Babbo Natale non esiste – Raiders Free Agency 2015

Sono sicuro che è capitato a ciascuno di voi nel corso della vostra infanzia; che sia stato un compagnetto di scuola più scafato, un fratello maggiore dispettoso o un genitore esasperato, prima o poi qualcuno ha cancellato tutta la magia dicendovi che “Babbo Natale non esiste!” (ecco, se ancora ci credevate al buon vecchietto con la barba bianca, adesso sono stato io il cinico bastardo a rovinare la vostra ingenua fanciullezza).

I fan dei Raiders avevano spedito all’uomo di rosso vestito una lunga lettera dove avevano espresso tutti i loro desideri. Si aspettavano regali costosissimi: Ndamukong Suh, Randall Cobb o Jeremy Maclin, Julius Thomas, Orlando Franklin o Mike Iupati, Rodney Hudson e magari anche Darrelle Revis e DeMarco Murray se fosse bastato lo spazio sulla slitta.

Reggie McKenzie non è Babbo Natale, è più come la zia che ti regala un comodo e pratico pigiama e un caldo maglione quando tu desideravi l’ultimissimo videogioco per la Play Station. McKenzie ha disatteso le aspettative e molti fan chiedono a gran voce la sua testa… io vado controcorrente: il maglione non mi dispiace per nulla e attendo di vedere come mi sta il pigiama…

Per ora sono arrivati Rodney Hudson (C), Lee Smith (TE), Dan Williams (DT), Malcolm Smith (LB), Roy Helu (RB), Curtis Lofton (MLB) e Nate Allen (S).

FA_Raiders

Da sinistra: Rodney Hudson, Roy Helu Jr., Dan Williams, Lee Smith, Malcolm Smith, Curtis Lofton e Nate Allen

Certi articoli sono andati esauriti prima ancora che aprissero i negozi (Randall Cobb e il DE Jerry Hughes hanno rinnovato con le rispettive squadre), per altri c’era molta ressa e alcuni dei possibili acquirenti avevano il vantaggio di non pagare l’IVA (Suh) e infine alcuni giocattoli, per quanto all’apparenza molto belli, lasciavano qualche dubbio sul rapporto qualità-prezzo (Julius Thomas). Reggie McKenzie ha sicuramente provato a sventolare i bigliettoni da 100 dollari, ma ha deciso di non partecipare ad aste folli (i più cattivi diranno che invece lo ha fatto ma i free agent hanno rifiutato l’offerta pur di non andare ad Oakland). C’è anche un’altra cosa da apprezzare: McKenzie continua a strutturare i contratti in modo che siano il più possibile “cap-friendly”; in questa maniera i Raiders avranno una buona liquidità anche nelle prossime stagioni.

Smettiamola di frignare per i regali che non sono arrivati e vediamo cosa è stato messo sotto l’albero. 

2015-03-11_Raiders_Rodney_Hudson_contract

Il nuovo C dei Raiders Rodney Hudson firma il contratto nella Hall of Fame room della sede dei Raiders ad Alameda, California. (Foto: Tony Gonzales/Oakland Raiders)

RODNEY HUDSON (C) – 25 anni, 6- 2, 299 libbre:

L’ex Chiefs era considerato il miglior centro sul mercato, un upgrade rispetto a Stefen Wisniewski.

I Raiders hanno offerto un ricco contratto al giovane Hudson, ma McKenzie è stato bravissimo a caricare una grossa fetta dell’ingaggio sulla stagione 2015, in modo da alleggerire il peso sul salary cap nelle prossime stagioni.

Hudson guadagnerà quindi 12.6 milioni di dollari nel 2015, tutti garantiti, composti dallo stipendio base più un roster bonus.

“I think I need to be [a leader], personally, as a center. I think leadership comes with the position and I have to do that. I’ve had that role in previous years and I’m looking forward to it and looking forward to getting ready with the guys and start learning and getting after it.”

Secondo gli esperti, lo stile di gioco e l’aggressività del C ben si adattano alla nuova filosofia offensiva basata su ritmi alti e no-huddle offense che l’OC Bill Musgrave vuole introdurre prendendo spunto da quanto fatto dagli Eagles.

Link alla trascrizione della conferenza stampa

The Oakland Raiders

Il TE Lee Smith firma il suo contratto. (Foto: Tony Gonzales/Oakland Raiders)

LEE SMITH (TE) – 27 anni, 6-6, 265 libbre:

Devo essere sincero e dire che non avevo la minima idea di chi fosse Lee Smith prima dell’annuncio a sorpresa del suo ingaggio. I coach Bobby Johnson (TE) and Todd Downing (QB), avendo allenato a Buffalo sanno invece quale contributo può dare alla causa dei Silver and Black.

Il TE ha giocato le sue 4 stagioni NFL nei Buffalo Bills, registrando solamente 20 ricezioni per 144 yard e 3 TD. E’ quindi principalmente un blocking TE e ai Raiders questa figura serviva senza ombra di dubbio.

“Of course I can catch the ball if they threw it to me, but whatever they ask me to do is what I’ll do.”

Secondo Pro Football Focus Lee Smith era il quinto miglior TE per capacità di bloccare nei giochi di corsa, e visti i risultati sulle corse dei Raiders nel 2014, questa caratteristica non potrà che essere apprezzata dai tifosi.

“Hopefully, the guy that I’m putting my hand in the dirt beside trusts me and can count on me to fight my tail off until the whistle blows, and maybe here and there I might not hear the whistle blow.”

Il suo contratto è il seguente

ed anche in questo caso la somma garantita è caricata sulla stagione 2015, quindi se i Raiders dovessero per qualunque motivo tagliarlo dopo un anno non ci sarebbero strascichi in relazione al dead money.

Link alla trascrizione della conferenza stampa

2015-03-11_Raiders_Dan_Williams_contract

Il DT Dan Williams firma il suo contratto. (Foto: Tony Gonzales/Oakland Raiders)

DAN WILLIAMS (DT) – 27 anni, 6-2, 327 libbre:

I tifosi sognavano Ndamukong Suh ma realisticamente si preparavano a Terrance Knighton, e invece dal nulla è comparso Williams.

Principalmente utilizzato come NT dai Cardinals nei down in cui era prevista una corsa degli avversari, Williams era solito uscire dal campo in ovvie situazioni di passaggio. Secondo PFF il 92% delle azioni da lui giocate è stato conseguito nei primi due down, ma il DT ritiene di essere versatile.

“I moved around. I played some three-technique inside, sometimes outside, five-technique depending on who is playing and what front we were in”

Come run stopper sembra essere uno dei migliori nella NFL; non ha avuto invece molte occasioni di dimostrare le sue doti nel mettere pressione al QB avversario. Nella sua conferenza stampa dopo la firma del contratto ha detto che in questa stagione gli sarà chiesto un contributo maggiore anche nelle situazioni di passaggio.

Link alla trascrizione della conferenza stampa

2015-03-11_Raiders_Malcolm_Smith_contract

Il LB Malcolm Smith, MVP del Super Bowl XLVIII, firma il suo contratto. (Foto: Tony Gonzales/Oakland Raiders)

MALCOLM SMITH (LB) – 25 anni, 6-0, 226 libbre:

Quando un tifoso dei Raiders sente che la squadra ha messo sotto contratto un ex MVP del Super Bowl, la sua mente non può che correre a giocatori come Larry Brown e Desmond Howard, due ex MVP la cui carriera ad Oakland è stata, tanto per essere generosi, deludente.

Ovviamente la speranza è che il giovane Smith non segua lo stesso percorso dei due celebri predecessori. Linebacker esterno, a Seattle era un backup e nelle 4 stagioni con i Seahawks è partito titolare in 16 partite secondo quanto pubblicato da NFL.com.

Il DC dei Raiders Ken Norton Jr. lo conosce bene e se lo ha voluto ad Oakland è perchè crede in lui, ma Smith ha ancora tutto da dimostrare. Al momento non è ancora chiaro se sarà messo in competizione con Sio Moore per il posto da titolare nel ruolo di Will (il LB schierato sul lato debole, cioè senza il TE, dell’attacco avversario) o se verrà provato anche come MLB. L’acquisizione di Lofton fa pensare che il titolare al centro della difesa sarà l’ex capitano dei Saints, ma è comunque necessario un valido backup vista l’esperienza dello scorso anno e visto che Miles Burris ha dimostrato di non essere all’altezza della situazione (anche se dobbiamo ammettere che non ci si può improvvisare nel ruolo e Burris è stato gettato nell’oceano per necessità prima ancora che imparasse a nuotare).

“The thought is to get the best guys on the field and I’m going to absolutely do my best to compete and get out there and whether that’s the middle or wherever else.”

I Dettagli del contratto non sono ancora noti, ma pare che si tratti di un accordo di due anni per un totale di 7 milioni di dollari.

Link alla trascrizione della conferenza stampa

EDIT 14/03 – Contratto:

2015-03-11_Raiders_Roy_Helu_contract

Il RB Roy Helu Jr. firma il suo contratto. (Foto: Tony Gonzales/Oakland Raiders)

ROY HELU JR. (RB) – 26 anni, 5-11, 215 libbre:

L’ex backup dei Redskins torna nella sua terra natia (è infatti originario di Danville, California) con un contratto biennale che, secondo indiscrezioni, gli varrà un totale di 4 milioni di dollari.

In tutta sincerità questa acquisizione è una piacevole sorpresa, e potrebbe regalare ai tifosi nero-argento soddisfazioni anche maggiori di quelle regalate un paio d’anni fa da Rashad Jennings.

Helu era il mio RB favorito per la free agency 2015 perchè ha ottime mani ed una indubbia capacità di sfuggire ai placcaggi.

Nel 2014 ha corso solo 40 volte ma ha fatto registrare una media di 5.4 yard a tentativo; ha inoltre dimostrato di essere un’ottima arma come ricevitore dal backfield, con 42 ricezioni per 477 yard (11.4 di media) e 2 TD.

“God blessed me with that skillset of good hand-eye coordinator”

Secondo il solito sito di statistiche PFF, Helu ha fatto registrare una media di 3.4 yard dopo il primo contatto, una statistica che lo vede in testa fra tutti i RB con almeno 40 corse in stagione. Si è dimostrato inoltre un ottimo ricevitore, e anche in questo caso ha finito la stagione come primo assoluto tra i RB per media di yard dopo la ricezione. E’ probabile che questi numeri medi eccellenti scendano all’aumentare delle occasioni in cui sarà chiamato in causa, ma il giovane Helu è un prospetto molto interessante.

“[The coaches] are sold into turning this around as if it’s been their life goal and vision to actually have this opportunity to do so.”

Link alla trascrizione della conferenza stampa

2015-03-11_Raiders_Curtis_Lofton_contract

Il MLB Curtis Lofton firma il suo contratto. (Foto: Tony Gonzales/Oakland Raiders)

CURTIS LOFTON (MLB) – 28 anni, 6-0, 241 libbre:

Se guardiamo le semplici statistiche dei placcaggi, Lofton nelle sue 7 stagioni NFL con i Falcons e con i Saints, solo una volta ha fatto registrare meno di 118 tackle, e questo è accaduto nel suo anno da rookie quando ne ha messi a segno “solo” 94.

Spulciando PFF possiamo però scoprire che la stagione 2014, nonostante i 144 placcaggi (quarto nella NFL), è stata contrassegnata anche da troppi placcaggi mancati (22 – peggio di tutti gli altri inside linebacker). Nel punteggio globale assegnato dagli esperti di PFF ai linebacker interni, solo altri 3 (tra i quali ovviamente anche Miles Burris) hanno fatto peggio di lui. C’è da dire che la stegione 2014 è stata pessima in generale per tutta la squadra di New Orleans, e negli anni precedenti Lofton era stato più concreto e affidabile anche se non certamente spettacolare.

“I think my role here is I’m going to be the middle linebacker and kind of the quarterback of the defense. Kind of help these young guys get lined up. Take charge and they brought me here to win.”

Una cosa è certa, dopo l’infortunio di Nick Roach ai Raiders è mancata disciplina e leadership al centro della difesa, e Lofton potrà ristabilire dei buoni equilibri in attesa che sul mercato o nel Draft si presentino giocatori di livello più alto.

E’ positivo notare che Lofton finora non ha mai saltato una partita in carriera.

“I think I’ve got this burning force inside of me that loves to compete, and I feel like anytime I’m on the field, I give my team a great chance to win.”

Contratto:

Sei milioni di media a stagione per 3 anni non è certo poco, e Lofton dovrà dimostrare che lo scorso anno è stato un anno sfortunato, e dovrà guidare la difesa nero-argento al riscatto.

Link alla trascrizione della conferenza stampa

2015-03-12_Raiders_Nate_Allen_contract

La S Nate Allen firma il suo contratto. (Foto: Tony Gonzales/Oakland Raiders)

NATE ALLEN (S) – 27 anni, 6-1, 210 libbre:

Dopo l’addio di Tyvon Branch, bravo ma negli ultimi anni molto sfortunato, i Raiders avevano una necessità estrema di trovare un sostituto all’altezza. In free agency c’era poco (qualcuno avanti con gli anni), e il Draft non ha grandi prospetti quest’anno.

McKenzie si è assicurato un giocatore solido anche se certamente non spettacolare, ed ha rinforzato il reparto. Allen ha esperienza sia come SS che come FS, e l’anno scorso in quest’ultimo ruolo ha fatto vedere buone cose, mettendo a segno anche 4 intercetti (record personale).

“We’re not trying to rebuild and try to do this or do that, we’re trying to make something happen now, this year.”

Secondo PFF Allen era la sesta migliore safety disponibile sul mercato, ed aveva fatto registrare valutazioni positive sia nella difesa contro le corse che in copertura. Nel 2014 si era classificato ventottesimo assoluto fra le safety.

“The Raiders have been coming after me since last year. I had always known there was interest there, and then this year, right when free agency started up, they were there again, knocking.”

Link alla trascrizione della conferenza stampa

EDIT 14/03 – Contratto:

I Raiders pagheranno per Allen fino a 23 milioni di dollari in 4 anni; di questi 6.9 milioni (bonus alla firma più salario base per il 2015) sono completamente garantiti già dal 2015, mentre un’altra fetta (4.9 milioni) è garantita solo in caso di infortunio e diventerà completamente garantita solo se Allen sarà ancora in rosa al terzo giorno dell’anno NFL 2016.

Giudizio fino a questo momento:

Come avrete potuto notare, le acquisizioni di quest’anno hanno una caratteristica comune: i giocatori sono per lo più giovani e nel pieno della crescita professionale. Al contrario dell’anno scorso Reggie McKenzie non è andato a pagare più del dovuto per dei tappabuchi a fine carriera (LaMar Woodley e Carlos Rogers su tutti), ma ha aumentato la qualità assoluta del roster con giocatori che hanno ancora ampi margini di miglioramento.

Se nel 2014 i free agent nel 53-men roster avevano un’età media di oltre 30 anni, per ora il GM ha percorso una strada ben diversa, mettendo sotto contratto 7 giocatori con una media di circa 27 anni.

C’è ancora tanto lavoro da fare per rendere competitiva questa squadra, ma a mio modestissimo e criticabilissimo parere in questi tre giorni sono stati compiuti dei passi nella direzione giusta. Nessun fuoco d’artificio quindi, ma solidi tasselli per il puzzle finale.

Finora non ho fatto mai mancare le mie critiche al GM quando ho ritenuto necessario evidenziare gli errori che ha commesso (e ne ha commesso parecchi) ed anche in questo caso voglio lasciarvi con una riflessione.

La linea offensiva ha tutte le carte in regola per fare un passo avanti rispetto al 2014 con lo spostamento di Austin Howard nella sua posizione naturale di RT e l’arrivo di Hudson al centro, ma rimane sguarnita la posizione di RG.

E’ vero che i Raiders hanno un’alta considerazione del duttile Khalif Barnes, ma sul mercato c’erano due interessantissime guardie (Orlando Franklin e Mike Iupati) che personalmente immaginavo sarebbero state al centro di serrate trattative con i vertici dei Silver and Black, invece così non è stato. La speranza è che McKenzie e i suoi scout abbiano identificato qualcuno tra i giovani uscenti dall’università, e che anche in questo Draft 2015 si riesca a pescare una guardia che possa avere un impatto immediato come lo ha avuto Gabe Jackson lo scorso anno.

Annunci

2 thoughts on “Babbo Natale non esiste – Raiders Free Agency 2015

  1. Ah lo spera di cuore, mi riferisco al RG, altrimenti avremo un grosso buco x tutto l’anno nella linea e con tutto lo spazio salariale a disposizione sarebbe davvero un errore madornale..

    Intanto cerchiamo di firmare almeno Hardy vah, che sarà in visita prossimamente.. allora si che potrò guardare anche io a questa FA con ottimismo..

    Mi piace

  2. Pingback: Raiders 2015 – Una stagione tra alti e bassi | Raiders Italia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...