Gli avversari della settimana – Ravens

Mi piace l’idea di collaborare con altri appassionati di football, osservare le cose da un altro punto di vista, sentire altre opinioni. Un progetto che desidero sviluppare qui nel blog, ma non nego che le difficoltà non sono poche, è creare una rubrica fissa – chiamiamola “Parola all’avversario” – nella quale presentare ogni settimana il punto di vista di un tifoso della squadra che i Raiders andranno ad affrontare. Penso che sia interessante avere il parere di qualcuno che segue giorno per giorno quella squadra, che è a conoscenza di piccoli dettagli che altrimenti sfuggirebbero, che ci dia un’idea delle aspettative del team rivale e dei suoi sostenitori.

Questa settimana ho il piacere di presentarvi un pezzo scritto da Gabriele Balzarotti, grande appassionato di sport e redattore di Huddle Magazine, dove si occupa principalmente di seguire i Ravens durante la stagione.

RAVENS-RAIDERS, di Gabriele Balzarotti

I Baltimore Ravens si presentano al match contro gli Oakland Raiders con il morale sotto i tacchetti. Non tanto per la cocente sconfitta patita all’esordio contro i Broncos, quanto piuttosto per il serio infortunio accorso a Terrell Suggs, anima e voce della squadra, che lo costringerà a saltare tutto il resto della stagione.

NFL: Baltimore Ravens at Denver Broncos

Il LB dei Baltimore Ravens Terrell Suggs (55) assistito dopo l’infortunio riportato nel 4° quarto della partita del 13 settembre 2015 contro i Denver Broncos (Foto: Ron Chenoy/USA TODAY Sports)

Mr Ball so Hard University” è l’ultimo di una serie di infortunati di rilievo per i Ravens. Mancheranno anche Dennis Pitta (TE), Matt Elam (DB), Brent Urban (DE) e il rookie Breshad Perriman (WR), tutti giocatori di rilievo e che avrebbero potuto offrire un buon contributo alla causa nero-viola. Come da lunga tradizione però, non saranno certo i problemi a fermare la rincorsa dei Ravens ad un posto ai playoff.

Contro i Raiders servirà, prima di tutto, recuperare smalto e brillantezza in attacco. Joe Flacco ha passato un brutto pomeriggio in quel di Denver, completando solo 18 passaggi su 32 per 117 yard, con due intercetti, e soprattutto non è mai riuscito a trovare il ritmo necessario per innescare il suo braccio potente. Gran parte dei problemi sono derivati dalla difesa di Denver, capace di generare costante pressione per tutto il pomeriggio, mettendo in seria difficoltà i tackle James Hurst e Rick Wagner, e non concedendo a Flacco il tempo necessario per controllare la tasca. I Raiders potrebbero in ugual modo, grazie a Khalil Mack, Justin Tuck e Aldon Smith, mettere in serie difficoltà la pass protection di Baltimore che dovrà anche fare a meno di Eugene Monroe, tackle sinistro titolare, vittima di una commozione cerebrale domenica scorsa.

Buone notizie però arrivano dal reparto running back, una vera forza livellatrice lo scorso anno, grazie al recupero di Lorenzo Taliaferro, un torello molto utile nelle situazioni di corto guadagno che, insieme a Justin Forsett e Javrious Allen, potrebbe mettere in seria difficoltà la non irresistibile difesa sulle corse dei Raiders. Sarà poi compito dell’offensive coordinator Marc Trestman studiare un game plan che possa avvantaggiarsi dei problemi avversari, soprattutto viste le assenze delle due safety titolari avversarie, Nate Allen e il leggendario Charles Woodson.

Difensivamente invece, i Ravens dormono sonni tranquilli. Perso Suggs, è subito arrivato a sostituirlo il veterano Jason Babin, pass rusher esperto, che può garantire una buona produzione in una trentina di snap a partita. Chiunque ci sia a guidare l’attacco di Oakland, Derek Carr o Matt McGloin, dovrà sicuramente guardarsi dall’ultimo arrivato in Maryland. Ciò che preoccupa di più coach Jack Del Rio è la devastante forza fisica che i Ravens hanno in linea difensiva. Come se non bastasse il mastodontico ed inarrestabile Brandon Williams, è stato recuperato anche Timmy Jernigan. La linea di Oakland non passerà una serata facile domenica contro questi colossi.

Ravens_CJ_Mosley

Il LB dei Baltimore Ravens C.J. Mosley (57) (Foto: Evan Habeeb / USA Today Sports)

Il resto della difesa è solido e terribilmente efficace. C.J. Mosley vorrà vincere il confronto a distanza col suo compagno di draft class Khalil Mack e aspettiamoci un’altra grande prova del reparto linebacker. Anche il secondario, dopo aver ottimamente limitato Manning all’esordio, vorrà dare seguito ai progressi mostrati tenendo a bada il passing game nero-argento. Dagli special team arrivano solo sicurezze, con Justin Tucker sempre pronto a scrivere la storia calciando da distanze siderali.

L’imperativo per i ragazzi di coach John Harbaugh è vincere. Nella tostissima AFC North è assolutamente vietato perdere il passo con le rivali se non si vuole complicare troppo la corsa ai playoff. Tanti analisti hanno indicato i Ravens come possibile sorpresa dell’anno, è arrivato il momento di dimostrare a tutti che in Maryland si dimostra la propria forza solamente coi fatti.

Grabriele può essere raggiunto via Facebook o Google+.

Annunci

One thought on “Gli avversari della settimana – Ravens

  1. Pingback: Ravens at Raiders preview | Raiders Italia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...