree e poi ha rischiato esageratamente e si è fatto intercettare.

    l’unica consolazione:
    abbiamo perso per errori nostri non perchè i chiefs erano più forti

    Mi piace

  2. in effetti girano…:-)
    pero’ spero significhi che non siamo qualitativamente inferiori a squadre di seconda fascia ( chiefs,steelers..)che hanno possibilita’ di andare ai play off…
    quando riusciremo a ridurre gli errori ed adessere piu’ consistenti allora ci arriveremo anche noi

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...