La settimana di Dolphins-Raiders a Londra – giovedì

I Raiders son partiti per Londra lunedì, senza tornare in California dopo la partita contro i Patriots. In questo modo hanno avuto la possibilità di abituarsi al differente fuso orario per due giorni prima di riprendere gli allenamenti mercoledì. I Dolphins hanno invece optato per allenarsi due giorni a casa e si sono imbarcati solo giovedì sull’aereo per Londra. La squadra di Dennis Allen, in teoria, dovrebbe avere quindi un leggero vantaggio… di certo in caso di sconfitta non ci si potrà attaccare alla scusa dell’orologio biologico sballato.

Sballato è senza dubbio Brandian Ross. La safety, tagliata dai Dolphins martedì e presa dai Raiders via waivers per sostituire Tyvon Branch che è stato messo in IR, ha preso il primo aereo per Londra in modo da poter partecipare all’allenamento del giovedì. Ross ha ripreso possesso della maglia numero 29 che ha utilizzato fino alla fine della preseason.

SITUAZIONE INFORTUNI

L’injury report di giovedì ha portato qualche novità positiva. Hanno sostenuto un allenamento completo sia il RB Maurice Jones-Drew (infortunio alla mano destra) che il T Matt McCants (ginocchio), ma soprattutto è tornato in campo il LB Miles Burris, che ha tolto il tutore che portava da due giorni per proteggere il piede destro. Burris ha detto dopo l’allenamento che il tutore era una misura precauzionale, ed è fiducioso di poter scendere in campo contro i Dolphins. Ancora limitati il LB Nick Roach (commozione cerebrale) e il CB Chimdi Chekwa (ginocchio), mentre Sio Moore (caviglia) e Rod Streater (piede) non si sono allenati. Matt Schaub, infine, non ha raggiunto la squadra e a questo punto è prevedibile che rimarrà con la famiglia e si riunirà alla squadra quando i Raiders torneranno ad Oakland.

Rod Streater dovrà essere sottoposto ad un intervento chirurgico per sistemare la frattura al piede, e dovrebbe perdere 4-6 settimane, ma Dennis Allen per ora non vuole esprimersi sui tempi di recupero né su come la squadra intenda muoversi riguardo al suo posto nel roster. Una possibilità, se i tempi di recupero fossero lunghi, è mettere Streater in IR/Designated for Return e liberare così un posto nel roster; il WR potrebbe tornare ad allenarsi con la squadra dopo sei settimane e tornare a giocare una partita dopo altre due settimane.

Per il LB Sio Moore sembra non ci siano speranze di giocare al Wembley Stadium. La giovane promessa infatti non si è allenata con i compagni ma ha lavorato a bordo campo con un trainer.

Giovedì sarà l’ultima notte che i Raiders passeranno al lussuoso Pennyhill Park Hotel and Spa, nel Surrey. Venerdì la squadra si trasferirà in un albergo al centro di Londra.

BUON COMPLEANNO

Giovedì ha compiuto 27 anni il TE David Ausberry. Partito sia l’anno scorso che quest’anno con i favori del pronostico nella corsa al posto di TE titolare, Ausberry è stato rallentato dagli infortuni. L’anno scorso è finito nella Injured Reserve perdendo tutta la stagione regolare, quest’anno ha saltato quasi tutto il training camp e tutta la preseason per un infortunio ad un ginocchio per il quale è stato necessario un intervento chirurgico. Finora, pur essendo sceso in campo nelle tre partite di regular season, non ha trovato spazio in attacco e non ha messo a statistica neanche una ricezione. La sua partecipazione, come numero di snap in attacco e con gli special team, è:

week 1 @ Jets – 1 snap sui 51 totali giocati dall’attacco dei Raiders (2%), 9 snap negli ST (32%)
week 2 vs Texans – 8 in attacco (13%), 13 negli ST (52%)
week 3 @ Patriots – 0 in attacco, 14 negli ST (56%)

DIETRO LE LINEE NEMICHE

Il LB dei Chargers Manti Te’o si è fratturato il piede destro durante la partita vinta da San Diego contro i Buffalo Bills. E’ il terzo infortunio ai piedi per il prodotto di Notre Dame. L’anno scorso, nel suo anno da rookie, si era infortunato nella prima gara di preseason e aveva dovuto saltare le prime 3 partite della stagione. Durante il training camp di quest’anno aveva subito un altro infortunio al piede, questa volta il sinistro. I Chargers non vogliono fare commenti sull’entità dell’infortunio né dire se sarà necessario un intervento. Per ora si sa che Te’o starà fuori a lungo, probabilmente tra le 6 e le 10 settimane.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...