2015 week 14 – Gli avversari della settimana – Broncos

Mi piace l’idea di collaborare con altri appassionati di football, osservare le cose da un altro punto di vista, sentire altre opinioni. Un progetto che desidero sviluppare qui nel blog, ma non nego che le difficoltà non sono poche, è creare una rubrica fissa – chiamiamola “Parola all’avversario” – nella quale presentare ogni settimana il punto di vista di un tifoso della squadra che i Raiders andranno ad affrontare. Penso che sia interessante avere il parere di qualcuno che segue giorno per giorno quella squadra, che è a conoscenza di piccoli dettagli che altrimenti sfuggirebbero, che ci dia un’idea delle aspettative del team rivale e dei suoi sostenitori.

Questa settimana ho il piacere di presentarvi un pezzo scritto da Luca Domenighini, che torna ospite graditissimo di Raiders Italia dopo il suo contributo scritto per la partita di Week 5.

Sono cambiate tante cose dall’ultima sfida contro di voi. In realtà solo una ma che ha portato diversi cambiamenti.

Domenica non ci sarà Peyton Manning dietro il centro, fuori per una fascite plantare anche se è tornato ad allenarsi e lanciare nella giornata di mercoledì. Sotto al centro ci sarà Brock Osweiler, secondo round del Draft 2012 da Arizona State, che si è ben messo in mostra nelle sue 3 prime da starter con vittorie con Chicago, New England e San Diego.

NFL: Denver Broncos at San Diego Chargers

Il QB dei Denver Broncos Brock Osweiler (17) dà indicazioni ai compagni prima dello snap nella partita contro i San Diego Chargers del 6 dicembre 2015. (Foto: Jake Roth/USA TODAY Sports)

Tante cose son cambiate dal suo ingresso, soprattutto il modo di giocare. Non è un caso che sopra abbia usato le parole “dietro” e “sotto” in riferimento ai due QB. Da quando il ragazzone di 2 metri è entrato in campo il modo di giocare è totalmente cambiato. Abbiamo iniziato a giocare tantissimo sotto centro, cosa che con PM non è mai successa se non nelle prime due week. Questa cosa ha portato ad un running game nettamente migliore, con C.J. Anderson e Ronnie Hillman in grande spolvero. Le play-action hanno finalmente iniziato a funzionare e si è visto un uso massiccio dei TE anche con il nuovo arrivato Vernon Davis. E’ un attacco che tiene più palla, usa il cronometro, non è verticale come eravamo abituati, e soprattutto è l’attacco di Kubiak.

Ovviamente non è un attacco perfetto, anzi. I WR stanno facendo un po’ fatica, un po’ Thomas, un po’ Sanders ed a fasi alterne Fowler, Latimer e Caldwell. Ma d’altronde il feeling con i WR non si costruisce da una settimana all’altra.

Il problema è ancora la OL. Se in run block la costanza la si è raggiunta, senza comunque eccellere, diverso è il discorso in pass protection. Troppi alti e bassi, alternano giocate di gran livello a dormite colossali, e son quasi più le seconde. Il T Michael Schofield è una sciagura, non riconosce un blitz e sembra sempre fuori posto mentre gli altri tra infortuni ed il fatto di essere dei backup stanno facendo oggettivamente troppo poco. Nota di merito invece per Max Garcia, guardia rookie da Florida, che quando chiamato in causa ha sempre ben fatto e penso possa essere uno starter per il futuro. Nota a margine, credo che con Ryan Clady e Ty Sambrailo [entrambi nella IR] questa OL sarebbe tutt’altra cosa, non dico la migliore della lega ma sicuramente di buon livello.

NFL: Minnesota Vikings at Denver Broncos

La linea offensiva dei Denver Broncos contro i Minnesota Vikings: T Michael Schofield (79), G Louis Vasquez (65), C Matt Paradis (61) e G Max Garcia (73). (Foto: Ron Chenoy/USA TODAY Sports)

Sulla difesa non voglio esprimermi, lo ha già fatto il campo e sarei solo ripetitivo ed ovvio. Domenica però ci presenteremo probabilmente senza DeMarcus Ware, David Bruton, T.J. Ward, Sly Williams e forse pure Danny Trevathan, che sono una buona ossatura della squadra. Forse l’assenza fondamentale è quella di Sly in quanto non abbiamo nessun vero NT dietro di lui mentre come SS dovremo inventarci qualcosa dato che sia Ward che il sostituto Bruton saranno out. Gli infortuni però non devono essere una scusa, come fanno in altri team, perché tutti li hanno e chi andrà in campo dovrà comunque garantire un certo livello di prestazioni.
Solo per marchetta, Von Miller è il mio difensore dell’anno, in scia l’Honey Badger [Tyrann Mathieu, DB dei Cardinals] e poi J.J. Watt.

Sono onesto, i Raiders li ho visti molto poco quest’anno quindi non so che partita aspettarmi, ma conosco Del Rio abbastanza per conoscere le sue debolezze. Credo che i due giocatori fondamentali saranno Owen Daniels e Vernon Davis, o Virgil Green (VD è sotto concussion protocol). Oakland mi è sempre parsa molto sofferente sui TE e visto che li utilizziamo spesso potrebbe essere un matchup fondamentale. Ovviamente se dovessimo riuscire a trovare un gioco di corse costante potrebbe essere più facile trovare fluidità in attacco.

Dall’altro lato del campo abbiamo dimostrato che contro Murray & CO sull’attacco via terra non dovremmo avere problemi e sarà Carr che dovrà fare la partita. Sono onesto, a me Carr non fa impazzire sin dai tempi di Fresno State; mi pare un QB nella media che ogni tanto tira fuori qualche grande giocata ma non vedo in lui il talento per poter essere un QB elite. Diverso discorso invece per Amari Cooper, talento fenomenale, uno di quei WR che esce una volta ogni tanto e la sfida con Talib sarà molto interessante.

Chiudo per non essere troppo lungo. Credo che in caso di nostra W e contemporanea sconfitta dei Chiefs dovremmo aver vinto matematicamente la Division.

Il fattore casa dovrebbe essere determinante e anche i valori del roster non sono paragonabili attualmente, quindi punto i miei soldi sulla nostra vittoria.

Luca Domenighini, o DommiToad per chi frequenta alcuni forum di football americano. Scrive per Huddle Magazine, si occupa di College Football su Radio Playitusa, speaker per Delta House e First Pick, amministratore del gruppo Tutto Football NFL.

Annunci

One thought on “2015 week 14 – Gli avversari della settimana – Broncos

  1. Pingback: Raiders at Broncos preview | Raiders Italia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...