I Raiders aggiungono Vincent Brown e iniziano la preparazione per la sfida contro i Patriots

I Raiders mercoledì sono tornati ad allenarsi per preparare la difficile sfida in casa dei Patriots. Con la sconfitta subita a New York sono adesso 14 le partite consecutive perse nella Eastern Time zone, ma questo è un problema decisamente secondario. La cosa fondamentale per adesso è raddrizzare la rotta, perché un’altra prestazione vergognosa come quella dell’ultima partita potrebbe costare il posto a qualcuno. Sono in tanti quelli che devono dimostrare qualcosa: l’head coach Dennis Allen ovviamente, ma anche i due coordinatori Greg Olson e Jason Tarver devono dare una scossa ai rispettivi reparti. Per quanto riguarda i giocatori ci si aspetta senz’altro di più dalle due più pregiate acquisizioni, Justin Tuck e LaMarr Woodley; se Tom Brady non verrà pressato e costretto ad affrettare i lanci la situazione potrebbe diventare ancora più imbarazzante di quanto già non sia. Inoltre i Raiders dovranno dimostrare di essere capaci di fermare le corse, e non sarà impresa facile visto che Stevan Ridley e Shane Vereen hanno corso bene contro i Vikings. In attacco infine, sarà importante aiutare Derek Carr con un gioco di corsa che funzioni, visto che il secondario di New England ha giocatori di spessore (primo fra tutti Darrelle Revis), ed evitare a tutti i costi i turnover.

INJURY REPORT

Diversi giocatori sono usciti malconci dalla sfida contro i Texans, altri si stanno ancora riprendendo da infortuni precedenti. Il primo injury report della settimana contiene i seguenti nomi:

Chimdi Chekwa e Matt McCants hanno fatto un allenamento ridotto per problemi alle ginocchia e Nick Roach è ancora a mezzo servizio per i postumi della commozione cerebrale ma sembra sia più vicino al rientro in campo. Maurice Jones-Drew (mano), Sio Moore (caviglia), Carlos Rogers (ginocchio) e Rod Streater (anca) non si sono allenati, e a questi si è aggiunto anche Justin Tuck che non stava bene.

Moore e Streater sono fiduciosi di poter recuperare in tempo per la sfida contro i Patriots.

NUOVA FACCIA, VECCHIA CONOSCENZA

I Raiders hanno messo sotto contratto un nuovo giocatore, il WR Vincent Brown. Oggi l’ex dei Chargers ha fatto il suo primo allenamento con la squadra indossando la maglia numero 19.

Brown è stato messo nella Injured Reserve list dai Chargers alla fine della preseason per un infortunio al polpaccio che lo ha tenuto fuori per gran parte del training camp, ma poi è stato tagliato dopo aver raggiunto un accordo economico (Injury Settlement) con la squadra. C’erano altre squadre interessate a lui, ma il ricevitore ha preferito rimanere nella sua California dove ha giocato tutta la vita, prima alla San Diego State University e poi da professionista con i San Diego Chargers.

Brown, alto 5 ft 11 in (1.80 m) per 190 lb (86 kg) di peso, è rinomato per le sue mani sicure, e questo è importante per un team che ha un po’ troppi problemi di drop. Il dubbio principale è legato alla sua capacità di restare intero, visto che ha saltato tutta la stagione 2012 per una caviglia rotta nella seconda partita di preseason. I Raiders sanno quanto può essere pericoloso, visto che tra le sue partite migliori nella NFL figurano le sfide contro i Raiders (5 ricezioni per 97 yard e 1 TD nella seconda sfida tra le due squadre nel 2011, e 7 ricezioni per 117 yard – di cui 51 con un’unica ricezione – nel 2013).

Ecco un filmato di highlights della nuova arma offensiva.

Per fare spazio a Brown nel roster è stato tagliato il LB Bojay Filimoeatu, che era stato promosso dalla practice squad appena la settimana scorsa. Non essendo stato richiesto via waivers da nessuno, Filimoeatu ha ripreso il suo vecchio posto nella practice squad. In attesa di capire se Nick Roach riuscirà a scendere in campo contro i Patriots i Raiders si ritrovano con pochi uomini nel ruolo.

CHI LI HA VISTI?

I Raiders e l’head coach Dennis Allen ogni estate fanno grandi dichiarazioni sulla necessità di coinvolgere maggiormente il FB/RB/TE/WR Marcel Reece, ma puntualmente il giocatore viene tenuto lontano dal vivo dell’azione. Il Pro Bowler è una delle armi migliori di questa squadra ma in due partite ha toccato solo 4 palloni, mettendo a referto una corsa da 0 yard e 3 ricezioni per 12 yard.

Un altro non pervenuto è Latavius Murray. Il running back ha corso bene durante la preseason, eppure nelle due partite finora giocate ha portato palla solo una volta, guadagnando 6 yard. Questo in una partita dove mancava per infortunio Maurice Jones-Drew e dove McFadden, pur correndo con cattiveria, ha fatto registrare un modestissimo 3.3 yard per portata.

DIETRO LE LINEE NEMICHE

I Kansas City Chiefs stanno facendo i conti con infortuni pesanti. Alla lista si sono aggiunti il pericolosissimo RB Jamaal Charles e la S Eric Berry, che hanno saltato l’allenamento di mercoledì per infortuni alla caviglia. Allenamento ridotto per il LB Tamba Hali e per il rookie RB/WR De’Anthony Thomas.

Il RB dei San Diego Chargers Ryan Mathews si è sottoposto a una risonanza magnetica che ha evidenziato una distorsione del legamento collaterale mediale (MCL in inglese) e potrebbe dover stare fermo 4-5 settimane.

Infine, visto che i Raiders ospiteranno i Cardinals in week 7, fresca fresca arriva la notizia di un nuovo arresto per violenza domestica. Il RB di Arizona Jonathan Dwyer, sposato e con un figlio di 18 mesi, è stato arrestato dalla polizia di Phoenix per due incidenti che sarebbero avvenuti a fine luglio. Le accuse sono aggressione aggravata (avrebbe causato una frattura), aggressione aggravata in cui sarebbe coinvolto un minore, danneggiamenti, aver impedito l’uso del telefono in un caso di emergenza e infine aggressione. Gli incidenti sarebbero avvenuti il 21 e 22 luglio a casa di Dwyer a Phoenix. Da quel che è dato sapere, la moglie avrebbe lasciato lo stato subito dopo questi incidenti portandosi dietro il figlio.

I Cardinals hanno subito messo “in quarantena” il RB in attesa di capire quali saranno gli sviluppi.

E’ l’ennesimo caso che salta fuori quest’anno e la NFL dovrà correre velocemente ai ripari perché sta perdendo la faccia.

HOF 2015 – I NOMINATI DI QUEST’ANNO

logo_HOFLa Pro Football Hall of Fame ha reso noto l’elenco dei giocatori che possono aspirare ad entrare nella leggenda del football ed avere un busto esposto nella sede di Canton, Ohio.

Tra i 113 nominati ci sono 12 giocatori che hanno giocato nei Raiders. Il QB Rich Gannon, il WR Tim Brown, la G Steve Wisniewski, il DE Greg Townsend, il LB Matt Millen, il CB Terry McDaniel e il QB ed head coach Tom Flores sono i sette che hanno conquistato il diritto ad ambire alla giacca d’oro grazie alle prestazioni in nero-argento. Gli altri cinque nominati che hanno vestito la maglia dei Raiders durante la loro carriera sono il RB Roger Craig, il NT Ted Washington, i CB Eric Allen e Albert Lewis e il T Jim Lachey.

Ancora una volta si nota l’assenza di nomi importanti, giocatori che dovrebbero essere già da tempo nella Hall of Fame. Dove sono il WR Cliff Branch, il TE Todd Christensen, il CB Lester Hayes o la temutissima safety Jack Tatum? Dove sono i QB Jim Plunkett e Kenny Stabler?

Annunci

One thought on “I Raiders aggiungono Vincent Brown e iniziano la preparazione per la sfida contro i Patriots

  1. Pingback: Semifinalisti per la Hall of Fame Classe 2015 | Raiders Italia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...