Raiders at Steelers preview

Ormai anche i tifosi più induriti dai 12 anni di fallimenti e sconfitte stanno iniziando a crederci: i Raiders (4-3) sono in lotta per un posto ai playoff. A cercare di mettere i bastoni fra le ruote ai Silver & Black ci sono però i Pittsburgh Steelers (4-4), che ospiteranno domenica la squadra di Jack Del Rio con l’obiettivo di scavalcarli nel corsa ad un posto da Wild Card (attualmente i Raiders sono quinti e gli Steelers settimi).

season_matchups_2015_w09_Raiders-Steelers

A inizio stagione chiunque avesse parlato di playoff per i Raiders sarebbe stato sottoposto a perizia psichiatrica ed invece la squadra, dopo la batosta rimediata contro i Bengals all’esordio e qualche sbandata nelle gare successive, ha dimostrato di saper essere competitiva, a volte addirittura entusiasmante, e soprattutto di saper imparare dai propri errori. 

Gli Steelers hanno perso la loro star Le’Veon Bell ma hanno comunque un ottimo RB in DeAngelo Williams. Inoltre il rientro di Ben Roethlisberger ha fatto tornare il sorriso al WR Antonio Brown, che aveva visto ridimensionato il suo ruolo quando dietro al centro era andato Michael Vick.

Come da tradizione ecco l’angolo della banalità… per uscire vincitori dall’Heinz Field servirà:

  • continuare a marcare l’avversario diretto anche quando Roethlisberger sembra essere stato imbottigliato (il QB è capace di resistere al sack e prolungare l’azione)
  • marcare il TE Heath Miller (10 ricezioni per 105 yard la settimana scorsa contro i Bengals); i Raiders non possono permettersi di ricadere negli errori delle prime partite quando lasciavano liberissimo il TE avversario
  • correre in maniera convincente in modo da rendere più facile il lavoro di Carr e dei ricevitori

INFORTUNI

Le due squadre arrivano abbastanza in forma a questa sfida se escludiamo ovviamente l’infortunio che è costato la stagione a Bell.

Per i Raiders l’unico che sicuramente non giocherà è il rookie LB Neiron Ball alle prese con un problema al ginocchio. TJ Carrie è questionable ma la sua presenza nel backfield non sembra in dubbio.

Raiders_injury_report_2015_week09_Raiders

Gli Steelers dovranno rinunciare a due backup, il TE Matt Spaeth e il LB Terence Garvin.

Raiders_injury_report_2015_week09_Steelers

Dopo aver messo il RB Le’Veon Bell nella Reserve/Injured List, gli Steelers hanno chiamato nel roster il RB Isaiah Pead, hanno promosso dalla practice squad il CB Doran Grant tagliando il WR/QB Tyler Murphy ed hanno infine preso via waivers il WR/RS Jacoby Jones (rilasciato dai Chargers) tagliando il WR/RB Dri Archer.

Anche i Raiders hanno fatto una modifica al roster, tagliando il ritornatore Walter Powell e sostituendolo con Marcus Thigpen.

STATISTICHE

I Raiders hanno la seconda miglior difesa contro le corse nella NFL ma anche la seconda peggior difesa contro i passaggi. C’è da dire che nelle ultime sfide i Silver & Black hanno accumulato grossi vantaggi, costringendo i QB avversari a lanciare alla ricerca di una improbabile rimonta.

Gli Steelers concedono di media meno di 100 yard su corsa a partita, ma come difesa sui passaggi non sono tanto meglio dei Raiders.

2015_w09_preview_stats_Raiders-Steelers

Le statistiche offensive dei padroni di casa sono ovviamente falsate dal fatto che Big Ben ha saltato quattro partite, costringendo i suoi a modificare lo stile di gioco per adattarlo alle caratteristiche di Michael Vick prima e Landry Jones poi.

2015_w09_preview_stats_Raiders-Steelers_2

Il RB DeAngelo Williams aveva fatto molto bene nelle prime due giornate, quando aveva rimpiazzato ottimamente lo squalificato Bell, e bene ha fatto contro i Bengals quando Bell si è infortunato. Per lui, nelle due partite e mezza da RB principale, 50 corse, 275 yard  (5.5 di media) e 3 TD.

Vediamo i leader offensivi delle due squadre:

2015_w09_preview_Raiders-Steelers_payers_1

2015_w09_preview_Raiders-Steelers_payers_3

2015_w09_preview_Raiders-Steelers_payers_2

2015_w09_preview_Raiders-Steelers_payers_4

Le statistiche complete per le squadre e per i giocatori le trovate qui: Raiders – Steelers.

INCROCI (GLI EX)

Due giocatori di Pittsburgh hanno giocato i primi quattro anni della loro carriera con i Raiders: il WR Darrius Heyward-Bey e il S Mike Mitchell sono stati scelti dai Silver & Black nel Draft 2009 (rispettivamente nel primo e nel secondo round) e sono rimasti ad Oakland fino al 2012.

Nella IR degli Steelers c’è poi Bruce Gradkowski, che ha vestito il nero-argento nel 2009 e 2010.

L’assistant DB coach dei Raiders Rod Woodson ha giocato 10 anni a Pittsburgh dopo che gli Steelers lo hanno scelto al primo round del Draft 1987.

Il LB coach dei Raiders Sal Sunseri è nativo di Pittsburgh e fu scelto dagli Steelers nel Draft 1982 dopo la carriera universitaria con i Pittsburgh Panthers. Purtroppo un infortunio al ginocchio durante il primo training camp interruppe la sua carriera.

Il Conditioning Coordinator degli Steelers Garrett Giemont è stato Strength and Conditioning Coach degli Oakland Raiders dal 1995 al 2001 e Strength and Conditioning Coordinator nel 2002, anno in cui è stato nominato Coach of the Year dalla Professional Football Strength and Conditioning Coaches Society.

Ultimamente la pagina delle connessioni sul sito Raiders.com ha qualche dimenticanza o imprecisione; per quel che vale ecco il link.

ALL-TIME RECORD E UN PO’ DI STORIA

La prima sfida tra Raiders e Steelers risale al 1970, anno d’esordio dei Raiders nella NFL dopo la fusione con l’American Football League. I Raiders conducono nella regular season 12-9, mentre in postseason le due squadre sono in parità, 3-3.

Fra Raiders e Steelers c’è stata una grande rivalità negli anni ’70. Dal 1972 al 1976 le due squadre si sono affrontate ai playoff ogni anno, dando vita a sfide memorabili. Se non ci fossero stati gli Steelers a mettersi di traverso lungo il cammino, è molto probabile che John Madden e i Silver & Black avrebbero qualche anello in più al dito. Nel 1974, 1975 e 1976 Oakland e Pittsburgh si affrontarono nell’AFC Championship e la squadra vincente si aggiudicò poi il Super Bowl; le prime due partite le vinsero gli Steelers, mentre la terza fu vinta dei Raiders.

La partita della settimana non può che essere il Divisional playoff della stagione 1972, giocato a Pittsburgh il 23 dicembre, e passato alla storia per la Immaculate Reception. Questa partita è talmente significativa che all’aeroporto di Pittsburgh c’è una statua di Franco Harris nell’atto di ricevere il pallone della vittoria.

La partita era stata dura e dominata dalle difese e nel primo tempo nessuna delle due squadre era riuscita a segnare. I primi punti sul tabellone li misero gli Steelers con un FG nel terzo quarto. Arrivati quasi alla fine dell’ultimo periodo i Raiders ribaltarono il risultato grazie ad una corsa del backup QB Kenny Snake Stabler a poco più di un minuto dalla fine: 7-6.

Quarto e 10, ultima occasione per gli Steelers. Terry Bradshaw fu costretto a sfuggire alla grande pressione di Tony Cline e Horace Jones e un gioco rotto si trasformò in leggenda. Il QB di Pittsburgh si liberò della palla in direzione del compagno John “Frenchy” Fuqua. L’hard hitter Jack Tatum colpì violentemente il ricevitore avversario e la palla volò indietro di parecchie yard. Tutti sembrarono convinti che la partita fosse finita, tutti tranne Franco Harris che raccolse la palla a pochi micrometri dal terreno e si involò praticamente indisturbato verso la end zone.

L’azione causa discussioni accese anche oggi: per i Raiders la ricezione di Harris fu illegale. Per le regole dell’epoca la palla toccata da un attaccante non poteva essere ricevuta che da lui, il “doppio tocco” di due giocatori d’attacco non era consentito. Quando Bradshaw lanciò per Fuqua come suo solito Jack Tatum non cercò di deviare la palla per causare l’incompleto ma andò dritto sul bersaglio grosso e colpì Fuqua. Dalle immagini non è chiaro se la palla rimbalzò sul DB dei Raiders o sul RB degli Steelers; nel primo caso la ricezione di Harris sarebbe valida, nel secondo sarebbe illegale.

Questo splendido mini documentario mostra un resoconto della partita e le interviste a diversi protagonisti.

LETTURE CONSIGLIATE

Visto che abbiamo parlato della rivalità tra Steelers e Raiders vi segnalo questo articolo pubblicato sul sito della Pro Football Hall of Fame:

Una lettura che vi consiglio di non saltare è questa ottima analisi della rubrica MMQB per Sports Illustrated:

Annunci

4 thoughts on “Raiders at Steelers preview

  1. bello anche l’articolo di benoit..mi fa’ piacere che sottolinei la versatilita’ del nostro attacco e non solo(come molti fanno) le qualita’ di cooper.
    un plauso anche al lavoro fatto dalla linea offensiva che a mio avviso non sara’ mai a sufficienza elogiata.
    anche la difesa sta’ migliorando di partita in partita,il punter è bravo,janikowski non deve piu’ sbagliare,ci manca ancora un ritornatore e poi se si continua a lavorare duro senza montarsi la testa ci possiamo togliere delle soddisfazioni…:-)

    Mi piace

  2. Pingback: Vikings at Raiders preview | Raiders Italia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...