Vikings at Raiders preview

I Raiders (4-4) hanno perso a Pittsburgh domenica scorsa e questo è costato alla squadra di Del Rio l’uscita momentanea dalle posizioni che valgono la Wild Card per i playoff. Ora devono inseguire e non possono permettersi passi falsi.

I prossimi avversari sono i Vikings (6-2) di Teddy Bridgewater e Adrian Peterson, una squadra con una buona difesa che concede in media solamente 17.5 punti a partita.

season_matchups_2015_w10_Vikings-Raiders

I Vikings sono solidi, quasi mai spettacolari ma alla fine quasi sempre concreti. Segnano mediamente 21 punti a partita ma difendono bene il risultato. Vedremo se Derek Carr e l’attacco nero-argento riusciranno a regalare ai tifosi un’altra partita esplosiva (37 punti a San Diego, 34 contro i Jets e 35 a Pittsburgh).

Una cosa è certa, la difesa non può permettersi un’altra prestazione imbarazzante come quella di domenica scorsa

Vikings-Raiders sarà trattata da molti media come la sfida tra Derek Carr e Teddy Bridgewater per il titolo di giovane QB più promettente. Lo scorso anno la maggior parte degli osservatori preferiva il QB di Minnesota, mentre quest’anno in molti stanno lodando i progressi di Carr e lo inseriscono sempre più spesso nella top 10 settimanale.

2015_w10_preview_Vikings-Raiders_Derek_Carr

Per vincere contro i Vikings servirà:

  • chiudere i placcaggi (contro gli Steelers i Raiders hanno concesso troppe yard dopo il primo contatto e troppo spesso i difensori si sono fatti trovare fuori posizione)
  • avere un attacco bilanciato in modo da poter sfruttare di tanto in tanto i lanci lunghi per Cooper e Crabtree (secondo PFF i Vikings hanno il secondo miglior S, Harrison Smith, e il settimo miglior CB, Captain Munnerlyn, in tutta la NFL ma la squadra del Minnesota ha intercettato in tutto solo 4 lanci)
  • evitare situazioni di terzo e lungo (i Vikings sono la seconda miglior difesa nella lega per percentuale di conversioni di terzi down concesse agli avversari)

TRANSAZIONI

La settimana scorsa i Silver & Black avevano tagliato il DL CJ Wilson per promuovere dalla practice squad il S Tevin McDonald vista l’assenza di TJ Carrie. Wilson è poi stato preso via waivers dai Detroit Lions, che ospiteranno i Raiders la settimana prossima.

La permanenza di McDonald nel 53-men roster anche questa volta è durata una sola partita. Il rookie è stato tagliato e i Raiders hanno promosso dalla practice squad l’undrafted rookie TE Gabe Holmes.

Un’altra transazione è attesa prima di domenica, visto che la squadra attiverà dalla IR/Designated for Return list il S Nate Allen. Con tutta probabilità sarà Taylor Mays ad essere tagliato per fare posto al numero 20.


UPDATE

I Raiders hanno attivato il S Nate Allen e per liberare un posto per lui nel roster hanno tagliato il WR/RS Marcus Thigpen. Un altro esperimento fallito per il ruolo di ritornatore.

Il S Tevin McDonald è stato richiamato nella practice squad.


INFORTUNI

I Vikings sembrerebbero aver recuperato il QB Bridgewater, che ha subito una commozione cerebrale domenica scorsa. La maggior parte dei giocatori nella lista infortunati di Minnesota è composta da difensori.

Il backup DE Justin Trattou è stato indicato come OUT, mentre il MLB titolare Eric Kendricks (42 placcaggi e 4 sack) è in forte dubbio. A rischio ci sono anche il LB titolare Anthony Barr e il backup CB Marcus Sherels. Tutta la linea titolare ad eccezione di Everson Griffen è nella lista infortunati ma non dovrebbero esserci dubbi sulla presenza in campo di Robison, Floyd e Joseph.

Raiders_injury_report_2015_week10_Vikings

I Raiders come detto recupereranno in un colpo solo Nate Allen e TJ Carrie, quindi la secondaria sarà certamente più performante rispetto a quanto visto a Pittsburgh. Resta da capire come si schiereranno i Silver & Black sull’esterno visto che con il ritorno di Allen il giovane TJ Carrie dovrebbe tornare ad occupare la sua posizione naturale di CB. Nelle ultime settimane David Amerson ha dimostrato a tratti buone capacità di copertura, quindi sarà interessante capire se DJ Hayden perderà il posto da titolare e se verrà utilizzato all’interno come terzo CB.

Latavius Murray sembra aver superato i controlli obbligatori che si fanno in caso di commozione cerebrale e dovrebbe partire titolare contro i Vikings. Le condizioni di Rodney Hudson (caviglia) sono invece meno chiare; il C non si è allenato durante tutta la settimana e la sua partecipazione alla sfida è in forte dubbio. Hudson è il cervello della linea e uno dei migliori centri dell’intera NFL; se non giocherà i Raiders dovranno schierare Tony Bergstrom, che non è decisamente paragonabile all’ex Chiefs.

Raiders_injury_report_2015_week10_Raiders

STATISTICHE

L’attacco nero-argento è scoppiettante ed è settimo nella NFL per media punti, ottavo per yard su passaggio e diciottesimo per yard su corsa. Nelle ultime tre settimane ha prodotto poco più di 35 punti di media a partita, 305.3 yard a partita su passaggio e 129 yard di media su corsa.

La difesa degli ospiti è una delle migliori della lega quindi sarà importante sfruttare le occasioni e segnare TD senza accontentarsi dei FG.

2015_w10_preview_stats_Vikings-Raiders

L’attacco dei Vikings è all’apparenza mediocre, ma ci sono giocatori capaci di regalare giocate spettacolari. Oltre ovviamente ad Adrian Peterson (leader NFL per yard su corsa con 758), i Vikings possono contare sull’esplosivo rookie Stefon Diggs.

2015_w10_preview_stats_Vikings-Raiders_2

Secondo PFF i Raiders hanno una coppia di ricevitori specializzata nel rompere placcaggi e mandare a vuoto i difensori: Amari Cooper è secondo a pari merito avendo forzato 13 placcaggi mancati, Michael Crabtree è un passo indietro con 12.

Vediamo i leader offensivi delle due squadre:

2015_w10_preview_Vikings-Raiders_payers_1

2015_w10_preview_Vikings-Raiders_payers_3

2015_w10_preview_Vikings-Raiders_payers_2

2015_w10_preview_Vikings-Raiders_payers_4

Le statistiche complete per le squadre e per i giocatori le trovate qui: VikingsRaiders.

INCROCI (GLI EX)

Il RG nero-argento J’Marcus Webb dopo aver giocato da T titolare a Chicago nei primi tre anni della carriera ha passato le ultime due stagioni (2013-14) nel roster dei Vikings, vedendo il campo solo 9 volte e solo una volta da titolare.

Il LT Donald Penn è stato preso come undrafted rookie dai Vikings nel 2006 ma è stato tagliato prima dell’inizio della regular season e messo nella practice squad prima di essere chiamato nel 53-men roster dei Buccaneers.

Il WR Andre Holmes è stato messo sotto contratto dai Vikings come undrafted rookie nel 2011 ma è stato tagliato dopo la terza partita di preseason.

Jack Del Rio ha giocato LB nei Vikings per quattro stagioni dal 1992 al 1995, conquistando la chiamata al Pro Bowl alla fine della stagione 1994.

L’OL coach Mike Tice ha giocato TE per i Vikings nel 1992, 1993 e 1995, ha poi ricoperto il ruolo di tight ends coach nel 1996, di offensive line coach dal 1997 al 2001, interim head coach nel 2001 e infine head coach per quattro anni dal 2002 al 2005.

Il defensive assistant Sam Anno ha giocato con i Vikings per due stagioni (1987 e 1988).

L’OC Bill Musgrave ha ricoperto lo stesso ruolo con i Vikings per tre stagioni dal 2011 al 2013.

Il QB coach Todd Downing, nativo del Minnesota, ha iniziato la sua carriera da allenatore con i Vikings, ricoprendo i ruoli di intern/coaching assistant nel 2001-02, football systems analyst nel 2003-04 e offensive quality control coach nel 2005.

L’offensive coordinator dei Vikings Norv Turner è stato l’head coach dei Raiders nel 2004 e 2005.

ALL-TIME RECORD E UN PO’ DI STORIA

Raiders e Vikings si sono affrontate in tutto 14 volte tra regular season e post season a partire dal 1973. I Silver & Black guidano la serie 9-4 in regular season e 1-0 nei playoff (la vittoria è avvenuta nel Super Bowl XI il 9 gennaio 1977).

Come ricordato nell’articolo di preview della partita di preseason di quest’anno fra le due squadre, la nascita dei Raiders è strettamente legata alla decisione della cordata che guidava la franchigia assegnata a Minneapolis di abbandonare sul nascere la AFL per cedere alle sirene della NFL. Vi rimandiamo a quell’articolo per approfondimenti.

La partita della settimana è il Super Bowl XI giocato al Rose Bowl di Pasadena alla fine della stagione 1976.

I Raiders erano una delle più forti squadre della NFL e durante la regular season avevano una percentuale di vittorie impressionante, eppure non riuscivano mai a raggiungere il Super Bowl per consacrarsi definitivamente. Dopo aver conquistato il titolo AFL nel 1967 ed essere stati sconfitti nel Super Bowl II dai Green Bay Packers di coach Vince Lombardi, la squadra di Oakland aveva sfiorato l’accesso alla finalissima in svariate altre occasioni tanto da venire etichettata da certa stampa come la squadra che non era capace di vincere le partite che contavano (come se le altre non contassero…). Nel 1968 e 1969 i Raiders avevano perso la finale AFL contro i Jets e contro i Chiefs, nel 1970 il primo AFC Championship contro i Colts dopo la fusione tra le due leghe, nel 1972 erano usciti al AFC Divisional Playoff contro gli Steelers (ne abbiamo parlato qui), nel 1973, 1974 e 1975 avevano raggiunto l’AFC Championship per essere però sconfitti ad un passo dal Super Bowl dai Dolphins e per due volte dagli “odiati” Steelers. Il 1976 fu l’anno del trionfo per la squadra di Al Davis.

Dopo un impressionante 13-1 in regular season (unica sconfitta in casa dei Patriots), i Silver & Black eliminarono proprio i Patriots nel Divisional e si vendicarono degli Steelers nell’AFC Championship per arrivare ad affrontare i campioni NFC, i Minnesota Vikings capitanati da Fran Tarkenton, nell’agognato Super Bowl.

Anche i Vikings erano considerati una squadra che non sapeva arrivare fino in fondo avendo perso i Super Bowl IV, VIII e IX segnando al più 7 punti. In questa quarta occasione i punti segnati saranno 14, ma quelli subiti 32.

Questo mini documentario vi offre qualche highlight e soprattutto le interviste ai protagonisti dell’impresa nero-argento.

Se volete invece vedervi l’intera partita potrete consultare questo link fino all’intervento dei soliti censori.

ROOKIE OF THE WEEK

Amari Cooper ha già fatto segnare alcuni record per i Silver & Black. Le sue 45 ricezioni lo portano già in cima alla lista per quanto riguarda i rookie nero-argento, con ancora 8 partite da giocare.

Il precedente record era del TE Zach Miller con 44 nel 2007, ed il grande Tim Brown aveva raggiunto 43 ricezioni nel 1988.

Contro gli Steelers l’ex WR di Alabama ha fatto registrare 7 ricezioni per 88 yard e 1 TD, e la sua prestazione gli è valsa il titolo di rookie of the week. E’ la seconda volta in tre partite che Cooper viene nominato rookie della settimana.

PRO BOWL

La NFL ha reso noti i nomi dei giocatori che guidano, posizione per posizione, la classifica dei voti per il Pro Bowl. Al momento Marcel Reece è il FB più votato e Charles Woodson è in testa tra gli SS.

Anche se la NFL ha comunicato solo chi è in cima alla lista secondo quanto si dice in giro il QB Derek Carr, il WR Amari Cooper e il DE Khalil Mack sono attualmente sesti nelle rispettive categorie.

Se volete contribuire a mandare i vostri giocatori preferiti alla parata delle stelle potete votare qui.

LETTURE CONSIGLIATE

Fred Biletnikoff, MVP del Super Bowl XI di cui abbiamo parlato in questo articolo, è stato nominato “uomo dell’anno” dalla fondazione Walter Camp:

Ieri abbiamo scritto che due membri della famiglia nero-argento (Richard Romanski e Gordon Stirling) ci hanno lasciato a pochi giorni di distanza. Vic Tafur ci regala un ricordo di Dick Romanski:

Evan Ball dedica la sua analisi settimanale agli errori difensivi dei Raiders contro gli Steelers:

Suggestioni giornalistiche: Calvin Johnson potrebbe essere scambiato o addirittura tagliato dai Lions visto che la squadra di Detroit sta iniziando a rivoluzionare la squadra… quale sarebbe la destinazione ideale per Megatron? I Raiders secondo Charles Robinson:

Annunci

13 thoughts on “Vikings at Raiders preview

  1. dalla lettura della come usuale precisa presentazione e dalla mia analisi delle statistiche cosa posso dire…

    * che non dobbiamo avere paura di peterson…è vero è leader nelle yard ma come media murray fa’ meglio di lui.se dovessimo riuscere almeno a contenerlo ( non dico fargli fare la fine di ivory ma almeno limitarlo) meta’ del lavoro sara’ fatto.sui passaggi hanno dei limiti evidenti e la loro off line non protegge bene il qb(concessi 21 sacks e 47 qb hits su 238,vuol dire che ogni 3.5 giochi di passaggio il loro qb viene aggredito) ) a proposito io continuo a pensare che mack come DE renda meno che come LB…

    * la vera forza dei vikings credo sia la difesa (hanno tutte le stats a loro favore e han fatto 19 sacks su 275 contro i nostri 15/361)siamo meglio solo negli intercetti

    * pero’ noi possiamo contare su una grande off line ,sperando ci sia hudson( concessi solo 10 sacks e 28 qb hits /304 = 1 su 8)) e su un attacco che puo’ fare male ( meglio del loro in tutte le stats tranne penalita’ e fum lost)

    * stats special team 3/5 a favore loro….TO a favore nostro

    insomma i vikings assomigliano molto ai jets…secondo me son stati avvantaggiati fin’ora anche dai calendario favorevole ( vittorie con squadre non fortissime 2 det-sd-chi-kc a parte stl )han perso con den e netto alla prima addirittura con sf )
    dobbiamo cercare di fare una partita molto simile a quella con nyj dal punto di vista tattico

    go raiders !!!!

    Mi piace

  2. ho finito di vederla ora…
    son distrutto….veramente male…non ha funzionato niente…la svolta è stato il td sul ritorno di kickoff..eravamo in vantaggio con l’inerzia della partita dalla nostra..
    ora è durissima per i play off…proviamo a vincere le prossime tre

    go raiders !!!

    Mi piace

  3. Pingback: Shelby Harris di nuovo nel 53-men roster, Jeremy Ross nella practice squad | Raiders Italia

  4. Pingback: SaQwan Edwards promosso dalla practice squad, Nate Allen in IR | Raiders Italia

  5. Pingback: Raiders 2015 – Una stagione tra alti e bassi | Raiders Italia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...