Archiviata la vittoria sui Ravens si pensa ai Browns. Modifiche al roster, stats e considerazioni

Alla catastrofe generale contro i Bengals è seguita una prestazione da infarto contro i Ravens, con un attacco in grande spolvero e una difesa mediocre. Cosa ci si deve aspettare dai Raiders nella sfida di domenica contro i Cleveland Browns?

E’ mercoledì, siamo a metà settimana, ed è tempo di archiviare una volta per tutte la vittoria casalinga, illustrare le transazioni che hanno portato due nuovi giocatori in Silver & Black e iniziare a focalizzare l’attenzione sui prossimi rivali.

David_Amerson

David Amerson, CB, tagliato dai Redskins e ottenuto via waivers dai Raiders

RAVENS-RAIDERS: NOTE CONCLUSIVE

Come abbiamo raccontato, nella partita contro i Ravens si è visto un attacco scoppiettante e una difesa che ha lasciato molto a desiderare. Concedere 444.5 yard e 33 punti a partita non è accettabile ed è la conseguenza del personale messo in campo e degli schemi di Ken Norton Jr. Ovviamente la stagione è giovane, c’è tempo per migliorare e apportare le dovute correzioni, ma non si può nascondere il fatto che con una difesa così non si potranno vincere molte partite.

Se vogliamo trovare qualcosa di positivo possiamo rallegrarci del fatto che tra primo e secondo tempo sono state prese le giuste contromisure e si è limitato l’attacco avversario… fermato no, ma almeno contenuto. Se nel primo tempo infatti Flacco e compagni conquistavano più di 8 yard di media ad azione, nel secondo tempo questa media è scesa a poco più di 5 yard.

Il pass rush non produce nessun risultato e sono ancora zero i sack messi a segno dalla squadra. Non potendo affidarsi alla sola linea Del Rio e Norton hanno deciso di aumentare il numero di blitz. Se nella partita inaugurale la squadra praticamente non aveva blitzato, contro i Ravens i blitz sono stati una ventina (18 o 20 a seconda di chi ha tenuto il conto):

Un’altro problema grosso per questa difesa è che si concedono troppi big play:

Secondo Pro Football Focus, due giocatori dei Raiders si sono meritato la “convocazione” nella squadra dei peggiori della settimana (Denico Autry e Curtis Lofton) e altri due sono stati inseriti fra i migliori (Michael Crabtree e Gabe Jackson).

Passiamo alle note positive. Il gioco di corse dei Silver & Black non sarà spettacolare, ma intanto da quando ci si è affidati a Latavius Murray i Raiders non hanno corse negative (se si esclude l’inginocchiamento dalla victory formation di Carr contro i Ravens).

MERCATO: MODIFICHE A 53-MEN ROSTER E PRACTICE SQUAD

Si è sempre detto che uno dei punti di domanda più grandi del roster 2015 era il reparto dei cornerback, giovani e senza esperienza.

I Raiders sono intervenuti sul mercato prendendo via waivers il CB David Amerson, recentemente tagliato dai Redskins.

Amerson è ora il CB con più esperienza presente nel roster avendo giocato 33 partite (23 da titolare) nei suoi due anni e qualcosa nella lega. Scelto al secondo round del Draft 2013 da North Carolina State, Amerson ha già sperimentato gli alti e bassi della NFL: dopo aver conquistato il posto da titolare nel suo anno da rookie ed averlo mantenuto nel 2014 per tutte e 15 le partite giocate, ha poi visto diminuire il suo ruolo a causa anche delle inadeguate prestazioni sul campo, fino al taglio avvenuto dopo la seconda stagionale.

La sua carriera a Washington si è conclusa con 111 placcaggi, 18 passaggi difesi, 2 intercetti e 1 TD. Questo invece il rovescio della medaglia secondo Pro Football Focus: nel 2014 ha concesso 67 ricezioni per 877 yard, 10 TD e un passer rating di 140.2 ai QB che hanno lanciato nella sua direzione.

Per fare posto ad Amerson è stato tagliato il S Tevin McDonald, promosso dalla practice squad appena pochi giorni fa a causa delle precarie condizioni del reparto.

I Raiders hanno poi fatto una modifica anche all’elenco di giocatori della practice squad, tagliando il figlio d’arte George Atkinson III per sostituirlo con il RB Rajion Neal.

Il fatto che Atkinson sia stato tagliato non è una sorpresa assoluta visto che non sembrava affatto pronto a contribuire né come KR né tantomeno come RB, ma è una notizia degna di nota visto che sembrava che avesse il posto assicurato per la vicinanza del padre alla dirigenza nero-argento.

Rajion Neal è nato in Georgia ed è andato al collega a Tennessee, la stessa università di Reggie McKenzie. Nel 2014 è stato preso come undrafted free agent dai Packers. Dopo tre partite di preseason è finito in IR e successivamente è stato tagliato, per poi venire richiamato a novembre nella practice squad. Quest’anno con la squadra di Green Bay ha giocato tutta la preseason ma non ha trovato posto nel roster della regular season.

Amerson vestirà la maglia numero 29 che era di Brandian Ross, mentre Neal avrà il numero 40.

RAIDERS-BROWNS: McCOWN TITOLARE, MANZIEL IN PANCHINA

Johnny Manziel ha regalato ai Browns la vittoria per 28-14 contro i Titans. La prestazione di Johnny Football non è stata certo stellare (8/15 per 172 yard, 2 TD, 2 sack subiti e 2 fumble), anche se impreziosita da qualche bella giocata, e così non appena Josh McCown ha ricevuto l’OK dei medici per il rientro in campo dopo la commozione cerebrale, l’head coach Mike Pettine ha annunciato subito che sarebbe stato il veterano a partire titolare contro la sua ex squadra (McCown è stato il QB dei Raiders nel 2007)

NOTA DI… COLORE

Come probabilmente saprete, per festeggiare l’arrivo del Super Bowl 50 la NFL ha deciso di portare avanti diverse iniziative che vedevano protagonista il colore oro. Una di queste prevede di rendere dorato il numero 50 presente sulla linea di metà campo in tutti gli stadi NFL. Tutte le squadre lo hanno fatto dall’inizio della stagione, tutte tranne i Raiders.

Il motivo, come è facile immaginare, è il fatto che ancora per qualche settimana la squadra dividerà lo stadio con gli A’s della MLB.

Tuttavia tanto baccano è stato fatto quando si è diffusa la “notizia” che i Raiders non avevano nessuna intenzione di colorare il 50 neanche dopo la fine della stagione degli A’s.

“The Raiders have asked us not to do that. It has nothing to do with baseball. The last six home baseball games are through this weekend, and there will be no gold marks for the rest of the Raiders’ regular season.” [Chris Wright, AEG Facilities VP and the Coliseum’s GM]

Per quale motivo i Raiders non intendevano conformarsi con il resto della lega? Sono saltate fuori le motivazioni più fantasiose, dal fatto che il colore oro era il colore dei rivali 49ers al fatto che era un “dispetto” per il fatto che la squadra non aveva speranze di giocare il Super Bowl 50 al Levi’s Stadium di San Francisco.

E’ quindi dovuto intervenire Mark Davis per dire che si stava montando un caso sul nulla e che alla fine della stagione di baseball, quando il diamante di terra su cui giocano gli A’s sarà rimpiazzato dall’erba, il numero 50 sarà color oro in onore del Super Bowl.

I Raiders saranno in trasferta per due settimane consecutive (a Cleveland e poi a Chicago) e torneranno a casa per giocare contro i Broncos l’11 ottobre.

DIETRO LE LINEE NEMICHE

I Chicago Bears, avversari dei Raiders fra due settimane, dovranno rinunciare Jay Cutler per almeno due partite a causa di un infortunio al bicipite femorale subito dal loro QB titolare.

E possibile quindi che i Silver & Black si troveranno ad affrontare il backup Jimmy Clausen quando il 4 ottobre giocheranno a Chicago la quarta partita stagionale.

Annunci

6 thoughts on “Archiviata la vittoria sui Ravens si pensa ai Browns. Modifiche al roster, stats e considerazioni

  1. Pingback: I Raiders perdono Justin Tuck, tagliano Keenan Lambert | Raiders Italia

  2. Pingback: Raiders 2015 – Una stagione tra alti e bassi | Raiders Italia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...