Raiders at Lions preview

I Raiders (4-5) vengono da due sconfitte consecutive; hanno perso terreno nella corsa ai playoff ed hanno perso uno dei migliori pass rusher, Aldon Smith, squalificato per un anno dalla NFL. Quello che non hanno perso, almeno a sentire giocatori e staff, è la fiducia nei propri mezzi.

I Silver & Black hanno davanti due sfide più che abbordabili, ad iniziare da quella di domenica contro i Detroit Lions (2-7).

season_matchups_2015_w11_Raiders-Lions

La squadra di Detroit è ultima nella NFC North e sta affrontando a stagione in corso una rivoluzione societaria. Le scadenti prestazioni sono costate il posto, a fine ottobre, all’offensive coordinator Joe Lombardi, all’offensive line coach Jeremiah Washburn e al suo assistente Terry Heffernan (qui i dettagli), ma la purga non si è fermata al coaching staff visto che i Lions hanno licenziato anche il presidente Tom Lewand e il general manager Martin Mayhew. Il proprietario della squadra, la signora Martha Firestone Ford, ha nominato presidente Rod Wood. Il primo passo per il nuovo presidente sarà la ricerca di un GM che si occupi della parte sportiva visto che Wood ha ammesso di non avere le competenze per gestirla personalmente. Sheldon White è stato nominato GM ad interim fino a che non verrà identificato il candidato giusto per il ruolo.

I Lions sembravano allo sbando, una bestia ferita facile preda per chiunque, e invece proprio la settimana scorsa hanno avuto uno scatto d’orgoglio ed hanno dato la zampata che ha permesso di stendere Green Bay.

Per battere i Lions sarà necessario:

  • Correre (contro i Vikings, in una partita apertissima, i Raiders hanno dato palla a Latavius Murray solo 12 volte)
  • Applicare bene i fondamentali in difesa (soprattutto per quanto riguarda contenimento e placcaggi)
  • Impedire a Stafford di trovare il ritmo, soprattutto con Calvin Johnson (l’attacco sulle corse di Detroit è pessimo e anche se i Raiders hanno avuto molte difficoltà contro le corse nelle ultime due partite non dovrebbe costituire un problema)
  • Creare turnover (i Lions sono la peggiore squadra della NFL a pari merito con i Ravens per differenza tra turnover forzati e turnover commessi con -10)

INFORTUNI

I Raiders sperano di riuscire a recuperare il C Rodney Hudson per la partita contro i Lions. Non che Tony Bergstrom abbia fatto male contro i Vikings, ma Hudson è di un altro livello e anche in questa stagione si sta dimostrando uno dei migliori centri della NFL. Il cervello della squadra è limitato da un problema alla caviglia che lo ha costretto a saltare la sfida contro i Vikings ed è indicato come questionable.

Sicuramente OUT sarà invece, ancora una volta, il rookie LB Neiron Ball (ginocchio) mentre il blocking TE Lee Smith (polso) non si è allenato per tutta la settimana ed è ufficialmente doubtful. Se Smith non dovesse farcela, oltre al rookie Clive Walford e a Mychal Rivera, potremmo vedere all’opera l’undrafted rookie da Purdue Gabe Holmes oppure qualche formazione con il jolly Khalif Barnes impiegato come TE.

Raiders_injury_report_2015_week11_Raiders

Ai Lions mancherà il backup DT Gabe Wright, uno dei motivi per cui C.J. Wilson è stato messo nel roster. Altri due difensori sono in dubbio, il CB Nevin Lawson (diventato titolare dopo che Detroit ha perso per tutta la stagione Rashean Mathis e Josh Wilson) e il S Don Carey. Gli altri, tra cui il WR Calvin Johnson e i due DE Ezekiel Ansah (7 sack nel 2015, 22.5 in 2 anni e mezzo di carriera) e Jason Jones, saranno tutti quasi certamente disponibili.

Raiders_injury_report_2015_week11_Lions

STATISTICHE

I Raiders fino a due settimane fa erano una delle migliori difese della NFL contro le corse (secondi con 82.9 yard concesse di media a partita) ma hanno subito una brutta sbandata contro gli Steelers (DeAngelo Williams ha corso per 170 yard e la squadra in totale per 195 yard) e contro i Vikings (Adrian Peterson ha corso per 203 yard e la squadra in totale per 263) ed ora sono ventitreesimi con una media di 115.3 yard concesse a partita. In totale i Raiders hanno concesso 1038 yard di corsa nel 2015, 580 yard nelle prime sette partite e 458 nelle ultime due. I Lions sono ultimi nella NFL con una media di 66.9 yard su corsa a partita quindi sulla carta la difesa nero-argento ha la possibilità di recuperare qualche posizione in classifica.

2015_w11_preview_stats_Raiders-Lions

Sulla sponda opposta, l’attacco di Detroit guidato da Matthew Stafford e Calvin Johnson avrà la possibilità di ritrovare il sorriso contro una secondaria penultima nella lega per yard concesse a partita su passaggio. Il TE Eric Ebron ha finora messo a statistica 27 ricezioni per 320 yard e 3 TD; vedremo se il nuovo offensive coordinator Jim Bob Cooter saprà sfruttare uno dei talloni d’achille della difesa di Ken Norton Jr., l’incapacità di marcare i TE.

2015_w11_preview_stats_Raiders-Lions_2

Sarà essenziale, per i Raiders, tenere fuori dal campo il più possibile Megatron, visto che il ricevitore è sempre pronto a togliere un big play dal cilindro. Un modo per farlo è ovviamente costruire drive lunghi e consumare minuti; per fare questo sarà necessario affidarsi a Latavius Murray e convertire quanti più terzi down possibile. L’attacco di Oakland ne ha convertito finora il 44.5%, la difesa di Detroit concede la conversione di un terzo down il 44.4% delle volte.

Vediamo i leader offensivi delle due squadre:

2015_w11_preview_Raiders-Lions_payers_1

2015_w11_preview_Raiders-Lions_payers_3

2015_w11_preview_Raiders-Lions_payers_2

2015_w11_preview_Raiders-Lions_payers_4

Le statistiche complete per le squadre e per i giocatori le trovate qui: RaidersLions.

INCROCI (GLI EX)

Todd Downing, il QB coach dei Raiders, ha ricoperto il ruolo di Offensive Quality Control (2009), Assistant QB coach (2010) e QB coach (2011-2013) nello staff dei Lions.

Il TE coach Bobby Johnson è stato TE coach dei Lions nel 2013 e assistant OL coach nel 2014.

Il DB coach nero-argento Marcus Robertson è stato defensive assistant/secondary coach dei Lions nel 2012 e secondary coach nel 2013.

Il QB Garrett Gilbert, attualmente nella practice squad dei Raiders, ha giocato con i Lions nella preseason 2015 ed è stato tagliato dopo la terza partita.

Il nuovo WR/RS della practice squad Jeremy Ross, come abbiamo visto, ha un passato a Detroit avendo giocato con i Lions nel 2013 e 2014.

Il Senior Coaching Assistant di Detroit Gunther Cunningham è stato per 4 stagioni nello staff dei Los Angeles Raiders come LB coach (1991), defensive coordinator (1992-93) and DL coach (1994).

Il DL C.J. Wilson è stato preso dai Lions via waivers dopo essere stato tagliato dai Raiders, con i quali ha giocato nel 2014 e in quattro partite del 2015.

Il RB dei Lions George Winn ha fatto brevemente parte della practice squad nero-argento nel 2013.

Per altre connessioni e curiosità vi rimando all’articolo pubblicato su Raiders.com.

ALL-TIME RECORD E UN PO’ DI STORIA

Il primo confronto tra Raiders e Lions risale al 1970, l’ultimo al 2011. I Silver & Black guidano la serie della stagione regolare per 6-5. Nei playoff le due squadre non si sono mai affrontate, complice il fatto che giocano in due Conference diverse e si potrebbero affrontare solo in un Super Bowl. Un elenco di tutte le partite tra le due squadre e un piccolo riassunto delle gare lo trovate a questo link.

La partita della settimana è quella giocata al Silverdome di Pontiac il 10 dicembre 1990, un classico Monday Night Football game che vide di fronte due dei più grandi RB della storia, Bo Jackson e Barry Sanders.

Le due squadre segnarono 35 punti combinati nel solo primo quarto di gioco, con Detroit che passava in vantaggio e Los Angeles che rispondeva colpo su colpo. I punti divennero 45 all’intervallo, con i Lions avanti 24-21. Art Shell e il suo coaching staff presero le giuste contromisure nella ripresa e la difesa nero-argento limitò il Lions concedendo solamente altri 7 punti. Il risultato finale fu 38-31 in favore degli ospiti. Trovate la cronistoria della partita e un breve video qui.

In questo montaggio troverete qualche altro highlight:

Anche questa volta potrete godervi l’intera partita fino a che Youtube non rimuoverà il video.

(Concedetemi qualche secondo per riprendermi dalla commozione… rivedere vecchi filmati di Bo Jackson è sempre un’emozione, ma pensare a cosa sarebbe potuto succedere se non avesse subito quel maledetto infortunio fa male oggi come allora)

ROOKIE OF THE WEEK

La strategia del GM Reggie McKenzie è costruire una squadra attraverso il Draft. Non si può dire che negli ultimi due anni le cose siano andate male. Nel 2014 i Raiders hanno portato ad Oakland diversi titolari: Khalil Mack, Derek Carr e Gabe Jackson su tutti, ma anche i promettenti TJ Carrie e Justin Ellis. Quest’anno il pezzo pregiato è il WR Amari Cooper, ma anche la contestata seconda scelta Mario Edwards Jr. sta venendo su bene.

Con l’infortunio di Justin Tuck il coaching staff ha dovuto affidarsi a Edwards, e il rookie sta rispondendo con buone prestazioni. Ora gli sarà richiesto di fare ancora di più come pass rusher visto che i Raiders dovranno fare a meno dello squalificato Aldon Smith.

Per la terza volta nelle ultime quattro partite un rookie nero-argento ha vinto il titolo di rookie della settimana (titolo ottenuto grazie al voto dei fan sul sito NFL.com).

Mario Edwards Jr. contro i Vikings ha messo a segno 11 placcaggi e 1 sack.

LETTURE CONSIGLIATE

Visto che parliamo di giovani dedichiamo un po’ di spazio ad alcuni articoli di analisti di Pro Football Focus dove si parla di Derek Carr e compagni.

Volete rivivere la partita contro i Vikings? Il solito Evan Ball ha quello che fa per voi. PFF invece ci spiega perchè Justin Ellis, Malcolm Smith e Nate Allen sono finiti fra i peggiori della settimana 10 e Austin Howard fra i migliori.

Annunci

4 thoughts on “Raiders at Lions preview

  1. dall’analisi statistica :
    14 per noi
    12 per loro
    1 pari
    in particolare :
    offense 6 oak 1 det 1 pari (noi peggio solo,ovviamente,nella media di yard di penalita per play)
    special team 1 oak 4 det ( curiosamente il loro kicker ha il 100% FG ma 83% PAT)
    offensive line 3oak 0 det ( linea lions sembra proprio debole)
    defense 3 oak 7 det (conferma che la ns difesa deve migliorare se siamo peggio pure di loro)
    turnovers oak

    Mi piace

  2. persa anche questa…
    l’attacco ha giocato solo nel terzo quarto ed in piu’ ha preso una safety…
    la difesa ha fatto quello che ha potuto ma stavolta non è colpa loro…
    la partita è girata sul terzo e lungo dei lions quando il loro qb ha trovato quel passaggio disperato mentre eravamo 13 a 9 per noi

    per i play off ci vuole un miracolo adesso…
    quello che è certo è che se giochiamo cosi non ce li meritiamo

    go raiders !!!

    Mi piace

  3. Pingback: Raiders 2015 – Una stagione tra alti e bassi | Raiders Italia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...