Raiders 53-men roster 2014 e practice squad

La polvere si sta lentamente depositando dopo la movimentata due giorni di manovre di mercato caratterizzate da tanti tagli e qualche nuovo acquisto. Il roster ufficiale delle 32 squadre NFL ha preso forma, ma da qui all’inizio effettivo della prima partita di regular season potrebbero ancora esserci delle piccole o grandi scosse di assestamento.

DRAFT CLASS INTATTA

I Raiders hanno tagliato 22 giocatori per passare dai 75 ai richiesti 53 uomini, e la prima cosa che salta all’occhio è che questa volta tutti i rookie scelti nel Draft hanno superato indenni i tagli e sono tutti ancora in nero-argento.

Raiders_Draft_Class_2014I giocatori selezionati dai Raiders nel Draft 2014 posano prima dell’inizio del rookie mini camp, il 16 maggio 2014. Da sinistra a destra: LB Khalil Mack, QB Derek Carr, G Gabe Jackson, DT Justin Ellis, CB Keith McGill, CB TJ Carrie, DE Shelby Harris, S Jonathan Dowling. (Tony Gonzales/Raiders.com)

Sulle scelte dei primi tre round sembravano esserci pochi dubbi già in partenza: Khalil Mack è considerato un titolare dal momento stesso in cui è stato scelto nel Draft, Derek Carr è il quarterback del futuro (e se Matt Schaub non dovesse dimostrarsi il QB che Dennis Allen dipinge dal momento del trade con Houston quel futuro potrebbe arrivare prima del previsto) e Gabe Jackson è in corsa per un posto da titolare che gli verrà assegnato probabilmente molto presto. Ma nei round successivi McKenzie aveva rischiato e selezionato giocatori talentuosi ma accompagnati da diversi “se”: Justin “Jelly” Ellis per i suoi problemi a tenere sotto controllo il peso, Keith McGill e TJ Carrie per gli infortuni che hanno segnato la loro carriera universitaria costringendo entrambi a saltare completamente la stagione 2012, Shelby Harris e Jonathan Dowling per i loro presunti problemi caratteriali che hanno portato il primo ad essere cacciato dalla squadra tanto da aver passato il suo anno da senior a servire ai tavoli di un ristorante italiano, ed il secondo ad essere mandato via da Florida e costretto al trasferimento a Western Kentucky.

Analisi dell’ottimista:

Ovviamente non si può che accogliere con favore la notizia che tutti i rookie scelti siano ancora a bordo; è un segno che McKenzie e il suo staff stavolta probabilmente ci hanno visto giusto. Il General Manager dopo la debacle dell’anno scorso, con il QB Tyler Wilson scelto al quarto round e tagliato prima dell’inizio della regular season, non poteva più permettersi errori ma nonostante questo ha rischiato e, visto il risultato, per il momento può sorridere. Ovviamente dovremo aspettare qualche anno prima di poter dare un giudizio reale su questo Draft.

Analisi del pessimista:

Non c’è dubbio, qualche rookie ha sicuramente superato le aspettative e merita il posto nel roster, ma altri hanno brillato ad intermittenza e non sono ancora pronti ad affrontare una stagione NFL. In qualunque squadra costruita per puntare al Super Bowl alcuni di questi ragazzi sarebbero stati tagliati e inseriti nella practice squad a fare esperienza.

QUESTA VOLTA NESSUN UNDERDOG

Altra curiosità: quest’anno non un solo undrafted free agent è riuscito ad entrare nel 53-men roster. Diversi di loro hanno comunque mostrato abbastanza potenziale da conquistarsi un posto nella practice squad, dove potranno continuare a maturare e a mostrare di avere le carte in regola per una eventuale promozione nell’active roster in caso di necessità.

I 53 PRESCELTI

Ecco, in ordine alfabetico e divisa per ruolo, la lista dei 53 giocatori che da oggi hanno ufficialmente iniziato la preparazione per la sfida del 7 settembre contro i New York Jets:

QB (3): Derek Carr, Matt McGloin, Matt Schaub
RB (3): Maurice Jones-Drew, Darren McFadden, Latavius Murray
FB (2): Jamize Olawale, Marcel Reece
WR (5): Brice Butler, Andre Holmes, James Jones, Denarius Moore, Rod Streater
TE (3): David Ausberry, Brian Leonhardt, Mychal Rivera
C (1): Stefen Wisniewski
G (5): Khalif Barnes, Tony Bergstrom, Kevin Boothe, Austin Howard, Gabe Jackson
T (3): Matt McCants , Donald Penn, Menelik Watson

Analisi: Schaub dovrebbe essere il titolare, a meno che l’infortunio al gomito non costringa Allen a cambiare i suoi piani; ma i fan spingono per Carr o eventualmente anche McGloin, e senza dubbio si faranno sentire. La luna di miele dell’ex Texans con i nuovi tifosi è già finita. La posizione di TE desta qualche preoccupazione, soprattutto perché Ausberry è fuori per infortunio da tanto tempo e Leonhardt non ha esperienza. La linea d’attacco è stata rinforzata rispetto all’anno scorso ed è costituita da giocatori versatili.

DE (5): Shelby Harris, Benson Mayowa, Justin Tuck, C.J. Wilson, LaMarr Woodley
DT (4): Justin Ellis, Stacy McGee, Pat Sims, Antonio Smith
LB (5): Miles Burris, Khalil Mack, Kaluka Maiava, Sio Moore, Nick Roach
CB (7): Tarell Brown, TJ Carrie, Chimdi Chekwa, Taiwan Jones, Keith McGill, Carlos Rogers, Neiko Thorpe
S
(4): Tyvon Branch, Jonathan Dowling, Charles Woodson, Usama Young

Analisi: McKenzie ha fatto incetta di pass rusher ed ha costruito una linea difensiva ricca di esperienza e classe, questo dovrebbe garantire una maggiore pressione del front four sul QB avversario e di conseguenza aiutare un secondario ricco di giovani promesse ancora acerbe.

LS (1): Jon Condo
K (1): Sebastian Janikowski
P (1): Marquette King

Analisi: se Janikowski tornerà quello di due anni fa e King continuerà a migliorare e aumenterà il numero di calci piazzati dentro le 20 yard avversarie questo reparto ha la possibilità di essere uno dei migliori della NFL e conquistare i biglietti per un viaggio di gruppo al Pro Bowl.

I 10 GIOVANI DI BELLE SPERANZE

RB (1): George Atkinson III
WR
(1): Seth Roberts
TE (1): Scott Simonson
G (1): Lamar Mady
T (1): Dan Kistler
DE (1): Denico Autry
DT (1): Ricky Lumpkin
LB (2): Bojay Filimoeatu, Spencer Hadley
CB (1): Ras-I Dowling

Analisi: George Sr. potrà continuare a seguire da vicino i progressi del figlio. Non ci sono grandi sorprese tranne, per me almeno, il LB Hadley. Nove giocatori su dieci hanno fatto parte della squadra durante il training camp. L’unica acquisizione dall’esterno è il CB Ras-I Dowling, scelto dai Patriots nel secondo round del Draft 2011. Per due anni di seguito è stato costretto a saltare gran parte della stagione per infortuni che lo hanno confinato nella Injured Reserve list. Tagliato dai Patriots prima dell’inizio della stagione 2013, ha fatto parte della practice squad dei Jets e con loro ha partecipato al training camp questa estate.

CURIOSITA’

Ancora non è arrivata la conferma, ma lo Star-Telegram ha riportato ieri la notizia che i Cowboys starebbero per inserire nel loro 53-men roster l’ex DE dei Raiders Jack Crawford. La mossa dovrebbe essere ufficializzata martedì, quando I texani metteranno il DE DeMarcus Lawrence nella Injured Reserve/Designated for Return list. Se così fosse Lawrence perderebbe un minimo di otto partite, e Crawford avrebbe la possibilità di mettersi in evidenza ed una seconda occasione per andare a giocare una partita NFL nella sua città natale. Il 9 novembre è prevista infatti la sfida internazionale che vedrà contrapposti Cowboys e Jaguars al Wembley Stadium.

ROSS AI DOLPHINS

Di tutti i giocatori tagliati dai Raiders, l’unico richiesto via waivers è stato Brandian Ross, che è ora nel roster dei Miami Dolphins.

Annunci

2 thoughts on “Raiders 53-men roster 2014 e practice squad

  1. Pingback: Derek Carr titolare contro I Jets, Ras-I Dowling nella practice squad, Kaelin Burnett in IR | Raiders Italia

  2. Pingback: La sconfitta contro i Cardinals non fa male solo al morale | Raiders Italia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...