Preseason 2015 – Week 2 – Raiders 12 – Vikings 20

Si torna con i piedi per terra dopo la bella prestazione nella partita d’esordio contro i Rams. Nella seconda sfida della preseason i Raiders fanno decisamente un passo indietro, soprattutto in termini di disciplina e attenzione ai dettagli.

2015_PRE2_Raiders-Vikings_thunderstorm

Pioggia e fulmini allo stadio hanno costretto ad una sospensione di più di un’ora (immagine tratta dal video della partita)

Il meteo è stato inclemente e la tempesta di fulmini ha costretto ad uno stop molto lungo durante il secondo quarto, tanto che le squadre hanno potuto rimettere piede in campo per concludere il primo tempo solo dopo più di un’ora.

Come al solito, ecco prima di tutto il link agli highlight della partita.

SEGNATURE

1° quarto:

OAK – TD – L.Murray 2 yd. run (run failed) (6-75, 2:24)

2° quarto:

MIN – TD – C.Johnson 10 yd. pass from T.Bridgewater (kick failed, wr) (8-60, 4:08)
OAK – FG – G.Tavecchio 26 yd. Field Goal (9-54, 4:18)
MIN – TD – C.Ford 4 yd. pass from S.Hill (B.Walsh kick) (13-80, 1:59)

3° quarto:

OAK – FG – G.Tavecchio 37 yd. Field Goal (7-10, 2:41)
MIN – TD – B.Renaud 1 yd. run (B.Walsh kick) (3-1, 0:49)

4° quarto:

ALTI E BASSI

Quando si analizza una partita di preseason è difficile valutare il vero valore di una squadra. I primi drive sono utili per inquadrare i presunti titolari, ma man mano che la partita prosegue ed entrano le riserve rimane sempre il dubbio sulle vere qualità di un giocatore, in quanto le cose positive che sta mostrando sono comunque ottenute contro altre riserve.

Iniziamo in ogni caso dalle certezze: Latavius Murray, a meno di infortuni, sarà un pezzo importante dell’attacco dei Silver & Black che, grazie a lui, dovrebbe essere equilibrato al contrario di ciò che accadeva lo scorso anno. Amari Cooper è una garanzia, e solo l’idea di quello che può fare l’accoppiata AC/DC fa entusiasmare i tifosi. L’ultima certezza, ma questa volta è un aspetto negativo, è che senza un pass rush convincente la secondaria nero-argento faticherà a contenere l’attacco avversario.

Dopo aver concluso la prima stagionale con solo due penalità, contro i Vikings la squadra di Jack Del Rio si è fatta sanzionare ben 13 volte per 106 yard. La cosa peggiore è che diverse penalità sono dovute a errori di concentrazione (per esempio le false start).

TITOLARI

Il primo drive offensivo è toccato ai Vikings e la difesa contro le corse dei Raiders ha dimostrato di essere solida. In situazione di terzo e 9 Bridgewater è stato costretto a sfuggire alla pressione dei difensori dopo che la tasca aveva ceduto, ed il suo lancio in corsa per Wright ben marcato da Nate Allen è caduto incompleto. Sarebbe stato un buon three-and-out, ma DJ Hayden è stato punito per un illegal contact che ha prolungato il drive della squadra di casa (concluso in ogni caso con un punt). La serata sotto i riflettori del CB è iniziata così.

Derek Carr, dopo il punt, ha dovuto iniziare le operazioni dalla linea delle proprie 2 yard. Non è stato certamente un drive da ricordare con una false start, una corsa centrale senza pretese di Murray e due passaggi imprecisi del QB. Il punt calciato da Marquette King dall’interno della endzone ha percorso solo 35 yard. L’inizio non è stato per niente promettente.

I Vikings, con davanti il campo corto, hanno deciso di giocare alla mano il quarto down e Bridgewater ha trovato Johnson per un primo down contro DJ Hayden. La difesa titolare ha comunque retto bene e il kicker di Minnesota ha sbagliato un facile FG da 35 yard.

Dopo due belle corse di Murray e un lancio di Carr per Reece, il QB ha trovato Amari Cooper sulla sideline per un completo da 40 yard. Come direbbero gli americani… “mamma mia”! Seth Roberts con un end around ha poi portato palla fino alle 2 dei Vikings e Latavius Murray ha sfondato al centro per il TD del 6-0.

La squadra di casa ha risposto subito con un bel drive, concluso con un passaggio perfetto di Bridgewater per Johnson in end zone. Hayden ha seguito il ricevitore in viola passo passo e il lancio del QB è stato preciso e piazzato dove solo il suo ricevitore poteva arrivare. La pecca di Hayden è stato il non girarsi mai per individuare la posizione della palla, ma sembra esagerato additare il CB come bust ad ogni completo concesso.

2015_PRE2_Raiders-Vikings_DJ_Hayden

Preseason 2015, Raiders-Vikings, DJ Hayden non riesce ad evitare il TD di Charles Johnson (Foto: Jim Mone/AP)

Con qualche modifica alla lineup Derek Carr e rimasto in campo ancora 2 drive con scarsi risultati. Con Trent Richardson al posto di Murray il gioco di corse è andato in stallo e questo non fa che confermare che il RB da Alabama sta rischiando di non trovare posto nel 53-men roster.

IL RESTO DELLA PARTITA

Dopo la lunga interruzione per pioggia e fulmini in campo sono scese le riserve per entrambe le squadre.

Da sottolineare l’intercetto di Jonathan Dowling su un lancio assolutamente sbagliato di Shaun Hill e una bella ricezione di Seth Roberts su una crossing route; il WR ha ricevuto palla da Ponder ed ha seminato il panico nella difesa viola fino alle 9 dei Vikings, facendosi così perdonare l’essersi lasciato sfuggire dalla punta delle dita il lancio leggermente lungo di Derek Carr in un drive precedente.

Ancora un’ottima prestazione di Ben Heeney (7 placcaggi, 3 da solo, e un sack in collaborazione con Mario Edwards). Proprio Edwards Jr. ha mostrato qualcosa in più rispetto alla prima uscita, ma è comunque risultato poco esplosivo e quasi sempre facile da contenere per i linemen avversari.

Neiron Ball e Leon Orr continuano a farsi notare e probabilmente Del Rio e il coaching staff si troveranno a dover prendere qualche decisione sofferta quando verrà il momento dei tagli visto che la linea difensiva si sta dimostrando competitiva con anche Ricky Lumpkin, Denico Autry e Shelby Harris (1 fumble ricoperto e un quasi-intercetto) positivi.

I QB di riserva non hanno brillato: Ponder (7/11 per 69 yard, 1 sack subito) ha rischiato l’intercetto almeno un paio di volte, mentre McGloin (5/7 per 20 yard e 1 INT) ha faticato a trovare ricevitori liberi e si è fatto intercettare con un lancio forzato proprio al primo tentativo. Fajardo (1/4 per 11 yard, 1 sack subito e 1 INT), infine, ha fatto una comparsata nell’ultimo drive offensivo dei Raiders.

La battaglia per il posto di backup RB vede assolutamente in vantaggio l’undrafted rookie Michael Dyer (12 corse per 45 yard). Fino alla fine della preseason quasi sicuramente sarà Trent Richardson (5 corse per 5 yard) a schierarsi come secondo RB, ma se continuerà ad essere così inconsistente sarà uno shock e una sciocchezza tenerlo nel roster a spese del meno famoso ma più performante Dyer. Taiwan Jones (2 corse per 12 yard) ha mostrato progressi ma continuo a non considerarlo un “every-down” RB. Non bisogna poi dimenticare che in ballo c’è anche Roy Helu Jr., che ancora non si è visto in campo per via dell’infortunio subito nelle prime fasi del training camp. In questa partita addirittura l’immaturo George Atkinson III (2 corse per 14 yard) si è dimostrato più utile di Richardson. C’è infatti da sottolineare che ufficialmente Richardson ha corso per 5 yard in 5 tentativi, ma la sua corsa più lunga è stata da 7 yard mentre le altre quattro corse sono state rispettivamente da 1, 3, -5 e -1 yard.

KICKER

E’ improbabile che il nostro Giorgio Tavecchio spodesti il cannone polacco Sebastian Janikowski, ma intanto il kicker italiano si dimostra sicuro e affidabile. Anche contro i Vikings ha messo a segno due FG, da 26 e 37 yard. Se non sarà tenuto ad Oakland magari potrà interessare proprio alla squadra di Minneapolis, visto che il loro kicker Blair Walsh non ha fatto proprio una bella figura con 3 FG e 1 extra point sbagliati. Walsh ha messo a segno solo 2 dei 6 FG in questa preseason.

APPROFONDIMENTI

Link ad articoli relativi alla seconda partita della preseason:

Annunci

2 thoughts on “Preseason 2015 – Week 2 – Raiders 12 – Vikings 20

  1. La mancanza di pressione al qb avversario, con le secondarie che ci ritroviamo, saranno II PROBLEMA di tutta questa stagione!
    Se in più ci mettiamo che giochiamo in una division con P. Manning e Rivers .. Beh o l’attacco fa 30/40 punti a gara o prevedo un altro 4/12 a fine anno..
    Ecco perché alcuni giorni fa ho fatto il nome di Aldon Smith.. A maggior ragione ora che pare non essere considerato da nessuna squadra Nfl.. Sarebbe una scommessa a basso costo, dove volendo si potrebbe proporre un contratto a incentivi e se non va pace, lo si taglia.. Ma se va.. Beh direi che risolviamo un enorme problema.. IL PROBLEMA di quest’anno ..
    Detto questo, per come ci ha abituato ad agire Yoghi McKenzie non arriverà nessuno.. Ed è davvero un peccato x il potenziale che ha sta squadra

    Mi piace

    • son riuscito a vedere la partita solo oggi..
      sono d’accordo…anch’io ho notato la scarsa pressione sul qb
      di positivo concordo sopratutto sulla prestazione di dyer

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...