Commitment to Excellence Award – Premiato Charles Woodson

Sabato 14 marzo, presso l’ Hilton Oakland Airport, c’è stata la cena per la consegna del premio Commitment to Excellence, che ogni anno viene assegnato al giocatore dei Raiders che si è maggiormente distinto per il suo impegno costante. Sono i giocatori stessi a votare il compagno più meritevole, e il premiato per la stagione 2014 è stato il sempreverde Charles Woodson.

2015-03-14_Charles_Woodson_CTE_Award_Dinner

Charles Woodson alla Commitment To Excellence Award Dinner in 14 marzo 2015 (Foto: Tony Gonzales/Oakland Raiders)

Davanti a un gran numero di tifosi festanti, il cerimoniere JT The Brick ha cominciato ufficialmente la serata leggendo un breve messaggio di auguri e complimenti per Woodson da parte dell’HC Jack Del Rio:

Dear Charles,
Congratulations on the amazing achievement in your Commitment to Excellence. Your strength, leadership and hard work are the qualities that exemplify a true professional.
Sincerely
Jack Del Rio

JT ha introdotto poi il GM Reggie McKenzie, ricordando l’alta opinione che ha di lui l’ex personnel man dei Raiders, GM dei Packers e nuovo Hall of Famer Ron Wolf.

“No one can replace Al Davis, but as far as evaluating talent and getting the Raiders back to where they need to be Reggie will do a good job.”

Gli astanti hanno accolto il GM urlando “Reggie! Reggie!”. Non c’è spazio per polemiche o malumori tra i presenti, si tratta di una festa di famiglia che è incentrata sulla positività.

McKenzie si è presentato allegro, spiritoso e in gran forma. Ha fatto battute ed ha parlato a lungo.

“Tante cose positive stanno avvenendo qui in Raiderland”, ha detto il GM. “Siamo entusiasti di questa offseason, siamo eccitati per il prossimo Draft, non vediamo l’ora di prepararci ad iniziare il training camp a Napa e metterci a lavoro, per poi tornare ad Oakland e iniziare a vincere qualche partita. Ci sono tante facce nuove e nuovi ottimi coach”.

“Questa serata è per Charles. Non c’è bisogno che vi elenchi i suoi riconoscimenti. […] Quando ho avuto l’opportunità un paio d’anni fa di riportare Charles Woodson a casa, ho colto la palla al balzo ed ho fatto tutto ciò che andava fatto per concludere la trattativa”.

“Non c’è nessuno che meriti più di lui questo premio. Parliamo di dedizione… voi vedete solo la superficie, ma il contributo che porta Charles nel suo complesso non lo potete neanche immaginare. E’ per questo che è un grande, non solo la domenica, ma durante tutto l’anno”.

Dopo Reggie McKenzie è salito sul palco l’Hall of Fame CB Willie Brown, l’altro grande numero 24 dei Silver and Black. Brown ha preso in giro il GM (“E’ la prima volta che sento parlare Reggie così tanto”) ed ha fatto i complimenti a Woodson, ricordando anche il primo periodo di Woodson ad Oakland, quando i Raiders lo scelsero quarto assoluto nel Draft 1998.

Dopo la proiezione di un bel filmato sull’ottima stagione 2014 della safety, è toccato, infine, a Woodson salire sul palco per ricevere il premio. C-Wood ha ricordato quando nel 2013 non sapeva cosa sarebbe stato della sua carriera dopo aver lasciato Green Bay. Reggie McKenzie lo invitò ad Oakland e Woodson venne accolto da una folla di fan che lo pregavano di tornare a casa. Ha anche scherzato, dicendo di aver ricevuto anche delle “minacce” ‘Non lascerai questo edificio senza prima aver firmato il contratto’.

“Reggie è stato determinante per portarmi a Green Bay ed è stato determinante per riportarmi qui”

Ha poi ammesso che si aspettava risultati decisamente migliori per la squadra:

Le cose non sono andate come avremmo voluto in quanto a risultati, ma una delle cose che vi possiamo garantire è che questa squadra è in ascesa. La direzione è giusta, sono state prese grandi decisioni anche se c’è gente che non capisce cosa stiamo facendo qui”.

“Sono eccitato, mi sento come ha detto Reggie prima. Sono entusiasta per quello che stiamo facendo in vista della prossima stagione e tutto parte dalle decisioni che hanno preso riguardo al coaching staff. Voi non avete ancora incontrato personalmente i nuovi coach, ma quando vado a trovare i coach vedo un entusiasmo che non ho mai visto prima”.

Che Woodson pensi davvero che la squadra si sta muovendo nella decisione giusta o che stia facendo l'”aziendalista” come tanti prima di lui non è dato saperlo, ma chi conosce il futuro Hall of Famer sa che generalmente è piuttosto schietto. Certamente quella di sabato notte non era l’occasione giusta per esprimere dubbi sulle scelte di mercato.

Woodson ha poi salutato il pubblico leggendo una delle sue citazioni preferite, una frase del presidente Theodore Roosevelt:

“It is not the critic who counts; not the man who points out how the strong man stumbles, or where the doer of deeds could have done them better. The credit belongs to the man who is actually in the arena, whose face is marred by dust and sweat and blood; who strives valiantly; who errs, who comes short again and again, because there is no effort without error and shortcoming; but who does actually strive to do the deeds; who knows great enthusiasms, the great devotions; who spends himself in a worthy cause; who at the best knows in the end the triumph of high achievement, and who at the worst, if he fails, at least fails while daring greatly, so that his place shall never be with those cold and timid souls who neither know victory nor defeat.”

Potete vedere la registrazione della serata a questo link.

DOMANDE SUL MERCATO

Prima dell’inizio della cerimonia i reporter locali hanno avuto modo di scambiare qualche parola sul mercato sia con McKenzie che con Woodson.

Il GM si è detto soddisfatto di come è andata la prima settimana di free agency, che ha visto i Raiders portare in squadra diversi nuovi probabili titolari. Certo, McKenzie ha ammesso che non tutto è andato secondo i piani e qualche grosso pesce è sfuggito dalla sua rete, ma a suo dire molti dei giocatori che desideravano acquisire sono effettivamente finiti in Silver and Black.

“Ogni anno ti interessi a molti giocatori. Non li riesci a mettere sotto contratto tutti”, ha detto McKenzie. “Il nostro obiettivo era di provarci seriamente con ciascuno di loro, e siamo stati in grado di aggiudicarci molti dei giocatori che ci piacevano. Siamo molto soddisfatti per i giocatori che abbiamo aggiunto al nostro roster”.

Il pezzo più pregiato del mercato era Ndamukong Suh e il GM, pur non entrando nei dettagli, ha ammesso che i Raiders hanno fatto il possibile per aggiudicarselo, ma l’offerta di Miami non era pareggiabile.

Anche Woodson si è detto dispiaciuto che Suh non sia arrivato ad Oakland, ma ha guardato il lato positivo ed ha affermato che con i soldi risparmiati i Raiders hanno potuto prendere diversi solidi giocatori visto che la squadra necessita di molti rinforzi.

McKenzie ha poi ribadito quanto già affermato dal proprietario Mark Davis riguardo al DE Greg Hardy. “Al momento non abbiamo nessuna intenzione di fare niente con lui. E’ una situazione delicata di cui si sta occupando anche la lega. L’unica cosa che facciamo riguardo a lui è raccogliere informazioni, come facciamo con tutti gli altri giocatori”.

A differenza dei contratti di uno o due anni offerti in free agency a veterani sul viale del tramonto come fatto negli anni passati, quest’anno McKenzie ha puntato giocatori ben più giovani che fanno parte di un progetto più a lungo termine per dare un po’ di stabilità alla squadra. Ricordiamo infatti che, tanto per fare un esempio, Oakland ha avuto una coppia di CB titolari diversa ogni anno nelle ultime stagioni.

Potete leggere in questo articolo la trascrizione di domande e risposte con Reggie McKenzie. Oltre alle risposte già citate si parla della necessità di trovare dei playmaker per aiutare Derek Carr e si può leggere cosa ha visto il GM in Rodney Hudson e Nate Allen.

EDIT: aggiunta la trascrizione di domande e risposte con Charles Woodson.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...