Free Agency 2015 – team needs (ATTACCO)

Il 10 marzo si apre ufficialmente il mercato, ed è probabile che nelle prime ore già diversi pezzi pregiati troveranno l’accordo con le loro future squadre. Qualcuno rinuncerà al guadagno massimo per accettare l’offerta di una squadra che punta al titolo, perché un anello e la gloria valgono più di una manciata di dollari per i giocatori più maturi che hanno già avuto una lunga e remunerativa carriera ma ancora inseguono il sogno di sollevare il Lombardi Trophy, qualcuno invece punterà ad arraffare quanto più possibile.

I Raiders hanno tante necessità e tanti soldi da spendere, e come detto saranno probabilmente costretti a pagare più del dovuto pur di attrarre qualche impact player. Quali sono i ruoli da rinforzare e quali giocatori si possono accostare ai Silver and Black? 

FA_WR

Randall Cobb, Jeremy Maclin e Torrey Smith

WIDE RECEIVER

Inutile negarlo, i Raiders devono fornire armi migliori a Derek Carr. Nel roster attualmente ci sono diversi giovani interessanti, ma chi più chi meno hanno avuto problemi di continuità, problemi con i drop o problemi a farsi trovare liberi.

Nel 2014 (53-men roster e practice squad): James Jones, Andre Holmes, Rod Streater, Brice Butler, Kenbrell Thompkins, Denarius Moore, Vincent Brown, Greg Jenkins (PS), Seth Roberts (PS), Kenny Shaw (PS).

Chi resterà? James Jones lo scorso anno è stato il ricevitore preferito di Derek Carr; sicuramente affidabile ma decisamente poco esplosivo, ha ormai quasi 31 anni e il suo ruolo sarà molto probabilmente ridotto nel 2015. Andre Holmes è alto e lotta per la palla, ma ha avuto problemi a liberarsi del marcatore ed ha commesso troppi drop che hanno fatto scuotere la testa agli osservatori. Butler e Thompkins sono giovani di talento ed avranno la possibilità di mostrare il loro valore durante il training camp. Rod Streater doveva essere il primo WR dopo un decennio a raggiungere le 1000 yard (1005 – Randy Moss nel 2005) ma la sua stagione è deragliata per colpa di una frattura al piede.

Il meglio sul mercato:

Randall Cobb (Packers) – 24 anni, 5-piedi-10, 192 libbre; 91 ricezioni per 1287 yard e 12 TD nel 2014.

Jeremy Maclin (Eagles) – 26 anni, 6-piedi, 198 libbre; 85 ricezioni per 1318 yard e 10 TD nel 2014.

Torrey Smith (Ravens) – 26 anni, 6-piedi, 205 libbre; 49 ricezioni per 767 yard e 11 TD nel 2014, 16.9 yard per ricezione in carriera.

Altri: Kenny Britt, Michael Crabtree, Cecil Shorts, Hakeem Nicks, Eddie Royal.

E’ più che probabile che i Raiders scelgano un WR nel primo round del Draft (Amari Cooper o Kevin White) e che prendano uno o due veterani per rinforzare la posizione.

Randall Cobb è giovanissimo ed è uno dei migliori slot receiver della lega. A Green Bay ha dimostrato di avere le carte in regola per fare un’ottima carriera e i Raiders possono permettersi di spendere quegli 11-12 milioni all’anno che servono per portarlo in squadra.

FA_TE

Julius Thomas, Jordan Cameron e Jermaine Gresham

TIGHT END

Mychal Rivera è un giovane promettente e potrebbe migliorare ancora se miglioreranno le prestazioni dei WR e dei RB. I Raiders però possono arrivare ad un giocatore di talento come Julius Thomas e devono inoltre trovare almeno una riserva capace di bloccare.

Nel 2014 (53-men roster e practice squad): Mychal Rivera, Brian Leonhardt, Scott Simonson, David Ausberry, Nick Kasa (IR), Evan Wilson (PS).

Chi resterà? Mychal Rivera per ora è il titolare indiscusso del gruppo, Brian Leonhardt, Scott Simonson e Nick Kasa avranno la possibilità di lottare per un posto durante il training camp.

Il meglio sul mercato:

Julius Thomas (Broncos) – 26 anni, 6-piedi-5, 250 libbre; 108 ricezioni per 1277 yard e 24 TD nelle ultime 2 stagioni.

Jordan Cameron (Browns) – 26 anni, 6-piedi-5, 249 libbre; 80 ricezioni per 917 yard e 7 TD nel 2013, ignorato dai suoi QB lo scorso anno nelle 10 partite giocate.

Jermaine Gresham (Bengals) – 26 anni, 6-piedi-5, 260 libbre; 62 ricezioni per 460 yard e 5 TD nel 2014, 2722 yard e 24 TD in 5 anni di carriera.

Altri: il mercato dei TE 2015 non ha nomi altisonanti oltre ai tre già citati. Virgil Green, ventiseienne ex dei Broncos, è forse il migliore blocking TE sul mercato. Anche se non è tecnicamente un FA ci sarebbe in verità Charles Clay, che i Dolphins hanno nominato transition player permettendogli di testare il mercato con la consapevolezza di avere il diritto di tenerlo in squadra semplicemente pareggiando l’offerta.

FA_G

Orlando Franklin, Mike Iupati e Clint Boling

GUARDIA

L’anno scorso McKenzie e Tony Sparano hanno fatto un esperimento che non ha minimamente dato i frutti sperati: hanno preso Austin Howard, uno dei migliori RT sul mercato, e lo hanno trasformato in RG. L’esperimento sembra ufficialmente concluso e Jack Del Rio e Mike Tice sono intenzionati a mettere in competizione Howard e Menelik Watson per il ruolo di titolare come RT e stanno scandagliando la lista dei free agent e i prospetti del Draft alla ricerca della soluzione ideale per il ruolo di guardia destra.

Nel 2014 (53-men roster e practice squad): Gabe Jackson, Austin Howard, Kevin Boothe, Tony Bergstrom, Lamar Mady (PS).

Chi resterà? Gabe Jackson è l’indiscusso titolare come LG, Howard come detto tornerà alla sua posizione naturale di RT e l’avventura in neroargento di Tony Bergstrom sembrerebbe essere arrivata al capolinea dopo un 2013 in IR e un 2014 dove è stato inattivo nonostante fosse sano in tutte e 16 le partite giocate dalla squadra. Kevin Boothe è un versatile backup e Lamar Mady un giovane della practice squad, serve quindi un’alternativa di spessore per il ruolo da titolare a destra. Secondo Pro Football Focus le migliori guardie sul mercato sono anche piuttosto giovani.

Il meglio sul mercato:

Orlando Franklin (Broncos) – 27 anni, 6-piedi-7, 320 libbre.

Mike Iupati (49ers) – 27 anni, 6-piedi-5, 331 libbre.

Clint Boling (Bengals) – 25 anni, 6-piedi-5, 310 libbre.

Come detto McKenzie potrebbe cercare di ripetere l’ottimo lavoro fatto lo scorso anno con Gabe Jackson e scegliere un’altra guardia intorno al terzo round nella speranza di trasformarla in titolare entro la fine della preseason.

FA_C

Rodney Hudson, Brian De La Puente e Chris Myers

CENTRO

Non è per niente sicuro che little Wiz continui la sua avventura in neroargento. Le trattative tra Stefen Wisniewski e la dirigenza dei Raiders proseguono lentamente, ed è possibile a questo punto che al centro tocchi la stessa sorte che nel 2014 è toccata a Jared Veldheer. E’ probabile che McKenzie non creda abbastanza in lui da pagarlo più di quanto ritiene sia equo, e di conseguenza è possibile che si debba andare a cercare un nuovo centro sul mercato. Non sarebbe infatti troppo saggio accoppiare un centro rookie ad un QB al secondo anno considerando che fino ad ora le chiamate sulla linea di scrimmage le faceva Wisniewski.

Nel 2014 (53-men roster e practice squad): Stefen Wisniewski e Kevin Boothe.

Chi resterà? Come detto le trattative con Wiz sono in alto mare e Boothe è al più un backup.

Il meglio sul mercato:

Rodney Hudson (Chiefs) – 25 anni, 6-piedi-2, 299 libbre.

Brian De La Puente (Bears) – 29 anni, 6-piedi-3, 306 libbre.

Chris Myers (Texans) – – 33 anni, 6-piedi-4, 286 libbre.

Hudson è il miglior centro sul mercato ma potrebbe costare molto più di quello che costerebbe tenere Wisniewski. De La Puente viene da una stagione nella quale ha giocato solo 8 partite, di cui sei da titolare. Myers, che dovrebbe a breve essere tagliato dai Texans, è un ottimo centro ma oltre all’età c’è da considerare il fatto che ha giocato tutta la carriera in un sistema basato sul zone blocking.

Altri: Samson Satele, vecchia conoscenza dei Silver and Black, potrebbe essere il centro di transizione se dovessero sfuggire sia Wiz che Hudson.

FA_RB

Justin Forsett, Mark Ingram, Ryan Mathews, C.J. Spiller e Roy Helu

RUNNING BACK

Latavius Murray ha concluso la stagione in crescendo e avrà l’occasione di guadagnarsi il posto da titolare, ma ai Raiders serve aiuto nel backfield dopo un 2014 da dimenticare.

Nel 2014 (53-men roster e practice squad): Latavius Murray, Darren McFadden, Maurice Jones-Drew, George Atkinson III, Kory Sheets (IR).

Chi resterà? I Raiders sembrano intenzionati ad alzare bandiera bianca con McFadden e molto probabilmente non gli offriranno un altro contratto di un anno come hanno fatto nel 2014; il RB da Arkansas potrà provare a resuscitare la sua carriera altrove. George Atkinson III è ancora materiale da practice squad ed ha troppi problemi a tenere salda la palla anche solo per meritarsi il posto nel roster come kick returner, Kory Sheets è una incognita dopo che il suo ritorno nella NFL dal Canada è stato rimandato per un infortunio durante la preseason. Per quanto riguarda MJD, nonostante un 2014 patetico (43 corse, 96 yard – 2.2 di media – e 0 TD) è possibile che il suo vecchio allenatore Jack Del Rio gli dia la chance di dimostrare di avere ancora qualcosa da dare durante il training camp e la preseason. Il contratto di Jones-Drew non ha bonus per il 2015, quindi dal punto di vista economico tagliarlo oggi o tagliarlo a fine agosto non cambia nulla.

Il meglio sul mercato:

Ovviamente il miglior RB sul mercato è senza ombra di dubbio DeMarco Murray, che con le sue 1845 yard guadagnate con 392 corse ha dominato la NFL nel 2014. E’ però poco credibile che McKenzie sborsi la cifra necessaria a portare ad Oakland un top RB come Murray, anche considerando il valore attuale della categoria e la difficoltà di ripetersi in un ruolo tanto difficile. Restano alcune interessanti opzioni:

Justin Forsett (Ravens) – 29 anni, 5-piedi-8, 197 libbre; 235 corse per 1266 yard (5.4 di media a portata) e 8 TD, 44 ricezioni per 263 yard e 0 TD, 1 fumble. Forsett viene dalla migliore stagione della sua carriera, è avanti con gli anni ma fisicamente è poco “usurato”, avendo corso solamente 582 volte in carriera. Potrebbe costare troppo dopo l’exploit del 2014, che tra l’altro lo ha visto parte di un sistema basato sul zone blocking.

Mark Ingram (Saints) – 25 anni, 5-piedi-9, 215 libbre; 226 corse per 964 yard e 9 TD, 29 ricezioni per 145 yard e 0 TD, 3 fumble. Anche Ingram ha corso poco (582 corse nella NFL) ed esce dalla miglior stagione della sua carriera, ma è stato anche perseguitato dagli infortuni ed ha giocato 16 partite in stagione solo una volta in quattro anni. I Raiders potrebbero essere interessati se il prezzo non sale troppo.

Ryan Mathews (Chargers) – 27 anni, 6-piedi, 220 libbre; 74 corse per 330 yard e 3 TD, 9 ricezioni per 69 yard e 0 TD, 1 fumble. Mathews non ha mai reso, a causa degli infortuni e di una offensive line non all’altezza, come ci si sarebbe aspettado da un giocatore scelto al primo round. In 5 stagioni solo una vota ha giocato tutte le partite, ed ha raggiunto le 1000 yard solo due volte. Potrebbe ancora dimostrare il suo valore, ma il rischio di ritrovarsi con un nuovo McFadden sarebbe alto.

C.J. Spiller – 27 anni, 5-piedi-11, 200 libbre; 78 corse per 300 yard (3.8 di media) e 0 TD, 19 ricezioni per 125 yard e 1 TD, 3 fumble. Spiller nel 2012 era sembrato pronto a diventare una star, invece la sua carriera è deragliata anche a causa degli infortuni. Ha potenzialità per essere esplosivo, ma ci sono forti dubbi sulla sua tenuta. I Bills gli hanno comunicato che non verrà trattenuto (soprattutto dopo che hanno fatto un trade con gli Eagles per LeSean McCoy) e potrebbe arrivare a poco prezzo per fare da spalla a Murray.

Shane Vereen (Patriots) – 26 anni, 5-piedi-10, 205 libbre; 96 corse per 391 yard e 2 TD, 52 ricezioni per 447 yard e 3 TD, 0 fumble. Vereen è stato utilizzato poco come RB e molto come ricevitore partendo dal backfield nella sua carriera a Boston. In quattro anni ha fatto registrare già 1023 yard su ricezione e potrebbe offrire qualche spunto interessante per l’attacco che sta costruendo Bill Musgrave ad Oakland.

Roy Helu (Redskins) – 26 anni, 5-piedi-11, 215 libbre; 40 corse per 216 yard (5.4 di media) e 1 TD, 42 ricezioni per 477 yard e 2 TD, 2 fumble. Helu è un altro RB che ha portato pochi palloni ed è stato usato molto come ricevitore. Secondo PFF nel 2014, pur portando palla solo 40 volte, ha forzato ben 17 placcaggi mancati e il 63 percento delle yard guadagnate sono arrivate dopo il primo contatto. E’ probabilmente la scelta migliore se i Raiders credono davvero che Latavius Murray possa essere il cavallo da tiro nel 2015.

Altri: Reggie Bush, Frank Gore, Ahmad Bradshaw. Per ragioni diverse questi tre giocatori potrebbero essere presi in considerazione. Bush non ha avuto il successo che ci si sarebbe aspettati da lui ma potrebbe essere un buon comprimario per il potente Murray, Gore nonostante l’età potrebbe essere usato nelle situazioni dove ci sono da guadagnare poche dure yard e non dovrebbe neanche cercare una nuova casa visto che vive dall’altra parte del ponte sulla baia, Bradshaw ha dimostrato di saper sfruttare le occasioni quando è stato chiamato in causa, anche se la situazione infortuni lascia qualche dubbio sulla sua solidità.

Visto che il Draft quest’anno è ricco di buoni prospetti, è possibile che i Raiders scelgano di risparmiare sul RB veterano (in questo caso il più plausibile sarebbe proprio Helu) per selezionare un giovane direttamente dal college.

FA_QB

Matt Moore, Shaun Hill, Jake Locker e Colt McCoy

QUARTERBACK

Al momento questo ruolo è coperto, ma è possibile che per liberare altro spazio sotto il tetto salariale venga tagliato l’holder più pagato della NFL: Matt Schaub.

Nel 2014 (53-men roster e practice squad): Derek Carr, Matt Schaub, Matt McGloin.

Reggie McKenzie ha detto che non c’è nessuna urgenza di tagliare Matt Schaub. Il QB infatti, pur pesando sul salary cap per 5.5 milioni di dollari nel 2015, non ha nessun bonus previsto per la prossima stagione, quindi per lui vale lo stesso discorso fatto per Jones-Drew: può essere tagliato oggi come durante la preseason senza nessuna conseguenza.

Chi restera? Jack Del Rio e Bill Musgrave hanno elogiato pubblicamente in più di una occasione il franchise QB Derek Carr, ma nulla si sa al momento di cosa HC e OC pensino dei due backup Shaub e McGloin. Se i due hanno fiducia in McGloin come numero 2 allora è probabile che Schaub venga tagliato subito, altrimenti è possibile che il QB resti in squadra ancora qualche mese.

Il meglio sul mercato:

Ci sono diversi ex first rounder nella lista dei free agent quest’anno, ma nessuno che abbia lasciato il segno nella lega se escludiamo il vecchio Michael Vick. Difficile stabilire una lista dei migliori, anche perché molto dipende dalle intenzioni di Del Rio e Musgrave riguardo a Schaub e McGloin. Serve un backup che spinga Derek Carr e possa partire titolare in caso di necessità o serve un numero 3 con un po’ di esperienza ma senza pretese in quanto a playing time?

Matt Moore (Dolphins) – 30 anni, 6-piedi-3, 220 libbre; 5342 yard, 33 TD e 28 INT, 25 starts in 8 anni di carriera.

Shaun Hill (Rams) – 35 anni, 6-piedi-3, 220 libbre; 8038 yard, 49 TD e 30 INT, 34 starts in 13 anni di carriera.

Jake Locker (Titans) – 26 anni, 6-piedi-3, 223 libbre; 4967 yard, 27 TD e 22 INT, 23 starts in 4 anni di carriera.

Colt McCoy (Redskins) – 28 anni, 6-piedi-1, 215 libbre; 5458 yard, 25 TD e 23 INT, 25 starts in 5 anni di carriera.

Questi quattro nomi non corrispondono probabilmente ai migliori in assoluto sul mercato, ma rappresentano il giusto compromesso che potrebbe interessare ai Raiders. Esperienza, capacità di prendere in mano la squadra per brevi periodi e accettazione del loro ruolo di backup (soprattutto i primi due).

Altri: Brian Hoyer, Jason Campbell, Tarvaris Jackson.

coming soon: Free Agency 2015 – team needs (DIFESA)

Annunci

6 thoughts on “Free Agency 2015 – team needs (ATTACCO)

  1. Eccoci.. per me Cobb per età e potenzialità è assolutamente da firmare.. se in più si considera che probabilmente fu selezionato da McKenzie nel suo ultimo anno a GB, direi che lo scenario è chiaro.. e poi andrei di Cooper al dratf.. così facendo saremmo a posto x tot anni nella posizione..
    Thomas mi piacerebbe parecchio, anche perché non abbiamo un TE decente da Miller..
    Sulla linea non mi pronuncio, non ho abbastanza conoscenza al riguardo.. sul RB forse un veterano da affiancare a Murray sarebbe meglio in considerazione della poca esperienza del nostro, però per il talento che sembra esserci quest’anno al draft e la poca considerazione del ruolo che danno negli ultimi anni, potrebbe consentire ottime prese anche al terzo e quarto giro.. Per il QB a me McGloin piace davvero parecchio quindi non ci penserei un secondo su chi dovrebbe essere il numero 2 di sta squadra..
    Speriamo bene.. non vedo l’ora che sia il 10 per vedere come ci muoveremo..

    Mi piace

    • D’accordo al 100%, anche per me McGloin ha dimostrato di poter essere senza problemi un numero 2 affidabile. Se tagliamo Schaum arriviamo a quasi 70 milioni sotto il salary cap dopo il taglio di Woodley e il ritiro di Maurice Jones-Drew… con quei soldi McKenzie DEVE accaparrarsi qualche giovane di talento in free agency!

      Mi piace

  2. Pingback: MJD si ritira, tagliati Woodley, Roach e Young | Raiders Italia

  3. Pingback: Free Agency 2015 – team needs (DIFESA) | Raiders Italia

  4. Pingback: Free Agency 2015 – La volpe e l’uva | Raiders Italia

  5. Pingback: Babbo Natale non esiste – Raiders Free Agency 2015 | Raiders Italia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...