Mark Davis dice no a Greg Hardy

Il DE dei Panthers Greg Hardy, free agent in attesa di giudizio da parte della NFL, aspetta che qualcosa si smuova sul mercato. Nei primi due giorni dall’apertura ufficiale della free agency il suo nome non è stato nominato da nessuno, ma non appena si è posato il polverone sollevato dagli scambi di Chip Kelly e dalle trattative per i grandi nomi (Ndamukong Suh, Darrelle Revis, DeMarco Murray su tutti), ecco che il Kraken è tornato alla ribalta.

NFL: Seattle Seahawks at Carolina Panthers

Greg Hardy (Foto: Sam Sharpe-USA TODAY Sports)

I suoi 26 sack in due anni (2012 e 2013) dimostrano quanto valga come pass rusher. Non c’è alcun dubbio sulle sue qualità come giocatore, sono invece molti i dubbi sulla persona. Hardy era infatti stato condannato in primo grado per aver aggredito, minacciato di morte e tentato di strangolare la sua ex fidanzata; i fatti sarebbero avvenuti nell’appartamento del giocatore. Hardy si è sempre dichiarato innocente ed ha sostenuto di essersi soltanto difeso dall’attacco della ragazza, impazzita di rabbia per il fatto che il suo ex la stesse sbattendo fuori di casa. Secondo il rapporto della polizia, intervenuta sul posto, la donna presentava ematomi ed escoriazioni.

In appello il giocatore è stato scagionato da ogni accusa, in quanto la vittima ha deciso di non testimoniare e di rendersi irreperibile. Secondo il procuratore la donna avrebbe trovato un accordo economico con Hardy.

Nonostante le accuse in tribunale siano cadute, la NFL potrebbe ancora punire Hardy con una sospensione e questo è uno dei motivi che spaventano le squadre NFL. L’altro ovvio motivo è la pubblicità negativa che porterebbe con sé l’acquisizione del giocatore. Lo scorso anno la NFL ha dovuto infatti affrontare una bufera mediatica per i vari casi di violenza domestica e problemi legali vari che si erano registrati (Ray Rice, Adrian Peterson, Aldon Smith).

Giovedì si erano iniziate a spargere voci su un interessamento per Hardy da parte dei Raiders, disperatamente in cerca di un pass rusher. Venerdì l’agente del giocatore, Drew Rosenhaus, aveva confermato che diverse squadre erano interessate al suo assistito, e che una in particolare (della quale non ha voluto fare il nome) stava già negoziando con lui per trovare un accordo sul contratto. Ovviamente l’agente ha tutti i motivi del mondo per far circolare nuovamente il nome del giocatore che cerca di piazzare al miglior offerente.

 NFL: Oakland Raiders-Jack Del Rio Press Conference

Il proprietario dei Raiders Mark Davis (Foto: Kirby Lee-USA TODAY Sports)

Mark Davis ha più volte dichiarato pubblicamente la necessità di pene più severe per i giocatori colpevoli di atti di violenza domestica. L’argomento, per la famiglia Raiders, è molto delicato, in quanto la figlia dell’Hall of Famer Fred Biletnikoff è stata ammazzata dal suo fidanzato nel 1999. I Biletnikoff, per cercare di elaborare la perdita ed essere d’aiuto ad altre donne, hanno creato una fondazione a nome della figlia. La Tracey Biletnikoff Foundation (poi rinominata semplicemente Biletnikoff Foundation) si occupa di assistere giovani donne che hanno problemi di dipendenze da droga o alcol e fa il possibile per sensibilizzare i giovani per prevenire casi di violenza domestica. La famiglia Davis e i Raiders sono sempre stati vicini ai Biletnikoff ed alla loro attività sociale.

La settimana scorsa, parlando con il giornalista Tim Kawakami, Davis aveva detto:

“The Raiders have always been aware of that because of Fred Biletnitkoff and his daughter’s situation and the work that Fred’s done for many, many years in that area. So we were aware of that and it was something that in our regard, we just said it’s not going to be something that we tolerate here.”

Non appena si è iniziato a parlare di un interessamento dei Raiders per Hardy, Kawakami ha parlato nuovamente con Davis, il quale ha negato qualunque contatto con l’agente del giocatore.

“I can tell you this: It has not been brought up to me and it would have to come to me.”

E’ un no definitivo?

“I’m not saying that, because I don’t know the details of the Hardy situation, but I’m saying that he’s somebody we are not negotiating with and I don’t believe we would be interested in at this point in time.”

La risposta di Davis non è un no secco, ma lascia poche speranze ai tifosi che chiedono alla squadra di rinforzarsi senza badare ai problemi comportamentali del giocatore.

Da tifoso di una squadra che non ha una stagione vincente dal 2002 e che ha subito ogni sorta di umiliazioni da squadre avversarie, tifosi avversari e esponenti della stampa nazionale, non è facile resistere alla tentazione di dire “Al diavolo, chi se ne frega dei problemi fuori dal campo, mettete sotto contratto quel dannato ragazzo!”. Sappiamo che ai Raiders serve uno con il suo talento in quel ruolo. Ma se ci si ferma un attimo a ragionare, non si può che apprezzare la coerenza di Mark Davis.

Tutti hanno diritto ad una seconda occasione; ne ha diritto Ray Rice, ne ha diritto Adrian Peterson e ne ha diritto anche Greg Hardy, ma non si può semplicemente chiudere gli occhi e far finta di non vedere, o cercare giustificazioni, o attaccarsi al fatto che le accuse in tribunale sono cadute come stanno facendo molti tifosi sui social network. Il talento non può da solo essere sufficiente a far perdonare un crimine, serve il pentimento e lo sforzo per migliorarsi. I Raiders sono certo che gradirebbero moltissimo avere a disposizione un pass rusher formidabile come Hardy, e magari potranno anche incontrarlo per discutere con lui la sua situazione personale, ma il DE non sarà messo sotto contratto a meno che Mark Davis non ritenga che il ragazzo sia intenzionato a cambiare. Qualcuno ha anche proposto che una parte dello stipendio vada direttamente alla fondazione dei Biletnikoff e che Hardy si presti a fare da testimonial contro la violenza domenstica, ma questo potrà accadere solamente se Hardy sarà completamente sincero sugli avvenimenti di quella notte.

Annunci

2 thoughts on “Mark Davis dice no a Greg Hardy

  1. Pingback: Dockery, Ponder e Clark – Raiders Free Agency 2015 | Raiders Italia

  2. Pingback: Free Agency 2016 – team needs (DIFESA) | Raiders Italia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...